Migliori ETF sul NASDAQ: Quali conviene Comprare (e Come)

Ecco come puoi investire sul NASDAQ con gli ETF giusti. I fondi migliori e dove comprarli

Stai pensando di investire sugli ETF legati al NASDAQ? Sei capitato nel posto giusto! In questo articolo ti forniremo una guida completa sugli ETF Nasdaq. Quindi, cosa sono, come funzionano, se conviene investire su di essi, dove trovare i migliori, ecc.

Ti presenteremo quindi cosa sono gli Etf in generale e brevemente cos'è il Nasdaq. Quindi, potrai renderti conto della bontà o meno di questo strumento.

Potrai investire sugli Etf Nasdaq tramite trading CFD. Il quale ti consente di investire su questo asset in entrambe le direzioni. Pertanto, sia andare long quando è previsto un rialzo del suo valore. Sia andare short quando è previsto un suo ribasso.

Altri vantaggi del trading CFD sugli ETF NASDAQ sono le basse commissioni e il poter beneficiare della leva finanziaria.

Se invece già sei informato sul trading online e su questo particolare asset, allora puoi già fare un salto su un broker che consente di investire in tutta sicurezza su questo ed altri strumenti finanziari. Come eToro.

  • Registrati a eToro seguendo questo link;
  • Scarica l'app eToro gratis per investire da mobile;
  • Deposita il denaro sul tuo account di trading;
  • Cerca i migliori etf sul NASDAQ;
  • Scegli l'importo, seleziona il tuo stop loss, modifica la leva (2x o più), imposta il take profit e apri la tua posizione.

ETF Nasdaq: cosa sono e come funzionano

Cosa sono e come funzionano gli etf nasdaq? Scomponiamo i due elementi che fanno parte di questo strumento finanziario per capirlo meglio.

ETF: cosa sono e come funzionano

etf come funziona

Acronimo di Exchange-traded fund, gli ETF sono nati negli Usa nel 1993 per riprodurre l'andamento del grande indice azionari S&P 500, ma in Italia sono arrivati solo nel 2002. Costituiscono una tipologia di fondi di investimenti appartenenti alla più grande famiglia degli ETP (a sua volta acronimo di exchange-traded products). Si tratta di prodotti a indice quotati, con lo scopo di replicare un indice di riferimento (benchmark) senza la necessità di particolari interventi.

Hanno una gestione passiva (quindi non c'entra nulla l'abilità del gestore e sono anche più economici rispetto per esempio ai SICAV) in quanto il loro rendimento è collegato alla quotazione di un indice borsistico (ora azioni, ora materie prime o obbligazioni, ora valute, ecc.) e sono quotati come fossero azioni e obbligazioni.

Dunque il gestore deve solo verificare se il fondo corrisponde fedelmente all'indice di riferimento ed eventualmente correggere il valore in caso di scostamenti. Scostamenti che devono rientrare nell'ordine di 1 o 2 percentuali.

Tra i vantaggi, oltre alle commissioni basse dovute alla passività della gestione, rientra anche il fatto che gli Etf garantiscono già una certa diversificazione del portafoglio titoli con un solo strumento. E ciò comporta un altro vantaggio: i rischi sono ammortizzati visto che includono più asset che vedono controbilanciare il proprio andamento. Rispetto ad investire su singoli asset che espongono maggiormente al rischio del loro andamento.

Nasdaq: cos'è e come funziona

nasdaq cos'è

L’indice Nasdaq è molto popolare a livello mondiale e negli Usa ha pure superato in popolarità il Dow Jones. Benché sia nato molto dopo rispetto a quest'ultimo.

Acronimo di National Association of Securities Dealers Automated Quotations, è stato fondato nel 1971. Con le prime contrattazioni partite l’8 febbraio.

Il NASDAQ è un tipo di mercato definito “quote driven”, giacché è costituito da operatori dediti alla compravendita di azioni in proprio. Chiamati in gergo dealers. Si differenza quindi dai mercati order driven, sui quali sono presenti tanto gli operatori professionisti quanto investitori e trader privati.

Sul NASDAQ sono quotate 3.000 imprese non finanziarie. Ha il record di aver anticipato i tempi riguardo la telematicità delle borse, dato che il NASDAQ è stato il primo mercato elettronico al mondo. Ed è altamente volatile poiché include le aziende con una crescita molto alta e dedite al settore tecnologico.

La sede è nella mitica Times Square, ma come detto, è solo una sede figurativa giacché tutte le operazioni si svolgono telematicamente attraverso operatori autorizzati.

Il Nasdaq è misurato attraverso due indici.

Indice NASDAQ Composite

etf nasdaq

È composto da circa 3.200 azioni, uno degli indici azionari più grandi al mondo. Per farne parte, occorre essere quotati solo sul NASDAQ. Sebbene sono ammesse eccezioni per quelle società già quotate su altri listini prima del 2004.

Indice NASDAQ 100

Questo indice rappresenta una “sotto categoria” del composite. Non a caso, spesso si fa confusione tra i due. E’ composto da 103 azioni emesse dai principali 100 emittenti del NASDAQ. Quindi, è come se fosse una Top 100 del Nasdaq, che si caratterizzano per un valore di mercato più elevato. Pur non disdegnando dei paletti per garantire una maggiore inclusione e quindi la diversificazione.

Un'altra caratteristica peculiare del NASDAQ 100 è che non prevede società finanziarie. Come invece accade su altri grandi indici azionari come lo Standard & Poor’s 500 o il Dow Jones.

Tra le aziende che hanno il maggiore peso troviamo:

Indice Nasdaq: quotazione in tempo reale

Qui potrai osservare il grafico sull'andamento dell'Indice Nasdaq 100, per effettuare in modo agevole la tua analisi tecnica.

Conviene investire in Etf Nasdaq?

Ora ti starai chiedendo se conviene investire su Etf che replicano questo mercato. Ecco alcuni aspetti da considerare.

Nasdaq: un indice in continua crescita

Da quando esiste, il 1971, l'Indice Nasdaq ha avuto una continua crescita. Il rendimento annuo medio è stato leggermente superiore al 9%. Tuttavia, dopo la crisi dei mercati finanziari del 2009, successiva allo scandalo dei titoli sub-prime, il rendimento medio annuo è addirittura raddoppiato. Raggiungendo il 18%.

Potrai quindi intuire che le cose potrebbero andare ancora meglio dopo la pesante crisi del 2020. Anche più pesante di quella di 11 anni prima. Come ormai stranoto, causata dal Covid-19.

Dopo il declino immediatamente successivo ai primi lockdown mondiali di inizio marzo 2020, alla fine dello stesso mese l’azionario statunitense è rimbalzato fino a vette record. Ciò dovuto alla crescita di poche imprese ad altissima capitalizzazione e al rally di azioni connesse a settori collegati alla Information Tecnology (IT). Nonché il settore della comunicazione e dei beni cosiddetti voluttuari.

nasdaq etf conviene

L'indice Nasdaq ha sfiorato i 138 USD, il suo apice storico. Per poi intraprendere un calo fisiologico fino a scendere sotto i 120 USD. Ma ha ripreso il suo rialzo verso fine anno, chiudendo il 2020 leggermente sopra i 130 dollari statunitensi. Dando quindi credito alle voci che ritengono che il calo sarebbe stato solo fisiologico.

Al 31 agosto 2020, i cinque titoli più importanti dell’indice prima elencati, rappresentavano il 36,6% del suo valore totale. Oltre un terzo dunque, la concentrazione più alta mai registrata nella sua storia.

Gli esperti inoltre ritengono che non si verificherà una bolla finanziaria dei titoli tech come avvenne nel 2000 con i dot-com. Oggi abbiamo i leader del mercato che fondano i cosiddetti FAANG (Facebook, Amazon.com, Apple, Netflix e Google/Alphabet). Che diventa FAAMG, se si inserisce anche Microsoft.

Queste società hanno profitti molto alti e una posizione di leadership nel loro mercato di riferimento. Quindi, parliamo di società già con una storia solida alle spalle e fondamentali ben solidi rispetto alle società di allora. Che furono ridimensionate (come la stessa Amazon) o spazzate via dalla bolla.

Inoltre, rispetto ad allora, i rapporti prezzo-utili stanno crescendo nonostante una fase di recessione. Quindi, se si verificherà quanto si prevede per il 2021, ossia che ci sarà una fase di ripresa più omogenea – complice il graduale ritorno alla normalità rispetto al nuovo Coronavirus – i guadagni potrebbero compiere un balzo consistente. E quindi mettere in atto una crescita solida per anni.

Ovviamente, parliamo sempre di previsioni. I mercati finanziari sono soggetti a pesanti imprevisti, quindi occorre sempre fare una fotografia del momento.

I tanti vantaggi degli Etf

Se al futuro potenzialmente positivo dell'Indice Nasdaq ci aggiungiamo i vantaggi degli Exchange traded fund, allora abbiamo un quadro ancora più positivo.

  • Gestione relativamente semplice: essendo strumenti passivi, gli ETF replicano perfettamente la performance dell’indice benchmark sottostante. Che può riguardare come detto azioni, obbligazioni, indici azionari, materie prime, valute Forex, ecc. Dunque il trader è esposto in modo diretto al mercato. Inoltre, il fatto che siano quotati come le azioni, li rendono agevoli da gestire.
  • Strumento trasparente: il fatto che gli ETF replichino in modo esatto l'andamento dell’asset sottostante, fa in modo che siano un investimento chiaro. Inoltre, il suo prezzo si aggiorna in tempo reale.
  • Strumento flessibili: non prevedendo una scadenza, il trader può decidere arbitrariamente l’estensione temporale dell'investimento.
  • Commissioni basse: sempre per la sua natura di investimento passivo e il suo essere quotato in Borsa, fa sì che gli ETF non prevedano i costi tipici della gestione attiva e della distribuzione.
  • Capitale separato da quello dell'emittente: in questo modo, in caso di insolvenza o fallimento delle società emittente, il capitale sottoscritto non viene intaccato per legge.
  • Diversificazione del portafoglio titoli: vantaggio dovuto al fatto che un ETF replica a sua volta una raccolta di asset. Il che, oltre a ponderare il rischio di investimento, fa in modo che con un solo strumento si riesca già a diversificare discretamente il proprio portafoglio titoli.

Migliori Etf Nasdaq: quali sono

etoro

Dove trovare i migliori Etf Nasdaq? Ci sentiamo di suggerirti il broker eToro, il quale è tra i pochissimi broker che offre Etf tra i suoi asset. Almeno se stringiamo il campo ai broker convenienti e trasparenti, lasciando perdere quelli che promettono cose assurde oppure operano in buona fede ma hanno costi esorbitanti e/o mettono i tuoi capitali a rischio.

eToro invece si attiene ai dettami dell'Esma, l'autorità dell'Unione europea preposta al controllo dei mercati finanziari. Avendo licenza CySEC. Inoltre, eToro ha il beneplacito della Consob per operare in Italia. Aggiungiamoci poi la licenza FCA, l'ente di controllo sulla prestigiosa e storica London Stock Exchange e la licenza ASIC, rilasciata in Australia.

Il broker eToro offre il servizio di copy trading, grazie al quale è possibile copiare cosa fanno i trader più bravi. Chiamati Popular Investors. Così potrai imparare ma già guadagnando. Oltre a personalizzare il trading copiato a tuo piacimento piazzando Stop loss e Take profit che ritieni opportuni.

Potrai copiare fino a 100 trader contemporaneamente e interrompere la copia quando vorrai. Puoi anche interagire con gli altri trader iscritti grazie al Social trading. Un servizio molto simile ai Social network più popolari. Con la differenza che l'argomento principale è il trading online.

Detto questo, vediamo quali sono i migliori ETF Nasdaq che trovi su eToro.

Invesco Powershares QQQ (QQQ)

qqq nasdaq etf

L'Invesco Powershare QQQ è probabilmente il più famoso fondo ETF sul NASDAQ. Performa sull'andamento dell'indice NASDAQ 100, quindi include le migliori società hi-tech (finanziari esclusi). Puoi scambiare questo ETF su una piattaforma regolamentata come eToro.

iShares Nasdaq Biotechnology ETF (IBB)

ibb nasdaq etf

Questo Exhange Traded Fund si basa sui settori biotecnologico e farmaceutico. In grande crescita e anche loro usciti bene dalla tempesta innescata dal Covid-19. È composto da aziende leader di questi 2 settori quotate nella borsa Nasdaq. Quindi, il suo prezzo è influenzato da oscillazioni delle singole azioni e, in generale, dai fattori che influenzano i mercati biotecnologico e farmaceutico.

First Trust Nasdaq Cybersecurity UCITS ETF (CIBR)

cibr nasdaq etf

Siamo di fronte ad un altro indice Nasdaq molto interessante: CTA Cybersecurity. Il quale replica le società attivamente impegnate nella fornitura di servizi e tecnologie per la sicurezza informatica. Anche esso cresciuto moltissimo dopo l'esplosione a livello mondiale del Covid-19.

Lanciato nel 2015, eToro ne ha subito colto le potenzialità includendolo nel suo pacchetto ETF. Del resto, la cybersecurity è un argomento sempre più sentito da società private ed enti istituzionali, a fronte delle sfide sempre più difficili lanciate dagli Hackers.

Etf Nasdaq – Domande frequenti

Cos'è il Nasdaq?

Acronimo di National association of securities dealers automated quotations, è nato nel 1971 ed è un mercato dove operatori vendono e acquistano azioni in proprio (i cosiddetti dealers). Si caratterizza per la sua alta volatilità, giacché racchiude principalmente società quotate in borsa in forte crescita esponenziale e dedite al settore tecnologico. Due sono gli indici che lo rappresentano: Nasdaq Composite e Nasdaq 100.

Conviene investire sugli ETF legati al NASDAQ?

Sicuramente avere nel proprio portafoglio titoli etf che hanno come sottostante un indice nasdaq è molto conveniente poiché stiamo parlando della possibilità di investire su questa borsa dall'alta volatilità senza incombenze fiscali o in termini di orari. Gli etf portano poi con sé molti vantaggi, come basse commissioni, bassa esposizione al rischio, alta liquidità, ecc.

Dove trovare migliori ETF sul Nasdaq?

Meglio sempre riferirsi a broker con regolare licenza per operare e che abbiano il beneplacito della nostra Consob per farlo in Italia. Inoltre, meglio scegliere broker con spread e commissioni basse perché sono voti che vanno a ridurre il proprio profitto finale. Con eToro, oltre a ciò, puoi anche beneficiare di un servizio come il copy trading per copiare cosa fanno trader migliori.

condividi l'articolo sui social

Commenta per primo questo articolo

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LIMITAZIONI DI RESPONSABILITA'

    I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Tutte le informazioni che troverete su Finaria.it sono pubblicate solo per scopi informativi. Noi non diamo assolutamente alcuna garanzia riguardo la precisione e l'affidabilità di queste informazioni. Qualsiasi azione prenderete sulla base delle informazioni fornite dal nostro sito è rigorosamente a vostro rischio e pericolo e lo staff di Finaria non sarà responsabile di eventuali perdite e/o danni in relazione all'uso delle informazioni o notizie fornite dal nostro sito web.


    DIRITTO D'AUTORE

    Tutti i contenuti testuali su Finaria sono protetti da copyright e dalle leggi sulla proprietà intellettuale. L'utente non può riprodurre, distribuire, pubblicare o trasmettere qualsiasi contenuto, frase, immagine senza indicare il sito web www.finaria.it come fonte. Finaria non rivendica il copyright sulle immagini usate sul sito web, tra cui loghi, immagini e illustrazioni varie.