Comprare azioni Mediaset: Quotazione, Analisi e Previsioni

Secondo player televisivo europeo e primo in Italia, si propone come titolo molto interessante per il trading online

Mediaset è uno dei due principali players del mercato televisivo italiano (l’altro è ovviamente la Rai). Ed essendo quotata in Borsa, è anche possibile comprare azioni Mediaset.

L’azienda fa parte della Holding Fininvest di proprietà della famiglia Berlusconi ed è seconda in Europa solo alla società lussemburghese RTL Group, ma prima in Italia.

Stiamo dunque parlando di un importante realtà quotata su Borsa italiana e in questo articolo ti forniremo una guida completa su come investire sulle azioni Mediaset. Oltre a vedere se conviene investire sulle azioni Mediaset.

Ti anticipiamo che un modo ideale di comprare azioni Mediaset è farlo col trading online CFD. Soprattutto, su un broker conveniente come eToro.

Ecco i passaggi per scoprire il mondo del broker eToro. Proseguendo la lettura, troverai altre info su come comprare azioni Mediaset.

  • Registrati a eToro seguendo questo link;
  • Deposita il denaro sul tuo account di trading;
  • Cerca le azioni di Mediaset o altri asset interessanti sulla piattaforma (forex, criptovalute, indici, materie prime);
  • Seleziona l’importo, imposta stop loss e take profit e Apri la tua posizione di trading

Azioni Mediaset: quotazione in tempo reale

Ecco a te il grafico per seguire le quotazioni delle azioni Mediaset in tempo reale e costruire agevolmente la tua analisi tecnica.

Azioni Mediaset: previsioni future

Quali sono le previsioni future sulle azioni Mediaset? Premesso che nessuno ha la sfera di cristallo ed è difficile predire cosa accadrà in futuro sul titolo perché i mercati finanziari sono notoriamente imprevedibili, è sempre importante cercare comunque di elaborare una previsione per aprire la giusta posizione. Che ricordiamo può essere anche short seller grazie al trading CFD, quindi guadagnare anche se il titolo è in ribasso.

Le azioni Mediaset hanno risentito pesantemente del Covid-19, praticamente quasi dimezzando il loro prezzo a marzo rispetto a come avevano chiuso il 2020 per poi recuperare verso la fine dell’anno tornado ai livelli di febbraio 2020. Quando la pandemia scatenata dal nuovo Coronavirus cominciava a mordere.

azioni mediaset

Facendo parte del settore televisivo, Mediaset ha risentito dei drastici cali legati agli introiti pubblicitari e il 2021 si pone ancora come un anno di transizione, nel quale i programmi si svolgono a fatica, pieni di incertezze e dove fare degli investimenti importanti diventa complicato e forse evitabile.

Oltretutto, Mediaset ha perso diritti televisivi importanti come quelli calcistici (su tutti l’esclusiva della Champions league), faticosamente acquisiti alcuni anni fa e che hanno anche portato gravose perdite di bilancio. E si stanno affacciando sempre nuovi competitors all’orizzonte (vedi Amazon).

Dunque, il 2021 non dovrebbe riservare particolari rialzi, soprattutto per tutta la prima metà dell’anno fino a settembre. Il rialzo costante di inizio anno, comunque, lascia presagire che quanto meno recupererà il valore pre-Covid19, intorno ai 2,70 EUR.

Comprare azioni Mediaset conviene?

Ecco alcuni aspetti da tener presente per capire se conviene comprare azioni Mediaset.

Storia di Mediaset

Ecco i passaggi principali della storia di Mediaset:

  1. 1976: Fininvest appena nata acquisisce Telemilano, una delle prime emittenti locali in Italia, di proprietà della Edilnord di Berlusconi che l’acquisì per una cifra simbolica oltre al condono dei debiti. Una emittente in profonda crisi, nata nel 1974 per essere trasmessa nel solo quartiere residenziale di Milano 2
  2. 1980: TeleMilano assume il nome di Canale 5, che ancora oggi detiene
  3. 1982-1984: Fininvest acquisisce altri due network nazionali nati in quel periodo: Italia 1 da Edilio Rusconi e Rete 4 dalla Mondadori. Un’acquisizione che non mancherà di creare polemiche e diatribe politico-televisive, soprattutto con la “discesa in campo” del proprietario Berlusconi
  4. 1987: Finivest lancia il circuito Italia 7, con una programmazione dedicata ad un pubblico maschile, poi ceduta perché incompatibile con la Legge Mammì sull’antitrust
  5. 1993: viene creata Mediaset per scorporare del tutto da Fininvest le attività televisive e cinematografiche
  6. 1994: Fininvest risulta essere la seconda impresa italiana per indebitamento, mentre Berlusconi si dimette da tutte le cariche sociali avendo fondato Forza Italia
  7. 1996: viene definitivamente scorporata da Fininvest come Mediaset S.p.A. e aperta a soci esterni. Nello stesso anno avviene la quotazione in Borsa con una capitalizzazione di mercato pari a circa 8.200 miliardi di lire
  8. 1998: dà il via al lancio di diverse attività parallele, come le breakingnews di Tgcom24, le attività online, Mediashopping dedicato solo alle televendite, Sport Mediaset pe le notizie sportive, servizi per la telefonia cellulare, informazione aziendale
  9. 2016: l’azienda francese Vivendi avvia una campagna ostile d’acquisizione di azioni di Mediaset Italia, annunciando di avere raggiunto il 29,99% del capitale. Parte così una diatriba che costerà cara a Mediaset, con svalutazioni di asset, oneri straordinari ed altro, quantificabile in 341 milioni. Comportando per l’azienda milanese un passivo di 294 milioni nel bilancio
  10. 2019: dopo che Mediaset il mese precedente ha acquisito il 9,6% del gruppo televisivo tedesco ProSiebenSat.1 Media divenendo il primo azionista, la consociata italiana ha annunciato la fusione per incorporazione con la controllata spagnola Mediaset España. Realizzando così la holding Media for Europe NV, con sede legale in Olanda e con domicilio fiscale in Italia e sedi operative a Cologno Monzese e a Madrid. Tuttavia, un anno dopo il tribunale di Madrid blocca l’operazione grazie ad una azione di Vivendi che possiede quasi un quinto del gruppo
  11. Fin dalla fine degli anni ’80, Mediaset ha intrapreso importanti accordi all’estero. Su tutti, l’acquisizione in Spagna di Telecinco e dell’azienda di produzione televisiva olandese Endemol

Mediaset: dati societari

mediaset azioni

Il 2020 per Mediaset ha visto, secondo i dati aggiornati al Q3, ricavi netti per 1,722 miliardi, registrando quindi un calo del -15% rispetto al 2019. Nonché un ebit positivo per 87,6 milioni, anche se dimezzato rispetto ai 188,6 milioni del 2019.

Il risultato netto è di +10,5 milioni, pur registrando un -88% rispetto ai 92,1 milioni del 2019. Sebbene tenendo conto dell’Opa avviata su Ei Towers.

Buone notizie arrivano comunque dagli utili, saliti a 29,4 milioni rispetto al rosso conseguito nel 2019 di 10,6 milioni di euro. I costi operativi al Q3 sono scesi dell’11,2% a 1,635 miliardi.

Settori di interesse

Ecco i vari settori di cui si occupa Mediaset:

  • Televisione
  • Testate giornalistiche
  • Internet
  • Telefonia mobile
  • TV digitale mobile
  • Radio
  • Cinema
  • Concessionarie di pubblicità
  • Centri di produzione televisiva
  • Diritti televisivi e cinematografici
  • Attività estere
  • Master universitari
  • Attività socio-culturale

Azioni Mediaset: analisi tecnica

Guardando all’ultimo quinquennio (periodo medio-lungo), le azioni Mediaset hanno registrato un costante calo dopo aver toccato i 4,34 EUR a febbraio 2017. Prima dell’esplosione della Pandemia da Covid19, le azioni Mediaset erano calate sotto i 3 EUR, sfondando supporto 1,50 EUR di inizio marzo 2020, per poi intraprendere un continuo su e già fino ad ottobre, non scendendo comunque sotto quota 1,40 euro.

Da novembre 2020 le azioni Mediaset hanno iniziato un rialzo proseguito ad inizio 2021, viaggiando verso i livelli pre-Pandemia e lasciando intendere che il titolo possa riprendere i livelli con cui aveva chiuso il 2019 (intorno ai 2,70 euro).

Principali competitors di Mediaset

  • Vivendi: la multinazionale francese ha provato la scalata di Mediaset, stoppata per ora dall’Agcom, detenendo quindi un quinto del gruppo. Vivendi è specializzata in contenuti, media e comunicazione ed opera in circa 100 stati nel Mondo in tutto il mondo. Quotata su Euronext Paris, è inserita nell’indice CAC 40. E’ alla testa di diverse realtà importanti: Universal Music Group, Canal+, Havas e Editis
  • Bouygues: nato nel 1952, di recente ha rilevato l’importante canale televisivo francese TF1. Presente in 92 paesi di 5 continenti diversi, Bouygues occupa oggi circa 130.000 dipendenti. Essendo una importante multinazionale francese come Vivendi, fa anche essa parte dell’indice azionario di riferimento CAC 40
  • M6: anche nome di un canale televisivo, gestisce e detiene altri canali televisivi generalisti e specializzati disponibili sulla televisione digitale terrestre, via cavo e via satellite. Come Mediaset, opera anche nei settori di telefonia mobile, vendita a distanza, Internet, calcio, cinema e stampa. La maggioranza azionaria è detenuta dal gruppo RTL
  • Sky Group Limited: meglio noto come Sky, è un conglomerato, leader in Europa nel settore delle telecomunicazioni. Opera soprattutto in Europa. Fondata il 25 aprile 1988 dal magnate australiano Rupert Murdoch, dall’ottobre 2018 è controllata dal gruppo americano Comcast. Provò a fine anni ’90 proprio l’acquisizione di Mediaset. Nel 2018 è risultata essere il più grande operatore di pay TV in Europa per fatturato, bacino d’utenza (oltre 23 milioni) e dipendenti (più di 30.000). Propone 72 canali in HD con oltre 190 canali tematici
  • Rai: pur essendo a controllo statale e non quotata in Borsa, resta comunque la principale concorrente per Mediaset a livello nazionale per i contenuti e la programmazione. Un duopolio nato negli anni ’80 e ancora oggi vigente, non essendoci di fatto un terzo incomodo. Malgrado i tentativi di Tmc prima (di Vittorio Cecchi Gori) e La7 ora (Urbano Cairo)

Comprare azioni Mediaset è un affare?

Alla luce di quanto detto fin’ora e per rispondere alla domanda di partenza, potrebbe essere interessante investire sulle azioni Mediaset con le quotazioni correnti in attesa di rialzi più consistenti. Visto che il titolo è già in ripresa e tutto sarà ovviamente strettamente correlato alla risoluzione del Covid-19. Che dovrebbe anche dare slancio alla programmazione televisiva pesantemente influenzata da inizio 2020, con pesanti ripercussioni sugli introiti pubblicitari.

Oltretutto, Mediaset ha avviato il riassetto di Ei Towers, di cui detiene il 40%, procedendo alla vendita delle torri della controllata Towertel a Phoneix Tower International e F2i. L’operazione si concluderà entro quest’anno e, secondo gli analisti, porterà benefici al conto economico di Mediaset nel prossimo esercizio.

Inoltre, parliamo pur sempre di una società con fondamentali solidi.

Come comprare azioni Mediaset

Ti conviene comprare le azioni Mediaset mediante Contract for difference, meglio noti come CFD.

Oltre alla trasparenza del contratto, investirai su Mediaset in modo indiretto, poiché i CFD replicano un sottostante essendo contratti derivati.

Ancora, con il trading CFD puoi anche approfittare dei cali di prezzo delle azioni Mediaset posizionandoti short. Quindi, anche nel caso in cui il 2021 dovesse andare male, tu potrai comunque guadagnarci non essendo un azionista Mediaset.

Inoltre, puoi moltiplicare i tuoi profitti con la Leva finanziaria. Ricordandoti che la leva finanziaria moltiplica anche le perdite in caso di previsione sbagliata. Quindi, il rischio è di andare in rosso con il conto. Usa dunque la leva finanziaria con parsimonia!

Nel prossimo paragrafo ti diremo dove puoi comprare le azioni Mediaset.

Dove comprare azioni Mediaset

Come detto, puoi comprare le azioni Mediaset tramite trading CFD. Il consiglio che ti diamo è di cercare le azioni Mediaset su broker certificati, convenienti in termini di costi, con tanti servizi per aiutarti nella tua attività.

Vuoi qualche suggerimento? Ecco un elenco di broker dove cercare le azioni Mediaset:

BrokerCaratteristicheApri Conto Demo
broker trading
  • Conto Demo Gratuito
  • Copia i migliori trader!
  • Licenza CySec
conto demo
Leggi la Recensione

75% of retail CFD accounts lose money

broker trading
  • Forex, CFD & Crypto
  • Piattaforma trading Desktop e Mobile
  • Licenza CySec, FCA
conto demo
Leggi la Recensione
broker trading
  • Conto Demo Gratuito
  • Piattaforma trading facile
  • Licenza CySec, FCA
conto demo
Leggi la Recensione
broker trading
  • Conto Demo Gratuito
  • Forex CFD / Criptovalute
  • Licenza CySec
conto demo
Leggi la Recensione
broker trading
  • Conto Demo Gratuito
  • Forex CFD / Criptovalute
  • Licenza CySec
conto demo
Leggi la Recensione

Comprare azioni Mediaset: rischi

Tutti gli investimenti comportano dei rischi. L’importante è ridurli. Quali sono i rischi di comprare azioni Mediaset?

Sicuramente devi dare sempre un’occhiata allo stato dell’arte delle concorrenti, capire la potenza dei competitors e come possono inficiare i ricavi dell’azienda. E abbiamo visto che Mediaset di competitors ne ha diversi e anche molto grandi.

Occorre poi valutare le mosse dell’azienda in termini di acquisizioni e cessioni, poiché movimentano non poco il titolo in borsa.

Poi ci sono imprevisti come appunto il Covid-19, che ha stravolto i palinsesti televisivi ma anche i progetti cinematografici. Nei quali Mediaset pure c’entra a pieno.

Quanto costa comprare azioni Mediaset?

Grazie al trading online con le piattaforme CFD, non dovrai sborsare chissà quali cifre per investire nelle azioni Mediaset.

etoro

Per esempio, un broker come eToro prevede un deposito minimo iniziale di soli 200 euro, nonché spread sull’eseguito e commissioni sui servizi contenuti. Ti si aprirà ogni volta un form dove decidere quanto investire per aprire ogni trade. Inoltre, puoi fare pratica gratuitamente con un Conto demo, di 100mila euro virtuali.

Puoi provare la piattaforma eToro cliccando il bottone sottostante.

FAQ – Comprare azioni Mediaset

Conviene comprare azioni Mediaset?

Mediaset è una società attiva nel mondo della televisione, della produzione cinematografica e in altri settori di contenuti culturali. Ad oggi è la principale azienda televisiva italiana e la seconda in Europa dietro il gruppo lussemburghese RTL. Gode di fondamentali societari solidi e può essere un asset interessante da detenere in portafoglio.

Dove comprare azioni Mediaset?

Meglio farlo tramite Broker con regolare licenza, che offrono il trading con i Contract for difference. Il che ti porterà molto vantaggi, come investire sul ribasso del titolo e guadagnare anche quando sta andando male.

Quando comprare le azioni Mediaset?

Con il trading CFD puoi investire in modo bidirezionale sul titolo, quindi, una volta fatte le opportune valutazioni, potrai sempre aprire una posizione sia l rialzo che al ribasso.

condividi l'articolo sui social

LIMITAZIONI DI RESPONSABILITA'

I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Tutte le informazioni che troverete su Finaria.it sono pubblicate solo per scopi informativi. Noi non diamo assolutamente alcuna garanzia riguardo la precisione e l'affidabilità di queste informazioni. Qualsiasi azione prenderete sulla base delle informazioni fornite dal nostro sito è rigorosamente a vostro rischio e pericolo e lo staff di Finaria non sarà responsabile di eventuali perdite e/o danni in relazione all'uso delle informazioni o notizie fornite dal nostro sito web.


DIRITTO D'AUTORE

Tutti i contenuti testuali su Finaria sono protetti da copyright e dalle leggi sulla proprietà intellettuale. L'utente non può riprodurre, distribuire, pubblicare o trasmettere qualsiasi contenuto, frase, immagine senza indicare il sito web www.finaria.it come fonte. Finaria non rivendica il copyright sulle immagini usate sul sito web, tra cui loghi, immagini e illustrazioni varie.

I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

CHIUDI X