Guida Veloce: Come guadagnare con il Forex Online

Il mercato opera con il sistema della marginazione (leva finanziaria), per cui il singolo investitore impegna solo una frazione dell’intera somma investita e il restante lo mette la banca o il broker a cui ci si è affidati.

Se, ad esempio, si investono mille euro e la banca offre una leva di 1:100, la cifra finale investita sarà cento volte il capitale iniziale. Proprio questo effetto leva, che amplifica i guadagni ma anche le perdite, dev’essere tenuto sotto controllo.

Diffidate dei broker che offrono margini troppo alti, perché, nel caso di fallimento dell’investimento, questi molto probabilmente vi costringeranno a chiudere la vostra posizione, in perdita.

Ma uno dei principi base del Forex, che ne ha determinato lo straordinario successo anche tra i singoli investitori, è che non si può perdere più di ciò che si è guadagnato, mentre le possibilità di guadagno, per coloro in grado di gestire bene il proprio account, sono teoricamente illimitate.

Il Forex, però, oltre a essere il più grande mercato del mondo, è anche quello più fluttuante: ci si può ritrovare a perdere 100 euro e dieci minutidopo guadagnarne 300, se si è abili nel muovere i propri investimenti. Ma ormai esistono molte società serie e consolidate anche in questo mercato, come Alpari, Activtrades e Interbank. Molti di questi danno la possibilità di esercitarsi, prima di investire del “vero” denaro, grazie ai Demo Trading, cosa che tutti i principianti dovrebbero fare inizialmente.

Anche quando si vuole investire subito è consigliabile, almeno inizialmente, affidarsi a un trading system, che investe il denaro sul mercato in modo automatico e consente di fare trading senza essere costantemente davanti allo schermo del computer.

Per iniziare è necessario aprire un account, quasi sempre gratuito, con il broker considerato più affidabile. Questo tratterrà soltanto uno spread a ogni transazione, senza costi di gestione aggiuntivi.

Con un conto prova potrete iniziare ad impostare strategie ed effettuare le operazioni che considerate più idonee. Se guadagnate, siete pronti a fare sul serio. L’obiettivo del trading su Forex è quello di ottenere profitti e di guadagnare sfruttando le oscillazioni dei prezzi e delle valute.

Oggi il 90% delle operazioni sul mercato Forex hanno carattere esclusivamente speculativo, ciò lo rende un mercato estremamente “liquido” e fluttuante. Per avere successo sul mercato dei Forex è necessario essere sempre aggiornati sull’attualità mondiale, in particolare quella finanziaria. Ogni avvenimento può influenzare i valori delle valute e degli indici che si possono realizzare con Forex. La capacità di anticipare le fluttuazioni del mercato dei cambi e alla base dei vostri futuri guadagni. (Le condizioni economiche)

Leggi pure
Condizioni economiche della valuta

Investire con il Forex può garantire lauti guadagni, ma anche generare grosse perdite, quindi è necessario capire bene i meccanismi prima di cimentarsi “seriamente” e cercare di utilizzare solo quei soldi che si possono “facilmente” perdere, senza esagerare con gli investimenti. Anche con piccole cifre si possono fare buoni affari.

Cos’è il Forex

Si tratta del più importante mercato finanziario del pianeta, in cui, 24 ore su 24, compratori e venditori da ogni parte del mondo si incontrano per scambiarsi valuta (coppia di valute).

Fino a qualche tempo fa questo mercato era riservato solo a soggetti istituzionali, come banche, governi, multinazionali, mentre oggi possono partecipare anche i singoli consumatori (trader detail), ma solo attraverso intermediari specializzati.

Ciò che anni fece la fortuna di Soros, magnate americano mega miliardario, è ora possibile anche per il piccolo investitore. Il mercato Forex nasce da una necessità: tutti gli scambi tra paesi devono necessariamente passare dall’acquisto e dalla vendita di valuta.

Ma negli ultimi anni è cresciuto il ruolo della speculazione, dato che ormai quasi il 90% delle transazioni sul mercato sono di natura speculativa. Il Forex è un mercato “Over The Counter” (O.T.C.), cioè non ha sede in un luogo fisico. Gli scambi avvengono solo in modo telematico, tramite internet o telefono. Dalla domenica al venerdì notte, ininterrottamente, banche e broker possono speculare sulle fluttuazioni dei cambi.

A causa dei continui avvenimenti in tutto il mondo, il valore di una valuta cambia repentinamente rispetto alle altre. Per guadagnarci è necessario anticipare questi spostamenti.

Il Foreign Exchange consiste quindi nel simultaneo acquisto di una moneta e vendita di un’altra, approfittando di tassi di cambio flessibili. Le valute maggiormente scambiate sono quelle dei paesi più stabili, con bassa inflazione, e con bassi rischi di improvvise svalutazioni. Uno dei motivi principali per cui l’Italia è entrata nell’area euro era proprio data dalla necessità di abbandonare la Lira, considerata ormai inaffidabile dai mercati mondiali.

Si è evitata la catastrofe, stile Argentina, ma ancora oggi il nostro paese, al riparo dalle speculazioni monetarie, paga interessi più alti rispetto agli altri paesi dall’area Europea, a causa della devastante condizione dei suoi conti pubblici.

Leggi pure
Migliori Broker Trading Online del 2017

Grazie alle società di intermediazione, banche e broker, anche noi singoli risparmiatori possiamo inserirci in questo mercato. Queste società comprano e vendono ordini in base alle decisioni dei trader.

Questo mercato può garantire grossi guadagni, ma anche la perdita molto veloce del capitale investito, quindi è necessario informarsi bene prima di investire i propri risparmi. Ogni operazione sul mercato Forex, sia di vendita che di acquisto, è un contratto tra il trader, che può anche essere un singolo investitore, e il market maker.

Strumenti e Terminologia nel Forex Trading

Dopo aver scoperto come trovare il forex broker più adatto alle proprie necessità, sarà importante conoscere la terminologia pratica con la quale faremo i conti tutti i giorni.

Non conoscerla significa essere tagliato fuori dagli scambi e dagli investimenti che si svolgono all’interno del mercato FX. Ah, giusto, con FX si intende ovviamente ForeX. Sarà bene dunque rimboccarsi le maniche e iniziare ad apprendere tutti i termini che si dimostrano per altro particolarmente semplici da memorizzare.

Chiaramente in questo articolo non daremo una panoramica completa della terminologia forex ma ci avvicineremo ai concetti più importanti utili per iniziare la carriere da investitore.

Il concetto con il quale è importante familiarizzare da subito è quello del Long e dello Short. Si tratta grossomodo delle uniche due operazioni disponibili relative a qualsiasi coppia di valute tradata nel mercato Forex.

L’esempio classico è quello della valuta EUR/USD che come già abbiamo accennato rappresenta il cambio fra euro e dollari americani.

Cosa significano Short e Long

Andare in long significherà acquistare la prima valuta della coppia e vendere in contemporanea la seconda, andare in short significherà al contrario vendere la prima valuta e acquistare la seconda della coppia.

Il concetto è alquanto semplice, un po’ meno comprendere nel reale come comportarsi. Facciamo un esempio pratico tanto per chiarirci.

Nel caso in cui le analisi di mercato prevedano un prossimo potenziamento dell’Euro, l’azione più logica sarà quella di acquistare euro no? In quel caso andremo in long in attesa del futuro rafforzamento della valuta.

Nel caso in cui invece le analisi parlino di un probabile rafforzamento del dollaro americano sarà ovvio vendere euro e comprare dollari. Andremo dunque in short sulla coppia EUR/USD presa come esempio.

Leggi pure
Margine ed effetto leva

Compreso questo sarà più semplice inoltrarci in questo mercato, in fondo long e short sono le due azioni che consentiranno all’investitore di speculare e dunque guadagnare sulla compravendita di valute.

Lo Spread.

Anche in questo caso il concetto sembrerà difficile, ma solo ad esordio. Per dirla semplice:

lo spread è la differenza esistente fra il prezzo di acquisto e quello di vendita di una determinata coppia.

Aprendo una posizione infatti si noterà che questa non si troverà in una posizione di pareggio, come ci si aspetterebbe, ma in realtà sarà qualche pip sotto il prezzo di acquisto.

Quindi se avessimo la possibilità di chiudere immediatamente la posizione in questione ci troveremmo con una piccola perdita. Si tratta appunto dello spread.

Tutto questo sarà ancora più chiaro osservando i valori di bid, il costo di acquisto e di ask, il prezzo di vendita di una determinata valuta. Questi non saranno mai identici.

Cos’è il Pip?

Chiariamo immediatamente di cosa parliamo quando ci riferiamo al Pip già nominato: è quella leggerissima variazione possibile presente nel tasso di cambio di due valute in coppia.

Il Pip è la più piccola oscillazione che i prezzi in movimento possono fare. Per operare bene sul mercato dei forex bisogna essere in grado di calcolare le proprie perdite e i propri guadagni in seguito a un investimento.
Anche in questo il sistema del Foreign Exchange è molto semplice: dipende dalla posizione aperta e dal numero dei pips persi o guadagnati.

Stop loss e Take Profit

Infine chiudiamo il discorso con lo stop loss e il take profit, due strumenti che è bene imparare a maneggiare con destrezza. Questi salveranno il vostro patrimonio quando deciderete di investire su mercati particolarmente volubili o quando non potrete stare davanti alla vostra postazione di forex trader.

Con lo stop loss è possibile impostare un margine di perdita raggiunto il quale la posizione verrà chiusa direttamente dalla piattaforma. Impostate questo livello e ricordatevi di non cambiarlo, potrebbe essere la vostra fortuna.

Diverso il take profit, seppure concettualmente molto simile allo stop loss. Lo strumento imposterà un margine di guadagno raggiunto il quale l’operazione verrà chiusa. Questo permetterà all’investitore di incassare quanto si era prefissato e di concentrarsi su altre posizioni.

Commenta per primo questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LIMITAZIONI DI RESPONSABILITA'

Su Finaria.it parliamo spesso di Investimenti azionari e di Forex Trading, è bene ricordare ai nostri visitatori che il Forex Trading comporta un elevato livello di rischio e può non essere adatto a tutti gli investitori. Prima di effettuare una registrazione o di cominciare a fare trading online con il forex o attraverso i broker di CFD, si prega di approfondire tutti i rischi associati a questa attività. Tutte le informazioni che troverete su Finaria.it sono pubblicate solo per scopi informativi. Noi non diamo assolutamente alcuna garanzia riguardo la precisione e l'affidabilità di queste informazioni. Qualsiasi azione prenderete sulla base delle informazioni fornite dal nostro sito è rigorosamente a vostro rischio e pericolo e lo staff di Finaria non sarà responsabile di eventuali perdite e / o danni in relazione all'uso delle informazioni o notizie fornite dal nostro sito web.


DIRITTO D'AUTORE

Tutti i contenuti testuali su Finaria sono protetti da copyright e dalle leggi sulla proprietà intellettuale. L'utente non può riprodurre, distribuire, pubblicare o trasmettere qualsiasi contenuto, frase, immagine senza indicare il sito web www.finaria.it come fonte. Finaria non rivendica il copyright sulle immagini usate sul sito web, tra cui loghi, immagini e illustrazioni varie.