Come Funziona il Trailing Stop? Un aiuto per ridurre i rischi del trading online

Scopri cos'è e come funziona lo strumento in grado di aiutare l'investitore a massimizzare i guadagni e a contenere le perdite. Il principale alleato di ogni trader!

Le migliori piattaforme di trading online offrono diversi strumenti interessanti per aiutare il trader a massimizzare i potenziali profitti e a minimizzare eventuali perdite. Uno di questi è il Trailing Stop, un valido aiuto strategico per la gestione del rischio durante le tue operazioni sui mercati finanziari.

Se vuoi scoprire il cos'è e come funziona il Trailing Stop, in questa guida trovi quello che ti occorre imparare ad utilizzarlo correttamente e a beneficiare dei suoi particolari vantaggi.

Per provarlo subito, potrai aprire gratuitamente un conto con il broker eToro, la cui piattaforma è una delle poche a offrire questo avanzato strumento di copertura.

  • Registrati a eToro seguendo questo link;
  • Fai pratica con il tuo conto demo;
  • Deposita il denaro sul tuo account di trading;
  • Cerca fra gli strumenti che preferisci, prova il copy trading e le altre funzionalità;
  • Seleziona l'importo, testa il trailing stop e take profit ed attua la tua strategia.

Il 67% degli utenti CFD di eToro perde denaro quando fa trading di CFDs con questo operatore. Per favore valuta se sei in una posizione finanziaria personale che ti permette di correre il rischio di perdere denaro

Cos'è il Trailing Stop

Vuoi sapere cos'è il Trailing Stop? Si tratta di un'evoluzione dello Stop Loss, strumento già in grado di permetterti di ridurre le perdite per alcune operazione di trading che intendi effettuare.

Rispetto al “cugino”, il Trailing Stop offre più flessibilità e dinamicità. Segue l'andamento del prezzo in modo del tutto automatico, sia che tu ti sia posizionato long oppure short.

Il Trailing Stop è in grado di seguire automaticamente l'evoluzione del mercato ed interviene nel momento in cui avviene un cambio di rotta repentina sull'andamento di una posizione.

Ciò ti permette, in caso di necessità, di poter chiudere automaticamente la posizione, salvaguardando i tuoi profitti e riducendo di conseguenza le perdite.

Trailing Stop

Dal grafico sopra riportato è possibile apprezzare meglio come il Trailing Stop segua autonomamente l'andamento del prezzo e, nel momento in cui lo stesso prezzo subisce una caduta improvvisa, il Trailing Stop chiude la posizione e salva il tuo investimento.

Puoi bene intuire quindi le conseguenze economicamente disastrose che subiresti qualora non intervenisse automaticamente il Trailing Stop.

Trailing Stop: come funziona

Scopriamo meglio come funziona il Trailing Stop. Come si potrebbe facilmente intuire, lo strumento non si attiva con una cifra preimpostata, ma entra in funzione nel momento in cui il prezzo si discosta da una determinata cifra in rapporto al prezzo iniziale.

Se investi su posizioni long, è buona prassi impostare il Trailing Stop al di sotto del prezzo di mercato.

Se invece investi su posizioni short, è opportuno preimpostare il Trailing Stop al di sopra del prezzo di mercato.

Con questo particolare strumento potrai continuare a guadagnare dal tuo investimento fin quando la direzione del prezzo sarà favorevole. Qualora dovesse subire dei cambi di direzione, il Trailing Stop chiuderà automaticamente la tua posizione e salverà quanto prodotto fino a quel momento, risparmiandoti spiacevoli conseguenze economiche.

Possiamo infatti definirlo a tutti gli effetti uno strumento dinamico e può essere impostato in 3 diversi modi, di seguito riportati:

  • Trailing Stop Monetario;
  • Trailing Stop Percentuale;
  • Trailing Stop a Punti;

Vediamoli nel dettaglio.

Il Trailing Stop monetario

Il Trailing Stop monetario consente di chiudere la posizione quando il prezzo non segue la direzione preimpostata nel Trailing Stop.

Il Trailing Stop percentuale 

Il Trailing Stop percentuale permette di preimpostare il valore espresso in punti percentuali. Superato tale limite il Trailing Stop chiuderà l'operazione.

Trailing Stop a punti/pip

Il Trailing Stop a punti/pip viene espresso in punti o in pip ed è ideale nei mercati che propongono il pip come unità di misura.

Trailing Stop: esempio

Assodata l'importanza di questo particolare strumento, riteniamo importante fornirti un esempio di Trailing Stop affinchè tu possa imparare nel migliore dei modi ad utilizzarlo in modo corretto e produttivo.

Supponiamo di aprire una posizione di trading forex, operando sul mercato dei cambi scambiando valute.

Per farlo utilizziamo eToro, la migliore piattaforma regolamentata, e investiamo $5.000 sulla coppia di valute USD/JPY.

Puoi provare tu stesso aprendo un conto demo gratis e senza deposito.

etoro trailing stop

Impostiamo un Trailing Stop al 2% (corrispondente a una perdita di $100,12) al fine di aumentare le probabilità di beneficiare di un paracadute che limiti eventuali danni economici.

A questo punto si potranno verificare 2 semplici possibilità:

  • USD/JPY diminuisce il valore del 2% o più;
  • USD/JPY aumenta di valore;

Nel primo caso si attiva il Trailing Stop per limitare le perdite, (tieni presente che puoi sempre decidere di abbassare il valore all'1.50% per ottenere un margine minore).

Nel secondo caso invece puoi beneficiare del guadagno ottenuto pari all'1.44%, salendo così a 105,50; a questo punto si sposterà di conseguenza anche il Trailing Stop.

Poniamo il caso che il cambio USD / JPY raggiunga 106,00 per poi perdere successivamente l'1.50, piombando a 104,40, l'esatto ordine di chiusura che attiverà il Trailing Stop.

In questa specifica situazione l'investitore blocca 40 pips di utile.

Valutiamo adesso il caso in cui USD / JPY perda lo 0.55%, anzichè l'1.50 visto precedentemente. Il Trailing Stop si sarebbe attivato?

La risposta è no, per il semplice fatto che il Trailing Stop era stato preimpostato a 1.50%. Da questo semplice esempio deriva l'importanza strategica di preimpostare il Trailing Stop ad un livello adeguato.

Il 67% degli utenti CFD di eToro perde denaro quando fa trading di CFDs con questo operatore. Per favore valuta se sei in una posizione finanziaria personale che ti permette di correre il rischio di perdere denaro

Come scegliere il livello Trailing Stop

impostare trailing stop

Ma come decidere l'esatto livello da preimpostare? Non c'è una regola ben precisa, tuttavia è importante impostare un livello di Trailing Stop non troppo basso e neppure troppo alto.

Quali sono le conseguenze di un eventuale errore di preimpostazione?
Se il livello è troppo vicino al prezzo di mercato non avrai margini di guadagno perchè il Trailing Stop bloccherà un'eventuale crescita prevista.

Se invece preimposti il Trailing Stop troppo lontano dal prezzo di mercato ti troverai molto esposto ad eccessive perdite che il Trailing Stop potrebbe non riuscire a contenere.

Ovviamente il valore del trailing stop si muove solamente in salita. Per capire meglio come si evolve, supponiamo di acquistare un asset al prezzo unitario di $10 e di fissare un trailing stop del 10%.

Prezzo assetValore Trailing stop
$10$9
$10,5$9,45
$11$9,9
$11,5$10,35
$12$10,8

Come si vede dalla tabella, man mano che il prezzo dell'asset sale lo stop loss viene spostato automaticamente sempre più in alto.

Si tratta di uno strumento dinamico che lavora in modo automatico, ma rimane sempre possibile intervenire manualmente sul Trailing Stop, modificando i relativi indicatori.

Valutiamo un altro esempio prendendo come spunto un indice che chiameremo X, sul quale prevedi una fase rialzista e decidi di acquistare l'asset a 15.995.

Imposti il Trailing Stop a 15.945 affinchè non superi il limite di 50 punti “contromano”, quindi un andamento contrario a quello che avevi previsto, prima che venga automaticamente chiusa la posizione.

Supponiamo adesso di salire fino a 16.045; a questo punto salirà anche il Trailing Stop a 15.995 ed entrerebbe in funzione solo se il prezzo dovesse scende al di sotto di quanto stabilito.

In questo modo, in caso di Stop, nella peggiore delle ipotesi potresti chiudere in pareggio e di conseguenza non registrare perdite.

Trailing Stop Loss

etoro trailing stop loss

Per venire incontro alle richieste dei trader, anche la piattaforma eToro ha introdotto il Trailing Stop Loss (TSL).

Con questo strumento anche i clienti di eToro possono impostare i parametri desiderati e contenere eventuali rischi.

Ad esempio su eToro puoi impostare l'ordine di stop loss a un importo fisso di pip sopra o sotto il prezzo di mercato, in base alla posizione: “vendi” o “compra”.

Dal momento in cui il mercato segue l'andamento che hai previsto, il Trailing Stop Loss di eToro si sposta di conseguenza e mantiene gli stessi parametri.

Se per esempio apri una posizione “acquista”, il TLS aumenterà con l'aumentare del prezzo. Tuttavia, se il mercato si muove nella direzione opposta e il prezzo scende si attiverà la procedura di chiusura.

Come attivare il Trailing Stop Loss su eToro?

Non dovrai fare altro che cliccare su “Stop Loss” e si aprirà la casella TSL.
Se lo desideri, potrai anche impostare manualmente il TSL, abilitarlo o disabilitarlo direttamente da “impostazioni”.

trailing stop intesa sanpaolo

Registrati gratuitamente su eToro e prova a guadagnare subito a rischio quasi zero. Per esempio, compra un'azione a 10 € e quando il prezzo sale a 11 € posiziona il Trailing Stop a 10 €.

Il trailing stop su eToro è disponibile solo per i prodotti CFD. Non si applica invece sugli asset sottostanti.

Così facendo non perderai nulla, al massimo chiuderai in pareggio, vendendo le azioni allo stesso prezzo di quanto le hai acquistate.

Invece, posizionando il Trailing Stop sopra i 10 € ti permetterà solo di guadagnare, vendendo le azioni ad un prezzo superiore rispetto al prezzo d'acquisto.

Il 67% degli utenti CFD di eToro perde denaro quando fa trading di CFDs con questo operatore. Per favore valuta se sei in una posizione finanziaria personale che ti permette di correre il rischio di perdere denaro

Trailing Stop: Pro e Contro

Come hai potuto appurare, il Trailing Stop è uno strumento molto utile, in certe circostanze possiamo definirlo un vero e proprio salvagente finanziario.

Tuttavia, per una completa e corretta analisi, non possiamo esimerci dal valutare Pro e Contro del Trailing Stop.

Per una quanto più corretta possibile gestione del rischio, è importante infatti valutare vantaggi e svantaggi di ogni strumento prima di intraprendere una qualsivoglia azione finanziaria.

A volte non possiedi tutte le informazioni utili ed adeguate per una proficua valutazione, quindi strumenti come il Trailing Stop possono di fatto aiutarti a limitare le perdite.

trailing stop pro contro

Oltretutto, il monitoraggio dinamico e la flessibilità del Trailing Stop non ti consentono solo di ridurre le perdite ma ti permette, in certi casi, di mantenere aperta la tua posizione e continuare a trarre profitti.

Purtroppo non sempre è opportuno utilizzare il Trailing Stop in tutte le operazione di trading online e questo comporta uno svantaggio da registrare a suo sfavore.

La volatilità di Bitcoin e delle criptovalute in generale mal si presta al Trailing Stop per la sua fase di ricalcolo dei valori di chiusura automatica.

Addirittura potrebbe rivelarsi un ostacolo al fine di ottenere i profitti sperati, rischiando una chiusura anticipata del tuo investimento anche a causa dei picchi momentanei, sia a rialzo che a ribasso, di variazione di prezzo.

pianificare la gestione del rischio sulle operazioni in oro
Il Trailing Stop sull'oro reso graficamente

Discorso diverso per i mercati più stabili e quindi meno volatili, oppure sulle materie prime, in modo particolare i metalli preziosi, investimenti sui quali il Trailing Stop ben si addice.

Anche gli ETF sono particolarmente adatti all'utilizzo del Trailing Stop, in quanto tendono a manifestare profitti nel medio/lungo periodo.

  • Gestione del rischio
  • Stop loss dinamico
  • Protezione dalle perdite automatica
  • Modifica manuale
  • Non si adatta alle criptovalute
  • Profitto non garantito

Il 67% degli utenti CFD di eToro perde denaro quando fa trading di CFDs con questo operatore. Per favore valuta se sei in una posizione finanziaria personale che ti permette di correre il rischio di perdere denaro

Trailing Stop VS Stop Loss

Abbiamo ampiamente trattato del Trailing Stop ma riteniamo opportuno valutare le differenze con Stop Loss.

Quale scegliere tra i 2? Qual è lo strumento migliore tra Trailing Stop e Stop Loss?

Sostanzialmente si tratta di 2 strumenti che possiedono lo stesso obiettivo: ridurre perdite nel caso in cui le previsioni siano errate. Entrando nel dettaglio, possiamo di fatto definire il Trailing Stop un'evoluzione dello Stop Loss, in termini di dinamicità.

La peculiarità di essere dinamico, di monitorare l'andamento del prezzo e ridisegnare costantemente il punto di chiusura automatica dell'investimento, fornendo al trader l'opportunità di continuare a guadagnare, dona al Trailing Stop una marcia in più rispetto allo Stop Loss.

Tuttavia è bene valutare la scelta dello strumento in base al tipo di investimento su cui andrai ad operare. Infatti, come abbiamo visto nel capitolo precedente, non tutti si prestano all'utilizzo del Trailing Stop, vedi ad esempio le criptovalute.

Altri tipi di Stop

Il trader può attuare anche altri tipi di Stop per salvaguardare quanto prodotto e limitare eventuali perdite. Vediamone alcune:

  • Stop su segnale;
  • Stop sul tempo;
  • Stop su supporto e resistenza.

Stop su segnale

Si tratta di una tipologia di arresto con la quale il sistema produce un segnale quando ritiene necessario optare per una posizione opposta a quella iniziale.

Se ad esempio il trader si è posizionato long ma il sistema produce un segnale short, questo procederà ad attivare la funzione “stop and reverse”.

Stop sul tempo

In questo caso, lo Stop sul tempo basa il suo funzionamento su un arco temporale precedentemente stabilito al fine di ridurre le perdite.

In poche parole, se l'investitore non ha ottenuto benefici in un arco di tempo prestabilito, si considera altamente improbabile che in futuro il trader possa ottenere introiti economici;

Pertanto si procederà alla chiusura della posizione infruttuosa proprio per limitare le perdite e non peggiorare ulteriormente la situazione.

Se si desidera evitare di chiudere bruscamente la posizione, una strategia attuabile sarebbe quella di ridurre la dimensione della posizione e limitare così i rischi.

Stop su supporto e resistenza

Molti trader utilizzano supporto e resistenza al fine di dare al proprio broker indicazioni ben precise su quando chiudere la posizione.

Nello specifico un trader che ha aperto una posizione long dovrà impostare i livelli di resistenza, mentre il trader che ha aperto una posizione short opterà per i livelli di supporto.

Il 67% degli utenti CFD di eToro perde denaro quando fa trading di CFDs con questo operatore. Per favore valuta se sei in una posizione finanziaria personale che ti permette di correre il rischio di perdere denaro

Trailing Stop: Domande Frequenti

Trailing Stop: cos'è?

Si tratta di un'evoluzione dello Stop Loss, strumento già in grado di permetterti di ridurre le perdite per ogni operazione di trading effettuata. Leggi l'articolo per scoprirne di più.

Come funziona il Trailing Stop?

Con questo particolare strumento potrai continuare a guadagnare dal tuo investimento fin quando la direzione del prezzo sarà favorevole; qualora dovesse subire dei cambi si direzione, il Trailing Stop chiuderà automaticamente la tua posizione e salverà quanto prodotto fino a quel momento, risparmiandoti spiacevoli conseguenze economiche. Continua a leggere per capire meglio come funziona il Trailing Stop.

Trailing Stop VS Stop Loss

La peculiarità di essere dinamico, di monitorare l'andamento del prezzo e ridisegnare costantemente il punto di chiusura automatica dell'investimento, fornendo al trader l'opportunità di continuare guadagnare, dona al Trailing Stop una marcia in più rispetto allo Stop Loss. Tuttavia è sempre bene valutare ogni singolo investimento: scopri tutti i casi specifici leggendo l'articolo.

condividi l'articolo sui social

Commenta per primo questo articolo

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LIMITAZIONI DI RESPONSABILITA'

    I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Tutte le informazioni che troverete su Finaria.it sono pubblicate solo per scopi informativi. Noi non diamo assolutamente alcuna garanzia riguardo la precisione e l'affidabilità di queste informazioni. Qualsiasi azione prenderete sulla base delle informazioni fornite dal nostro sito è rigorosamente a vostro rischio e pericolo e lo staff di Finaria non sarà responsabile di eventuali perdite e/o danni in relazione all'uso delle informazioni o notizie fornite dal nostro sito web.


    DIRITTO D'AUTORE

    Tutti i contenuti testuali su Finaria sono protetti da copyright e dalle leggi sulla proprietà intellettuale. L'utente non può riprodurre, distribuire, pubblicare o trasmettere qualsiasi contenuto, frase, immagine senza indicare il sito web www.finaria.it come fonte. Finaria non rivendica il copyright sulle immagini usate sul sito web, tra cui loghi, immagini e illustrazioni varie.