Criptovalute da evitare: Analisi delle peggiori

Scopri come riconoscere le criptovalute truffa

Criptovalute da evitare

Quali sono le criptovalute da evitare? Questa è una domanda che di certo si pongono molti aspiranti crypto trader.

Dalla nascita dei Bitcoin nel 2009, il mercato delle criptovalute è cresciuto esponenzialmente e sono oltre 10.000 i token che è possibile trovare in rete. 

Eppure non tutti rappresentano dei buoni investimenti. Come mai? Le ragioni per non investire in una criptovaluta sono varie e dipendono da diversi fattori. 

Le cause principali possono essere: 

  • Truffe
  • Problemi di trazione
  • Scarsa strategia di business
  • Problemi di gestione da parte degli sviluppatori.

Tutto ciò può portare all’abbassamento del valore di una criptovaluta fino allo zero e, di conseguenza, alla sua estinzione. 

Ecco, quindi, una lista delle principali criptovalute da evitare: 

CriptovalutaPerché evitareCapitalizzazioneRating
BitConnect (BCC)Frode 12.509,986 $⭐⭐
GetGems (GEMZ)Frode0$
NanoHealthCare Token (NHCT)Scarsa organizzazione0$
ONECOIN (ONE)Frode2.870.185,310$
BoringCoin (ZZZ)Shit-coin14.001,459 $⭐⭐

Nel corso di questo approfondimento, analizzeremo nel dettaglio queste cinque criptovalute per capire perchè sono da evitare e quali sono le ragioni del loro insuccesso. 

Inoltre, forniremo delle valide alternative per investire in alcune criptovalute emergenti ma che mostrano un buon potenziale.

Per investire seriamente in criptovalute con potenzialità, invece, ti consigliamo di far riferimento a piattaforme professionali come eToro. Registrarsi è semplice e richiede solo pochi passaggi:

  • Registrati a eToro;
  • Fai pratica con il tuo conto demo;
  • Deposita il denaro sul tuo account di trading;
  • Cerca fra gli strumenti le criptovalute che preferisci, prova il copy trading e le altre funzionalità;
  • Seleziona l’importo, imposta stop loss o take profit e procedi con la tua strategia.

Il 67% degli utenti CFD di eToro perde denaro quando fa trading di CFDs con questo operatore. Per favore valuta se sei in una posizione finanziaria personale che ti permette di correre il rischio di perdere denaro

Come scoprire criptovalute da evitare

Nonostante nell’articolo presenteremo le cinque criptovalute da evitare selezionate, è chiaro che sul mercato ce ne sono tante altre da cui è meglio tenersi alla larga. 

È possibile capire se una cripto moneta è da evitare o no? Certamente, e per farlo è importante effettuare una ricerca accurata per valutare la solidità del token

Prima di investire in un qualsiasi prodotto finanziario, infatti, è importante effettuare un’attenta analisi per capire se è potenzialmente vantaggioso oppure no. 

In sostanza, le caratteristiche da esaminare per capire se una criptovaluta è da evitare sono: 

  • Dati finanziari: si tratta di tutte quelle informazioni sulle performances passate della crypto che permettono di capire come si comporta sui mercati e quali sono i suoi livelli di crescita nel tempo.
  • Capitalizzazione: conoscere la capitalizzazione di mercato della criptovaluta permetterà di stimarne il valore intrinseco.
  • Recensioni e Opinioni: Cercare recensioni e opinioni in rete permetterà di conoscere meglio la criptovaluta basandosi sulle esperienze di altri trader.
  • Notizie: si tratta di eventi che potrebbero influenzare l’andamento di una criptovaluta e/o attestarne l’affidabilità. 

Dopo aver raccolto tutti questi dati, sarà possibile metterli insieme e fare una valutazione generale sulla criptovaluta. Chiaramente, meno è conosciuta una criptovaluta, più aumenta la difficoltà di reperire informazioni a riguardo. 

Inoltre, non è sempre semplice valutare l’attendibilità delle informazioni che si trovano in rete, soprattutto quando si tratta di prodotti finanziari nati con scopi fraudolenti. 

Quali criptovalute da evitare: la top 5

Nel paragrafo introduttivo abbiamo fornito una tabella delle 5 criptovalute da evitare con le relative informazioni principali. 

Di seguito, andremo ad approfondire ognuna di queste monete virtuali per capire quali sono gli svantaggi e perché non è il caso di sceglierle per i propri investimenti.

1 – BitConnect (BCC)

Criptovalute da evitare bitconnect

La natura fraudolenta di questa criptovaluta è già intuibile dal nome che, come molte altre monete truffa, ha un nome che rimanda al Bitcoin.

BitConnect, infatti, è un token lanciato nel 2016 che ha vissuto un periodo particolarmente positivo nel primo anno di vita. 

Addirittura è stata una delle crypto più performanti del CoinMarketCap nel 2017, per poi perdere completamente valore nel giro di qualche mese. 

Questo è successo a causa della struttura piramidale che ne reggeva il volume di affari che ha portato al crollo di tutta la struttura non appena c’è stato un calo alla base. 

La società che l’aveva lanciata, infatti, prometteva rendimenti di circa 1% al giorno creando un boom di acquisti. 

Tuttavia, i rendimenti così elevati dipendevano esclusivamente dagli investimenti dei nuovi trader e, quando questo è venuto a mancare, la valuta è fallito e gli investitori si sono ritrovati con un pugno di mosche

2 – GetGems (GEMZ)

Criptovalute da evitare gemz

Un’altra crypto fallimentare è GetGems, un’app social che consentiva agli utenti di inviare e ricevere Bitcoin. 

Il token collegato al protocollo era GEMZ. Gli utenti potevano guadagnare GEMZ invitando gli amici a registrarsi alla piattaforma. 

Fondata nel 2015, la piattaforma ha avuto vita breve dopo un periodo altamente performante in cui è riuscita a raggiungere la quotazione massima di 0,0579 $.

Infatti, gli sviluppatori sono riusciti in un anno a raccogliere circa 1 milione di dollari tramite investimenti e crowdfunding senza però consegnare pagamenti. 

Per questo motivo, nel 2017 la valuta ha smesso di essere negoziata.

3 – NanoHealthCare Token (NHCT)

Criptovalute da evitare nhct

Tra le criptovalute da evitare più recenti, troviamo NanoHealthCare Token, fondata in India nel 2018 ma con scarso successo. 

Il token era innovativo ed è nato da buone intenzioni da parte degli sviluppatori che, tuttavia, non sono riusciti a portare avanti il progetto. 

Lo scopo era quello di creare una blockchain che riuscisse a ottimizzare alcuni problemi del sistema sanitario come i costi elevati e la tutela dei dati. 

Purtroppo, per quanto il progetto avesse uno scopo nobile, non è riuscito a prendere piede per una scarsa organizzazione di base che non ha permesso al token di guadagnarsi la fiducia degli investitori. 

4 – OneCoin (ONE)

Criptovalute da evitare one

Dopo un approfondimento sulla crypto da evitare più recente, passiamo adesso ad una delle prime truffe crittografiche nel settore delle monete virtuali: OneCoin. 

Nel 2014 Ruja Ignatova ha sviluppato una criptovaluta che ha pubblicizzato in tutto il mondo come “Bitcoin Killer”. 

Nel pieno della febbre delle criptovalute, quando questo mercato era ancora agli esordi, non è stato difficile per Ignatova truffare tutti i trader che avevano creduto in questo progetto. 

Infatti, lo schema prevedeva l’utilizzo dei fondi dei nuovi investitori per pagare quelli già esistenti arrivando ad accumulare una cifra di 4 miliardi di dollari. 

Nel 2017 la piattaforma è stata chiusa e gli sviluppatori si sono defilati col bottino all’arrivo di un mandato d’arresto.

5 – BoringCoin (ZZZ)

Criptovalute da evitare zzz

Infine possiamo fare un accenno a BoringCoin che fa parte di un’altra categoria di criptovalute da evitare: quelle nate per scherzo.

Si stima che oltre il 90% di queste monete non superi l’anno di vita e che si tratta di una delle peggiori tipologie di criptovalute sulle quali investire. 

BoringCoin non aveva alcuno scopo, nessun business plan, nessuna prospettiva di crescita. 

Forse il nome non si discostava poi tanto dalle caratteristiche effettive di questa criptovaluta che, lanciata nel 2014 col presupposto di essere “noiosa”, se n’è andata nel giro di pochissimo tempo senza alcun clamore. 

Leggi pure
Nuove criptovalute: le migliori da osservare e per investire

Criptovalute alternative: la top 5 da tenere d’occhio

Come detto sopra, il mercato delle criptovalute è molto vasto e per ogni criptovaluta da evitare, ce n’è una su cui vale la pena investire. 

A questo proposito, ti proponiamo alcune valide alternative per investire in criptovalute con questa top 5 di criptovalute da tenere d’occhio.

The Graph (GRT)

Una valida alternativa tra le criptovalute più recenti è The Graph, un protocollo di indicizzazione che alimenta varie applicazioni Web. 

Il suo scopo è quello di creare sottografi sotto forma di API aperte. Queste possono essere interrogate da applicazioni mediante GraphQL per recuperare dati blockchain. 

La rete decentralizzata di Graph permette di indicizzare i dati di importanti piattaforme come Ethereum, IPFS e POA.

Alla base di questi servizi c’è un token, GRT che ne permette il funzionamento e conferisce guadagni a sviluppatori e curatori della rete.  

In questo caso, gli sviluppatori hanno pensato in grande e per la rete alla base di Graph si stimano ottimi risultati sul lungo termine. Vale quindi la pena tenerla d’occhio. 

Il 67% degli utenti CFD di eToro perde denaro quando fa trading di CFDs con questo operatore. Per favore valuta se sei in una posizione finanziaria personale che ti permette di correre il rischio di perdere denaro

NEAR Protocol (NEAR)

Near Protocol è una piattaforma decentralizzata progettata per permettere alle app di essere utilizzate sul web. 

Consiste in una rete che funziona mediante un sistema PoS (Proof – of – Stake) dal nome Nightshade che permette di ottenere tariffe stabili. 

La piattaforma possiede un proprio token chiamato NEAR che ha diverse funzioni all’interno della piattaforma: 

  • Commissioni per archiviazione dati e transaazioni
  • Voti di governance per stabilire come allocare le risorse di rete
  • Nodi di convalida sulla rete

NEAR Protocol è stato lanciato nel 2020 e si stima che i token NEAR creati siano oltre 1 miliardo. 

Ogni anno, per supportare la rete, la piattaforma eroga il 5% della fornitura aggiuntiva di cui il 90% va ai validatori mentre il 10% è destinato alla tesoreria del protocol. 

La criptovaluta registra ottime performances sui mercati, come mostra anche il grafico sottostante: 

Inoltre, la sua attendibilità è decretata anche dalla mole di lavoro alle sue spalle: sia gli sviluppatori che i dipendenti hanno lavorato per aziende prestigiose tra cui Google e Microsoft. 

SafeMoon (SAFEMOON)

Safemoon è una criptovaluta sviluppata sulla blockchain di Binance Smart Chain. SI tratta di un token molto recente, lanciato nel marzo 2021 ma che in breve tempo ha raggiunto degli ottimi risultati. 

In effetti, il suo nome sembra abbia anticipato quelli che sono stati poi i risultati avuti dal primo lancio. 

Infatti, SafeMoon è stato chiamato in questo modo proprio per la celebre espressione “to the moon” che viene utilizzata nel gergo delle crypto per definire un aumento rapido dei prezzi. 

Safemoon ha velocemente moltiplicato il suo valore grazie ad una serie di sponsorizzazioni importanti ed avviato subito importanti progetti. 

Lo scopo della moneta è quello di incentivare i possessori di token. Questo significa che più viene acquistato più assume valore. 

Inoltre, il protocollo prevede anche delle commissioni del 10% sulle vendite che sono così distribuite:

  • 5% ripartite tra i possessori attuali; 
  • 5% convertite in BNB (Binance Coin) e aggiunte alla liquidity pool.

Safemoon si mostra, quindi, come una criptovaluta ben sviluppata e con ottimi livelli di rialzo, ciò la rende un crypto asset interessante da inserire nel proprio e-wallet. 

THORChain (RUNE)

THORChain è un network particolare nell’ambito delle criptovalute perché si pone l’obiettivo di mettere in relazione diverse blockchain

In pratica, si tratta di un protocollo che permette lo scambio di diversi token in modo decentralizzato. Per scambiare questi token, però, occorre utilizzare RUNE, il token proprietario della piattaforma. 

I trader che intendono scambiare, ad esempio, BTC o ETH tramite THORChain, devono versare il corrispettivo in RUNE. 

Nello specifico, RUNE fa da ponte tra le varie criptovalute all’interno della piattaforma riuscendo a garantire maggiore liquidità. 

Chiaramente, mantiene anche le funzioni generiche delle varie crypto e può tranquillamente essere scambiata sui mercati virtuali.  

Secondo gli esperti del crypto market, THORChain e il suo token RUNE hanno tutti i presupposti per piazzarsi tra le migliori criptovalute esistenti e potrebbero risultare un’ottima opzione d’investimento. 

Solana (SOL)

Chiudiamo questa classifica con una delle criptovalute che sta facendo molto discutere per le ottime performance di mercato che sta registrando. 

Addirittura alcuni esperti di crypto pensano che Solana possa arrivare a superare Ethereum per i livelli di crescita che mostra. 

Infatti, secondo gli analisti questo potrebbe essere il momento migliore per investire in SOL, sia acquistando direttamente che speculando sui prezzi tramite broker online come eToro: 

Solana è una blockchain che supporta smart contract e applicazioni decentralizzate. Il sistema funziona tramite PoS e transazioni con timestamp. 

Tramite questi meccanismi, Solana riesce ad elaborare circa 60.000 transazioni al secondo. 

La piattaforma nasce da un progetto molto ambizioso sul lungo termine e mostra ottimi livelli di crescita che potrebbero piazzare Solana tra giganti delle blockchain come Bitcoin ed Ethereum

Il 67% degli utenti CFD di eToro perde denaro quando fa trading di CFDs con questo operatore. Per favore valuta se sei in una posizione finanziaria personale che ti permette di correre il rischio di perdere denaro

Evitare il peggio e investire sul meglio: le piattaforme giuste

Come fare in questo caso? La risposta è semplice: occorre affidarsi solo a piattaforme sicure che offrono informazioni attendibili e prodotti finanziari affidabili. 

Per questo motivo, un’opzione valida potrebbe essere quella di affidarsi a broker online o exchange autorizzati che oltre ad offrire ottimi strumenti per negoziare criptovalute, offrono anche tutte le informazioni relative alla moneta scelta.

Ecco di seguito alcuni broker online e exchange per investire in criptovalute.

eToro

eToro è una delle piattaforme di trading online più diffuse al mondo, nota per la sua affidabilità ma anche per la vasta gamma di servizi di qualità offerti. 

Con eToro, infatti, è possibile investire in numerose criptovalute scegliendo tra due opzioni: 

  • Speculare sulle oscillazioni di prezzo tramite strumenti derivati;
  • Comprare direttamente la criptovaluta reale. 

Il broker mette a disposizione due diverse piattaforme per il cryptotrading: quella di base che permette di speculare sui prezzi dei crypto asset senza acquistarli direttamente, anche con il servizio automatico di Copy Trading. 

L’altra piattaforma, invece, chiamata eToroX è stata sviluppata appositamente per negoziare criptovalute reali e dispone di un e-wallet nel quale conservarle. 

Inoltre, tramite la funzione Social Trading sarà possibile accedere a innumerevoli notizie e opinioni di altri utenti per valutare al meglio le criptovalute scelte. 

Il 67% degli utenti CFD di eToro perde denaro quando fa trading di CFDs con questo operatore. Per favore valuta se sei in una posizione finanziaria personale che ti permette di correre il rischio di perdere denaro

Libertex

libertex logo

Un altro broker online che potrebbe rivelarsi utile in questo caso è il pluripremiato Libertex

Libertex di una piattaforma di trading online facile e intuitiva che offre innumerevoli servizi adatti anche ai principianti. 

Inoltre, offre oltre 70 criptovalute da negoziare tramite strumenti derivati su cui è possibile effettuare analisi di mercato e consultare notizie per valutare al meglio i propri investimenti. 

Per una panoramica più approfondita sui servizi e le opportunità di cryptotrading offerte da Libertex, è possibile aprire un conto demo gratuito. 

In questo modo, sarà possibile simulare investimenti e strategie sulla criptovaluta scelta e valutarne il potenziale senza correre il rischio di perdere il capitale investito.

Il 74% dei conti degli investitori retail perde denaro quando scambia CFD con questo fornitore

Binance

Binance è un exchange che permette di comprare e vendere criptovalute reali da conservare nel proprio portafoglio, interno o esterno alla piattaforma. 

In caso di incertezza sull’attendibilità di una criptovaluta, Binance risulta sempre una delle opzioni più valide perché offre le migliori criptovalute presenti sul mercato. 

La piattaforma, inoltre, offre un portafoglio sicuro e sistemi di pagamento tracciabili e veloci. 

Per qualsiasi dubbio o difficoltà, sarà possibile contattare il servizio clienti attivo 24/7 e disponibile in più lingue.

Coinbase

Un altro exchange leader mondiale nel settore delle criptovalute è CoinBase che conta milioni di utenti in tutto il mondo. 

Si tratta di una piattaforma exchange tra le più sicure al mondo che permette di acquistare, vendere e gestire le migliori criptovalute disponibili sui mercati. 

Una delle peculiarità di CoinBase è la possibilità di tracciare le proprie criptovalute tramite una dashboard chiaro e intuitivo

In questo modo è possibile monitorare l’andamento dei mercati, le variazioni dei prezzi e le notizie relative alla moneta scelta in qualunque momento della giornata. 

Perché evitare alcune criptovalute?

Come accennato, alcune criptovalute sono da evitare perché, già dalle caratteristiche principali, mostrano una scarsa affidabilità. 

Nel paragrafo introduttivo, sono state elencate alcune di queste caratteristiche che andremo ad approfondire di seguito per aiutarvi a capire perché tenersi alla larga da alcune criptovalute

1) Truffa

Criptovalute da evitare scam

La causa principale è legata, chiaramente, a intenzioni truffaldine da parte di sviluppatori disonesti che tendono a promettere grossi guadagni per gonfiare le quotazioni della moneta.

L’obiettivo finale è poi quello di incassare tutti profitti a discapito di trader ignari raggirati. 

Generalmente queste criptovalute seguono tutte lo stesso schema di tipo piramidale: 

Fase 1: Il lancioNasce una nuova moneta virtuale e il prezzo viene gonfiato al massimo grazie all’hype che gli sviluppatori infondono tramite sponsorizzazioni.
Fase 2: L’affareViene fatta passare per l’affare del secolo e viene acquistata in massa da investitori poco esperti, che la finanziano completamente.
Fase 3: La venditaGli sviluppatori cominciano a incassare i loro profitti e il prezzo crolla. Gli investitori genuini si ritrovano con un asset spazzatura.

Bisogna quindi guardarsi bene da questo tipo di criptovalute stando attenti alle informazioni che girano a riguardo come: 

  • Siti Web falsi;
  • e-mail fraudolente; 
  • Aggiornamenti e notizie false sui social;

Per evitare di cadere in questa rete, ricordiamo che è consigliabile rivolgersi solo a broker o exchange autorizzati.

2) Criptovalute nate per gioco 

Un’altra categoria di criptovalute altamente diffusa ma altrettanto evitabile è quella delle monete nate per scherzo. 

Dal caso del DogeCoin, ad esempio, nato da un meme e promosso da Elon Musk, si sono diffuse tante altre criptovalute con lo stesso intento. Il punto di queste monete è che, spesso, alle spalle hanno una struttura debole e nessuno scopo che le porta ad avere vita breve. 

La cosa da notare, tuttavia, è che di DogeCoin ve ne è solo uno, mentre i meme-token sono a migliaia. Questo per dire che una criptovaluta nata per scherzo ha la possibilità di affermarsi solo se fa proprio un progetto valido.

Il DogeCoin, nato nel 2016, questo lo ha capito a distanza di 4 anni. La maggior parte dei meme-token non vive così a lungo.

3) Criptovaluta debole

A volte può capitare che una criptovaluta non nasca con scopi fraudolenti o scherzosi ma che sia comunque da evitare perché risulta debole. 

Lo sviluppo di una blockchain, infatti, richiede delle tecnologie e delle competenze non indifferenti e per avere successo in questo campo bisogna curare tutto nei minimi dettagli. 

Una blockchain con una struttura poco solida e senza uno scopo ben preciso, può portare al crollo della moneta in breve tempo come è successo per NanoHealthCare token. 

Il 67% degli utenti CFD di eToro perde denaro quando fa trading di CFDs con questo operatore. Per favore valuta se sei in una posizione finanziaria personale che ti permette di correre il rischio di perdere denaro

Cosa fare se hai una criptovaluta da evitare nel portafogli?

Ora che sai come riconoscere una criptovaluta da evitare puoi capire se ne hai già una nel tuo portafoglio virtuale. 

Come fare in questo caso? Non preoccuparti perché è possibile trovare una soluzione per provare a ridurre le perdite seguendo pochi semplici passi. 

A) Riduci esposizione

Per esposizione si intende il rischio a cui è sottoposta ogni operazione di trading. Chiaramente, una maggior esposizione presenta anche rischi più elevati. 

Un modo per ridurre la propria esposizione, ad esempio, è quella di diversificare il proprio portafoglio puntando su diversi prodotti. 

In questo caso, per ridurre l’esposizione basterà puntare un capitale minore sulla criptovaluta in questione per ridurne l’impatto sul proprio patrimonio. 

B) Compensa il tuo investimento

Un altro modo per aggirare il rischio che questi asset fallimentare possono portare nel proprio portafoglio è quello di compensare il proprio investimento. 

Vale a dire che, si potrebbe seguire una strategia mirata a investire sulla criptovaluta in direzione opposta in modo da riuscire a compensare le perdite. 

C) Sfrutta l’hedging

I due punti precedentemente elencati si possono riassumere nel terzo punto: sfruttare l’hedging. 

Si tratta di una strategia di gestione del rischio che mira a tutelare gli investimenti da mutazioni improvvise delle fluttuazioni di valuta o di prezzo. 

Questa strategia può essere effettuata anche mediante strumenti derivati presenti su alcune piattaforme di trading come ad esempio: 

  • Put: cioè la possibilità di rivendere un asset a un prezzo concordato con la controparte;
  • Call: in contrapposizione alla precedente operazione, non si basa sulla rivendita ma sull’acquisto di un asset ad un prezzo concordato.

Questa strategia può consentire anche di realizzare una profit lock-in, ossia, una performance predeterminata anche nel caso in cui i movimenti dei mercati fossero diversi dalle previsioni. 

D) Accetta le perdite

Chiaramente, qualsiasi strategia di gestione dei rischi non potrà annullare completamente le perdite che, ad ogni modo, dovranno essere accettate. 

Purtroppo questo è un aspetto inevitabile di qualsiasi investimento ed è per questo che, a prescindere dal potenziale di guadagno e dalle previsioni, occorre operare sempre con la massima cautela. 

Leggi pure
Bancomat Bitcoin: Dove sono gli sportelli per trasformare EURO in BTC

Come evitare le criptovalute in perdita

Purtroppo non è possibile identificare al 100% una criptovaluta in perdita. I mercati sono estremamente imprevedibili e qualsiasi progetto, anche il più ambizioso, potrebbe fallire. 

Tuttavia, è possibile provare a prevenire i danni effettuando un attento esame della criptovaluta nella quale si intende investire individuando gli aspetti potenzialmente dannosi. 

  • Sviluppatori: la prima cosa da fare è provare a capire chi c’è dietro una criptovaluta. Se non si riescono a reperire informazioni, è già un campanello d’allarme.
    Se gli sviluppatori sono reperibili, occorre verificare che non siano già stati coinvolti in truffe precedentemente e che i loro requisiti siano attendibili.
  • Business Plan: così come accade con le aziende, è giusto che alla base di una criptovaluta ci sia un piano di business che mostri progetti e obiettivi futuri.
    In questo rientra anche l’opportunità che possa trattarsi di una criptovaluta seria o nata a scopo scherzoso      
  • Attendibilità di social e siti web: l’aspetto mediatico in questo caso è molto importante.
    Trattandosi di una valuta virtuale, l’attività web è una parte importante da curare e siti o pagine social inattivi, possono essere un importante campanello d’allarme che qualcosa non va.
  • Verificare dove è elencata la criptovaluta: come già accennato, l’affidabilità di una moneta virtuale è verificabile mediante le piattaforme di scambio ufficiali.

I migliori broker o exchange online, infatti, dispongono solo di criptovalute valide e affidabili. Tuttavia, l’imprevedibilità dei mercati può colpire in qualunque momento e portare al crollo anche le criptovalute più sicure.

Per questo motivo, è possibile monitorarne l’andamento tramite strumenti di analisi e grafici offerti da piattaforme come eToro.

Il 67% degli utenti CFD di eToro perde denaro quando fa trading di CFDs con questo operatore. Per favore valuta se sei in una posizione finanziaria personale che ti permette di correre il rischio di perdere denaro

Criptovalute da evitare: l’opinione degli esperti

Prima di investire in una criptovaluta, è di certo importante fare ricerche di proprio pugno, ma lo è altrettanto consultare le opinioni degli esperti che possono fornire un feedback più accurato. 

Un aspetto importante del mercato delle criptovalute è l’elevata volatilità che lo rende più difficile da monitorare rispetto a quello azionistico. 

Per questo motivo, è più facile incorrere in investimenti rischiosi o situazioni spiacevoli come quelle elencate fino ad ora. 

Secondo gli esperti, è bene prestare la massima cautela quando si decide di puntare su un crypto asset, specie se si tratta di uno poco noto o ancora in fase di lancio. 

Criptovalute da evitare

Effettuare un’analisi completa e affidarsi alle migliori piattaforme di trading o di scambio, risulta la strada migliore. 

Inoltre, è possibile cercare recensioni ed opinioni di trader esperti su apposite piattaforme come Trustpilot o Morningstar dove si possono trovare votazioni e commenti per ulteriori conferme. 

Leggi pure
Su quali Crypto Investire Oggi? Nuove ICO e le Migliori di Sempre da Acquistare

Criptovalute da evitare: Conclusioni

Nel corso di questo approfondimento sulle criptovalute da evitare, sono emersi un sacco di spunti interessanti su questo mercato ancora poco conosciuto. 

Abbiamo scoperto, infatti, che esistono molte più criptovalute di quanto si possa immaginare, ma che molte di esse presentano dei margini di rischio davvero alti. 

Dopo avere presentato le 5 criptovalute da evitare, sono state elencate anche quelle con un ottimo potenziale di investimento. 

Inoltre, sono stati forniti gli strumenti per riconoscere le criptovalute da cui tenersi alla larga e gli strumenti con i quali realizzare investimenti vantaggiosi e sicuri per costruire un crypto wallet efficiente. 

Qui sotto ti riportiamo la tabella delle migliori piattaforme. Se una delle 5 criptovalute da non evitare ti ha incuriosito, allora ti serviranno gli strumenti giusti:

=
BitcoinBitcoin
Ordina per

7 Fornitori che corrispondono ai tuoi criteri

Metodi di pagamento

Caratteristiche

Fruibilità

Support

Commissioni

1 o meglio

Sicurezza

1 o meglio

Seleziona valuta

1 o meglio

Valutazione

1 o meglio
Broker consigliato
154 Nuovi utenti oggi

Valutazione

per € 1000 ricevi
0.0222BTC
Cosa ci piace
  • Trading di criptovalute reali e CFD di criptovalute
  • Broker autorizzato con assicurazione sui depositi
  • Wallet integrato
Commissioni
Sicurezza
Seleziona valuta
Caratteristiche
Verifica istantaneaPer principiantiServizio di portafoglioApp mobile
Metodi di pagamento
Carta di creditoGiropayNetelerPaypalBonifico SEPASkrillSofort
154 Nuovi utenti oggi
per €1000 ricevi
0.0222 BTC

Il 67% degli utenti CFD di eToro perde denaro quando fa trading di CFDs con questo operatore. Per favore valuta se sei in una posizione finanziaria personale che ti permette di correre il rischio di perdere denaro

Valutazione

per € 1000 ricevi
0.0221BTC
Cosa ci piace
  • Conto demo illimitato
  • MetaTrader 5
  • Spread e commissioni trading contenuti
Commissioni
Sicurezza
Seleziona valuta
Caratteristiche
Per principiantiApp mobile
Metodi di pagamento
Carta di creditoGiropayNetelerPaypalBonifico SEPASkrillSofort
per €1000 ricevi
0.0221 BTC

Il 74% dei conti degli investitori retail perde denaro quando scambia CFD con questo fornitore. Dovresti valutare se sei in possesso delle conoscenze sul funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di affrontare l'elevato rischio di perdere i tuoi soldi.

Valutazione

per € 1000 ricevi
0.0231BTC
Cosa ci piace
  • Acquisto reale di oltre 380 criptovalute
  • Strumenti finanziari crypto a 360 gradi
  • Wallet integrato
Commissioni
Sicurezza
Seleziona valuta
Caratteristiche
Verifica istantaneaPer principiantiApp mobile
Metodi di pagamento
Carta di creditoBonifico SEPA
per €1000 ricevi
0.0231 BTC

Investire in criptovalute espone gli utenti ad un mercato molto volatile, considera se sei nella condizione di poter perdere denaro

Criptovalute da evitare – Domande Frequenti

Le criptovalute sono da evitare?

Dipende dalla criptovaluta. Alcune di queste sono caratterizzate da ottime prestazioni finanziarie e, di conseguenza, risultano essere convenienti.
Altre, invece, non riescono a trovare una stabilità di mercato e, pertanto, sono destinate ad un lento fallimento. Queste e solo queste sono da evitare.

Quali sono le criptovalute da evitare?

Le criptovalute da evitare sono tante e presentano delle caratteristiche che ne pregiudicano l’attendibilità. Molte possono essere truffe, altre possono avere una struttura debole o essere nate per gioco. Bisogna analizzare bene tutti i dati fondamentali per capire se una moneta può essere da evitare oppure no. 

Come capire se una criptovaluta è da evitare?

Per capire se una criptovaluta è da evitare occorre fare opportune ricerche, magari aiutandosi con i servizi offerti dai migliori broker di trading online o dai principali exchange di criptovalute.

condividi l'articolo sui social

Commenta per primo questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *