Nextdoor IPO: Come investire e comprare azioni?

Guida completa all'IPO Nextdoor. Scopri l'analisi sulla società, le previsioni ed il suo potenziale lancio in Borsa.

Fra le quotazioni in Borsa più attese del 2021 vi è sicuramente l’IPO di Nextdoor, che secondo molti analisti potrebbe arrivare proprio durante quest’anno. Si tratta di una società americana, partita da piccolissime dimensioni ed arrivata ad una valutazione da miliardi di dollari.

Il suo scopo primario è quello di mettere a disposizione della collettività una piattaforma innovativa, che permette l’integrazione e la comunicazione fra le persone. Tutto ciò, tuttavia, in uno spazio delimitato, in modo da poter comunicare solamente con i propri vicini di casa ed il proprio quartiere.

L’applicazione ha generato tanto interesse nel corso degli ultimi anni, subendo sviluppi a dir poco impressionanti. In molti hanno iniziato a chiedersi se fosse possibile comprare azioni Nextdoor e quali strumenti utilizzare. Nell’attesa che anche l'IPO Nextdoor venga conclusa, è quindi importante tenere a mente tutti i principali sistemi per poter investire su titoli azionari.

Nel nostro approfondimento scopriremo la società, la sua crescita, i principali dati finanziari e molto altro, mettendo allo stesso tempo a disposizione una lista con i migliori broker online, come eToro, per poter negoziare sulle novità che vi si presentano in Borsa.

Anche se alla data di redazione di questo articolo eToro non permette di investire in azioni di questa azienda, resta per noi il miglior broker. Per cui vale la pena controllare se abbiano aggiornato il loro listino, cosa che viene fatta settimanalmente.

  • Registrati a eToro seguendo questo link;
  • Deposita il denaro sul tuo account di trading;
  • Fai pratica con il tuo conto demo;
  • Cerca fra gli strumenti titoli tecnologici o di tuo interesse, prova il copy trading e le altre funzionalità;
  • Seleziona l'importo, imposta stop loss ed attua la tua strategia.

Nextdoor: Profilo società

Nextdoor

Contrariamente da quanto si pensi, la storia di Nextdoor inizia da lontano, precisamente nel 2008. All’epoca le grandi realtà tecnologiche ed i primi social network stavano lentamente cercando di farsi strada fra le persone.

A credere nel progetto fu un team di esperti ed appassionati di tecnologia. Fra i nomi è possibile ricordare David Wiesen, Nirav Tolia, Sarah Leary e Parakash Janakiraman. Durante i primi anni il team di sviluppo passò buona parte del tempo ad affinare la propria piattaforma e le proprie strategie.

Nextdoor può essere considerato un social network a tutti gli effetti, con delle regole ben precise, volte ad agevolare la comunicazione all’interno di un quartiere. Per fare ciò, la società ha dovuto inserire linee guida e sistemi di controllo.

nextdoor come funziona

Per adattarsi alle nuove regolamentazioni in materia di privacy, la società ha inserito nuove politiche per la tutela dei dati dei propri utenti. La stessa ha da sempre cercato di spingere gli stessi ad utilizzare i propri nomi reali, a discapito di username, per rendere ancora più marcati i concetti di vicinanza, di realtà e di fiducia reciproca.

Ogni comportamento illecito o dannoso per la comunità viene moderato internamente dalla piattaforma.

A permettere la crescita di Nextdoor troviamo numerosi finanziamenti ottenuti nel corso degli anni. In modo particolare è possibile ricordare ben 9 round, volti alla raccolta del cosiddetto capitale di rischio. I finanziamenti raccolti hanno raggiunto la soglia dei 450 milioni di dollari, portando nel corso degli anni la valutazione post raccolta a crescere in modo esponenziale.

Fra i partecipanti ricordiamo SharesPost, Comcast Ventures, IVP, Hercules Capital e molti altri. La stessa stima, partita nel 2017 da un valore di circa 1,5 miliardi di dollari, è cresciuta nel 2019 (con uno degli ultimi round di raccolta) a circa 2 miliardi.

IPO Nextdoor: informazioni utili

Nella tabella qui in basso trovi alcune informazioni fondamentali su Nextdoor.

Anno di fondazione2011
Sede legaleSan Francisco
Valore di mercato2-4 miliardi di $
CEOSarah Friar
Data IPO2021
SettoreSocial network

Nextdoor IPO

Nonostante le attese di molti, ad oggi non esiste ancora una data certa in merito all’IPO di Nextdoor. Le informazioni trapelate nel 2020, nei riguardi di un presunto lancio all’interno della Borsa, avevano creato notevoli interessi e dibattiti fra appassionati ed investitori.

Ulteriori notizie, avevano successivamente fatto temere un ripensamento sulla presunta offerta pubblica iniziale ed un successivo slittamento nel futuro. Nonostante ciò, molti esperti ipotizzano un lancio delle azioni Nextdoor proprio durante il 2021, definito già da molti come anno delle nuove quotazioni tecnologiche ed innovative.

Il processo di offerta pubblica iniziale è sicuramente uno dei più delicati da dover affrontare per un’azienda, soprattutto se di carattere internazionale come Nextdoor. È quindi doveroso effettuare tutti gli step in modo graduale, ponderando con cura ogni minimo dettaglio.

Ciò che potrebbe spingere la società a proporre una propria quotazione nel giro di pochi mesi, potrebbe essere il lancio di altrettante società tecnologiche, le cui IPO sono già in dirittura d’arrivo.

Nel corso dei prossimi mesi sarà importante restare aggiornati su due fronti. Da una parte sulle dichiarazioni della stessa società, in questo caso ufficiali e con data certa, e dall’altra sui documenti e stampe che ufficializzeranno l’offerta al pubblico iniziale.

In merito alla valutazione degli esperti, che ricordiamo nel 2019 fosse fissata attorno ai 2 miliardi di dollari, è importante tenere a mente come anche nel corso del 2020 e degli inizi del 2021 Nextdoor abbia continuato a proporre i propri servizi e ad incrementare la propria quota di mercato. Tutto ciò ha portato gli stessi analisti a portare la valutazione fra i 2 e i 4 miliardi di dollari pre IPO.

Comprare azioni Nextdoor conviene?

Nextdoor Servizi

Come evinto in precedenza, la valutazione di Nextdoor ha subito crescite parallele all’aumentare dei capitali di finanziamento ottenuti da grandi investitori mondiali. Sempre più operatori hanno quindi iniziato a credere nel progetto, che di contro ha mostrato aumenti di iscrizioni e sviluppi sulla propria quota di mercato.

In vista dell'offerta pubblica iniziale di Nextdoor, viene spontaneo chiedersi se conviene comprare azioni della società. Varrà la pena?

Nonostante il territorio di lancio sia stato quello americano, la piattaforma ha infatti lentamente iniziato ad espandersi a macchia d’olio, comprendo numerose nazioni. Anche l’Unione Europe ha accettato la piattaforma, mostrando risultati positivi in molti Stati UE. Nextdoor è presente anche in Italia, dove risulta controllata da un centro gestionale costantemente rapportato con il principale quartier generale.

Gli sviluppi di Nextdoor nel corso degli ultimi tempi possono allacciarsi in modo parallelo al difficile periodo portato dal virus Covid 19. Le pesanti chiusure e restrizioni, hanno generato in molti la voglia di allacciare rapporti nelle vicinanze della propria abitazione, creando comunità solide e che potessero in qualche modo aiutarsi a vicenda.

In tutto ciò Nextdoor ha giocato un ruolo fondamentale, proponendo sistemi di comunicazione rapidi, ma soprattutto portando valore aggiunto non solo fra persone fisiche ma anche attività commerciali.

Come guadagna Nextdoor?

Per comprendere a pieno gli introiti della società, è possibile partire dal modello di business utilizzato. Come esposto in precedenza, la piattaforma mette in comunicazione non solo persone fisiche, ma anche attività commerciali e negozi. Tutto ciò mantenendo la mission della società, ossia di collegare utenti siti all’intero dello stesso quartiere.

Al momento della registrazione è infatti possibile decidere di registrarsi come singolo utente (anche libero professionista) o come attività commerciale (in riferimento al proprio negozio). In tutto ciò Nextdoor trae profitto da 3 attività primarie:

  • Sponsorizzazioni locali: ogni singola attività commerciale iscritta all’interno della piattaforma ha la possibilità di comprare pacchetti promozionali per pubblicizzare i propri beni o la propria attività nelle zone limitrofe alla propria locazione.
  • Promozione di servizi nei quartieri: in questo caso, attività specifiche, come nel settore immobiliare, possono sfruttare le potenzialità della rete, attuando strategie pubblicitarie mirate in base al CAP ed ai quartieri di interesse (funzione disponibile solo negli USA).
  • Pubblicità: come ogni grande piattaforma, anche Nextdoor pubblicizza grandi brand nazionali all’interno della piattaforma.

Azioni Nextdoor: Previsioni

Nextdoor App

Nel corso degli ultimi anni Nextdoor ha mostrato crescite importanti sotto l’aspetto delle iscrizioni. In modo particolare, partita da poche centinaia di agglomerati, ha finito ad oggi per ottenere oltre 240.000 quartieri registrati.

Fra questi, solamente in Italia, se ne contano oltre 2500, nonostante il servizio sia arrivato in una fase successiva.

Il lancio dell’applicazione Nextdoor ha di certo contribuito ad accrescere il potenziale della società, che in questo modo permette agli utenti di svolgere tutto tramite il proprio smartphone in modo rapido, controllato ed istantaneo.

Contrariamente dalla concorrenza, Nextdoor può contare su un elemento distintivo, che è proprio quello dell’unicità.

Contrariamente da quanto si possa pensare, l’obiettivo della compagnia è quello di uscire dagli schemi dei social tradizionali (accusati molto spesso di non favorire rapporti reali), spingendo utenti a rapportarsi con il quartiere e sostenere le piccole attività della zona e non soltanto acquistare online.

Tutto ciò ha iniziato a generare interesse ed a piacere molto alla collettività. Sempre più attività commerciali hanno iniziato ad iscriversi intuendo le potenzialità del servizio, ed ora più che mai Nextdoor punta proprio su professionisti e negozi.

Le stesse potenzialità hanno spinto molti ad effettuare analisi sulla prossima IPO di Nextdoor, che potrebbe rappresentare per la società un nuovo traguardo importante, ma allo stesso tempo un punto di partenza per migliorare ed estendersi maggiormente.

Nell’ottica del lungo periodo, un ruolo fondamentale verrà giocato anche dalle numerose partnership avviate dal gruppo con società colossali. Una delle ultime ha visto una collaborazione continuativa con H&R Block, attinente progetti sulle comunità locali.

In un futuro, sempre più società potrebbero decidere di utilizzare la piattaforma Nextdoor per agevolare i propri progetti e business di riferimento.

Nextdoor: Analisi sulla concorrenza

Un ultimo aspetto da poter tenere a mente attiene l’analisi concorrenziale. Come esposto in precedenza, Nextdoor può ad oggi contare sul vantaggio dell’unicità. Nonostante ciò, molti altri social network o piattaforme similari, reduce anche le difficoltà del Coronavirus, hanno iniziato a proporre sistemi per connettersi con persone nelle vicinanze.

  • Facebook: rappresenta sicuramente il social network per eccellenza. Attraverso le sue diverse funzionalità, fra le quali anche i mercatini per l’usato, la sezione per cercare e proporre lavoro, o quella per creare delle pagine di un quartiere o di una comunità, Facebook compete in modo diretto con Nextdoor.
  • Telegram: nonostante venga considerata prettamente un’applicazione di messaggistica, ha inserito una particolare funzione per individuare utenti nelle vicinanze. Il meccanismo è molto semplice e sfrutta semplicemente la localizzazione del proprio smartphone per individuare persone nello stesso quartiere. Può quindi considerarsi un rivale di Nextdoor.
  • Nebenad: viene ad oggi considerato il principale competitors di Nextdoor. Il funzionamento è molto simile a quello della piattaforma oggi esposta, permettendo a tutti di connettersi con il proprio quartiere, cercando di migliorarlo e di promuoverlo.

Come comprare azioni Nextdoor

La presunta quotazione delle azioni Nextdoor in Borsa, dopo il processo di offerta pubblica iniziale, ha generato in molti una domanda: come comprare azioni Nextdoor? Nell’attesa che le stesse vengano rese pubbliche, è quindi importante conoscere in modo preliminare i sistemi presenti al giorno d’oggi.

Quello più rapido, privo di pesanti costi di commissione fissi ed effettuabile in modo completamente autonomo, attiene l’uso dei broker online. Gli stessi permettono di accedere ai mercati, semplicemente tramite un computer o un’applicazione per dispositivi mobili.

In questo modo risulta possibile negoziare su titoli di nuova emissione, avendo altresì la possibilità di sfruttare, qualora il broker lo permetta, anche la presenza di strumenti derivati (CFD).

I broker più importanti aggiornano costantemente i propri listini, aggiungendo titoli rilevanti di nuova emissione in modo rapido. Nell’attesa, si ha sempre la possibilità di negoziare su titoli tecnologici già presenti in Borsa, inseriti anche nello stesso settore di Nextdoor, come ad esempio Facebook, Snapchat e così via.

Uno dei broker più completi sotto questi punti di vista è eToro, conosciuto ed utilizzato in tutto il mondo. In alternativa, ecco altre piattaforme regolamentate ed efficienti.

BrokerCaratteristicheApri Conto Demo
broker trading
  • Conto Demo Gratuito
  • Copia i migliori trader!
  • Licenza CySec
conto demo
Leggi la Recensione

75% of retail CFD accounts lose money

broker trading
  • Forex, CFD & Crypto
  • Piattaforma trading Desktop e Mobile
  • Licenza CySec, FCA
conto demo
Leggi la Recensione
broker trading
  • Conto Demo Gratuito
  • Piattaforma trading facile
  • Licenza CySec, FCA
conto demo
Leggi la Recensione
broker trading
  • No Min. Deposito
  • Piattaforma di trading avanzata
  • Licenza CySec, FCA e KNF
conto demo
Leggi la Recensione
broker trading
  • Conto Demo Gratuito
  • 100 € Deposito minimo
  • Licenza CySec
conto demo
Leggi la Recensione

76,5% of retail CFD lose money

broker trading
  • Conto Demo Gratuito
  • Forex CFD / Criptovalute
  • Licenza CySec
conto demo
Leggi la Recensione
broker trading
  • Conto Demo Gratuito
  • Forex CFD / Criptovalute
  • Licenza CySec
conto demo
Leggi la Recensione

eToro per negoziare sui titoli azionari

eToro Broker

Il broker eToro è conosciuto non solo per offrire ai propri utenti una piattaforma semplice da utilizzare, rapida e di facile intuizione, ma anche per i tanti servizi messi a disposizione. Il numero elevato di strumenti di negoziazione, fra i quali anche titoli azionari, viene aggiornato con costanza ed attenzione.

Oltre a poter negoziare in modalità personale, tramite le opzioni di investimento, risulta possibile fare affidamento sul meccanismo automatico del Copy Trading. Attiene semplicemente una funzione rivoluzionaria, che permette a tutti gli iscritti di copiare le strategie operative dei migliori investitori presenti sul broker.

Uno dei principali punti di forza di eToro è sicuramente l’assenza di commissioni fisse (si ricordano bassissimi spread). Oltre ciò, in qualsiasi momento, è possibile passare dalla modalità reale alla modalità demo, che a sua volta permette di provare nuove strategie, o di accrescere le proprie competenze pratiche senza correre alcun rischio diretto.

Nextdoor IPO – Domande frequenti

Quando è attesa l’IPO di Nextdoor?

Durante i primi mesi del 2021 non sono ancora trapelate informazioni certe e dettagliate sull’IPO Nextdoor. Nonostante ciò, sono in molti ad ipotizzare un lancio delle azioni Nextdoor in Borsa nel corso del 2021, con una delle offerte pubbliche iniziali più seguite degli ultimi tempi.

Come comprare azioni Nextdoor?

Il sistema più rapido per poter comprare azioni Nextdoor riguarda l’attesa della sua IPO (con successivo inserimento delle azioni all’interno di uno dei principali indici di Borsa nazionali) e l’utilizzo di piattaforme di negoziazione online, messe a disposizione da broker professionali.

Dove comprare azioni Nextdoor?

Qualora il processo di IPO di Nextdoor giunga a compimento, i migliori broker online implementeranno nei propri listìni il titolo della società, dando così la possibilità di poter negoziare sullo stesso. Nella nostra guida abbiamo esposto i migliori broker, che aggiornano costantemente i propri database con nuove proposte ed assets di nuova immissione.

condividi l'articolo sui social

Commenta per primo questo articolo

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LIMITAZIONI DI RESPONSABILITA'

    I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Tutte le informazioni che troverete su Finaria.it sono pubblicate solo per scopi informativi. Noi non diamo assolutamente alcuna garanzia riguardo la precisione e l'affidabilità di queste informazioni. Qualsiasi azione prenderete sulla base delle informazioni fornite dal nostro sito è rigorosamente a vostro rischio e pericolo e lo staff di Finaria non sarà responsabile di eventuali perdite e/o danni in relazione all'uso delle informazioni o notizie fornite dal nostro sito web.


    DIRITTO D'AUTORE

    Tutti i contenuti testuali su Finaria sono protetti da copyright e dalle leggi sulla proprietà intellettuale. L'utente non può riprodurre, distribuire, pubblicare o trasmettere qualsiasi contenuto, frase, immagine senza indicare il sito web www.finaria.it come fonte. Finaria non rivendica il copyright sulle immagini usate sul sito web, tra cui loghi, immagini e illustrazioni varie.