Home Airbnb accetterà Criptovalute? Ecco cosa abbiamo scoperto
Notizie

Airbnb accetterà Criptovalute? Ecco cosa abbiamo scoperto

Brian Chesky

Dopo l’incredibile annuncio di eBay, anche Airbnb si appresta ad accettare le criptovalute come metodo di pagamento sulla sua piattaforma? Sembra proprio di sì! 

Una delle più grandi piattaforme per prenotazioni di b&b, appartamenti e altro, ha finalmente deciso di abbracciare il trend sempre più importante delle criptovalute. È lo stesso CEO di Airbnb, Brian Chesky, ad affermarlo all’interno di una intervista chiarendo, però, che attualmente il focus aziendale è quello di fornire un rifugio temporaneo alle centinaia di migliaia di rifugiati ucraini. 


Vediamo quali sono le prossime mosse del colosso dell’hospitality, come si sta organizzando l’azienda per integrare le criptovalute nei loro metodi di pagamento, e come questa notizia potrebbe essere un buon motivo per comprare azioni Airbnb in vista di un rialzo.

Le criptovalute su Airbnb: accadrà veramente? 

Non è possibile interpretare male le parole di Chesky il quale ha affermato in una recente intervista di sostenere il movimento delle criptovalute e di ritenerle una tecnologia davvero interessante.

Secondo le ultime news, infatti, Airbnb aveva già discusso internamente della possibilità di accettare questo mezzo di pagamento sulla sua piattaforma. Infatti, all’inizio di quest’anno, fu lo stesso Brian Chesky a chiedere ai suoi follower cosa volessero che Airbnb lanciasse nel 2022. Ci sono state oltre 4000 risposte e la maggior parte di queste era orientata sulla possibilità di pagare attraverso l’utilizzo delle criptovalute

Ecco i più importanti suggerimenti che sono stati rivolti a Chesky e a Airbnb: 

  • Pagamenti in criptovaluta
  • Visualizzazione chiara del prezzo
  • Programma fedeltà clienti
  • Spese di pulizia scontate
  • Più sconti per soggiorni a lungo termine
  • Migliore servizio clienti

Come detto all’inizio, Airbnb non è l’unica azienda che sta lavorando ad integrare le criptovalute all’interno della propria piattaforma. Un altro player importante come eBay ha affermato come ci sia un interesse davvero concreto e che le cose potrebbero cambiare in maniera significativa già a partire da quest’anno.

Seguiranno altre aziende oppure la diffusione delle criptovalute tra i big del mondo terminerà qui? La risposta potrebbe essere alquanto scontata, e per noi questi sono tutti segnali bullish che dovrebbero spingere a investire in criptovalute in vista di un’adozione di massa.

Notizie

HedgeUp (HDUP) cresce di +400 holders al giorno, e si prepara a sfidare i rivali Shiba Inu (SHIB) e Filecoin (FIL)

Le preoccupazioni di Airbnb riguardano altro

Sebbene il progetto di integrare le criptovalute sia eccitante e molto richiesto, le preoccupazioni di Airbnb sono rivolte ai problemi concreti che stanno affliggendo migliaia di ucraini in questo momento. 

Infatti, secondo Brian Chesky il focus adesso è quello di intervenire in merito alla condizione dei rifugiati ucraini nei paesi dell’Est Europa. Infatti, Airbnb si sta prodigando per organizzare le strutture per accogliere gli sfollati mettendo insieme anche una squadra di persone che si occuperà della loro accoglienza. 

Airbnb, infatti, prevede di fornire un rifugio temporaneo ad oltre 100.000 ucraini e Chesky ha aggiunto che sono stati ottenuti i finanziamenti da girare poi agli host che si occuperanno di ospitare i rifugiati. Il colosso ha anche fatto sapere tramite il suo CEO di aver offerto assistenza ai governi di Polonia, Germania, Ungheria, Romania e altri paesi dell’Est Europa.

Insomma, sembra che dovremo aspettare la fine della guerra in Ucraina per vedere realizzato il nuovo progetto di Airbnb. Speriamo che tutto ciò avvenga molto presto!

Domande e Risposte (0)

Hai una domanda? Il nostro team di esperti ti risponderà. Invia il mio commento

Lascia un commento

Scrivi la tua opinione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Jastra Kranjec

Jastra Kranjec

Jastra Kranjec, giornalista esperta e fervente sostenitrice della Modern Money Theory, ha dedicato gran parte della sua carriera a divulgare principi economici contemporanei attraverso l'organizzazione di conferenze in tutta Europa. La sua passione per la micro e macro economia la guida in un viaggio costante di esplorazione, con una particolare ammirazione per gli economisti post-keynesiani come Joan Robinson.

La sua attitudine verso le innovazioni la rende una voce autorevole quando si tratta di fornire aggiornamenti su eventi e novità dell'ultimo momento nel mondo delle criptovalute e della tecnologia. Jastra è sempre pronta a investigare e condividere le implicazioni economiche di queste tendenze emergenti, rendendo i lettori più informati e preparati per navigare nel dinamico ecosistema finanziario digitale.

Ogni press release e articolo che Jastra cura è il risultato di un'attenta ricerca e di un'analisi profonda, con l'obiettivo di fornire una visione chiara e comprensibile delle nuove frontiere economiche e tecnologiche. Con un linguaggio accessibile e un approccio analitico, Jastra aspira a creare una connessione tra teorie economiche avanzate e gli sviluppi più recenti nel settore crypto e tecnologico.