Come acquistare, vendere e scambiare criptovalute al miglior prezzo – Guida Pratica

Sempre più persone vogliono comprare criptovalute. Ma ci sono ancora troppe truffe in giro. Ecco una guida all'acquisto con i nostri consigli sui migliori siti.

L’acquisto delle criptovalute è uno degli argomenti più in voga del 2021. Sia per i trader esperti, sia per chi muove i primi passi, i dubbi da sciogliere sono i medesimi. A cominciare dalla domanda più importante: “Come comprare criptovalute?”

Nella nostra guida rispondiamo a questo e ad altri quesiti basilari, fornendo consigli utili e istruzioni pratiche per operare in modo proficuo nel mondo del trading delle criptovalute.

👍 Miglior Criptovaluta del 2021Dogecoin (+8.000%)
✌️ Miglior Criptovaluta di sempreBitcoin (+20 milioni%)
🏆 Miglior Broker Criptovalute 2021eToro
🥇 Miglior Exchange Criptovalute 2021Binance

Il focus sarà principalmente indirizzato a capire come e dove conviene comprare criptovalute, con tutti gli argomenti correlati: metodi di pagamento, costi e commissioni.

Per i principianti, il primo consiglio è quello di fare pratica senza rischi. Come? Per esempio creando un account demo su un broker affidabile e qualificato come eToro.

  • Registrati a eToro seguendo questo link;
  • Deposita il denaro sul tuo account di trading;
  • Fai pratica con il tuo conto demo;
  • Cerca fra gli strumenti le criptovalute, prova il copy trading e le altre funzionalità;
  • Seleziona l'importo, imposta stop loss e take profit ed attua la tua strategia.

Tieni presente che le criptovalute sono un asset altamente volatile e dovresti informarti con attenzione prima di investire su ciascuna di esse.

Cosa sono le criptovalute?

comprare criptovalute

È molto verosimile, anzi addirittura auspicabile, che tu abbia già un quadro molto chiaro su cosa siano le criptovalute. Riteniamo comunque non superfluo un breve recap con i concetti chiave.

Satoshi Nakamoto, nel documento “Bitcoin: A Peer-to-Peer Electronic Cash System” (2008) che delineava i principi fondanti della prima criptomoneta (Bitcoin), descriveva il progetto come: “Un sistema di pagamento elettronico basato su prove crittografiche invece che sulla fiducia”.

Negli ultimi anni il settore si è espanso in modo esponenziale, e oggi ci sono oltre 7.000 criptovalute in circolazione che hanno come fondamenti il sistema decentralizzato e la prova crittografica.

In pratica a differenza delle valute fiat, come Dollaro o Euro, non esiste un'autorità centrale che mantiene il valore. Tale attività è deputata alla distribuzione orizzontale fra gli utenti, i quali realizzano transazioni verificate e registrate su un libro mastro informatico chiamato blockchain.

Come comprare criptovalute – Guida pratica

Muovere i primi passi nel mondo delle criptovalute non è molto complicato ma è possibile avere qualche incertezza. Per evitarvi errori e la possibilità di sprecare del denaro, abbiamo creato una guida passo passo per comprare criptovalute in modo semplice.

Passaggio 1: Scegliere il fornitore

Dove comprare criptovalute? Rispondere a questa domanda vuol dire identificare il fornitore più affidabile, ma anche quello che risponde maggiormente alle proprie strategie di trading.

L’analisi deve comprendere anche la valutazione della facilità d’uso e l’usabilità da mobile, elementi che possono impattare sui risultati delle operazioni finanziarie.

eToro offre tre piattaforme in una

Da questo punto di vista la piattaforma di social trading eToro propone le soluzioni più efficaci. Soprattutto per la sua natura di Social Trading e la possibilità di scambiare opinioni e ricevere aggiornamenti da altri utenti.

Passaggio 2: La registrazione

Il modulo per la registrazione è simile in molti exchange e broker. Questa include solitamente la compilazione di campi obbligatori come nome e cognome, indirizzo email e data di nascita.

Si sceglie contestualmente anche un nome utente e una password, definita sufficientemente sicura in base ai parametri stabiliti dalle singole piattaforme. Arriverà quindi una email di conferma che consentirà di completare la registrazione.

Sebbene alcuni dati non siano richiesti per l’utilizzo della piattaforma, per certi servizi è possibile che vengano richieste ulteriore informazioni, come ad esempio l’indirizzo di residenza.

Passaggio 3: Verifica dei dati

Per effettuare e ricevere pagamenti è necessario che l’utente confermi i dati anagrafici, caricando i documenti (carta di identità/passaporto) nel proprio account. Anche l’indirizzo di residenza dovrà essere verificato, previa invio di una fattura (p.e. bolletta o estratto conto) intestata all’utente.

Il processo di validazione dei dati richiede un tempo non standardizzabile e anche se nel frattempo si potrà effettuare un deposito e/o completare i primi scambi. I prelievi saranno attivati soltanto dopo le suddette verifiche.

Passaggio 4: Il deposito

Le opzioni di deposito variano a seconda della piattaforma utilizzata. I principali broker di trading online accettano carte carte di credito, carte prepagate, PayPal, Skrill e altri fornitori di servizi.

eToro, per il primo deposito permette di usare i seguenti metodi:

  • Carta di credito/debito
  • PayPal
  • Rapid Transfer
  • Bonifico Bancario
  • Bonifico diretto

Le informazioni sui metodi di pagamento devono essere chiare e trasparenti, affinché gli investimenti possano essere eseguiti esattamente secondo programma. Alcuni exchange permettono soltanto depositi tramite criptovalute.

Passaggio 5: Scegli e compra la criptovaluta

I broker e gli exchange hanno punti di contatto in questo passaggio, consentendo all’utente di scegliere da una selezione le valute digitali e di visualizzarne i valori con grafici e statistiche.

Le opzioni possibili sulle piattaforme online sono solitamente due: fare trading al prezzo corrente di mercato o impostare sulla piattaforma l'ordine di acquisto o di vendita al prezzo desiderato.

eToro ha un funzionamento leggermente differente, perché consente l’acquisto diretto della criptomoneta selezionata, della quale è possibile vedere il valore corrente in dollari e, se ritenuto conveniente, procedere all’acquisto/vendita.

App di criptovalute

Lo smartphone è ormai a tutti gli effetti uno strumento di lavoro, con il quale possiamo svolgere molte attività, comprese quelle relative agli investimenti finanziari.

Lo sviluppo di App specializzate è all’ordine del giorno e ciò comporta rischi e benefici.

Da un lato si ha l’opportunità di monitorare costantemente il proprio investimento e di agire di conseguenza. Dall’altro il rischio è quello di finire in un’applicazione poco affidabile, o addirittura truffaldina.

Inoltre, se si perde lo smartphone il rischio di hackeraggio del conto è piuttosto alto, a meno che non si vanno a cambiare le password dei conti immediatamente.

Wallet di criptovalute

Come con qualsiasi altra moneta, serve un portafoglio dove detenere le criptovalute. Sia i broker che gli exchange offrono un wallet integrato nel sito. Ovviamente, essendo le criptovalute registrate sulla blockchain si tratta di detenere le chiavi crittografate associate alle proprie valute.

La bellezza delle criptovaluta sta però nella loro natura decentralizzata. Ciò permette di poterle gestire da un wallet con chiave privata, che può essere sia un software che una chiavetta fisica criptata. Il massimo della sicurezza ma poco pratica quando si vuole negoziare.

Per uno sguardo rapido, questa è la nostra classifica dei migliori wallet di criptovalute:

Wallet criptovaluteTipo di walletScopri di più
etoro wallet
eToro
  • Wallet digitale
  • 120+ cripto supportate
libertex wallet
Libertex
  • Tutte le criptovalute top
  • Commissione al 50%
Binance Wallet
Binance
  • Semplicità di utilizzo
  • Basse Commissioni
Capital wallet
Capital
  • No commissioni per depositi
  • Oltre 70 Coppie di Cripto
coinbase wallet
Coinbase
  • Web wallet
  • Bonus 8€ in Bitcoin
bitpanda wallet
BitPanda
  • Alti Livelli di Sicurezza
  • Semplice e Intuitivo

Fra le app con il miglior rapporto costo/benefici per criptovalute, quella di eToro permette di trasferirle al proprio portafoglio gratuitamente, ed è molto sicura. Oltre all'app di trading, con cui comprare le criptovalute, è disponibile un wallet per smartphone dove detenere le proprie valute digitali.

Quando comprare criptovalute

Qual è il momento giusto per acquistare criptovalute? Il mercato delle valute digitali vive un momento frenetico, con improvvisi lampi al rialzo e correzioni verso il basso.

Se intendi comprare criptovaluta il tuo obiettivo è acquistare oggi e vendere in futuro quando il prezzo della tua valuta digitale sarà cresciuto a sufficienza.

Bitcoin, Ethereum and XRP combined market cap growth YoY-Finaria.it

Se devi comprare criptovalute, come anche per altri investimenti, è bene considerare anzitutto la variabile del tempo. La tua strategia, la modalità di investimento e i guadagni dipenderanno strettamente dal tuo orizzonte temporale.

Nella maggior parte dei casi, chi investe comprando criptovaluta lo fa a lungo termine, aspettando che il valore del Bitcoin, di Ethereum o della valuta acquistata cresca.

Tuttavia esiste anche una nicchia di trader un po’ più esperti che scambia criptovalute anche a breve termine, speculando sulle oscillazioni (anche marcate) delle quotazioni sui mercati.

Comprare criptovalute a lungo termine

Comprare una criptovaluta prevede una serie di passaggi e commissioni. Per questo chi acquista realmente valuta digitale lo fa spesso a lungo termine, conservandola e sperando che il suo valore aumenti.

L’obiettivo è conservarla per rivenderla, sperando che il suo valore si accresca, così da ottenere una plusvalenza.

Comprare e vendere criptovalute (breve termine)

Quando decidi di comprare criptovalute devi sapere che l’investimento non deve per forza essere legato all’acquisto di valuta digitale. Infatti se vuoi negoziare valuta digitale per speculare sull’andamento dei prezzi del Bitcoin e affini puoi anche fare trading online.

Esistono molte piattaforme di CFD (contratti derivati) che si occupano anche di criptovalute, tra cui eToro, Libertex o Capital.com. Affidandoti a questi strumenti potrai marginare sulle variazioni di prezzo al rialzo o al ribasso.

Dove comprare criptovalute: broker o exchange?

Così come per le monete tradizionali, anche le crypto si possono trovare presso i cambia valute, ovviamente, in questo caso sono esclusivamente digitali.

Le opzioni per acquistare o scambiare criptovalute sono molteplici. Come si fa quindi a scegliere il tipo di investimento più giusto? Innanzitutto bisogna prestare attenzione alle tariffe e poi si dovranno valutare i servizi inclusi, nonché la facilità di utilizzo dei medesimi.

Ci sono sostanzialmente due modi per commerciare con le criptovalute:

  • Broker: Si tratta di piattaforme di trading che permettono di speculare sul prezzo dei token, ma non di comprarli direttamente per trasferirli su di un wallet.
  • Exchange: Sono delle piattaforme specializzate in criptovalute e permettono di comprarle e venderle o inviarle a un wallet.

Entriamo adesso nel merito e cominciamo a comparare le migliori 5 piattaforme che permettono di commerciare criptovalute, valutandone punti di forza e di debolezza.

Broker per trading CFD di criptovalute

I broker di trading online sono uno strumento facilmente accessibile grazie ai pochi prerequisiti richiesti. Non serve alcun wallet, ma è sufficiente una carta di pagamento per iniziare a fare trading sulle criptovalute.

Come già spiegato, con il trading CFD non si acquista direttamente la criptovaluta ma si specula sul suo prezzo. La soluzione ideale per chi vuole fare trading e non è interessato a usarle come metodo di pagamento.

 eToroLibertexCapital.com
💳 Deposito minimo$200€10€20
🖥️ Livello piattaformaAdatta a tuttiUtenti avanzatiPer esperti
💰 Commissioni0%0,6%0%
💱 Spread (BTC)0,75%Zero0,5%
🎮 Conto Demo$100.000€50.000€1.000
📱 Copy TradingNoNo
VisitaVai al SitoVai al SitoVai al Sito

Solo eToro fa sia da broker che da exchange, permettendo di fare trading e di comprare criptovalute e scambiarle con i propri contatti. inoltre, è l'unico ad accettare pagamenti via PayPal.

eToro

comprare criptovalute etoro

Fondata nel 2007 a Tel Aviv si definisce una piattaforma multi-asset e il principale portale di social trading in tutto il mondo. eToro funziona sia da broker che da exchange, e per questo rappresenta la nostra soluzione preferita.

La mission aziendale di eToro è quella di: “Rendere i mercati globali accessibili a tutti, per commerciare e investire in modo semplice e trasparente”.

Il social trading, noto anche come copy trading, è il principale  punto di forza della piattaforma eToro, che consente di espandere il proprio portafoglio copiando facilmente le strategie di investimento degli utenti più esperti e competenti.

Il ventaglio delle possibilità è ampio e capace di soddisfare investitori diversi, per livello di esperienza e per capacità tecniche. Infatti, oltre alle criptovalute, è possibile investire in borsa comprando i titoli di grandi aziende tecnologiche, come Apple o Google, così come è possibile imparare a investire in derivati su materie prime, ETF e altri indici.

Le criptovalute su eToro sono disponibili sia per l'acquisto che per la vendita. Attualmente sono 19 le valute digitali negoziabili, leggermente inferiore rispetto ad altri exchange, ma rispetto ad altri broker è l’unica piattaforma che permette di comprare davvero le crypto e trasferirle sul proprio wallet.

Le criptovalute disponibili su eToro sono:

  • Bitcoin (BTC)
  • Ethereum (ETH)
  • Bitcoin Cash (BCH)
  • Ripple (XRP)
  • Dash (DASH)
  • Litecoin (LTC)
  • Ethereum Classic (ETC)
  • Cardano (ADA)
  • Miota (IOTA)
  • Stellar (XLM)
  • Eos (EOS)
  • Neo (NEO)
  • Tron (TRX)
  • Zcash (ZEC)
  • Binance Coin (BNB)
  • Tezos (XTZ)
  • Chainlink (LINK)
  • Uniswap (UNI)
  • Dogecoin (DOGE)

eToro mette a disposizione un conto demo da $100.000, con cui provare tutti gli strumenti, simulare strategie e imparare l'arte del trading. Inoltre accetta diversi metodi di pagamento, tra cui PayPal. Il tutto senza applicare commissioni e con spread tra i più bassi del mercato.

Per scoprire tutti i vantaggi leggi la recensione su eToro, con le opinioni di chi la usa.

Pro & Contro di eToro:

  • Acquisto reale di crypto
  • Accetta PayPal
  • Commissioni 0%
  • Wallet integrato
  • Copy Trading
  • Costo prelievo $5
  • Primo deposito $200

Libertex

comprare criptovalute libertex

Libertex è uno dei principali broker online regolamentato CySEC. La piattaforma, fondata nel 1997, offre 200 titoli finanziari negoziabili, inclusi 33 CFD sulle principali criptovalute, oltre che su indici di borsa, materie prime ed ETF.

In Libertex, il trading avviene esclusivamente con CFD (Contract For Difference), il che significa che non vengono acquisiti valori diretti come azioni o criptovalute, il cui prezzo è derivato dai rispettivi sottostanti.

Il trading CFD sulle criptovalute, non consente quindi di acquistare Bitcoin reali da scambiare a piacimento, ma rende possibile speculare sull'andamento dei prezzi e realizzare un profitto anche quando i prezzi sono in calo.

A differenza della gran parte dei broker, Libertex non applica spread sui prezzi ma delle commissioni. Il suo conto demo mette a disposizione €50.000 ma non è offerta nessuna funzione di copytrading.

Per saperne di più, leggi la nostra recensione su Libertex.

Pro & Contro di Libertex:

  • Nessuno spread applicato
  • Conto demo da €50.000
  • Non permette l'acquisto reale di crypto
  • Applica commissioni
  • Non accetta PayPal

Capital.com 

comprare criptovalute capital.com

Capital.com è un broker specializzato in CFD: non è possibile acquistare criptovalute o azioni sulla piattaforma, ma si può scommettere sull’andamento dei loro prezzi.

Nominata migliore piattaforma di trading online 2020, Capital.com propone commissioni vantaggiose rispetto a molti competitors. Inoltre, attraverso l'uso dell'Intelligenza Artificiale, fornisce dei suggerimenti di trading mirati per ogni investitore.

Su Capital.com sono disponibili diversi tipi di account, in base a quanto si decide di investire, incluso un account demo di €1.000 per imparare le basi del trading.

Pro & Contro di Capital.com:

  • Più di 120 criptovalute
  • Piattaforma professionale
  • Deposito minimo €20
  • Non permette l'acquisto reale di crypto
  • Conto demo di soli €1.000
  • Poco adatto ai principianti
  • Non accetta PayPal

Exchange di criptovalute convenienti

Gli exchange di criptovalute funzionano nella maggior parte dei casi, con circuito chiuso. Ossia, permettono di scambiare criptovalute con altre criptovalute, di solito è Tether (USDT) a fare da riferimento.

Talvolta le coppie di valute possono essere scambiate anche con l’Euro, ma spesso non sono consentiti scambi con metodi tradizionali e con valute fiat. Ciò significa che bisogna prima comprare USDT pagando in Euro e poi convertirli nella criptovaluta desiderata.

Secondo le nostre prove, i migliori exchange per comprare criptovalute sono:

 eToroBinanceCoinbase
💳 Deposito minimo$200€1€1
🖥️ Livello piattaformaAdatta a tuttiPer espertiPer principianti
💰 Commissioni0%0,1%da €0,99 a €2,99
💱 Spread0,75%Zero0,5%
🎮 Conto DemoNoNo
📱 Copy TradingNoNo
VisitaVai al SitoVai al SitoVai al Sito

Il vantaggio più significativo di affidarsi a un exchange è la grande varietà di valute digitali disponibili. Inoltre, le commissioni possono essere più basse ma le piattaforme risultano più complesse e meno intuitive, e ciò può portare a errori e conseguente perdita di denaro, almeno nei primi tempi.

Binance

Quando si parla di exchange di criptovalute, il leader del mercato è Binance. Già da qualche anno il punto di riferimento del mercato con una quota di circa il 40%.

Sulla sua piattaforma è possibile acquistare e vendere criptovalute, ma anche scoprire nuovi progetti e alcuni strumenti finanziari più sperimentali. Ovviamente tutto nell'ambito delle criptovalute, e ce ne sono più di 350 nel suo listino.

La piattaforma è davvero completa e ricca di sezioni e strumenti, ciò potrebbe essere un po' complicato per un novello delle criptovalute. Utilizzando l'app mobile diventa tutto molto più semplice.

Le commissioni sono piuttosto convenienti e possono essere ridotte ulteriormente se si compra Binance Coin, il token ufficiale della piattaforma.

Pro & Contro di Binance:

  • Solo 0,1% commissioni
  • Oltre 350 criptovalute
  • Alto livello di sicurezza
  • Procedura di identificazione macchinosa
  • Nessuna autorizzazione

Coinbase

Un utente alle prime armi con la tecnologia potrebbe scegliere di iniziare con qualcosa di più semplice. Coinbase rappresenta proprio questo, con una grafica minimale, e un offerta limitata di criptovalute è l'ideale per chi inizia.

Divenuto popolare per essere il primo exchange quotato in borsa, deve il suo successo all'elevata presenza sui social e ai piani d'incentivi concessi in passato.

Le commissioni applicate sono più alte di altri exchange come eToro e Binance, ma accetta PayPal e la sua app è davvero intuitiva.

Pro & Contro di Coinbase:

  • Piattaforma semplice
  • Deposito minimo €1
  • Accetta PayPal
  • Commissioni fisse
  • Pochi strumenti disponibili

Quali criptovalute comprare nel 2021?

Dopo avere analizzato il tipo di investimento più adatto e avere scelto il fornitore migliore, non resta che individuare su cosa investire: in altre parole non resta che capire quali criptovalute comprare.

Una domanda a risposta aperta, perché i titoli acquistabili sono in crescita costante e individuare le migliori criptovalute in prospettiva è un compito arduo. Ma proprio perché il mercato è in fermento può essere stimolante presentare quattro criptovalute che, a nostro avviso, meritano di essere monitorate con attenzione.

Dogecoin DOGE: comunità e meme

La criptovaluta Dogecoin (DOGE) è in circolazione dal 6 dicembre 2013. Nata come “moneta scherzo”, per parodiare il successo di Bitcoin, Dogecoin si affermata di valore rapidamente dopo l’IPO tanto da classificarsi al 9° posto in termini di capitalizzazione di mercato dopo appena 2 settimane e al 5° posto dopo un anno.

E oggi? Dogecoin è ritornata nella Top 10 per capitalizzazione di mercato, mentre sia gli sviluppatori che la comunità di riferimento continuano a promuovere il loro umorismo: su Reddit stanno raccogliendo donazioni per una missione sulla Luna con tanto di equipaggio.

Eh sì! Perché una delle caratteristiche di DOGE è quella di essere spesa sotto forma di donazioni per progetti utili, divertenti, o comunque degni di nota. La comunità solida e la durata relativamente lunga del progetto fanno di Dogecoin un investimento a basso rischio rispetto all’acquisto di altre criptomonete.

Il lato negativo della faccenda è che essendo Dogecoin una moneta di tipo inflazionistico, non è molto appetibile per coloro i quali cercano una forma di investimento a lungo termine. Inoltre, il suo valore è stato pompato dai meme e dai tweet di celebrità come Elon Musk, e il suo fenomeno mediatico potrebbe sgonfiarsi in breve tempo.

L’estrazione di Dogecoin funziona in modo tradizionale col sistema del pool mining che fornisce la potenza di calcolo necessaria per rompere un blocco della blockchain. Per partecipare all’attività di minatore ed iniziare l’estrazione è necessario un portafoglio Dogecoin e l’iscrizione al pool minerario.

Pro & Contro di Dogecoin:

  • Comunità di seguaci
  • Crescita rapida
  • Nessun massimo circolante
  • Prezzo pompato dai meme
  • Poche applicazioni pratiche

Sarà Dogecoin la criptovaluta da comprare nel 2021? Per scoprirlo, non resta che approfondire l’argomento con la guida: Previsioni Doge 2022-2025

Ripple XRP: modello interbancario

XRP è una criptovaluta sviluppata da Ripple Labs e specializzata in transazioni finanziarie cross- currency. Ciò è stato reso possibile grazie alle partnership con diverse società fra le quali spicca Santander Bank e la JP Morgan.

Le prospettive di queste collaborazioni promettono grandi cambiamenti. Cosa potrebbe succedere se la tecnologia della criptomoneta fosse utilizzata per le transazioni internazionali e i cambi valuta? Aumenterebbe la velocità delle operazioni e un conseguente abbattimento dei costi, con aumento significativo del valore di Ripple.

Pro & Contro di Ripple:

  • Adottata da tante banche
  • Sta superando Visa
  • Transazioni veloci ed economiche
  • Sistema XRapid
  • Gestione verticale
  • Tanti concorrenti decentralizzati
  • Controversia con la SEC

Lo scenario è quindi in evoluzione ma il mercato delle banche tradizionali sembra già pronto per il salto di qualità. L’intento degli sviluppatori (Ripple Labs) è quello di puntare sulle collaborazioni con le società più innovative per cambiare il sistema dei trasferimenti internazionali di valuta.

Per saperne di più vedi le nostre previsioni Ripple 2021- 2025.

VeChain (VET): rivoluzione o bolla di sapone?

VeChain è una blockchain fondata dalla società cinese BitSe con sede a Singapore. Come la blockchain di Bitcoin, anche VeChain utilizza transazioni peer-to-peer. I due token nativi usati sulla piattaforma sono VeChain Tokens (VET) e VeThor Tokens (VTHO).

Comprare la criptovaluta VeChain ha il gusto della soluzione “all or nothing”: non è un investimento a basso rischio, ma può riservare opportunità immense. Il potenziale è rappresentato dalla sua soluzione rivoluzionaria per aumentare l'affidabilità di processi aziendali e catene di approvvigionamento.

Pro & Contro di VeChain:

  • Benefici per il settore logistico
  • Benefici per la catena dell'approvvigionamento
  • Collaborazioni con BMW e Oxford University
  • Complessità dei sistemi
  • Progetto oligarchico

Ma le aziende saranno disposte a rischiare su questo tipo di tecnologia? Vorrebbe dire ammodernare tutti i sistemi per aggiornarli con i tag RFID (Radio-frequency identification) di VeChain. Un passo non così immediato e che richiede un’attenta valutazione del rapporto rischi-benefici: dalle conclusioni tratte dipenderà il futuro valore di VET. 

IOTA (MIOTA): crypto al servizio dell’auto del futuro

iota previsioni

Internet Of Things (IOT), l’internet delle cose è il principio di IOTA che utilizza una tecnologia il più leggera possibile per differenziarsi dalla pesante e complessa blockchain alla base di Bitcoin.

l principio fondante resta comunque quello del consenso distribuito in rete, che viene reso effettivamente scalabile dalla principale innovazione realizzata dagli sviluppatori: il Tangle.

Un altro fattore che ci porta ad accendere i riflettori su IOTA (MIOTA) è che la tecnologia di nuova generazione del registro distribuito è stata resa disponibile ai prodotti Volkswagen, la principale casa automobilistica tedesca e una delle più note a livello globale.

Pro & Contro di MIOTA:

  • IoT è il futuro
  • Alternativa a blockchain
  • Ecosistema articolato e ampliabile
  • Tanta concorrenza
  • Ancora in via di sviluppo

Il passaggio che porta una tecnologia applicata alla criptovaluta ad essere utilizzata in un prodotto evoluto, ma di massa, è da rimarcare anche per il possibile aumento di prezzo della valuta digitale. 

Perché conviene comprare criptovalute?

A questo punto della nostra guida abbiamo appurato che dietro al concetto di comprare criptovalute si nasconde un mondo da esplorare. In base ai propri obiettivi personali, si può determinare la strategia più opportuna. E la strategia a sua volta definisce gli strumenti e i fornitori da utilizzare.

Come diversificare un portafoglio di criptovalute

Un valido motivo per acquistare crypto potrebbe essere quello di voler diversificare gli investimenti e generare un guadagno maggiore, nel breve oppure nel lungo periodo, dopo avere valutato i rischi intrisechi di questi asset.

In ogni caso il rischio aumenta quando si scelgono delle criptovalute nuove e con bassa capitalizzazione, spesso presenti solo su piattaforme exchange minori. Il rischio è di perdere tutto da un giorno all'altro.

Criptovalute e tasse

In Italia qualsiasi privato può accedere al mercato delle criptovalute e comprare Bitcoin o altre monete virtuali. Tuttavia, come qualsiasi investimento, anche qui l’investitore è tenuto a pagare le imposte su eventuali profitti.

Le tasse sulle criptovalute si calcolano sulle plusvalenze realizzate, come qualsiasi asset finanziario. L’aliquota applicata sui guadagni da investimenti in crypto è pari al 26%.

Quasi tutti gli exchange di criptovalute non operano come sostituti d’imposta. Pertanto bisognerà procedere in autonomia a inserire in dichiarazione dei redditi l’importo guadagnato e pagare le tasse con il modello F24.

Per altre informazioni a riguardo vedi la guida su tasse e Bitcoin in Italia.

Investimento a lungo termine (Buy-and-Hold)

Holdare valuta digitale (cryptocurrency), è la strategia consigliata per chi vuole fare un investimento a medio-lungo termine.

Si attua scambiando valuta fiat contro criptomoneta sulla blockchain. La valuta crittografica così acquisita viene poi conservata in un portafoglio elettronico e protetta da una chiave privata con la massima sicurezza.

Quali sono gli obiettivi perseguibili? Di sicuro tutti sperano di aver trovato il nuovo Bitcoin, o comunque una criptovaluta capace di realizzare una plusvalenza importante. In ogni caso, noi di Finaria crediamo fortemente in questa tecnologia, e gran parte dei progetti più blasonati sono un buon investimento a lungo termine.

Investimento a breve termine

L’alternativa all’acquisto è il trading sulle criptovalute: ovvero una speculazione, al rialzo o al ribasso, sulla variazione di prezzo delle monete digitali. Si tratta di una forma di investimento con un più alto tasso di rischio e quindi di rendimento, che permette di fare trading online anche sul breve periodo.

Non serve un portafoglio digitale ma basta registrarsi presso un broker online e accedere alla sua piattaforma di trading. Per rendere ancora più immediate le operazioni di compravendita, alcune piattaforme consentono la negoziazione di CFD sulle crypto, che altro non sono che derivati replicanti il valore del sottostante.

Per un approfondimento specialistico, suggeriamo la lettura della guida su come investire in criptovalute nel 2021.

Coma comprare criptovalute: Carte, PayPal o PostePay?

Acquistare criptovalute significa scambiare valuta fiat (euro, dollaro, sterlina, ecc.) contro valuta digitale (Bitcoin, Ethereum, Litecoin, ecc.).

Per questo motivo dovrai versare il denaro da investire (convertire) sul tuo conto personale nell’exchange e procedere con la transazione. Il deposito/prelievo può essere fatto con diversi metodi di pagamento come:

  • bonifico bancario;
  • carta di credito/debito;
  • PayPal e altri e-wallet;
  • carte prepagate, come PostePay.

Non resta quindi che capire quale metodo di pagamento scegliere per comprare criptovalute. Fra le tante opzioni possibili abbiamo selezionato i migliori siti, accessibili da app o da PC, dove acquistare criptovalute con i vari metodi ammessi.

PiattaformaMetodi accettati
eToroPaypal, Visa, Mastercard, Rapid transfer, Bonifico, Skrill, Neteller
LibertexVisa, Mastercard, Bonifico, Skrill, Neteller
BinanceVisa e Mastercard (+1,8% commissioni), Bonifico
Capital.comVisa, Mastercard, Bonifico, Skrill, Neteller, Webmoney, Trustly
CoinbaseVisa, Mastercard, PayPal (solo prelievi), Conto bancario (solo prelievi)

Come si può vedere, eToro è la piattaforma che accetta più metodi di pagamento, incluso PayPal. Soprattutto gli exchange sono quelli più limitati e spesso applicano delle commissioni sui depositi.

Comprare criptovaluta con carta di credito

Tutte le piattaforme di acquisto e vendita di criptovalute accettano più di un circuito per carte di credito. Mastercard e Visa sono praticamente universali, mentre American Express non viene accettata da qualche sito.

La carta di credito è uno dei metodi più diffusi per acquistare criptovalute sugli exchange. Offre alcuni vantaggi essenziali, come:

  • Maggiore sicurezza: hai la possibilità di richiedere un charge-back in caso di sospetta truffa;
  • Pagamento flessibile: puoi posticipare il pagamento alla fine del mese, se lo desideri.

Prima di acquistare criptovaluta con carta di credito controlla quali sono le commissioni applicate sia dall’exchange che dalla tua banca, per non avere brutte sorprese al termine dell’acquisto.

Come comprare criptovalute con PayPal

paga con paypal

Nel corso della nostra guida abbiamo diffusamente parlato dei metodi di pagamento accettati da broker e exchange di criptovalute. Su queste piattaforme è possibile pagare con metodi diversificati, fra i quali uno dei più apprezzati in quanto nativo digitale come le criptovalute è PayPal.

Attenzione però a non associare al concetto di transazione digitale quello di anonimato privo di verifica. Oggigiorno, ogni broker regolamentato e ogni exchange a norma richiede l’identificazione dei propri clienti e lo stesso vale anche per PayPal. La registrazione è quindi il primo passaggio obbligato se si sceglie di utilizzare PayPal per acquistare criptovalute. 

È possibile associare qualsiasi carta di pagamento e conto bancario al proprio conto PayPal, ciò estende ulteriormente i mezzi di pagamento per comprare criptovalute. Peccato che siano davvero poche le piattaforme ad accettare PayPal come mezzo di pagamento, una di queste è eToro.

Come comprare criptovalute con PostePay

postepay evolution card

Postepay è una delle carte prepagate più diffuse e come tale può essere utile per comprare criptovalute. La carta, che può essere di formato standard oppure Evolution (con IBAN), permette di pagare online e nei negozi fisici in totale sicurezza, garantita dai circuiti di affiliazione Visa e MasterCard. 

La carta può essere ricaricata online, negli uffici postali, da ATM Postamat, sul sito Postepay.it e nei punti vendita Lottomatica anche in contanti. In questo contesto ci serve parlarne, perché Postepay è compatibile con la maggior parte delle piattaforme di criptovalute online.

Come comprare criptovalute in banca

Acquistare criptovalute allo sportello del proprio istituto di credito non è ancora possibile. Del resto il sistema profetizzato da Bitcoin si propone come alternativa al metodo bancario tradizionale.

D’altro canto però le banche guardano con curiosità, presagio di apertura, ad alcuni investimenti come gli ETF Bitcoin. In particolare le banche di nuova concezione come Revolut e la sua Carta Prepagata stanno cambiando le regole del gioco.

Anche la criptovaluta Ripple sta tentando soluzioni miste, ed è già adottata e apprezzata da diverse banche importanti. Finora, sono riusciti a integrare la sua tecnologia (RippleNet) per processare pagamenti cross-border, in oltre 27 Paesi abilitati, come metodo di trasferimento di denaro.

Sicuramente, il bonifico bancario è accettato da gran parte delle piattaforme e spesso è il metodo più economico per comprare criptovalute.

Come comprare criptovalute: alcuni consigli

Dopo che avrai scelto la piattaforma sulla quale comprare criptovalute dovrai capire su che valuta digitale ti conviene puntare. Una buona strategia è quella di scegliere una criptovaluta decentralizzata, ovvero una moneta virtuale gestita da una rete di computer sparsi nel mondo.

Se invece decidi di comprare una criptovaluta non decentralizzata devi assicurarti che la squadra di sviluppatori sia riconosciuta. Nel caso non fosse così fai molta attenzione perché potrebbe trattarsi di una truffa.

Allo stesso modo è molto importante investire solo in criptovalute con una solida storia alle spalle e ben conosciute. Infatti scegliere monete virtuali troppo giovani potrebbe esporti a rischi troppo elevati o truffe, ma bisogna ricordare che il mercato delle criptovalute è piuttosto sicuro.

In ogni caso per le sue caratteristiche il mercato delle criptovalute offre diverse possibilità per investimenti sul lungo periodo. Allo stesso tempo comprare criptovalute è un’alternativa anche per chi opera in maniera più aggressiva e con orizzonti temporali più brevi.

Questo aspetto è dovuto alla presenza di forti oscillazioni di prezzo, positive o negative, per cavalcarle.

Come comprare criptovalute in Italia: le tasse

In Italia qualsiasi privato può accedere al mercato delle criptovalute e acquistare Bitcoin o altre monete virtuali. Tuttavia, come qualsiasi investimento, anche qui l’investitore è tenuto a pagare le imposte su eventuali profitti.

Le tasse sulle criptovalute si calcolano sulle plusvalenze realizzate, come qualsiasi asset finanziario. L’aliquota applicata sui guadagni da investimenti in crypto è pari al 26%.

Quasi tutti gli exchange di criptovalute non operano come sostituti d’imposta. Pertanto bisognerà procedere in autonomia a inserire in dichiarazione dei redditi l’importo guadagnato e a pagare le tasse con modello F24.

Per altre informazioni a riguardo vedi la guida su tasse e Bitcoin in Italia.

Come Comprare Criptovalute – Conclusioni

La nostra guida con le principali informazioni su come acquistare criptovalute in Italia volge al termine. Abbiamo provato a sintetizzare le più importanti nozioni al fine di favorire chi volesse creare un account per accedere, in modo veloce e consapevole, a exchange, broker e piattaforme di trading online.

Per quanto le informazioni fornite siano esaustive, spetta comunque all'investitore la scelta dell'asset sul quale puntare. Stesso discorso vale per la strategia di investimento e per i fornitori di acquisto delle criptovalute.

Se un investitore ci chiedesse in definitiva di suggerire una piattaforma per comprare criptovaluta, la scelta della redazione di Finaria.it ricadrebbe senza dubbio su eToro. Oltre alla flessibilità dei metodi di pagamento (p.e. carta di credito, carta ricaricabile e PayPal) e all’accessibilità facilitata dalla pratica app, con un deposito minimo di $200 e il Copy Trading, eToro propone opportunità ad alto potenziale di rendimento.

Inoltre, per quanto riguarda l’argomento specifico qui trattato, ovvero l’acquisto di valute crittografiche, eToro permette di gestire le criptomonete direttamente sulla piattaforma decidendo sulla base dei propri obiettivi quale è la migliore strategia da attuare.

Come Comprare Criptovalute – Domande Frequenti

Conviene comprare criptovalute oggi?

Sembra scontato affermare che se i prezzi continuano a salire può valere la pena comprare criptovalute. I rischi ci sono in tutte le tipologie di investimento finanziario. Per reggere l’urto di possibili perdite è bene diversificare il rischio e investire solo una parte del proprio patrimonio.

Qual è la migliore criptovaluta? 

Bitcoin è stata indubbiamente fino ad oggi la valuta digitale di maggior successo. Oggigiorno le possibilità di scelta si sono moltiplicate all’infinito e il mercato delle criptovalute è diventato immenso ma valute come BTC, Ethereum e Ripple sono ancora dei punti di riferimento.

Come si possono pagare le criptovalute?

È possibile comprare criptovalute pagando con carta, ma anche con PayPal che rimane uno dei metodi più sicuri, veloci e supportato dalle principali piattaforme CFD.

Dove è meglio acquistare criptovalute?

Per acquistare criptovalute e/o fare trading sul loro prezzo, eToro offre le soluzioni più efficaci e accessibili: portafoglio gratuito, piattaforma semplice, Copy Trading, zero commissioni e spread molto bassi.

Posso comprare criptovalute in banca?

No, in generale non si possono comprare criptovalute in banca, anche perché le valute digitali nascono come alternativa ai classici metodi di pagamento. Puoi però fare un bonifico bancario alla piattaforma exchange o al broker online.

condividi l'articolo sui social

Commenta per primo questo articolo

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LIMITAZIONI DI RESPONSABILITA'

    I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Tutte le informazioni che troverete su Finaria.it sono pubblicate solo per scopi informativi. Noi non diamo assolutamente alcuna garanzia riguardo la precisione e l'affidabilità di queste informazioni. Qualsiasi azione prenderete sulla base delle informazioni fornite dal nostro sito è rigorosamente a vostro rischio e pericolo e lo staff di Finaria non sarà responsabile di eventuali perdite e/o danni in relazione all'uso delle informazioni o notizie fornite dal nostro sito web.


    DIRITTO D'AUTORE

    Tutti i contenuti testuali su Finaria sono protetti da copyright e dalle leggi sulla proprietà intellettuale. L'utente non può riprodurre, distribuire, pubblicare o trasmettere qualsiasi contenuto, frase, immagine senza indicare il sito web www.finaria.it come fonte. Finaria non rivendica il copyright sulle immagini usate sul sito web, tra cui loghi, immagini e illustrazioni varie.