Comprare azioni Amplifon: Quotazione, Analisi e Previsioni

Storica azienda milanese produttrice di apparecchiature per l'udito, è quotata in Borsa dal 2001. Vediamo come e se fare trading sulle sue azioni

Probabilmente conosci Amplifon, azienda produttrice dell'omonimo dispositivo per l'udito. Del resto, la campagna pubblicitaria televisiva è continua. Ma forse quello che non sai è che puoi anche investire sulle azioni Amplifon (AMP.MI).

Infatti, questa azienda fondata a Milano nel 1950 da Algernon Charles Holland, dal 2001 è quotata alla Borsa di Milano (indici FTSE MIB e FTSE Italia STAR).

In questo articolo, pertanto, oltre a presentarti l'azienda in modo più approfondito, ti illustreremo anche come investire sulle azioni Amplifon, se conviene, dove comprare le azioni Amplifon.

La buona notizia che però ti diamo in partenza è che le azioni Amplifon possono essere comprare sul broker eToro. Ecco come fare.

  • Registrati a eToro seguendo questo link;
  • Deposita il denaro sul tuo account di trading;
  • Cerca le azioni Amplifon (AMP.MI) o altri asset presenti sul broker;
  • Seleziona l'importo che vuoi investire, imposta stop loss e take profit e Apri la tua posizione di trading.

Per tutte le altre info, prosegui pure con la lettura di questa guida completa su come comprare le azioni Amplifon.

Azioni Amplifon: profilo società

amplifon

Amplifon S.p.A. è un'azienda italiana che progetta, applica e commercializza apparecchi per la risoluzione di problemi all'udito.

È stata creata a Milano nel 1950 da Algernon Charles Holland e dal 2001 è quotata in Borsa. E fa parte degli indici FTSE MIB e FTSE Italia STAR.

Grazie alla diffusione in diversi paesi del mondo, come vedremo a breve, anche rilevando società locali o aprendo join venture, Amplifon è arrivata a coprire oltre il dieci per cento del mercato mondiale di apparecchi per l'udito.

Questi sono i principali numeri di Amplifon:

  • oltre 5 mila punti vendita diretti
  • 4 mila centri di assistenza
  • 1.800 negozi affiliati al network
  • 16 mila dipendenti

Oltre agli apparecchi acustici e a fornire assistenza personalizzata al cliente, facendo squadra con otorini e farmacie, Amplifon distribuisce anche pile, materiali di consumo e componenti per i ricambi.

La seguente tabella riassume le principali informazioni sulle azioni Amplifon oggi.

Codice Isin:IT0004056880
Codice Alfanumerico:AMP
Capitalizzazione:7,2 miliardi
Numero Azioni224.785.974
Acquisto Minimo:1
Fase di Mercato:Fase Tecnica
Mercato/Segmento:Healthcare
Ricavi1,56 miliardi
Dividendo0,22€

Amplifon: storia della società

Holland era un ex ufficiale delle forze speciali inglesi, impegnato in Italia durante la Resistenza. Terminata la tragica Seconda guerra mondiale, decise di restare in Italia e creare una attività che producesse apparecchi al fine di risolvere i problemi uditivi causati proprio dal conflitto mondiale. Inoltre, volle anche creare una rete distributiva capillare per essere in contatto con gli otorini.

amplifon analisi

Inizialmente solo a Milano, la società apre i suoi contatti via via nel resto della Lombardia, poi in altre zone del Nord, arrivando negli anni '70 ha coprire diversi punti del bel Paese. Diventando così leadership nella distribuzione, vendita e applicazione di apparecchi acustici.

Nel 1971 apre anche il Centro Ricerche e Studi Amplifon (CRS), per la diffusione specializzata di conoscenze in campo audiologico e otologico.

Dagli anni '90, con un cambio nell'asset dirigenziale, Amplifon si focalizza di più sul cliente, personalizzando i servizi offerti. Fino a lanciare apparecchi acustici completamente digitali a metà decennio. La quota di mercato raggiunta in quel periodo sfiorava praticamente la metà sul totale.

Inoltre, sempre a partire dagli anni '90 diventa un'azienda di respiro internazionale. Espandendosi quindi in:

  • Spagna
  • Portogallo
  • Svizzera
  • Austria
  • Francia
  • Paesi Bassi
  • Stati Uniti
  • Egitto
  • Ungheria

In particolare, negli USA fonda la Sonus Corporation e di concerto con l'azienda National Hearing Centers, apre diversi punti vendita nei grandi centri commerciali (i cosiddetti Mall).

Nel corso del Nuovo millennio prosegue l'espansione in altri paesi europei come Paesi Bassi, Germania, Regno Unito, Irlanda e Belgio. Mentre dagli anni '10 arriva in Australia, Nuova Zelanda, India, Turchia, Polonia, Brasile.

Nel luglio 2018 rileva per 528 milioni la società spagnola Gaes. Il che gli permetterà di ottenere in un sol colpo 600 punti vendita tra Spagna (oltre 500), il vicino Portogallo e l'America Latina.

A dicembre 2020 ha sottoscritto un accordo definitivo per l'acquisizione del business di soluzioni e servizi per l'udito di Pjc Investments, il secondo più importante franchise di Miracle-Ear negli Stati Uniti.

Rilevando PJC Hearing, Amplifon acquisisce altresì una rete distributiva di 110 punti vendita, dislocati tra Texas (58), Florida (49) e New Mexico (3).

Amplifon S.P.A.: azionariato

Questo invece l'azionariato Amplifon al momento della scrittura:

  • Ampliter s.r.l. 44,9%
  • Azioni proprie: 2,5%
  • Altri azionisti: 52,6%

Azioni Amplifon: quotazione in tempo reale

Conoscere la quotazione in tempo reale delle azioni Amplifon ci aiuta a prendere le decisioni giuste. Ecco il grafico di seguito.

Azioni Amplifon: bilancio 2020

Nonostante il fatto che la pandemia Covid-19 abbia fustigato non poco l'economia mondiale nel 2020, per Amplifon S.P.A. le cose non sono andate male in termini di utili e ricavi. Complice anche una pubblicità televisiva praticamente permanente.

Il 2020 per Amplifon si è chiuso con ricavi pari a 1.555,5 milioni di euro. Comunque in calo del 9,3% a cambi costanti e del 10,2% a cambi correnti rispetto all'anno precedente. L’ebitda risulta di 371 milioni di euro, con un’incidenza sui ricavi del 23,8%. Quindi in aumento di 110 punti base, grazie alle misure di contenimento dei costi.

L’utile netto nel 2020 è sceso a 101 milioni di euro, rispetto ai 127,1 milioni del 2019. L’indebitamento finanziario è passato a 633,7 milioni di euro, dai 786,7 milioni del 2019.

Il Q4 2020 di Amplifon si è chiuso con ricavi consolidati di 513,4 milioni di euro, quindi un +2,9% a cambi costanti e +1,2% a cambi correnti rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

L’ebitda ha toccato quota 142,6 milioni di euro, incidendo sui ricavi di quasi un terzo, con un +210 punti rispetto al 2019. L’utile netto del Q4 2020 è stato di 59,9 milioni di euro, con un +16,6% rispetto ai 51,4 milioni di euro del 2019.

Per il 2021, il Consiglio di amministrazione di Amplifon ha proposto un dividendo di 22 centesimi di euro per azione, con un pay-out di circa il 49% dell’utile netto consolidato per azione.

Compare azioni Amplifon conviene?

comprare azioni amplifon

Veniamo ora all'argomento che probabilmente più ti interessa: conviene comprare azioni Amplifon?

Stiamo parlando di una società operativa dal 1950 e che dagli anni '90 è diventata una multinazionale. Leader indiscussa per la realizzazione e la distribuzione di apparecchi uditivi a livello nazionale, copre a livello mondiale l'11% del mercato.

Oltre a ciò, stiamo parlando di una società dedita anche alla ricerca per la risoluzione dei problemi uditivi, avviando un proprio centro ricerche fin dal 1971. I suoi prodotti si fanno apprezzare per la quasi impercettibilità sia per chi li indossa, sia per i terzi che guardano dall'esterno.

Ma tutto questo basta per rendere conveniente comprare azioni Amplifon? Probabilmente sì. Va data un'occhiata anche all'andamento del titolo nel tempo e alla concorrenza.

Azioni Amplifon (AMP): analisi tecnica

Guardando al titolo Amplifon nell'ultimo quinquennio, quindi in un raggio di tempo medio, si evidenzia un rialzo significativo che trova le sue origini fin dalla batosta per i mercati finanziari costituita dallo scandalo dei titoli sub-prime del 2008. Quando il titolo passò da oltre 6 euro per azione a 90 centesimi.

Il rialzo ha dunque portato il titolo oltre i 19 euro per azione, per poi subire una frenata, raggiungendo i 14 euro per azione. Poi una nuova risalita fino all'esplosione della pandemia, con le azioni Amplifon (AMP) che puntavano decisamente alla resistenza dei 30 euro per stock.

La pandemia Covid-19 ha segnato un pesante ritracciamento fino ai 18 euro per tutto il mese di marzo, al quale è susseguita una incredibile ripresa che ha portato AMP sui 34 euro per azione.

azioni amplifon grafico

Il 2021 si è aperto con nuovi massimi storici: a febbraio le azioni Amplifon hanno superato i 36 euro di prezzo. Ad inizio marzo è arrivata poi la sospensione per eccesso di ribasso per il titolo, che ha ceduto l’8,8% dopo aver diffuso i conti 2020. Ciò però dimostra anche che il supporto sopra i 30 EUR è ormai una realtà e ciò può essere un viatico per puntare forte anche ai 40 EUR per azione.

Dunque, oltre che di una società solida, che ha saputo ridurre i danni comportati dal Covid-19 nel 2020 grazie alle sue profonde fondamenta, stiamo parlando di un titolo capace di interessanti rally.

Amplifon S.P.A.: principali concorrenti

Altro punto molto importante è quello della concorrenza, della quale tenere presente quando si vuole investire su una società. Se Amplifon a livello nazionale sembra non avere particolari rivali che possano contrastare la sua leadership, a livello mondiale deve invece vedersela con:

  • Miracle-Ear: dipendenti 9,459, ricavi $1.000 miliardi
  • Hear.com: dipendenti 1.200, ricavi $10 miliardi
  • Hearling Life: dipendenti 30.000
  • Interton: dipendenti 4.240, ricavi $808 miliardi
  • Phonak: dipendenti 14.000, ricavi $3.000 miliardi
  • ReSound GN: dipendenti 4.100, ricavi $1.000 miliardi

Azioni Amplifon: previsioni

Il 2021 dovrebbe essere un anno di transizione per i mercati finanziari, in attesa che la pandemia Covid-19 venga definitivamente risolta. La situazione di incertezza legata alla campagna vaccinale e alla stessa reale efficacia dei vaccini, rende tutto ancora nebuloso anche per quest'anno e probabilmente ancora per il Q1 2022.

Tuttavia, un'azienda come Amplifon può beneficiare di un brand a livello nazionale molto noto ormai da decenni, e di una discreta diffusione mondiale che copre quasi tutti i continenti.

Certo, il Covid-19 ha distratto le persone dagli altri problemi di salute, che non siano collegati al virus, e ciò per un'azienda che produce e distribuisce apparecchiature per l'udito è un fattore negativo.

È anche vero, però, che l'invecchiamento della popolazione mondiale non può che giovare Amplifon. Secondo i dati diramati a inizio 2020 dall'Oms, entro i prossimi 5 anni gli over 60 dovrebbero superare come numero i bambini di età inferiore ai 5 anni. Diventando entro il 2050 quasi 2 miliardi, un quinto della futura popolazione mondiale (che dovrebbe per quel periodo sfiorare i 10 miliardi di abitanti).

Peraltro, proprio l’Italia si conferma il paese con l’età media più elevata d’Europa, il secondo in assoluto dopo il solo Giappone.

Cosa significa tutto questo? Che un'azienda con il target di mercato come Amplifon non può che beneficiarne appieno per i prossimi anni. Potendo così espandere e consolidare anche la propria presenza mondiale.

Riuscire a penetrare poi in un mercato come la Cina, che oltre ad essere ormai pronto al sorpasso sugli Usa come leader economico mondiale, ha anche il più elevato numero di anziani, potrebbe essere un passo determinante.

Il target price per il 2021 delle azioni Amplifon si attesta intorno ai 36 euro.

Azioni Amplifon: possibili rischi

Quali sono i rischi di investire nelle azioni Amplifon? I rischi principali collegati a questa società sono la sua mono-settorialità, poiché si occupa praticamente solo di apparecchi acustici.

Per quanto abbia un notevole know-how sull'argomento, una leadership nazionale e una diffusione mondiale (specie negli Usa, principale mercato del settore, e in Spagna per l'Europa).

S&P Global Ratings già ad aprile 2020 ha rivisto l'outlook a negativo da stabile, complice soprattutto la chiusura dei negozi per il lockdown imposto dal nuovo Coronavirus.

Il che ha evidenziato un altro limite per Amplifon: il fatto che abbia poche vendite online, anche per la natura del prodotto proposto. Il quale presuppone un contatto diretto per comprendere le problematiche del cliente.

S&P ha anche evidenziato come la società patisca la concorrenza dei produttori low cost. I quali, in tempi di crisi come quelli che si preannunciano nei prossimi anni, rischiano di prendere il sopravvento.

Come investire sulle azioni Amplifon?

Per fortuna, comunque, il trading online tramite Contract for difference permette di far guadagnare i trader anche nel caso in cui le azioni Amplifon (AMP) dovessero andare male. Registrando quindi dei cali in borsa.

Dopo aver fatto le tue valutazioni, potrai così posizionarti short sul titolo qualora siano previsti dei ribassi di prezzo. Un altro vantaggio è che i CFD ti permettono di comprare azioni Amplifon indirettamente, perché sottoscriverai un contratto derivato che replica un sottostante. Il che ti consentirà di svincolarti facilmente dall'asset rispetto a un azionista diretto.

Ricorda anche le potenzialità della leva finanziaria offerte dal trading CFD sulle azioni Amplifon, ma anche i suoi rischi qualora la tua previsione non sia azzeccata. Dato che moltiplica anche per il senso opposto.

Abbiamo già detto nell'incipit che puoi comprare le azioni Amplifon su eToro. Potrai copiare cosa fanno i trader migliori, interagire con tutti quelli iscritti, esercitarti con un Conto demo da 100mila euro virtuali.

azioni amplifon etoro

Preferisci un altro broker? Dai un'occhiata alle piattaforme di trading alternative e trova quella che offre i migliori CFD sulle azioni Amplifon.

BrokerCaratteristicheApri Conto Demo
broker trading
  • Conto Demo Gratuito
  • Copia i migliori trader!
  • Licenza CySec
conto demo
Leggi la Recensione

75% of retail CFD accounts lose money

broker trading
  • Forex, CFD & Crypto
  • Piattaforma trading Desktop e Mobile
  • Licenza CySec, FCA
conto demo
Leggi la Recensione
broker trading
  • Conto Demo Gratuito
  • Piattaforma trading facile
  • Licenza CySec, FCA
conto demo
Leggi la Recensione
broker trading
  • Conto Demo Gratuito
  • Forex CFD / Criptovalute
  • Licenza CySec
conto demo
Leggi la Recensione
broker trading
  • Conto Demo Gratuito
  • Forex CFD / Criptovalute
  • Licenza CySec
conto demo
Leggi la Recensione

Azioni Amplifon – Domande frequenti

Conviene comprare azioni Amplifon (AMP)?

Amplifon è leader nazionale nella produzione e distribuzione di apparecchiature per l'udito. L'invecchiamento costante della popolazione mondiale apre prospettive positive per il titolo, oltre ad una storia stabile alle spalle. Restano i limiti legati alla scarsa vendita online in un'era che si preannuncia volta all'e-commerce.

Quali sono i migliori broker per investire sulle azioni Amplifon?

Ti suggeriamo di comprare le azioni Amplifon su alcuni broker con regolari licenze e tanti servizi offerti, come eToro o altre alternative.

Quali aziende concorrenti ha Amplifon?

Le principali aziende concorrenti per la società arrivano soprattutto dagli Usa. E sono: Miracle-Ear, Hear.com, Hearling Life, Interton, Phonak e ReSound GN.

condividi l'articolo sui social

Commenta per primo questo articolo

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LIMITAZIONI DI RESPONSABILITA'

    I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Tutte le informazioni che troverete su Finaria.it sono pubblicate solo per scopi informativi. Noi non diamo assolutamente alcuna garanzia riguardo la precisione e l'affidabilità di queste informazioni. Qualsiasi azione prenderete sulla base delle informazioni fornite dal nostro sito è rigorosamente a vostro rischio e pericolo e lo staff di Finaria non sarà responsabile di eventuali perdite e/o danni in relazione all'uso delle informazioni o notizie fornite dal nostro sito web.


    DIRITTO D'AUTORE

    Tutti i contenuti testuali su Finaria sono protetti da copyright e dalle leggi sulla proprietà intellettuale. L'utente non può riprodurre, distribuire, pubblicare o trasmettere qualsiasi contenuto, frase, immagine senza indicare il sito web www.finaria.it come fonte. Finaria non rivendica il copyright sulle immagini usate sul sito web, tra cui loghi, immagini e illustrazioni varie.

    I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

    CHIUDI X