Trading Online Poste Italiane: come funziona e opinioni sul broker

Se vuoi investire in borsa da casa puoi utilizzare anche il servizio di trading online BancoPosta. Leggi la recensione e scopri le opinioni, i costi e i vari pro e contro del servizio di Poste.

Investire in posta non significa solo mettere i propri risparmi in un libretto o acquistare dei buoni fruttiferi. Lo sapevi che Poste Italiane ti permette di fare trading online?

Come le banche, anche Bancoposta ha lanciato una piattaforma di trading per offrire l’accesso ai mercati finanziari a coloro che vogliono investire i propri risparmi in autonomia. Grazie a questo servizio è possibile negoziare vari strumenti (tra cui i Titoli di Stato) in totale libertà, senza recarsi in ufficio postale (fare code, parlare con un responsabile, ecc.). 

Il trading online di Poste Italiane ha i suoi vantaggi, ma anche qualche pecca. Per esempio non è la piattaforma più conveniente che ci sia: esistono broker regolamentati che offrono condizioni molto più vantaggiose (vedremo questo aspetto nei dettagli). 

Le opinioni sul servizio di trading Bancoposta sono contrastanti: per alcuni è un buon intermediario, per altri la piattaforma non funziona o costa troppo. Approfondiamo questo e molto altro (requisiti, strumenti, come accedere) nella nostra recensione sul trading online di Poste Italiane.

Trading online Bancoposta: Come funziona

trading online poste italiane

Accesso ai mercati è il servizio di trading online offerto da Poste Italiane riservato ai correntisti che ti permette di negoziare in autonomia strumenti finanziari italiani e stranieri di vario tipo.

La piattaforma di Bancoposta mette a disposizione più di 10.000 prodotti, tra cui azioni, obbligazioni, ETF, certificates, covered warrant e anche Titoli di Stato. Ti permette anche di partecipare alle offerte pubbliche di vendita e sottoscrizione (IPO), cioè di investire per primo sulle società appena quotate in borsa.

Collegandosi al sito di poste.it il cliente può accedere al proprio portafoglio titoli e operare sul mercato comprando e vendendo in tempo reale gli strumenti finanziari che preferisce, senza dover dare comunicazione a Poste Italiane o recarsi presso l’ufficio postale. Potrà investire e disinvestire in completa autonomia, da casa o dovunque si trovi.

Poste Italiane si pone come broker (intermediario) per eseguire gli ordini, applicando le proprie commissioni e garantendo la sicurezza delle operazioni di trading online.

In più la piattaforma di trading di Poste mette a disposizione:

  • Schede prodotto, analisi tecnica e fondamentale sui principali strumenti, notizie in tempo reale;
  • Formazione per gli investitori;
  • Varie personalizzazioni per la piattaforma (grafici, indicatori, lista preferiti ecc.).

Trading Poste Italiane: quali mercati?

Attraverso il servizio di trading online di Poste potrai accedere all’intero mercato finanziario di Borsa Italiana e a quello delle principali borse europee.

In particolare, la piattaforma trading BancoPosta ti offre:

  • l’intero listino di azioni italiane ed estere quotate sull’MTA e EuroTLX;
  • le obbligazioni italiane ed estere quotate sul MOT e su EuroTLX, in euro e altre valute;
  • gli ETF, ETC e ETN disponibili su ETF Plus;
  • tutti i Titoli di Stato italiani ed esteri scambiati su Borsa Italiana e su EuroTLX, denominati in euro;
  • tutti i certificates e covered warrant presenti sul Sedex (Borsa Italiana) e su EuroTLX.

Per quanto riguarda le altre borse europee, invece, il servizio di trading online BancoPosta ti mostra le azioni e i similari di:

  • Germania (Xetra e Chi-X);
  • Francia (Euronextv Parigi e Chi-X);
  • Olanda (Euronext Amsterdam e Chi-X);
  • Portogallo (Euronext Lisbona e Chi-X).

A ben guardare, l’offerta di trading BancoPosta sembra essere molto completa per quanto concerne la Borsa Italiana, ma carente per quanto riguarda i mercati europei e mondiali.

Con Poste Italiane non puoi fare trading sulla borsa del Regno Unito, su quella spagnola, sui listini asiatici e soprattutto sul grande mercato degli Stati Uniti. Potrai comunque comprare e vendere strumenti stranieri quotati su Borsa Italiana (come le azioni di Amazon, Apple e Netflix), ma non acquistare direttamente sul NASDAQ o sul NYSE.

L’offerta di trading BancoPosta sembra essere molto più carente rispetto ad altre piattaforme di trading online (anche meno costose e con più funzionalità), ma molto completa per il mercato italiano.

Trading online Poste: come accedere

Per accedere alla piattaforma di trading BancoPosta è necessario svolgere dei passaggi preliminari e in un secondo momento registrarsi online al servizio di trading.

Requisiti preliminari

Per usufruire del servizio di trading online di Poste Italiane è necessario:

  • possedere un conto corrente BancoPosta;
  • attivare il servizio di internet banking BancoPosta Online o BancoPosta Click;
  • recarsi in ufficio postale e sbrigare le pratiche per aprire un Deposito titoli.

Login al trading online di Poste

Una volta che sei in possesso del conto postale con internet banking e ti è stata comunicata l’apertura del deposito titoli puoi collegarti al sito di Poste Italiane e cliccare su Accedi.

trading online poste accedi

Da qui puoi procedere con il primo login alla piattaforma registrandoti con i tuoi dati anagrafici o inserendo le credenziali PosteID (accesso con identità digitale).

In questa fase, inoltre, puoi scegliere se sottoscrivere un Profilo Base (a canone zero, con funzionalità standard) oppure optare per un Profilo professionale. Quest’ultimo è suggerito per trader professionisti, mentre l’account Base è consigliato per la maggior parte degli investitori che vogliono fare trading da casa con Poste senza farlo per mestiere.

Commissioni Trading online Poste

Poste Italiane è un broker dalle commissioni piuttosto salate, ma ha il vantaggio di operare in regime fiscale amministrato. Questo significa che oltre ai costi previsti dalle operazioni di mercato BancoPosta tratterrà anche gli eventuali oneri fiscali previsti, semplificando la vita all’investitore (che non dovrà compilare la dichiarazione dei redditi per conto suo).

I costi principali riguardano la negoziazione in borsa. Il trading online di Poste prevede una commissione dello 0,18% sulla maggior parte degli ordini sul mercato secondario italiano, per un minimo di 3€ e un massimo variabile a seconda delle transazioni effettuate:

commissioni trading online poste italiane
  • massimo 18€ fino a 10 operazioni;
  • massimo 12€ da 11 a 30 operazioni eseguite;
  • massimo 8€ oltre le 30 operazioni.

Il periodo di riferimento è il semestre (gennaio-giugno e luglio-dicembre). Le altre operazioni di collocamento, riguardanti le IPO o le nuove sottoscrizioni, hanno una percentuale variabile compresa tra 0 e 0,15%. Variabili anche le commissioni sulle obbligazioni in valuta estera, comprese tra lo 0,05% (dollaro) e lo 0,20%.

Le operazioni sui mercati europei hanno invece una commissione secca pari a 18€. Fanno eccezione il trading di azioni estere sul listino Cboe Europe Equities (fee secca di 17€) e gli strumenti Italia quotati sempre sul Cboe Europe Equities MTF, che seguono il tariffario di Borsa Italiana.

Anche il deposito titoli di Poste Italiane può prevedere dei costi. Se usato esclusivamente per tenere in portafogli dei Titoli di Stato italiani il costo è di 10€ a semestre, mentre con qualsiasi altra tipologia di titoli la commissione semestrale diventa di 15€.

Tutte le altre informazioni riguardo le commissioni di trading BancoPosta e gli altri servizi finanziari sono consultabili nella Scheda condizioni economiche sul sito di Poste Italiane.

Costi trading Poste Italiane: il confronto con broker e banche

Se non conosci ancora bene il trading online è necessario porre a confronto le condizioni di trading imposte anche dagli altri intermediari per valutare la convenienza del servizio di investimenti BancoPosta.

Nella seguente tabella puoi paragonare le commissioni del broker eToro, il conto di trading bancario Fineco e la piattaforma di trading di Poste Italiane:

CONTO TRADING BROKER CONTO TRADING FINECO CONTO TRADING POSTE
Azioni (Italia) spread variabili da 2,95€ a 19€ 0,18%
Azioni Europa spread variabili, 0 commissioni da 2,95€ a 19€ da 17€
Azioni USA spread variabili, 0 commissioni da 3,95$ a 12,95$ NON disponibili
ETF spread variabili da 2,95€ a 19€ 0,18%
CFD (criptovalute, materie prime, azioni, ETF, indici) 0% commissioni + spread 0% commissioni + spread NON disponibili
Valute Forex 0% commissioni + spread da 1 pip (EUR/USD) NON disponibili
Gestione conto da 0€ da 3,95€ / mese da 0€
PIATTAFORMA conto trading conto trading banca conto trading poste

Dal confronto emerge che il trading online di Poste è uno dei più costosi e carenti, specie se messo a confronto con un broker online. Questi sono proprio i punti deboli che rendono il servizio BancoPosta poco popolare e di nicchia, come approfondiremo nel prossimo paragrafo.

Leggi pure
Conto Trading Online: meglio un broker o una banca? Come e dove aprire un conto trading

Trading Bancoposta: Opinioni

Le opinioni sul conto di trading online di Poste Italiane non sono proprio lusinghiere. Eppure, il servizio non è del tutto da buttare: vediamo i pro e i contro della piattaforma BancoPosta.

PROCONTRO
Broker italiano, sicuroCommissioni elevate
Titoli di Stato e IPOMancano azioni e ETF di USA, Asia e UK, indici, materie prime, forex e criptovalute
Formazione gratuitaNessun conto demo
Sostituto d’impostaApertura conto complicata

Il trading di Poste non funziona? Opinioni negative

Spendere decine di euro al mese per investire in borsa non è il massimo della convenienza. Per questo il conto di trading online BancoPosta non attrae particolarmente i trader, che al contrario hanno bisogno di aprire e chiudere più posizioni in giornata senza dover pagare delle commissioni.

A ben guardare non si tratta dell’unico problema. Per accedere alla piattaforma di trading BancoPosta, infatti, è necessario aprire un conto corrente postale in un ufficio postale, attivare il servizio di internet banking (che ha un suo canone mensile) e firmare le pratiche per aprire un deposito titoli.

Non proprio il massimo della semplicità e dell’immediatezza, insomma. Per fare un confronto, i broker online ti permettono di aprire un conto di trading demo in meno di 5 minuti. Fai tutto online e soprattutto potrai iniziare da un account di prova, molto utile per un investitore principiante.

Oltre a essere macchinoso e non offrire il conto di pratica, il trading online di Poste è troppo carente rispetto al panorama di strumenti finanziari disponibili sul mercato. BancoPosta non offre la maggior parte delle azioni americane, UK, spagnole, asiatiche, non permette di fare forex trading né di investire in criptovalute. Infine, non ha né materie prime né indici di borsa.

Vantaggi del trading online Poste Italiane

Guardiamo all’altra faccia della medaglia, e cioè agli aspetti positivi che possiede il trading online di Poste Italiane.

Il primo è l’aspetto della sicurezza: il settore del trading è pieno di piattaforme di trading truffa, e negoziare con un broker come Poste Italiane può dare delle forti garanzie di affidabilità in questo senso.

Poste Italiane inoltre permette di investire in BTP e altri Titoli di Stato, di partecipare alle IPO e di comprare un ampio ventaglio di obbligazioni. Questo è uno dei vantaggi maggiori rispetto ai broker market maker, che invece puntano sugli asset più scambiati.

Un aspetto da sottolineare è che la piattaforma di trading BancoPosta offre anche della formazione ai propri utenti, aiutandoli a comprendere meglio il funzionamento degli strumenti finanziari e l’andamento dei mercati.

Infine l’aspetto fiscale. Grazie al regime fiscale amministrato, il servizio di trading online di Poste ti permette di non pensare al pagamento delle tasse sul trading. Sarà il broker a fare i conteggi e trattenere le eventuali imposte sui proventi (12,50% sui titoli di Stato e 26% su azioni e similari).

Trading online Poste: le Alternative

Il conto trading di Poste Italiane può essere una soluzione percorribile per chi possiede da molti anni un conto corrente postale e vorrebbe iniziare a investire online senza uscire dal mondo BancoPosta. Per tutti gli altri esistono alternative molto più efficienti, complete e meno costose.

La seguente tabella mostra i migliori broker di trading online sul mercato, regolamentati e scelti da una grossa platea di trader nel mondo. Permettono di aprire un conto di trading in pochi minuti, sfruttare l’account demo, operare su tutte le borse internazionali e a zero commissioni (pagando solo gli spread per la negoziazione o per le posizioni overnight sui CFD).

Broker Caratteristiche Apri Conto Demo
broker trading
  • Conto Demo Gratuito
  • Copia i migliori trader!
  • Licenza CySec
conto demo
Leggi la Recensione
broker trading
  • Conto Demo Gratuito
  • 100 € Deposito minimo
  • Licenza CySec
conto demo
Leggi la Recensione
broker trading
  • Conto Demo Gratuito
  • Forex CFD / Criptovalute
  • Licenza CySec
conto demo
Leggi la Recensione
iqoption trading
  • Conto Demo Gratuito
  • Trading da 10 €!
  • Licenza CySec
conto demo
Leggi la Recensione

Cerchi un broker che come la piattaforma BancoPosta ti aiuti a gestire meglio la questione fiscale? Per questa esigenza puoi provare anche DEGIRO, che ti mette a disposizione un modello precompilato per pagare le tasse sul trading con più facilità (ma dovrai pagare commissioni più alte rispetto ai broker in tabella).

Trading Bancoposta – Domande Frequenti

Il servizio di trading online di Poste funziona?

La piattaforma trading di BancoPosta ti offre l’accesso completo sul mercato azionario italiano e su alcuni mercati europei. Di base funziona ed è affidabile, ma esistono soluzioni molto più complete, efficienti e soprattutto economiche. Scopri quali.

Quali sono le opinioni sul trading con Poste Italiane?

Le criticità del trading con Poste Italiane riguardano le commissioni salate e la scarsa scelta di strumenti finanziari a disposizione. Guarda il confronto tra Poste, broker e banche per farti un’idea più chiara.

Quali requisiti servono per comprare e vendere azioni con Poste Italiane?

Prima di accedere alla piattaforma di trading BancoPosta dovrai aprire un conto corrente postale con determinate caratteristiche (leggi l’articolo per scoprire di più) e possedere un deposito titoli.

Trading Poste Italiane: Recensione Finaria
  • Apertura conto
  • Piattaforma e strumenti
  • Costi e commissioni
  • Sicurezza e affidabilità
3.5

Opinioni finali

Fare trading con Poste Italiane è una soluzione consigliata solo ai possessori di un conto corrente postale intenzionati a negoziare sui mercati con lo stesso intermediario. La piattaforma garantisce sicurezza e affidabilità, agisce da sostituto d’imposta per il pagamento delle tasse sul trading e offre l’accesso a molti strumenti presenti in Borsa Italiana anche di nicchia. Inoltre permette di comprare Titoli di Stato in completa autonomia, senza recarsi in banca. Rispetto agli altri intermediari, però, il conto di trading online offerto da Poste Italiane applica commissioni salate, pone condizioni stringenti per l’apertura (essere correntisti, aprire un deposito titoli, attivare l’internet banking) e non offre una scelta così ampia di strumenti finanziaria come invece fanno gli altri broker online.

condividi l'articolo sui social

Lascia un Commento

avatar

LIMITAZIONI DI RESPONSABILITA'

Su Finaria.it riportiamo informazioni e analisi su Investimenti e Trading azionario, è bene ricordare ai nostri visitatori che il Forex Trading comporta un elevato livello di rischio e può non essere adatto a tutti gli investitori. Prima di effettuare una registrazione o di cominciare a fare trading online con il forex o attraverso i broker di CFD, si prega di approfondire tutti i rischi associati a questa attività. Tutte le informazioni che troverete su Finaria.it sono pubblicate solo per scopi informativi. Noi non diamo assolutamente alcuna garanzia riguardo la precisione e l'affidabilità di queste informazioni. Qualsiasi azione prenderete sulla base delle informazioni fornite dal nostro sito è rigorosamente a vostro rischio e pericolo e lo staff di Finaria non sarà responsabile di eventuali perdite e / o danni in relazione all'uso delle informazioni o notizie fornite dal nostro sito web.


DIRITTO D'AUTORE

Tutti i contenuti testuali su Finaria sono protetti da copyright e dalle leggi sulla proprietà intellettuale. L'utente non può riprodurre, distribuire, pubblicare o trasmettere qualsiasi contenuto, frase, immagine senza indicare il sito web www.finaria.it come fonte. Finaria non rivendica il copyright sulle immagini usate sul sito web, tra cui loghi, immagini e illustrazioni varie.