DeFi Exchange – Lista e analisi dei migliori

Quali sono e come funzionano i migliori DeFi Exchange.

Nino Gallo

Economista e forte sostenitore del criterio metodologico


Iscriviti al nostro Canale Telegram per restare aggiornato sulle ultime notizie.

Negli ultimi anni sono sempre più numerose per persone che si interessano e investono nel mondo della finanza decentralizzata (DeFi) in cerca di nuove opportunità e strumenti di investimento. Tra questi i più interessanti sono senza dubbio i migliori DeFi Exchange o, come vengono spesso indicati, DEX.

Ma in cosa consistono e perché sono così interessanti? Quali sono le opportunità di investimento messe in campo dai DeFi Exchange e convengono davvero?

È comprensibile che dinanzi ad un argomento nuovo e relativamente complesso come questo le domande e perplessità siano tutt’altro che poche. Ed è per questo motivo che abbiamo deciso di dedicare questo approfondimento alla questione.

DeFi ExchangeBlockchain di riferimentoToken di riferimentoConvenienzaSicurezzaCome partecipare
DeFi SwapBinance Smart Chain DeFi Coins ⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐VAI
PancakeSwapBinance Smart ChainCake ⭐⭐⭐⭐✩⭐⭐⭐⭐✩Compra CAKE
UniswapEthereumUNI⭐⭐⭐✩✩ ⭐⭐⭐⭐✩ Compra UNI
SushiswapEthereumSushi Coin ⭐⭐✩✩✩ ⭐⭐⭐⭐✩ Compra SUSHI
Just SwapTronTron ⭐⭐✩✩✩ ⭐⭐⭐✩✩ Compra TRX

Non ci limiteremo semplicemente a spiegarti come funzionano questo tipo di piattaforme e quali sono le migliori in circolazione. Vogliamo, infatti, anche eliminare uno dei pregiudizi più diffusi che interessano tutte le realtà che nascono e si sviluppano in seno alle criptovalute.

Sfruttare i migliori DeFi Exchange non è affatto complesso. I loro servizi sono facilmente accessibili e la creazione di un account non richiede che pochi semplici passaggi.

Mentre potrai trovare tranquillamente un tutorial completo sull’argomento nei prossimi paragrafi, qui sotto trovi riassunti i pochi step necessari ad aprire un conto su uno dei migliori DeFi Exchange: DeFi Swap.

  1. Accedi a DeFi Swap;
  2. Connetti il tuo wallet crypto (es. Metamask);
  3. Cerca il token DeFi Coins;
  4. Seleziona la quantità di BNB che vuoi scambiare e opera lo Swap.

DeFi Exchange: cosa sono e come funzionano

Le Defi Exchange sono piattaforme finanziarie di criptovalute che utilizzano il sistema della finanza decentralizzata. Il sistema DeFi è basato sul meccanismo degli smart contact, che non richiede l’intervento di alcun elemento terzo per la gestione e la garanzia delle transazioni.

In questo modo i migliori DeFi Exchange riescono a eliminare la figura dell’intermediario finanziario, il Market Maker, abbattendo considerevolmente i costi di commissione. Gli utenti, dunque, sono liberi di eseguire transazioni direttamente fra loro. Gli smart contracts assicurano la sicurezza degli scambi e ne garantiscono la realizzazione.

In base alla blockchain e ai protocolli adottati per la generazione automatica degli smart contracts, poi, i DeFi Exchange riescono a garantire diverse performance e diversi servizi accessori utili agli utenti.

I profitti non vengono soltanto dalle transazioni, infatti, e dalla conseguente possibilità di comprare criptovalute più redditizie. Con i migliori DeFi Exchange (e lo vedrai in seguito) ti si apriranno le possibilità di mettere in staking i propri token, sfruttare servizi di farming pool etc.

Le caratteristiche sensibili dei DeFi Exchange, dunque, riguardano la blockchain e il protocollo adottato da una parte e l’affidabilità della piattaforma dall’altra.

Per affidabilità della piattaforma si intende la sua capacità di rispettare e soddisfare le transazioni richieste dagli utenti tramite smart contracts.

Quindi quando si va a selezionare una piattaforma DeFi Exchange bisogna controllare in particolare:

  • Fattore di liquidità
  • Volumi di transazione sulla piattaforma
  • Sicurezza del protocollo

Mentre volumi e liquidità permettono di comprendere la capacità della piattaforma di eseguire gli ordini, la sicurezza del protocollo è importante per determinare le probabilità che un attacco informatico abbia successo. Non è un fattore estremamente rilevante se, dopo l’acquisto, sposti i tuoi token su wallet esterni ma, se hai intenzione di avvalerti di programmi come le staking e farming pools, è importante sapere se il protocollo è sicuro o meno.

Ti facciamo un esempio pratico: PancakeSwap, uno dei DEX più utilizzati per comprare shitcoin, il 15 Marzo 2021 è stato attaccato da un’operazione di DNS spoofing. Ora, se si fosse trattato di un DeFi Exchange con forti falle di sistema l’attacco sarebbe riuscito a fare danni seri prima di essere riconosciuto dal protocollo della piattaforma.

Nel caso citato su PancakeSwap, la piattaforma è riuscita ad avvertire gli utenti prima che si fossero potute verificare fughe e furti di token.

Defi Exchange vs Finanza centralizzata

Prima di procedere nell’analizzare quali sono i principali siti Defi Exchange, è necessario chiarire effettivamente come funzionano e in cosa si differenziano rispetto ai servizi proposti dalla finanza decentralizzata (o semi-decentralizzata, come nel caso di molti exchange).

Ti abbiamo accennato alla figura dell’intermediario finanziario, giusto? Si tratta del gestore dei flussi di transazioni che si occupa di collegare domanda e risposta e gestire la relazione tra questi due elementi.

Gestire la relazione in una transazione tra un richiedente (domanda) e un offerente (offerta) comporta il pagamento di una commissione. Ora, nel caso di finanza centralizzata o semi-centralizzata, la figura dell’intermediario finanziario (o Market Maker) è gestita dall’azienda che possiede e gestisce la piattaforma.

Migliori DeFi Exchange - differenze

Questo significa che gli utenti possono contare su determinate garanzie come fondi separati per la compensazione dei clienti in caso di errori di sistema o attacchi informatici e, cosa ancora più importante, una gestione attiva della liquidità tale da assicurare tempi di esecuzione degli ordini particolarmente rapidi.

Ovviamente si tratta di garanzie che non sono gratuite: le commissioni sulle transazioni sono più salate proprio per coprire il costo di questi servizi e apportare profitti alla società.

Al contrario i migliori DeFi Exchange, completamente decentralizzati, presentano protocolli automatici per la gestione degli ordini e si affidano agli smart contracts per renderli sicuri ed efficienti. Gli AMM (Automated Market Maker) dei DeFi Exchange non necessitano di essere controllati da un intermediario in quanto procedono automaticamente a connettere gli offerenti ai richiedenti all’interno del sistema.

Questo fa sì che tutte le operazioni presentano solo le commissioni previste dalla gas fee degli smart contracts (un costo complessivamente inferiore a quello degli exchange centralizzati o semi-centralizzati).

Questo tuttavia comporta che i tempi di esecuzione degli ordini siano vincolati alla reale disponibilità, all’interno della piattaforma, di sufficiente offerta per far fronte alla domanda.

Un problema che, come vedrai in seguito, è risolto in modo brillante tramite l’adozione di alcuni strumenti ed espedienti.

Nel frattempo, iniziamo a vedere quali sono i 5 migliori DeFi Exchange, ovvero quelle piattaforme che riescono allo stesso tempo a garantire una rapida esecuzione degli ordini e commissioni convenienti.

Leggi pure
Migliori Exchange Crypto: Lista Top 5 in Italia

Migliori Defi Exchange: la top 5 

Dopo aver visto come funziona il sistema dei migliori DeFi Exchange, adesso andiamo ad analizzare quali sono i principali progetti in circolazione e qual è la loro offerta finanziaria.

DeFi ExchangeBlockchain di riferimentoToken di riferimentoConvenienzaSicurezzaCome partecipare
DeFi SwapBinance Smart Chain DeFi Coins ⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐⭐VAI
PancakeSwapBinance Smart ChainCake ⭐⭐⭐⭐✩⭐⭐⭐⭐✩Compra CAKE
UniswapEthereumUNI⭐⭐⭐✩✩ ⭐⭐⭐⭐✩ Compra UNI
SushiswapEthereumSushi Coin ⭐⭐✩✩✩ ⭐⭐⭐⭐✩ Compra SUSHI
Just SwapTronTron ⭐⭐✩✩✩ ⭐⭐⭐✩✩ Compra TRX

1) Defi Swap

Migliori DeFi Exchange - defi swap

DeFi Swap è una delle principali piattaforme DeFi Exchange e un progetto particolarmente interessante. La piattaforma si affida alla Binance Smart Chain (BSC) e ad un token interno, il DeFi Coins (DEFC).

Motivo per cui gli esperti lo considerano il miglior DeFi Exchange in circolazione è connesso all’ecosistema complessivo della piattaforma che include un innovativo sistema di tassazione che permette di sostenere la liquidità interna e, di conseguenza, migliorare le prestazioni dei servizi.

Un obiettivo reso possibile da una tassazione del 10% sulle transazioni in DefiCoin. I soldi che vengono ricavati dalla tassazione dei servizi, vengono immediatamente reinvestiti nell’ecosistema della DeFi Swap, dove il 50 % viene ridistribuito fra i proprietari del DeFi Coin, mentre il restante 50% viene depositato in un fondo con liquidità attraverso uno smart contract agreement.

La liquidità viene, inoltre, ulteriormente garantita da particolari offerte di conto deposito criptovalute: gli utenti accedono a ritorni annuali sui propri token depositati fino ad un massimo del 75%.

Ad esempio, qui sotto puoi vedere i vari piani di deposito previsti per il token DefiCoin:

  • Bronze: 30 giorni – 30% APY
  • Silver: 90 giorni – 45% APY
  • Gold: 180 giorni – 60% APY
  • Platinum: 365 giorni – 75% APY

Ovviamente questa offerta non si limita solo a DeFi Coin: DeFi Swap ti permette di guadagnare passivamente da tutti i token più famosi. In questo modo DeFi Swap non si limita semplicemente a offrire soluzioni convenienti di exchange decentralizzato ma permette agli utenti di continuare a ricavare profitti anche dopo l’acquisto, sotto forma di interessi passivi.

Infine, una precisazione d’obbligo. Non spaventarti se leggi che le transazioni con DeFi Coin sono tassate al 10% al fine di rendere più solida la piattaforma. Come ti abbiamo detto, il 50% delle commissioni sulle transazioni sono periodicamente ridistribuite tra gli holder di token DEFC.

2) PancakeSwap

Migliori DeFi Exchange - pancake

PancakeSwap, come nel caso di DeFi Swap, offre un servizio incentrato sull’exchange decentralizzato, con l’ausilio di un AMM, Automated Market Maker.

PancakeSwap è stata tra i primi DeFi exchange con AMM basato sulla blockchain di Binance, la BSC (Binance Smart Chain) e nell’ultimo anno ha svolto il ruolo di trampolino di lancio per svariati token BEP-20.

Questo meccanismo, ovvero il DEX + AMM, permette agli utenti di aggiungere liquidità allo scambio che effettuano, senza rischiare di perdere la propietà del token.

Ecco il procedimento in poche semplici righe:

  • Vengono assottigliate le procedure per lo scambio di token, eliminando il libro degli ordini e mettendo in correlazione le persone interessate alla compravendita.
  • Gli utenti tendono ad aggiungere token anche per altri utenti, con lo scopo di creare un pool di liquidità che si poggia su contratti intelligenti.
  • Consente ai traders di scambiare crypto liberamente, poterli prestare ed ottenere delle ricompense per aver aggiunto liquidità.

Questo sistema è alla base del pool di liquidità fra le coppie di token. Agli utenti infatti è chiesto d’aggiungere liquidità con i loro token così da essere in grado di scambiarli.

A livello prettamente strutturale, PancakeSwap figura tra i DeFi exchange più solidi, con ottimi volumi e una diffusa partecipazione di una fitta community. Un risultato rinforzato anche dai numerosi servizi ausiliari agli investimenti che restituiscono all’utente un’esperienza a 360° nel mondo delle operazioni sulle criptovalute.

Giusto per citarne alcuni, PancakeSwap offre la possibilità di:

  • Richiedere prestiti crypto
  • Accedere ai servizi di interessi sulle criptovalute, come lo staking, Yield farming e Liquidity Mining
  • Accedere ad una lotteria crypto, ovviamente incentrata sul token CAKE

Come ultimo punto da segnalare, su Pancake Swap è possibile sfruttare un marketplace NFT che, sebbene non sia molto ben fornito, comunque vanta alcune collezioni molto interessanti. Complessivamente, dunque, capirai per quale motivo lo abbiamo inserito al secondo posto della nostra classifica.  

3) Uniswap

Migliori DeFi Exchange - uniswap

Altra piattaforma rinomata nel settore, Uniswap gioca un ruolo fondamentale soprattutto da un punto di vista dell’efficienza, mirando a risolvere i problemi di liquidità attraverso le commissioni.

Il progetto funziona principalmente grazie ad un rigido protocollo di trading token DeFi, quindi decentralizzato, sfruttando il meccanismo degli smart contract Ethereum.

Questo ha permesso a Uniswap di diversificare efficacemente la propria proposta. Rispetto alle altre piattaforme che sfruttano il sistema AMM, Uniswap si basa su CPMM, ovvero Costante Product Market.

Questo server operativo ha la caratteristica principale di generare riserve di liquidità che possono essere tranquillamente sfruttate dai trader per negoziare più velocemente. In altre parole sono dei pool di liquidità che incoraggiano letteralmente  gli utenti ad investire, così da ottenere in cambio delle commissioni per le loro partecipazioni.

Questo è un punto cruciale che ha reso Uniswap una delle piattafomre più interessanti per gli utenti, dal momento che la maggiore liquidità è sinonimo di maggior velocità esecutiva e maggiori possibilità di scambio.

Quindi l’obbiettivo di questa piattaforma è abbastanza palese, ovvero creare delle liquidity pool da immettere subito nel mercato per gli scambi, affinché vengano generati profitti sia per i fornitori di liquidità sia per la piattaforma stessa.

Il token di Uniswap (UNI) è attualmente così ridistribuito:

  • 60% agli utenti che fanno parte della community di Uniswap
  • 21,5% ai membri che fanno parte del team
  • 17,8% agli investitori nel token
  • 0,69 ai restanti che generalmente sono consulenti

A supporto della solidità di Uniswap vi è da considerare che la capitalizzazione si attesta su circa 18 miliardi di dollari e che è previsto un piano quadriennale nella distribuzione dei token. Alla fine di tale piano è prevista l’introduzione di un “tasso d’inflazione costante” affinché si mantenga attiva la partecipazione alla rete.

4) Sushiswap

Migliori DeFi Exchange - sushi swap

Particolare, invece, è la storia di Sushiswap. Nasce, infatti, come una sorta di clone di Uniswap. SushiSwap è una piattaforma che sfrutta il sistema DEX AMM, permettendo a qualsiasi utente presente sulla piattaforma di poter scambiare token ERC-20.

Quindi, come quelli che abbiamo precedentemente elencato, anche in questo caso gli utenti possono effettuare scambi diretti e senza l’ausilio di terze parti.

In merito alla liquidità la piattaforma utilizza il sistema di liquidity pool (LP), permettendo agli utenti di partecipare attivamente alla creazione delle riserve di token della piattaforma in cambio di ritorni periodici sotto forma di interessi percentuali.

Questi interessi sono generati dal sistema di commissione DEX. In media, infatti, i ritorni sulla liquidity pool si attestano sullo 0.25% (ovviamente scalabili anche sulla base della quantità di token con cui si partecipa alla pool.

Sushiswap ha come token i Sushi coins, a cui si aggiungono i liquidity token, SLP (Sushi Liquidity Pool), utilizzati come ricompensa per il liquidity mining.

Tale modello si differenzia rispetto ad Uniswap per i seguenti motivi:

  • Rispetto a Uniswap questa piattaforma eroga sia token SUSHI che SLP, che non hanno una controparte, in quanto sono una creazione di questa piattaforma.
  • Possibilità di creare ordini limite all’interno della piattaforma.

Quest’ultimo punto ha un’importanza rilevante in quanto dal momento della sua fondazione, è stata una caratteristica che ha contraddistinto la piattaforma rispetto alle principali concorrenti.

Oltre ad una impostazione, dunque, maggiormente incentrata sull’interattività con la community, negli anni Sushiswap ha messo in campo numerose Dapps ausiliarie:

  • Miso: questo progetto si basa su smart contract realizzati per facilitare il lancio di nuovi progetti all’interno di Sushiswap. L’idea è quella di attrarre nuovi investitori all’interno dell’ecosistema.
  • Bentobox: è un altro progetto che permette ai propri utenti di poter accedere a diverse applicazioni decentralizzate, offendo maggiore efficienza dal punto di vista delle commissioni, generando allo stesso tempo, reddito dall’interazione con la DeFiapp. Tale sistema si basa sulla realizzazione di un caveau online dove depositare i token e, sfruttando le strategie di yield farming, restituire ai partecipanti interessi sui propri depositi.

Non per ultimo, Sushiswap ha deciso di favorire l’andamento della valuta nel metaverso attraverso il lancio di Shoyu, un’interfaccia di visualizzazione digitale ed un mercato NFT che consentirà agli utenti di coniare, vendere risorse ed esporre opere digitali.

5) JustSwap

Migliori DeFi Exchange - just swap

L’ultima che è stata posta sotto analisi dai nostri esperti è JustSwap, un nuovo protocollo che annovera lo scambio decentralizzato e che basa la sua struttura sulla blockchain di Tron (TRX).

Anche in questo caso le transazioni che vengono effettuate avvengono in tempi brevissimi e si utilizza sempre il sistema DeFi.

Questa piattaforma nasce come forma di protesta in merito alle alte commissioni che bisogna affrontare sui protocolli basati sulla blockchain Ethereum e che hanno creato diverse difficoltà a coloro che sfruttano il sistema DeFi.

Infatti il fondatore Justin Sun ha dichiarato di voler ridurre al minimo le tariffe su Tron e velocizzare al massimo le transazioni. Intanto però già si sono guadagnati una liquidità infinita per numerosi fattori.

TI basti pensare che sono molti i traders lanciati in questo progetto, inoltre vengono sfruttate applicazioni DeFi ottenendo rendimenti potenzialmente elevati, visto che gli utenti di questa piattaforma possono guadagnare anche in premi mining e per la loro operosità.

Fra i vantaggi d’annoverare di quest’app ci sono il lancio di Bridge, ovvero il primo sistema Oracle che favorisce l’incorporazione di dati esterni alla blockchain, affinché i contratti intelligenti possano agire al massimo dell’efficienza.

Come usare il miglior DeFi Exchange: tutorial completo su DeFi Swap

Avvalersi di uno dei migliori DeFi Exchange può essere incredibilmente vantaggioso, soprattutto se si vogliono acquistare DeFi Coins o crypto che non sono ancora state inserite in mercati secondari.

Infatti, se si vogliono acquistare questi tipi di crypto, è necessario recarsi su determinate piattaforme e trattandosi di piattaforme decentralizzate, la cosa più giusta da fare è seguire il procedimento che abbiamo preparato per te su come iscriversi a DeFi Swap.

In questo modo potrai essere sicuro di compiere tutto il procedimento in maniera pratica e, soprattutto, senza errori.

1 – Apri un wallet crypto come METAMASK

Per poter scambiare i token che preferisci con DeFi Coins, dovrai connettere un wallet alla piattaforma.

Puoi usare il wallet Metamask (uno dei più utilizzati). In questo caso dovrai installare Metamask sul tuo browser e assicurarti di avere nel wallet abbastanza BNB per comprare DeFi Coins.

2 – Compra BNB con Metamask

Questo procedimento può essere fatto anche direttamente se si utilizzano servizi DeFi come Transak, il quale ti permette di comprare BNB direttamente con valuta FIAT e senza passare per un exchange come Binance.

3 – Collegare Metamask a DeFi Swap

Cliccando su “Collega Wallet” dovrai selezionare il wallet crypto che hai scelto di usare e inserire la password.

4 – Avvia lo scambio

Nello scambiatore dovrai selezione BNB come primo token e DEFC come secondo. Cliccare sulla volpe per aggiungere DEFC al tuo wallet Metamask. Inserire l’importo da scambiare e cliccare su “Swap”.

Principali offerte dei migliori DeFi Exchange

La Finanza Decentralizzata (DeFi), ha riscosso un enorme successo negli ultimi anni e numerosi sono gli strumenti che vengono messi a disposizione di queste piattaforme finanziarie. 

I nostri esperti hanno raccolto numerose informazioni tra gli strumenti più sfruttati dai diversi DeFi Exchange. Ecco, di seguito, la lista di quelli più utilizzati nel panorama della finanza online. 

AMM – Automated Market Maker

I market maker automatizzati (AMM) costituiscono il core di qualsiasi progetto DeFi Exchange. Questi sono dei protocolli d’exchange decentralizzati (DEX), che sfruttano formule matematiche e algoritmi per stabilire il prezzo degli asset, gestire gli ordini e, infine, assicurarne l’esecuzione.

Quindi, invece di sfruttare un order book, come ad esempio capita con gli exchange tradizionali, gli asset sono quotati seguendo un particolare  l’algoritmo di valutazione e, allo stesso tempo, si rende possibile abbattere al minimo i costi di gestione (e le conseguenti commissioni).

Generalmente questo sistema coinvolge società eterogenee, con ingenti risorse e strategie molto complesse. Gli AMM sfruttano sistemi di spread bid-ask ad un prezzo molto vantaggioso rispetto a exchange che funzionano a order book.

Infatti, l’utilizzo degli smart contract permette  di amministrare il mercato senza sprechi di energie, fondi e risorse. Sugli exchange decentralizzati le operazioni vengono direttamente svolte fra wallet degli utenti in completa e piena sicurezza.

Trattandosi di protocolli peer-to-contract (P2C), infatti, non sono necessarie controparti nel senso tradizionale, poiché le operazioni avvengono direttamente tra gli utenti e sono normate da smart contracts.

Yield Farming

Noto anche con il termine di liquidity mining, lo yield farming è una forma di gestione del patrimonio volta a premettere di ricavare profitti utilizzando i propri token.

Con lo yield farming, infatti, i token vengono bloccati e inseriti all’interno delle liquidity pool del DEX. Questa operazione permette agli investitori di ricevere ricompense percentuali sulla base delle commissioni generate dalle transazioni rese possibilità dalla liquidità creata.

Lo Yield Farming coinvolge i liquidity provider, conosciuti anche come fornitori di liquidità, che svolgono il compito di rifornire costantemente i pool di liquidità con i propri fondi.

Il pool di liquidità è uno smart contract con fondi. In cambio della liquidità affidata alla pool, gli utenti LP otterranno delle ricompense, sottoforma di commissione generata dalla piattaforma DeFi o da altri fondi.

Ma quindi come funziona lo Yield Farming? In poche parole gli LP, liquidity provider, tendono a depositare dei fondi in una liquidity pool. In quest’ultima troviamo un marketplace dove gli utenti possono prestare, scambiare o prendere in prestito dei token.

Utilizzare queste piattaforme genera delle commissioni, che successivamente verranno distribuite fra i liquidity provider basandosi sulla quota della liquidity pool. Ovviamente un altro modo per aggiungere fondi ad una liquidity pool è la distribuzione di un nuovo token.

Le regole di sharing non sono uguali ovunque, ma dipendo interamente dal protocollo.

Pooling

Con il termine pooling intendiamo l’accentramento effettivo di tutte le risorse finanziarie, quindi sia i flussi in entrata sia i flussi in uscita, concentrate presso una singola società da parte di un gruppo.

Il pooling è un strumento altamente utile per lo sviluppo delle exchange. Per farti capire meglio devi immaginare una pool come se fosse un’enorme “piscina” di fondi, che vengono sfruttati dai trader per negoziazioni di vario tipo. 

Infatti i fornitori di liquidità hanno il compito di rifornire costantemente con i fondi le pool. Grazie a questa operazione, si annullano o riducono le diseconomie create dalla coesistenza di saldi, che ovviamente sono attivi in capo ad alcune società, mentre sono passive presso un singolo corrente. 

I saldi possono risultare vantaggiosi in finanza in base a come si sviluppa la società e se va a vantaggio di quest’ultima o no. Per eliminare ogni fonte di dubbio, con le pool si tende ad accentrare saldi attivi e passivi sotto un unico profilo.

La parte che andrà a gestire il saldo, tenderà a stipulare contratti con altri broker o trader che svolgono lo stesso ruolo, con lo scopo di creare una stratificazione di movimenti di liquidità da vari conti correnti fra le diverse società.

In cambio della liquidità fornita dal protocollo, si ottengono commissioni in base alle operazioni che avvengono nella pool. Quindi sono costantemente impegnati nell’investimento di denaro per tenere viva quest’ultima 

Un esempio è il caso di Uniswap, dove gli LP depositano un fondo dal valore equivalente di due token. Per specificare se nella pool abbiamo ETH/DAI, nell’investimento si otterrà un ricavato del 50% per tipologia di token.    

Staking

Siamo giunti all’ultimo strumento finanziario da analizzare per quanto riguarda il mondo della finanza decentralizzata. In questo grande sistema finanziario, rientra lo staking criptovalute.

Questo è un metodo di guadagno passivo, attraverso il quale chi ha delle criptovalute può guadagnare delle somme aggiuntive attraverso tassi d’interese annuali. Anche se vengono accreditati agli utenti mese per mese o basandosi sull’offerta della piattaforma.

Spieghiamo in breve come avviene questo processo di guadagno. 

Il sistema di staking criptovalute si basa su due sistemi che sono:

  • Proof of Work (PoW): questo sfrutta la potenza computazionale dei computers, sistemi hardware asic o schede grafiche in particolare.
  • Proof of Stake (PoS): Trova le sue radici nei validatori, ma per farlo funzionare è richiesto un certo quantitativo di criptovalute nel proprio portafoglio digitale.

Il validatore ottiene una ricompensa in criptovalute ed è stabilita dalla percentuale di crypto wallet detenuta. Tuttavia il wallet per agire deve essere collegato ad un dispositivo acceso h24. Quindi se pensi di utilizzare questo sistema, tieni conto delle bollette che potranno arrivare.

Questo strumento, tuttavia, anche se è diventato abbastanza popolare nel finance web, è utilizzato solo da un certo numero di progetti online, ma fra questi spiccano nomi come TRON (TRX) ed Ethereum(ETH).

Premettendo che ogni network blockchain ha la possibilità di sviluppare un proprio metodo per le ricompense in staking, ma in linea di massima sono questi i fattori più rilevanti:

  • Si va a calcolare il numero totale delle crypto versate in staking  dall’utente
  • Il tempo durante il quale l’utente pratica staking attivo
  • Il numero totale delle crypto in staking presenti sul network
  • L’inflazione
  • Fattori che variano in base al network

Costi e commissioni dei migliori DeFi Exchange

Arrivati a questo punto è necessario chiedersi se conviene realmente investire sui DeFi exchange finora elencati. Ovviamente non è possibile dare una risposta univoca valida universalmente: come hai avuto modo di vedere, infatti, i DeFi Exchange presentano caratteristiche peculiari che avvantaggiano in particolar modo determinate operazioni di investimento sulle criptovalute.

Sfruttare questi strumenti della finanza decentralizzata è incredibilmente conveniente, in particolar modo, per tutti coloro che puntano a costituire un wallet e holdare i token acquistati. Strumenti come lo staking, lo yield farming e il liquidity mining, infatti, offrono ricompense per tutti gli holders.

Sebbene sia possibile speculare sui DeFi Exchange (procedendo manualmente ad acquistare e vendere in rapida successione i token), su queste piattaforme mancano gli strumenti derivati e il trading con margine che, al contrario, vengono offerti da broker di trading online come Libertex o da exchange centralizzati come OKX.

Quindi, tenendo presente delle analisi già fatte su questi Defi Exchange, di seguito ti riportiamo una tabella riassuntiva che può aiutarti ad avere le idee un po’ più chiare su quali siti poter investire. 

DeFi ExchangeCapitalizzazione di mercatoCoin FornitureToken nativoBlockchain di riferimentoCommissioniSicurezza
DeFi Swap5 milioni $12 milioniDEFCBinance Smart Chain0,30%⭐⭐⭐⭐⭐
PancakeSwap2 miliardi $1 miliardoCAKEBinance Smart Chain0,020%⭐⭐⭐⭐✩
UniSwap8 miliardi $1 miliardoUNIEthereum0,50% + Gas⭐⭐⭐⭐⭐
SushiSwap400 milioni $2 miliardiSUSHIprincipalmente Ethereum0,030%⭐⭐⭐⭐✩
JustSwap280 milioni $9 miliardiTRXTron0,070%⭐⭐⭐✩✩

Alternative ai DeFi Exchange: le migliori offerte sul mercato

Come ti abbiamo detto, i migliori DeFi exchange si prestano prevalentemente ad un tipo di operazioni e riservano maggiori vantaggi per gli utenti intenzionati a holdare i token acquistati.

Questo non è necessariamente uno svantaggio ma vogliamo comunque fornirti un quadro completo della situazione analizzando due tra le alternative più popolari ai DeFi exchange finora analizzati.

Si tratta, sì, di Exchange semi-centralizzati, ma le loro offerte risultano non solo più flessibili ma, sotto molti punti di vista, anche più competitive e user friendly.

1) OKX 

OKX si è imposto sul mercato come uno dei migliori exchange al mondo. Nato nel 2017, nel corso degli anni ha arricchito la propria offerta con un gran numero di strumenti che non solo rivaleggiano con quelli offerti dai DeFi exchange ma aprono nuove alternative agli investimenti in criptovalute.

Infatti su OKX potrai non solo ricavare interessi passivi sui tuoi token inserendoli all’interno dello Yield Farming (tramite la funzione Earn) ma costruire anche un vero e proprio piano di accumulo crypto sugli asset che preferisci.

Questa funzione, particolarmente innovativa, ti permetterà di investire una cifra prestabilita sul token che avrai scelto con gli intervalli che preferisci, permettendoti, di conseguenza, di massimizzare la distribuzione del rischio e l’esposizione su asset che sono tristemente noti per essere particolarmente imprevedibili e volatili.

Oltre a queste offerte che, come ben sai, sono rivolte prevalentemente agli holders, OKX offre anche:

  • Il trading con margine (che ti permette di accedere ad una leva fino a 10:1)
  • Il trading di derivati (che porta la leva fino ad un massimo di 50:1)

Nemmeno i broker di trading online ti permettono di fare trading sulle criptovalute con leve così elevate e, sebbene leve maggiori comportino rischi più elevati, un trader esperto è capace di sfruttarle al massimo del loro potenziale.

Complessivamente? I nostri esperti consigliano di prendere in considerazione OKX per i propri investimenti specie se si è alle prime armi. Agli inizi, ovviamente, è consigliabile tenersi alla larga dagli strumenti con leva, ma i PAC e lo Yield Farming sono ottime soluzioni.

2) YouHodler

Un’altra piattaforma che consigliamo per il suo sitema di Yieling Farm è sicuramente YouHodler. La piattaforma in questione è conosciuta soprattutto per la sua formula di prestiti e rendite delle criptovalute.

Propone principalmente dei tassi di rendita annuali che variano dal 5% al 12% a seconda della valuta che si va a trattare. Gli interessi che vengono guadagnati, vengono poi erogati settimanalmente e vengono anche pagati con la stessa valuta con cui si è effettuato l’investimento.

La piattaforma di YouHodler offre commissioni molto basse e, come nel caso di Crypto.com, abbraccia un ampia fascia di utenti grazie alla varietà di strumenti proposti.

Abbiamo accennato al programma di Earn. Ebbene, oltre a quello, YouHodler permette anche di:

  • Richiedere prestiti sulle criptovalute con Crypto Loans
  • Accedere a derivati con leva tramite MultiHODL e Turbocharge

Complessivamente un’offerta simile a quella di Crypto.com, più concentrata a livello di quantità di strumenti messi a disposizione ma altamente efficiente e user friendly. Non è un caso se i nostri esperti la considerano una delle migliori per iniziare.

Migliori DeFi Exchange – Le opinioni degli esperti 

Dunque, complessivamente, cosa ne pensano gli utenti dei DeFi exchange? Una volta valutate quali sono le piattaforme migliori e quali le alternative consigliate, cosa ne pensano effettivamente gli esperti?

Abbiamo interrogato non solo i nostri analisti ma anche altri personaggi eminenti del panorama crypto e la risposta è stata decisamente interessante.

I DeFi exchange, infatti, sono considerati dagli esperti uno strumento imprescindibile per gli investitori professionisti. E il motivo è semplice: questi rappresentano il trampolino di lancio di tutti i nuovi progetti su blockchain. Ancor prima che questi diventino famosi e inizino a raccogliere attorno a sè schiere di entusiasti, infatti, vengono quotati sui migliori DeFi Exchange.

Di conseguenza, chi investe professionalmente in criptovalute deve far riferimento a queste piattaforme e alle novità che su queste nascono.

E per gli investitori alle prime armi? Conviene far riferimento a piattaforme come PancakeSwap, Uniswap, etc?

Gli esperti anche in questo caso ci hanno fornito una risposta ben chiara:

Sì, conviene, ma non per comprare token in generale.

Si prenda, ad esempio, DeFi Swap. Il principale vantaggio della piattaforma è presentare ricompense elevate sullo staking e Yield farming del token proprietario, il DeFi Coin. Questo è un vantaggio non da poco, specie se si tiene conto che questi token di gestione spesso hanno un mercato ridotto (se non proprio nullo) sui principali exchange.

In generale, dunque, i migliori DeFi Exchange risultano particolarmente interessanti e convenienti per i principianti in funzione delle loro offerte ausiliarie finalizzate all’holding. Queste, infatti, sono competitive sul mercato e permettono di puntare a discreti profitti senza rischiare eccessivamente.

Per le operazioni di speculazione o di acquisto di token, invece, gli esperti consigliano di evitare le criptovalute nascenti in quanto spesso soggette a truffe o manipolazioni di mercato e concentrarsi sulle offerte più specialistiche messe in campo da exchange specializzati.

Migliori DeFi Exchange: Considerazioni Finali

Le piattaforme a finanza decentralizzata sono sia il presente e sia il futuro della finanza online. La possibilità di poter scambiare le proprie cripto in maniera rapida, immediata e senza l’ausilio di terzi è uno dei cavalli da battaglia delle piattaforme DeFi Exchange.

La rapidità, poi, è affiancata da sistemi che permettono d’aumentare il fattore di liquidità e favoriscono gli investitori, sia invogliando ad investire sia ottenendo premi in crypto. La liquidità, poi, è uno dei fattori principali all’interno del sistema delle DeFi Exchange.

Abbiamo visto le migliori piattaforme attualmente in circolazione (DeFi Swap, Pancake Swap, UniSwap, Sushi Swap e JustSwap) ed abbiamo visto che sfruttano strumenti finanziari come Yielding Farm, Staking in Crypto e pool fondamentali per ottenere liquidità e premi finanziari.

Inoltre è anche grazie all’utilizzo degli smart contract che riescono a garantire un così alto d’efficienza.

Tuttavia, in conclusione, abbiamo visto che utilizzarle senza una adeguata preparazione e formazione può portare a rischi non indifferenti. Il maggiore dei quali è di incappare in truffe, manipolazioni di mercato o schemi Ponzi.

Tuttavia con le piattaforme che sono state accuratamente selezionate dai nostri esperti, non dovresti cadere in rischi di questo tipo in quanto una delle prerogative di queste DeFi exchange è proprio relativa alla sicurezza.

DeFi Exchange – Domande Frequenti

Cosa sono gli exchange decentralizzati?

I DeFi Exchange sono exchange che permettono scambi di criptovalute senza la presenza di un intermediario.
Le attività, la quotazione, la liquidità e l’esecuzione degli ordini sono sorretti, a differenza dei migliori exchange di criptovalute, da protocolli automatizzati (AMM) che si reggono per lo più sull’utilizzo di smart contracts.

Come utilizzare DeFi Exchange?

Per utilizzare i DeFi exchange è necessario aprire innanzitutto un wallet (esempio su tutti sono MetaMask o Trust Wallet) e con esso aprire un conto presso uno dei DEX. Tutti gli acquisti effettuati sulla piattaforma, poi, verranno immagazzinati sul wallet.

Quali sono i migliori DeFi Exchange?

I DeFi Exchange migliori in circolazione sono: DeFi Swap, Pancake Swap, Uniswap, JustSwap e SushiSwap.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per restare aggiornato sulle ultime notizie.


Nino Gallo

Economista e forte sostenitore del criterio metodologico

Orgoglioso seguace della dottrina di Federico Caffè e dell'Economia Umanistica di Valerio Malvezzi. È un forte sostenitore del Centro Studi Monetari, per lo studio dei mercati finanziari e delle forme di moneta emettibili senza creare debito pubblico.

Orgoglioso seguace della dottrina di Federico Caffè e dell'Economia Umanistica di Valerio Malvezzi. È un forte sostenitore del Centro Studi Monetari, per lo studio dei mercati finanziari e delle forme di moneta emettibili senza creare debito pubblico.


condividi l'articolo sui social

Commenta per primo questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *