Comprare Polkadot: Conviene? Come e Dove investire sulla Criptovaluta

Cos'è Polkadot, la blockchain che spaventa Ethereum (e le altre DeFi). Come funziona, quanto vale e come investire sul token DOT

Sin dalla nascita (oltre 4 anni fa) la blockchain Polkadot è rimasta un po' sotto i radar. Ma da quando il suo token nativo DOT è balzato silenziosamente tra le prime 5 criptovalute per capitalizzazione di mercato tutti non fanno altro che parlare di questa valuta rivoluzionaria.

polkadot coinmarketcap
Classifica Coinmarketcap – Top 5 delle criptovalute più capitalizzate

In molti hanno già usato parole forti per descrivere Polkadot, incluse etichette come Ethereum killer. Anche se il suo fondatore Gavin Wood insiste sul fatto che Polkadot non sia una concorrente di ETH, la realtà potrebbe essere ancora peggiore.

Polkadot infatti potrebbe scalzare non solo Ethereum, ma trasformare il mondo delle criptovalute DeFi per sempre. Qual è il segreto di tanto successo e come si può investire su Polkadot? Ecco una guida con tutto ciò che devi conoscere.

  • Registrati a Libertex seguendo questo link;
  • Fai pratica con il conto demo gratis;
  • Deposita il denaro sul tuo account di trading;
  • Cerca Polkadot (DOT) ed altre criptovalute su cui fare trading;
  • Scegli l'importo, seleziona il tuo stop loss, modifica la leva (2x o più), imposta il take profit e apri la tua posizione.

Cos'è Polkadot

polkadot crypto

Polkadot è una blockchain innovativa che punta a superare alcuni limiti delle piattaforme attualmente esistenti.

Supporta un token proprietario chiamato DOT, che per scelta è stato fissato a un numero massimo di 10 milioni di pezzi.

Dietro Polkadot oggi troviamo la Web3 Foundation, un gruppo svizzero dedito alla creazione di applicazioni web decentralizzate. Il consorzio di sviluppatori e informatici è assolutamente stimato nell'ambiente, considerato uno dei team più preparati e promettenti del settore.

polkadot network

Il progetto nasce nel 2016 da un'idea di Robert Habermeier, Peter Czaban e Gavin Wood, quest'ultimo già co-fondatore del progetto Ethereum. Perché è importante sottolinearlo? Polkadot si pone come obiettivo proprio quello di superare i limiti di ETH, attraverso due pilastri:

  • la mancanza di scalabilità;
  • l'iperspecializzazione.

Per processare molte più transazioni nell'unità di tempo senza rischiare la centralizzazione Polkadot divide la blockchain in frammenti, coordinati a loro volta da una blockchain di controllo centrale, e distribuisce le operazioni di calcolo sgravando la catena principale.

Questo evita il problema delle fork, le divisioni di chain e community che creano problemi di varia natura.

Inoltre Polkadot permette l'interoperatività, cioè permette alle varie blockchain di comunicare e interagire tra loro costruendo un ecosistema sempre più vasto.

Questo sta attirando le attenzioni su Polkadot e il suo token DOT più di ogni altra altcoin al momento, crescendo a ritmo più sostenuto di Ethereum (ETH), Cosmos (ATOM) o EOSIO (EOS). 

Ad oggi, Polkadot ha raccolto circa 200 milioni di dollari dagli investitori attraverso le vendite della sua valuta criptata DOT, il che lo rende uno dei progetti di blockchain meglio finanziati della storia.

Polkadot: Grafico in Tempo Reale

Il valore di Polkadot è aumentato considerevolmente negli ultimi mesi. In tanti stanno considerando i punti di forza della blockchain e dei suoi token DOT, scommettendo sulla crescita di valore.

Tieni presente, però, che come ogni criptovaluta anche DOT può essere altamente volatile e subire correzioni di prezzo al ribasso o al rialzo anche consistenti in pochissime ore.

Qui hai il grafico in tempo reale della quotazione di Polkadot (DOT), espressa in relazione al valore del dollaro statunitense. Cambia il tuo arco temporale per valutare l'andamento della crypto in un arco più o meno lungo.

Hai intenzione di investire sulla criptovaluta Polkadot? Puoi scegliere di fare trading online sul titolo, appoggiandoti a un broker CFD come Libertex, oppure comprare token su un exchange come CEX (che offre il token DOT)

Come funziona Polkadot

Entriamo più nel dettaglio del funzionamento di Polkadot. Come accennato, la blockchain è progettata per operare con due tipi di blocchi:

  • una blockchain principale, chiamata relay chain, il nucleo dell'ecosistema Polkadot;
  • tante blockchain create dagli utenti, chiamate parachain, tramite il framework substrate.
polkadot come funziona

Sulla relay chain gira il token DOT, si basa la governance della blockchain e avvengono i controlli di sicurezza, attraverso un meccanismo chiamato Grandpa.

Le parachain possono essere personalizzate per un numero qualsiasi di usi e alimentano la catena principale, in modo che le transazioni di parachain beneficino della stessa sicurezza della catena principale. 

Con questo design, il team Polkadot sostiene che le transazioni possono mantenersi sicure usando solo le risorse di calcolo necessarie. Gli utenti, allo stesso tempo, possono creare e personalizzare le parachain per molti progetti diversi. 

Ecosistema Polkadot

L'ecosistema di Polkadot si basa su tre tipologie di unità. Relay chain e parachain (già accennate) offrono velocità e personalizzazione, ma c'è un terzo elemento che garantisce l'interoperatività.

polkadot relay chain parachain bridges
  1. Relay chain: la principale catena a blocchi Polkadot, è il luogo in cui vengono finalizzate le transazioni. Per ottenere una maggiore velocità, la relay chain suddivide le nuove transazioni in frammenti, permettendo a Polkadot di elaborare oltre 1.000 transazioni al secondo (quanto è emerso dai test del 2020). 
  2. Parachain: sono piccole blockchain secondarie e personalizzate, che utilizzano le risorse di calcolo della relay chain per confermare l'accuratezza delle transazioni. Per creare una parachain bisogna vincolare dei token DOT, evitando la creazione inutile di sotto catene.
  3. Bridges: sono veri e propri ponti che consentono alla rete Polkadot di interagire con altre blockchain. Si stanno sviluppando tantissimi progetti per creare interconnessioni con EOS, Ethereum o Bitcoin, che permetterebbero di scambiare token senza centralizzare il processo.

Per mantenere la sua rete, la Polkadot relay chain utilizza una variante del proof-of-stake (PoS) chiamato nominated-proof-of-stake (NPoS).

Questo sistema permette a tutti i possessori di DOT che bloccano il token in un nodo di svolgere uno o più dei seguenti ruoli, necessari al suo funzionamento:  

  1. Nominators: sono nodi deputati ad assicurare la relay chain eleggendo i validators affidabili. I nominators delegano i loro validators facendo appunto staking di token DOT (immobilizzandoli sulla blockchain);
  2. Validators: convalidano le transazioni e i blocchi delle parachain. Anch'essi devono essere token holder di DOT e fare staking in maniera più consistente rispetto ai nominators. Essi partecipano anche al consenso e votano le modifiche proposte alla rete.
  3. Collators: sono i nodi che gestiscono una cronologia completa per ogni parachain e i dati aggregati delle transazioni di parachain in blocchi da aggiungere alla Relay Chain. Recuperano le transazioni dagli shard e le elaborano. Quindi producono delle proofs (prove) che vengono passate ai validators che procederanno con la validazione
  4. Fishermen: sono i pescatori, cioè coloro che monitorano la rete Polkadot e segnalano ai validators il cattivo comportamento di qualche membro della community. Le punizioni arrivano fino allo slashing, cioè la perdita dei token DOT immobilizzati sul nodo.
polkadot ruoli

Governance di Polkadot 

Polkadot è una rete che incentiva gli holder a votare nuove modifiche e far evolvere il progetto. Tre tipi di utenti Polkadot possono influenzare lo sviluppo del software:

1. Titolari di DOT. Chiunque acquisti gettoni DOT può utilizzare i propri DOT per proporre modifiche alla rete e approvare o rifiutare modifiche importanti proposte da altri. 

2. Il Consiglio. Vengono eletti dai titolari dei DOT e sono responsabili di proporre le modifiche e di determinare quali modifiche proposte dai token holder di DOT apportate al software. Le proposte dei membri del Consiglio richiedono meno voti per essere approvate rispetto a quelle dei titolari ordinari del DOT. 

3. Il Comitato Tecnico. È composto da squadre che costruiscono attivamente il Polkadot, votato dai membri del Consiglio. Il comitato può fare proposte speciali in caso di emergenza.

Polkadot o Ethereum?

Polkadot e Ethereum hanno un fondatore di alto profilo in comune, ma non solo. Negli ultimi mesi tanti hanno avanzato l'ipotesi che DOT possa minacciare la capitalizzazione di ETH e della blockchain Ethereum, portando delle migliorie davvero importanti. È così?

In effetti, Polkadot condivide con Ethereum 2.0 parecchie somiglianze, sia nel funzionamento che nel design della blockchain. Entrambe, per esempio, consentono la creazione di catene più piccole, per sfruttare meglio le risorse.

Nessuna delle due prevede il mining: entrambe preferiscono invece lo staking, cioè il vincolo di alcuni token per mantenere la rete nel pieno delle proprie funzioni.

Il vantaggio di Polkadot rispetto ad Ethereum, però, è la sua maggiore potenza di calcolo e l'enorme potenziale che la creazione di parachain e bridges può portare, come ChainX (parachain) o Darwinia, quest'ultima un bridge che si occupa proprio di interoperatività con Ethereum.

Dal suo canto, Ethereum è un progetto già ampiamente diffuso con una community di supporto molto più grande di Polkadot. Sebbene quest'ultima sia altamente promettente, Ethereum ha una posizione più solida e un'applicazione maggiore rispetto a Polkadot.

Investire sulla crypto Polkadot

Investire sulla criptovaluta Polkadot potrebbe essere una strategia vincente. Sempre più trader tengono sotto controllo DOT e la sua quotazione, aumentando i volumi di scambio e quindi anche la volatilità del prezzo.

Puoi sfruttare questo trend a tuo vantaggio facendo trading online sulla criptovaluta DOT, speculando sulle variazioni del valore intraday. Oppure puoi aggiungere in portafogli un token che in futuro potrebbe rivelarsi molto versatile.

Polkadot infatti potrebbe essere l'anello di giunzione di tante blockchain e diventare estremamente utilizzabile, anche da chi opera su altri progetti DeFi.

Se valuti di fare trading online su polkadot puoi utilizzare un broker di cfd a commissioni competitive come libertex.

Trading su Polkadot

Se mediti di negoziare Polkadot cavalcando il trend del momento allora una piattaforma di trading di criptovalute è quello che ti serve. Non una a caso, bensì un broker serio e regolamentato che ti offra il trading su DOT.

L'investimento avviene attraverso l'uso di CFD, strumenti derivati che speculano la quotazione dell'asset sottostante, come DOT di Polkadot in questo caso.

Sono pochissimi i broker che al momento propongono il trading sulla crypto di Polkadot DOT. Uno di questi è Libertex, broker regolamentato di CFD con uno dei più vasti assortimenti di criptovalute.

trading polkadot

Come fare trading online su Polkadot:

  1. Crea un account sul broker Libertex a questo link;
  2. Fai pratica con il conto demo gratis (prova a negoziare DOT);
  3. Completa la registrazione del tuo profilo;
  4. Versa il tuo denaro sul conto di trading;
  5. Fai trading su Polkadot a rialzo o al ribasso.

Qual è il vantaggio di operare con i CFD sulla criptovaluta Polkadot? Usando i derivati puoi sfruttare la volatilità di DOT a tuo favore, operando al rialzo o al ribasso.

Potrai quindi provare a guadagnare quando il valore della criptovaluta sale, ma anche se il prezzo cala (con una posizione short). Il tutto pagando commissioni più basse rispetto all'acquisto vero e proprio e senza necessità di possedere un wallet di crypto.

libertex trading polkadot

Come comprare Polkadot

Comprare Polkadot invece è un po' più complesso. Anche qui non sono tanti gli exchange a possedere criptovaluta DOT in questo momento. Puoi acquistare Polkadot su piattaforme come:

La procedura per iniziare ad acquistare DOT su qualsiasi exchange è più o meno la seguente:

  1. Iscriviti all'exchange: inserisci un indirizzo e-mail valido, crea un nuovo nome utente e imposta una password per proteggere il tuo account;
  2. Verifica il tuo conto: fornisci dati personali e ulteriori documenti per controllare che sia effettivamente tu a eseguire le transazioni su Polkadot e altre criptovalute;
  3. Deposita la valuta fiat: versa euro, dollari o altre valute per convertirle poi in crypto, a seconda dei tuoi obiettivi di investimento;
  4. Procurati un wallet di criptovalute o assicurati che l'exchange su cui operi ne offra uno (senza di esso non potrai comprare Polkadot);
  5. Acquista DOT: usa gli strumenti grafici forniti dall'exchange, decidi quando e quanto investire e compra criptovaluta Polkadot.

Polkadot – Domande Frequenti

Cos'è Polkadot?

Polkadot è una crypto rivoluzionaria che sta crescendo parecchio negli ultimi mesi grazie alla sua blockchain innovativa che supera il limite della scalabilità e interoperatività di Ethereum e altre valute DeFi.

Posso comprare Polkadot su Coinbase?

Polkadot non è ancora disponibile sull'exchange Coinbase. Puoi negoziarla, sfruttando la sua volatilità, facendo trading online su Libertex.

condividi l'articolo sui social

Commenta per primo questo articolo

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LIMITAZIONI DI RESPONSABILITA'

    I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Tutte le informazioni che troverete su Finaria.it sono pubblicate solo per scopi informativi. Noi non diamo assolutamente alcuna garanzia riguardo la precisione e l'affidabilità di queste informazioni. Qualsiasi azione prenderete sulla base delle informazioni fornite dal nostro sito è rigorosamente a vostro rischio e pericolo e lo staff di Finaria non sarà responsabile di eventuali perdite e/o danni in relazione all'uso delle informazioni o notizie fornite dal nostro sito web.


    DIRITTO D'AUTORE

    Tutti i contenuti testuali su Finaria sono protetti da copyright e dalle leggi sulla proprietà intellettuale. L'utente non può riprodurre, distribuire, pubblicare o trasmettere qualsiasi contenuto, frase, immagine senza indicare il sito web www.finaria.it come fonte. Finaria non rivendica il copyright sulle immagini usate sul sito web, tra cui loghi, immagini e illustrazioni varie.