Comprare Azioni Fineco Bank: Quotazione, Analisi e Previsioni

La crisi del sistema bancario italiano sta spingendo molte banche verso la cosidetta Fintech, ossia la finanza tecnologica. Fineco Bank è stata una delle prime banche italiane a credere nella digitalizzazione dei servizi finanziari ed è il leader italiano di questo settore.

Una banca che opera quasi esclusivamente attraverso internet, e che da tanti anni ha scelto di fornire servizi digitali credendo fortemente in questo modello di sviluppo. La sua lungimiranza dovrebbe servire da esempio per tanti altri istituti finanziari, che adesso si trovano in difficoltà, mentre Fineco continua a crescere in maniera esponenziale. Già da questo incipit poete immaginare quale sia la nostra idea riguardo al comprare azioni Fineco.

Dagli stress test della BCE eseguiti sulle banche europee, per valutare la loro solidità, è venuto fuori che Fineco Bank è una delle realtà più stabili del vecchio continente. I servizi offerti sono in continuo aumento, così come i clienti che la scelgono come loro banca principale.

Le sue azioni dovrebbero interessare tutti quelli che vogliono investire in borsa, per questo abbiamo deciso di scrivere un articolo per capire se valga la pena comprare azioni Fineco bank da detenere nel proprio portafoglio. Andremo a studiare la sua storia e quanto sia davvero solida analizzando i dati fondamentali, per poi scoprire con quali metodi si può investire sulle azioni di questa banca, anche attraverso il trading online.

  • Registrati a eToro seguendo questo link;
  • Deposita il denaro sul tuo account di trading;
  • Fai pratica con il tuo conto demo;
  • Cerca fra gli strumenti il titolo Fineco, prova il copy trading e gli altri servizi;
  • Seleziona l’importo, imposta stop loss e take profit e apri la tua posizione.

Fineco: Nascita e sviluppo

La società nacque nel 1982 con il nome GI-FIN dedicandosi principalmente ai servizi di consulenza finanziaria. Negli successivi la Fineco incominciò ad acquisire importanti realtà del settore bancario come Istituto per le Cessioni del Quinto, entrando a far parte del gruppo Banca Popolare di Novara trasformandosi in Novara ICQ.

Nel 1996 entrò a far parte in Banco Popolare di Brescia e venne rinominata in ICQ Banca Cisalpina. Ribattezzata come Fin-Eco Banca ICQ nel 1999, dopo l’ingresso in Bipop Carire, avviò il primo servizio di trading online in Italia. Nello stesso anno avviò i suoi servizi da vera banca per clienti retail, offrendo il primo conto deposito remunerato italiano.

Ben presto, questo servizio si trasformò in un conto corrente con tanto di carte bancomat, libretto degli assegni e tutto ciò che una banca vera e propria offre. Ciò le permise di arrivare a raccogliere oltre 250 mila clienti nel 2001, e a entrare nel gruppo bancario di Capitalia assumendo l’attuale denominazione FinecoBank nel 2002.

Nel 2008 Capitalia venne assorbita da UniCredit che prese il controllo della divisione prestiti e cessioni del quinto, ma gli concesse le attività di Xelion, la sua banca multicanale. Ciò la lanciò definitivamente nel mondo della finanza digitale. Nel 2014 è arrivata al quotazione presso la Borsa Italiana di Milano con una capitalizzazione di €2,2 miliardi a €3,7 per azione.

Dal 2017 ha aperto i suoi servizi nel Regno Unito e negli anni seguenti è diventata un gruppo indipendente. In quegli anni Unicredit ha deciso di cedere prima il 17% e nel 2020 il restante 18% del suo pacchetto azionario di controllo.

Azioni Fineco: Grafico in tempo reale

Studiare il grafico di un qualsiasi indice di borsa è il primo passo da compiere quando si pensa a come investire soldi. Per quanto riguarda il mercato bancario, negli ultimi anni alcuni istituti hanno sofferto terribilmente mentre altri sono riusciti a prosperare, e il grafico delle quotazioni è un pratico strumento per dedurre queste informazioni.

 

Andando a osservare con attenzione il grafico delle azioni Fineco Bank, si nota subito come fin dal suo ingresso nella borsa italiana il gruppo sia cresciuto costantemente. Per quanto riguarda il valore, a parte il 2016, ogni anno si è chiuso con il segno positivo davanti. Ciò vale soprattutto per il 2019, quando i mercati hanno premiato la fuoriuscita da Unicredit e la sua progressiva espansione in UK.

Azioni Fineco: Quotazione

Andando ad analizzare nel dettaglio l’andamento in borsa di Fineco, si può maggiormente apprezzare la crescita graduale di questo gruppo bancario. Si può anche capire perché molti investitori italiani hanno deciso di comprare azioni Fineco negli ultimi anni.

Da luglio 2014 la società è quotata sul segmento MTA della borsa di Milano con la sigla FBK.MI. Il suo esordio, come detto in precedenza, è stato con un IPO che l’ha valutata €3,7 ad azione e arrivando in borsa il suo prezzo si è subito attestato sui €4. A inizio 2015 c’è stata una crescita molto positiva del gruppo che ha fatto salire il valore delle azioni Fineco da €4,4 a €7,6.

Fineco Bank

Il 2016,  come avevamo detto, è stata l’unica annata negativa con il titolo che ha toccato un minimo di €4,7 per poi chiudere l’anno a €5,3. Nel 2017 c’è stata una crescita esponenziale davvero importante, infatti la sua quotazione è salita sempre fino a raggiungere €8,9. Il 2018 è stato un anno chiuso in pari, dal punto di vista borsistico, ma che ha visto per la prima volta il titolo superare la soglia psicologica dei €10 con il picco di €11,64 raggiunto a settembre.

L’annata più incredibile è stata l’ultima precovid, il 2019 ha regalato tante emozioni agli azionisti e possibilità di profitto ai traders che avevano scelto di comprare azioni Fineco. Infatti, dai €9 di inizio anno il titolo a visto delle salite e discese repentine degne di Mirabilandia: il massimo è stato raggiunto a metà aprile con il valore di €12,56 per poi ritracciare nel giro di due mesi intorno ai €9. Da agosto poi il titolo è tornato regolarmente a salire per chiudere l’anno con il prezzo di €10,7.

Il 2020 era partito bene apprezzandosi di un euro nel primo mese ma la crisi pandemica ha fatto crollare il titolo, come anche le borse di tutto il mondo, fino a €7,46 di metà marzo. Da lì il gruppo ha saputo riprendersi alla grande, risalendo la china a grandi passi, soprattutto grazie alla sua vocazione tecnologica, e recuperando in pochi mesi. A giugno la sua quotazione era già a €12 e l’anno è stato chiuso con un prezzo per azione di €13,5. Nel 2021 le loro azioni sono partite immediatamente bene, con il titolo che ha toccato quota €15 in appena 4 settimane.

Azioni Fineco: Previsioni 2021

Alessandro Foti CEO Fineco Bank

La capitalizzazione dell’azienda guidata dal CEO Alessandro Foti, pluripremiato “Miglior CEO d’Europa” del settore bancario, a fine 2019 segnava €81,4 miliardi, cresciuti fino a €91,7 durante l’anno della pandemia. Il bilancio del 2020 si è chiuso con ottimi risultati, con dei ricavi pari a €775,8 milioni (+17,9% rispetto al 2019) e un utile record di €324,5 milioni (+19,2%).

I dati sulla raccolta seguono il trend positivo: +12% la raccolta gestita e +19,5% quella amministrata. Per il 2021 puntano ad ampliare l’offerta di prodotti in Gran Bretagna e introdurre nuovi strumenti per quanto riguarda il servizio di trading, di cui sono pionieri in Italia dal 1999.

Inoltre, la loro offerta per acquisire il 20% di Hi-MTF (una società finanziaria) è stata approvata, e ciò permetterà di offrire strumenti sempre più moderni e flessibili ai loro clienti.

Le analisi degli esperti per il 2021 sono ottimisticamente prudenti, perché nel settore bancario si prevede una certa volatilità. Il valore di supporto è piazzato sui €14, mentre la resistenza è rappresentata dal massimo storico di €15,1 raggiunto a gennaio. 

In ogni caso, chi ha intenzione di comprare azioni Fineco deve sapere che è una delle public company più sviluppate al mondo. Fa gli interessi di 1,5 milioni di clienti di cui, secondo un’indagine recente, il 97% si dichiara completamente soddisfatto.

Comprare azioni Fineco conviene?

Fineco Bank

Senza dubbio il settore bancario è uno di quelli più solidi e affidabili nel panorama borsistico. È risaputo che le banche ci guadagnano sia in momenti di crisi, con prestiti e finanziamenti, che nei momenti di crescita quando le persone sono più propense a spendere e investire i loro risparmi. Ovviamente prestando attenzione ai crediti deteriorati nel proprio portafoglio e mantenendo una propensione all’innovazione. Ma in entrambi i settori Fineco Bank si è sempre distinta per lungimiranza e affidabilità.

I suoi punti di forza sono la consulenza sugli investimenti e l’online banking all’avanguardia, ma offre anche mutui e prestiti come è giusto che una banca faccia. Di recente il gruppo ha avviato delle interessanti partnership mirate ad ampliare il loro mercato nel Regno unito:

Robeco: Una società d’investimenti leader nel settore ESG, fondata nel 1929, che fornirà diversi strumenti e prodotti ai clienti di Fineco.

Jupiter: Un’azienda orientata alla gestione degli asset che andrà ad ampliare il pacchetto di offerte di Fineco introducendo strumenti sempre all’avanguardia.

Anche cercando informazioni e notizie sul gruppo Fineco su Google traspare come l’azienda sia orientata a migliorarsi costantemente, e punti a offrire soluzioni alternative ai propri clienti. Sia dal punto di vista di risparmio bancario e gestione dei capitali, che dal settore trading online e brokeraggio ci aspettiamo grandi cose da questa banca. Quindi, per noi, comprare azioni Fineco è sicuramente una scelta che porterà dei vantaggi nel lungo termine.

Come comprare azioni Fineco

Tutti i lettori di questo articolo, a questo punto, si staranno chiedendo: come investire soldi nel 2021? Qual’è il metodo più immediato e sicuro per investire in borsa? Di sicuro la tecnologia è ciò che ci aiuta di più al giorno d’oggi. Gli strumenti disponibili sono tanti ma principalmente si dividono in due categorie:

Banche: I cari vecchi istituti di credito che attraverso l’apertura di un conto titoli ci permettono di investire su azioni, obbligazioni e altri indici di borsa. Offrono sicuramente un’elevato livello di affidabilità, al netto degli scandali di alcune banche negli anni passati, ma sui costi di gestione e apertura conto gravano delle commissioni pesanti. Chi vuole investire in borsa qualche migliaio di euro sicuramente dovrebbe sostenere delle spese fisse che andrebbero a intaccare pesantemente il budget.

Broker online: La novita degli ultimi anni che ha permesso a tutti di poter accedere ai mercati finanziari in maniera comoda e semplificata. Serve solo un minimo di dimestichezza con la tecnologia per iniziare a investire su titoli, etf, e altri indici di borsa, incluse valute e criptovalute. Grazie alle pratiche app di trading è possibile gestire i propri investimenti da smartphone e le commissioni sono azzerate. Di contro, la responsabilità è totalmente nelle proprie mani perchè neanche i migliori broker CFD offrono consulenza finanziaria ma sicuramente un ritorno maggiore in caso di successo.

BrokerCaratteristicheApri Conto Demo
broker trading
  • Conto Demo Gratuito
  • Copia i migliori trader!
  • Licenza CySec
conto demo
Leggi la Recensione

75% of retail CFD accounts lose money

broker trading
  • Forex, CFD & Crypto
  • Piattaforma trading Desktop e Mobile
  • Licenza CySec, FCA
conto demo
Leggi la Recensione
broker trading
  • Conto Demo Gratuito
  • Piattaforma trading facile
  • Licenza CySec, FCA
conto demo
Leggi la Recensione
broker trading
  • Conto Demo Gratuito
  • Forex CFD / Criptovalute
  • Licenza CySec
conto demo
Leggi la Recensione
broker trading
  • Conto Demo Gratuito
  • Forex CFD / Criptovalute
  • Licenza CySec
conto demo
Leggi la Recensione

eToro per negoziare sul titolo Fineco

eToro Broker

Tra i broker online, quello che si è maggiormente distinto negli ultimi anni è sicuramente eToro. Una società che ha saputo stravolgere il mercato del trading online grazie a una visione futuristica e un approccio innovativo. La sua caratteristica distintiva è sicuramente la funzione copy trading, che permette di copiare gli investimenti di altri utenti. Conosciuta anche come piattaforma di social trading, la potremmo considerare come il Facebook degli investimenti. Infatti, gli utenti che si iscrivono possono andare a vedere quali sono gli investitori più di successo e seguirli nei loro progressi finanziari andando a copiare in automatico le loro scelte di mercato.

Un altro punto di forza sono le commissioni… che non esistono! Il broker, in questo caso, guadagna dallo spread tra comprato e venduto e non applica delle spese fisse per i movimenti. Ma qua stiamo iniziando a entrare in alcuni tecnicismi che è sicuramente meglio approfondire in una recensione su eToro più specifica.

Fineco: Uno sguardo ai competitors

Il settore bancario è in continuo fermento e le novita tecnologiche di questi anni non potranno fare altro che stravolgerlo ancora una volta. La lungimiranza di Fineco, che ha sempre scelto un approccio molto “online banking” sta iniziando a pagare. Perciò crediamo che la società saprà tenere testa ai suoi competitor che però possono godere di marchi antichi e di un pacchetto clienti più ampio.

Gli “avversari” a cui Fineco proverà a strappare clienti sono:

  • UnCredit:
  • Intesa San Paolo
  • BPM
  • Ubi Banca
  • Mediobanca
  • Bper

Grossi nomi che tutti conosciamo e che dominano il mercato italiano da decenni. Peccato per loro che oggi i clienti stanno cambiando il modo di approcciarsi alle banche e vogliono sempre più avere controllo sui loro risparmi. Ed è li che Fineco può esercitare il suo vantaggio e la sua esperienza ventennale sul comparto dei servizi online.

Azioni Fineco: Dividendo

Questa emergente banca italiana ha sempre rilasciato dei dividendi ai suoi azionisti. Dal 2015 a oggi i dividendi sono in costante crescita e sono passati dai €0,2 ai €0,3 del 2020.

Azioni Fineco – Domande frequenti

Che target price si prevede per le azioni Fineco nel 2021?

Sono tanti a credere che le azioni Fineco continueranno a crescere nei prossimi anni. Sicuramente il target price per quest’anno sarà tra i €15 e €16, che potrebbe salire fino a €18 o più negli anni seguenti. Insomma Fineco è nella lista delle migliori banche italiane e ci resterà a lungo.

Dove comprare azioni Fineco?

La scelta per investire in borsa oggi cade sulle app di trading che offrono praticità e commissioni minime, se non zero. Purtroppo per loro, le banche sono ancora troppo indietro e investire soldi con i loro strumenti è troppo costoso, oltre che macchinoso.

Qual’è il capitale minimo da investire per comprare azioni Fineco?

Chi sceglie di investire attraverso una banca deve disporre di un capitale minimo di almeno €5.000. Al contrario, se si vuole iniziare a comprare azioni Fineco con molto meno ci si può affidare alle migliori piattaforme di trading online che  permettono di investire da €50/€100.

condividi l'articolo sui social

Commenta per primo questo articolo

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LIMITAZIONI DI RESPONSABILITA'

    I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Tutte le informazioni che troverete su Finaria.it sono pubblicate solo per scopi informativi. Noi non diamo assolutamente alcuna garanzia riguardo la precisione e l'affidabilità di queste informazioni. Qualsiasi azione prenderete sulla base delle informazioni fornite dal nostro sito è rigorosamente a vostro rischio e pericolo e lo staff di Finaria non sarà responsabile di eventuali perdite e/o danni in relazione all'uso delle informazioni o notizie fornite dal nostro sito web.


    DIRITTO D'AUTORE

    Tutti i contenuti testuali su Finaria sono protetti da copyright e dalle leggi sulla proprietà intellettuale. L'utente non può riprodurre, distribuire, pubblicare o trasmettere qualsiasi contenuto, frase, immagine senza indicare il sito web www.finaria.it come fonte. Finaria non rivendica il copyright sulle immagini usate sul sito web, tra cui loghi, immagini e illustrazioni varie.

    I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

    CHIUDI X