Bande di Bollinger: Cosa Sono e Come Funzionano

Indicatore di trading tra i più utilizzati, va comunque integrato con altri indicatori. Vediamo come sfrutterlo al meglio

Leggendo articoli sul trading online, soprattutto nella parte riguardante l’analisi dei grafici, avrai spesso sentito parlare di Bande di bollinger. Ma cosa sono e come funzionano?

Ti anticipiamo che stiamo parlando di uno dei tanti indicatori di trading in circolazione, per poter effettuare l’analisi tecnica nel trading online. Sempre meglio comunque utilizzare più indicatori di trading per avere un quadro più chiaro.

Lo scoprirai in questa guida completa sulle bande di bollinger. Inoltre, se stai cercando un broker per mettere subito a frutto quanto hai imparato in questo articolo, puoi provare il broker eToro.

Ecco come procedere per registrarti:

  • Registrati a eToro seguendo questo link;
  • Deposita il denaro sul tuo account di trading;
  • Sfrutta il wallet eToro per gestire le criptovalute
  • Seleziona l’importo che vuoi investire, imposta stop loss e take profit e Apri la tua posizione di trading.

Bande di Bollinger: cosa sono?

Cosa sono le Bande di Bollinger? Come anticipato nell’incipit, si tratta di uno dei tanti indicatori di trading utilizzati per analizzare i grafici che proiettano l’andamento degli asset in un determinato lasso di tempo. Anche se occorre dire che siamo di fronte ad uno dei più popolari ed utilizzati.

Il nome deriva dal loro creatore: John Bollinger, un analista finanziario americano. Il quale a sua volta si è ispirato alla teoria formulata da John Hurst. Le ha illustrate per la priva volta nella sua opera “Bollinger on Bollinger Bands”, pubblicata nel 2002.

L’idea delle bande di bollinger è sopravvenuta quando negli anni ’80 ha iniziato a lavorare per il Financial News Network, diventandone capo analista finanziario per circa 7 anni. Per questa idea, ha anche ricevuto nel 2005 il Lifetime Award for Outstanding Achievement in Technical Analysis. Bollinger ha anche fondato il Bollinger Capital Management, società di investimenti che basa il money management sulle basi dell’analisi tecnica.

Ma cosa dice la teoria di John Hurst che ne è alla base? Il fatto che intorno al prezzo di uno strumento finanziario gravitano delle “buste di negoziazione” (envelopes) calcolate con una percentuale che oscilla tra il 3% e il 4%.

Le bande di Bollinger sono una media mobile a 20 periodi del prezzo dell’asset analizzato, più le deviazioni standard della media; le quali formano appunto le “sacche”.

Per ottenerle, occorre calcolare 2 medie traslandone verso il basso o verso l’alto di una determinata percentuale.

Bande di Bollinger: a cosa servono?

A cosa servono le Bande di Bollinger? Si rivelano molto utili al fine di misurare la volatilità del mercato. Tuttavia, se combinate con altri indicatori o oscillatori di trading, riescono a fornire l’inversione di un trend e quindi quando impostare il proprio trend sul buy o su sell.

Anzi, è opinione diffusa tra i trader il fatto che le bande di Bollinger offrano i segnali di trading migliori e più affidabili.

Bande di Bollinger: come si ottengono?

Le bande di Bollinger sono costituite da:

  1. una media Mobile Lineare a N giorni, ossia la linea centrale
  2. una banda superiore, che si ottiene da una media mobile lineare a cui si somma 2 volte la deviazione standard
  3. una banda inferiore, la quale si ottiene da una media mobile lineare a cui si sottrae 2 volte la deviazione standard

E’ possibile ottenere tali curve dallo storico dei prezzi dell’asset oggetto della nostra analisi. Sovrapponendo poi la curva dei prezzi a queste tre linee otteniamo una figura dell’andamento dei prezzi nel tempo. Nonché a di riuscire a visualizzare l’area in cui i prezzi sono contenuti.

Formula bande di Bollinger

Qual è la formula per calcolare le bande di Borlinger? La seguente:

  1. Media mobile di N periodi (MA)
  2. Banda maggiore di K volte la deviazione standard al di sopra della media mobile di N periodi (MA + Kσ)
  3. Banda inferiore a K volte una deviazione standard al di sotto della media mobile di N periodi (MA – Kσ)

Come utilizzare le bande di Bollinger?

Giunto fin qui, probabilmente starai pensando che per ottenere le bande di Bollinger devi utilizzare chissà quale programma di grafica ed avere chissà quali capacità di programmazione.

usare bande bollinger

In realtà, i migliori Broker di trading come quelli che ti indicheremo più in avanti, forniscono questi indicatori in modo automatico, una volta inseriti i valori.

L’importante è piuttosto saper leggere il risultato grafico che otterremo, per prendere le migliori decisioni sul trading.

Devi sapere per esempio che la banda superiore e la banda inferiore fungono da aree di supporto e resistenza di tipo dinamico. Ovvero, ci dicono quali sono le aree di ipercomprato e ipervenduto. Nel caso in cui ci troviamo in una fase dei mercati particolarmente movimentata, allora le bande si espandono. Qualora invece ci troviamo dinanzi a fasi di bassa volatilità, allora le bande tendono a contrarsi.

Noterai anche che il prezzo effettua sempre un movimento che tende a tornare verso la linea centrale delle bande. Avviene ciò il cosiddetto rimbalzo di Bollinger.

Quando il prezzo arriva in prossimità della banda superiore e riesce a sfondarla, allora vuol dire che il mercato è una fase di ipercomprato, cioè si sta per verificare una inversione di tipo ribassista del trend. Il trader deve quindi aprire una posizione di vendita nel caso in cui il prezzo rientri prontamente all’interno della banda superiore.

All’opposto, nel caso in cui il prezzo arrivi in prossimità della banda inferiore e la sfonda, vuol dire che il mercato è considerato in fase di ipervenduto. Cioè sta per realizzarsi una inversione di tipo rialzista del trend dell’asset in esame. A questo punto, il trader deve aprire una posizione di acquisto nel caso in cui il prezzo rientri all’interno della banda inferiore.

Comunque, sia nell’uno o nell’altro caso, il target va sempre impostato nella prossimità della linea centrale.

Può anche accadere che i restringimenti delle bande si possano sfruttare per individuare un breakout. Ossia, quando un trend è riuscito a violare un supporto o una resistenza.

Ciò significa che siamo dinanzi a ciò che nel trading viene definito squeeze, e avremo così 2 differenti situazioni:

  1. le candele rompono la banda superiore che indica una fase di trend rialzista. Dopo la rottura della banda superiore di solito il prezzo prosegue la salita
  2. le candele rompono la banda inferiore che indica l’arrivo di un trend ribassista. All’opposto del caso precedente, qui i prezzi continuano a scendere

Bande di Bollinger: limiti

Quali sono i limiti delle bande di Bollinger? Come tutti gli indicatori, le bande di Bollinger presentano dei limiti. Che possono essere mitigati integrandolo con altri indicatori ed oscillatori di trading.

bande di bollinger limiti

Un limite che viene evidenziato da molti trader riguardo questo indicatore è che si presenta poco reattivo quando i trends sono particolarmente volatili. Pertanto, quando si verificano delle rotture, spesso non seguono continuazioni del movimento.

Per mitigare questi limiti, è possibile quindi integrare le bande di Bollinger con questi indicatori, in quanto in grado di dare una conferma a quanto già le bande evidenziano.

Indicatore di forza relativa (RSI)

Il Relative Strength Index (meglio noto con l’acronimo RSI) è utile al fine di segnalare la forza interna di un titolo o di un indice rispetto a un periodo prestabilito. Lo scopo è quello di evidenziare le già viste in precedenza zone di ipercomprato (quelle che danno un evidente segnale di vendita) e le zone di ipervenduto (che invece mostrano un evidente segnale di acquisto).

L’RSI oscilla tra i valori 0 e 100. Cosa vuol dire?

  • Lo zero si verifica quando la media degli incrementi del valore del titolo all’interno del periodo considerato corrisponde a zero
  • Il cento si verifica quando la media dei decrementi è pari a 0

Generalmente, i trader posizionano il livello di ipercomprato sopra il livello 70, mentre l’ipervenduto sotto il livello 30. C’è anche chi preferisce impostare i due livelli rispettivamente su 80 e 20, per avere una indicazione più precisa. Ma ciò comunque rischia di far perdere interessanti occasioni di trading attendendo che il valore salga ancora o scenda ancora.

RS rappresenta invece il rapporto tra il numero di giorni (nell’intervallo considerato) dove si è verificato un rialzo e il numero di giorni in cui vi è stato un ribasso.

Il numero di giorni va scelto con minuzia, onde evitare di avere falsi segnali. Di solito, si usa come valore 14.

Money flow index (MFI)

Il Money Flow Index (meglio noto con l’acronimo MFI), è un oscillatore basato sia sul prezzo che sul volume, al fine di misurare la pressione di acquisto o di vendita a seconda dei casi. E’ noto anche come “RSI con volume ponderato”.

L’MFI si basa sul prezzo per ogni periodo. Può dare vita a 2 tipi di indicazioni:

  • Positiva: quando il prezzo tipico sale (pressione di acquisto)
  • Negativa: quando il prezzo tipico decresce (pressione di vendita)

Il rapporto del flusso di denaro positivo e negativo viene poi inserito in una formula RSI, che crea un oscillatore compreso in range tra i valori 0 e 100.

L’indicatore MFI viene utilizzato soprattutto per identificare inversioni e estremi di prezzo con un varietà di segnali.

Il Money Flow combina dunque momentum e volume con una formula dell’RSI. E’ consigliabile soprattutto per identificare questi livelli:

  • inversioni su livelli di ipercomprato/ipervenduto
  • divergenze bullish/bearish
  • bull/bear rotture di swing

Bande di Bollinger: esempio

Vediamo un esempio di trading utilizzando i le bande di Bollinger. Per esempio nel trading intraday. Ossia la strategia di trading online che prevede l’apertura e la chiusura delle posizioni all’interno di una sola giornata di trading.

Molto illuminante è per esempio il libro di Kathy Lien, The Little Book of Currency Trading, nel quale spiega come utilizzare le bande di Bollinger per il trading intraday.

Molto importante sono in particolare tre aree sul grafico che si viene a formare con le BB:

  1. Il quarto superiore
  2. La metà centrale
  3. Il quarto inferiore

Quando i prezzi si trovano nella zona superiore, ovvero tra le due linee superiori A1 e B1, vuol dire che la tendenza al rialzo è forte e che è probabile che i prezzi continuino ad aumentare. In tale situazione, la posizione da tenere è long e mantenere long le posizioni già pre-esistenti.

Quando i prezzi si trovano invece nella zona inferiore, ovvero tra le due linee più basse, A2 e B2, la tendenza al ribasso probabilmente continuerà. In tale situazione meglio posizionarsi short e mantenere quelle short già aperte.

Se invece il prezzo è all’interno dell’area definita dalle bande di deviazione standard (B1 e B2), non c’è una tendenza evidente. In tal caso, meglio astenersi dal fare trading o posizionarsi sulle tendenze a brevissimo termine (il cosiddetto scalping).

Migliori Broker per usare le bande di Bollinger

Giunto verso la fine di questo articolo, ti starai anche chiedendo quali sono i migliori broker per utilizzare le bande di Bollinger.

Di seguito ti forniamo un elenco dei broker che a nostro avviso può valere la pena provare. Hanno tutti regolare licenza per operare e tanti servizi che, sommati all’utilizzo delle bande di bollinger e di altri indicatori ed oscillatori di trading, possono aiutarti nella tua attività.

100per anno
100per anno
Ordina per

7 Fornitori che corrispondono ai tuoi criteri

Metodi di pagamento

Caratteristiche

Support

Valutazione

1 o meglio

App mobile

1 o meglio

Costo per transazione

20 €

Commissioni annuali

20 € al mese
Broker consigliato

Valutazione

Commissioni sul conto (12 mesi)
9.00 €
Cosa ci piace
  • 0% commissioni per trading di azioni e ETF
  • Conto Demo da $100.000 e Copy Trading
  • Acquisto Reale di Criptovalute
Costo per transazione
Commissioni annuali
App mobile
9/10
Caratteristiche
ObbligazioniCFDCopia PortfolioETFFondiCryptoRobo AdvisorPiano di risparmioAzioni
Metodi di pagamento
Carta di creditoGiropayNetelerPaypalBonifico SEPASkrillSofort

Informazioni sul conto

Conto a partire da
$50
Commissioni di deposito
€0 o 0.5% se diverso da $
ETF
150
Costi d'inattività
$10 al mese dopo 12 mesi
Leva
1:30
Trading a margine
Transazione minima
€25
Azioni
2.000+
Commissioni di prelievo
€5

Commissioni di transazione

CFD
da 0.09%
Copia Portfolio
0%
Cripto
da 0.75%
DAX
da 100 pips
ETF
0%
Fondi
0%
da $0.10 su ETF e Azioni
Robo Advisor
da 0,75%
Piani di risparmio
0%
Azioni
0%
Commissioni sul conto (12 mesi)
9.00 €

67% di utenti perdono denaro con questo provider facendo trading di CFD. Per favore considera se puoi correre il rischio di perdere denaro.

Informazioni sul conto

Conto a partire da
$50
Commissioni di deposito
€0 o 0.5% se diverso da $
ETF
150
Costi d'inattività
$10 al mese dopo 12 mesi
Leva
1:30
Trading a margine
Transazione minima
€25
Azioni
2.000+
Commissioni di prelievo
€5

Commissioni di transazione

CFD
da 0.09%
Copia Portfolio
0%
Cripto
da 0.75%
DAX
da 100 pips
ETF
0%
Fondi
0%
da $0.10 su ETF e Azioni
Robo Advisor
da 0,75%
Piani di risparmio
0%
Azioni
0%

Valutazione

Commissioni sul conto (12 mesi)
30.00 €
Cosa ci piace
  • Conto Demo e MetaTrader 5
  • Piattaforma didattica al trading
  • Costi di commissione bassi
Costo per transazione
Commissioni annuali
App mobile
8/10
Caratteristiche
CFDETFFondiCryptoPiano di risparmioAzioni
Metodi di pagamento
Carta di creditoGiropayNetelerPaypalBonifico SEPASkrillSofort

Informazioni sul conto

Conto a partire da
€100
Commissioni di deposito
€0
ETF
10+
Costi d'inattività
€5 al mese dopo 6 mesi
Leva
1:30
Trading a margine
Transazione minima
€10
Azioni
200+
Commissioni di prelievo
€0 - €1/0.1%

Commissioni di transazione

Obbligazioni
da 0.006%
CFD
0.5%
Cripto
0.1% - 1%
DAX
da 0.015%
ETF
0.1% - 0.175%
Fondi
da 0.075%
Azioni
0% - 0.58%
Commissioni sul conto (12 mesi)
30.00 €

L'83% dei conti degli investitori retail perde denaro quando scambia CFD con questo fornitore.Dovresti valutare se sei in possesso delle conoscenze sul funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di affrontare l'elevato rischio di perdere i tuoi soldi

Informazioni sul conto

Conto a partire da
€100
Commissioni di deposito
€0
ETF
10+
Costi d'inattività
€5 al mese dopo 6 mesi
Leva
1:30
Trading a margine
Transazione minima
€10
Azioni
200+
Commissioni di prelievo
€0 - €1/0.1%

Commissioni di transazione

Obbligazioni
da 0.006%
CFD
0.5%
Cripto
0.1% - 1%
DAX
da 0.015%
ETF
0.1% - 0.175%
Fondi
da 0.075%
Azioni
0% - 0.58%

Valutazione

Commissioni sul conto (12 mesi)
10.00 €
Cosa ci piace
  • Nessun Deposito Minimo
  • Conto Demo da €100.000
  • MetaTrader 4
Costo per transazione
Commissioni annuali
App mobile
9/10
Caratteristiche
CFDETFCryptoAzioni
Metodi di pagamento
Carta di creditoPaypalBonifico SEPASkrill

Informazioni sul conto

Conto a partire da
€1
Commissioni di deposito
€0
ETF
130+
Costi d'inattività
€10 dopo 12 mesi
Leva
1:30
Trading a margine
Transazione minima
€1
Azioni
2100+
Commissioni di prelievo
€0

Commissioni di transazione

CFD
da 0.08%
Cripto
da 0.5%
DAX
da 150 pips
ETF
da 0.07%
Fondi
da 1 pip
da 0.001% su Indici e Materie Prime
Azioni
da 0.07%
Commissioni sul conto (12 mesi)
10.00 €

77% di utenti perdono denaro con questo provider facendo trading di CFD. Per favore considera se puoi correre il rischio di perdere denaro.

Informazioni sul conto

Conto a partire da
€1
Commissioni di deposito
€0
ETF
130+
Costi d'inattività
€10 dopo 12 mesi
Leva
1:30
Trading a margine
Transazione minima
€1
Azioni
2100+
Commissioni di prelievo
€0

Commissioni di transazione

CFD
da 0.08%
Cripto
da 0.5%
DAX
da 150 pips
ETF
da 0.07%
Fondi
da 1 pip
da 0.001% su Indici e Materie Prime
Azioni
da 0.07%

Valutazione

Commissioni sul conto (12 mesi)
13.00 €
Cosa ci piace
  • Social Trading
  • MetaTrader 4 e 5
  • Servizio Clienti in Tempo Reale
Costo per transazione
Commissioni annuali
App mobile
9/10
Caratteristiche
ObbligazioniCFDETFCryptoAzioni
Metodi di pagamento
Carta di creditoBonifico SEPA

Informazioni sul conto

Conto a partire da
€100
Commissioni di deposito
€0
ETF
80+
Costi d'inattività
€100 dopo 1 anno
Leva
1:30
Trading a margine
Transazione minima
€20
Azioni
2000+
Commissioni di prelievo
€0

Commissioni di transazione

CFD
da 0.1%
Copia Portfolio
€0
Cripto
da 0.25%
DAX
da 25 pips
ETF
da 0.13%
Fondi
da 3 pips
da 0.005%
Piani di risparmio
da 1 pip
Azioni
da 0.13%
Commissioni sul conto (12 mesi)
13.00 €

71% di utenti perdono denaro usando questo provider per fare trading di CFD. Per favore considera se puoi correre il rischio di perdere denaro.

Informazioni sul conto

Conto a partire da
€100
Commissioni di deposito
€0
ETF
80+
Costi d'inattività
€100 dopo 1 anno
Leva
1:30
Trading a margine
Transazione minima
€20
Azioni
2000+
Commissioni di prelievo
€0

Commissioni di transazione

CFD
da 0.1%
Copia Portfolio
€0
Cripto
da 0.25%
DAX
da 25 pips
ETF
da 0.13%
Fondi
da 3 pips
da 0.005%
Piani di risparmio
da 1 pip
Azioni
da 0.13%

Valutazione

Commissioni sul conto (12 mesi)
13.40 €
Cosa ci piace
  • ETF senza Commissioni
  • €50 Rimborso su Commissioni
  • Oltre 80 Premi Internazionali
Spread
Commissioni annuali
App mobile
7/10
Caratteristiche
ObbligazioniCFDETFAzioni
Metodi di pagamento
Bonifico SEPA

Informazioni sul conto

Conto a partire da
€0.01
Commissioni di deposito
€0
ETF
200+
Costi d'inattività
€0
Leva
1:30
Trading a margine
Transazione minima
€1
Azioni
2000+
Commissioni di prelievo
€0 fino a 5 prelievi mensili

Commissioni di transazione

Obbligazioni
€2 + 0.6% to €35 + 0.03%
CFD
da 0.075%
DAX
da €0.5
ETF
da €0
Fondi
da €7.5 + 0.2%
da 0.02%
Piani di risparmio
€2 + 0.05%
Azioni
€0.50 + 0.04%
Commissioni sul conto (12 mesi)
13.40 €

Investire comporta rischi. Puoi perdere una parte o tutto l'ammontare del tuo deposito. Ti consigliamo di investire solamente in prodotti finanziari che si adattano alle tue conoscenze ed esperienza

Informazioni sul conto

Conto a partire da
€0.01
Commissioni di deposito
€0
ETF
200+
Costi d'inattività
€0
Leva
1:30
Trading a margine
Transazione minima
€1
Azioni
2000+
Commissioni di prelievo
€0 fino a 5 prelievi mensili

Commissioni di transazione

Obbligazioni
€2 + 0.6% to €35 + 0.03%
CFD
da 0.075%
DAX
da €0.5
ETF
da €0
Fondi
da €7.5 + 0.2%
da 0.02%
Piani di risparmio
€2 + 0.05%
Azioni
€0.50 + 0.04%

Valutazione

Commissioni sul conto (12 mesi)
12.00 €
Cosa ci piace
  • Copy Trading
  • MetaTrader 4 e 5
  • Conto Virtuale con carta Visa
Costo per transazione
Commissioni annuali
App mobile
7/10
Caratteristiche
CFDCopia PortfolioETFCryptoAzioni
Metodi di pagamento
Carta di creditoGiropayNetelerBonifico SEPASkrillSofort

Informazioni sul conto

Conto a partire da
€250
Commissioni di deposito
€0
ETF
17
Costi d'inattività
2% sui prelievi dopo 180 giorni
Leva
1:30
Trading a margine
Transazione minima
€20
Azioni
800+
Commissioni di prelievo
Da €0 a €5

Commissioni di transazione

CFD
da 0.10%
Copia Portfolio
€0.99 + 5%
Cripto
da 3.42 pips
DAX
da 1 pip
ETF
da 4 pips
Fondi
da 1.3 pip
da 1%
Azioni
da 0.2 pips
Commissioni sul conto (12 mesi)
12.00 €

74.48% di utenti perdono denaro con questo provider facendo trading di CFD. Per favore considera se puoi correre il rischio di perdere denaro.

Informazioni sul conto

Conto a partire da
€250
Commissioni di deposito
€0
ETF
17
Costi d'inattività
2% sui prelievi dopo 180 giorni
Leva
1:30
Trading a margine
Transazione minima
€20
Azioni
800+
Commissioni di prelievo
Da €0 a €5

Commissioni di transazione

CFD
da 0.10%
Copia Portfolio
€0.99 + 5%
Cripto
da 3.42 pips
DAX
da 1 pip
ETF
da 4 pips
Fondi
da 1.3 pip
da 1%
Azioni
da 0.2 pips

Valutazione

Commissioni sul conto (12 mesi)
20.00 €
Cosa ci piace
  • Market Buzz
  • MetaTrader4
  • 4 Tipi di Conti Trading
Spread
Commissioni annuali
App mobile
6/10
Caratteristiche
CFDCryptoAzioni
Metodi di pagamento
Carta di creditoNetelerBonifico SEPASkrill

Informazioni sul conto

Conto a partire da
€0.01
Commissioni di deposito
€0
ETF
80+
Costi d'inattività
€80 dopo 1 mese
Leva
1:30
Trading a margine
Transazione minima
€10
Azioni
2000+
Commissioni di prelievo
da 3.5%

Commissioni di transazione

CFD
da 0.2%
Cripto
da 3%
DAX
da 500 pips
Fondi
da 0.05%
Azioni
da 0.2%
Commissioni sul conto (12 mesi)
20.00 €

Informazioni sul conto

Conto a partire da
€0.01
Commissioni di deposito
€0
ETF
80+
Costi d'inattività
€80 dopo 1 mese
Leva
1:30
Trading a margine
Transazione minima
€10
Azioni
2000+
Commissioni di prelievo
da 3.5%

Commissioni di transazione

CFD
da 0.2%
Cripto
da 3%
DAX
da 500 pips
Fondi
da 0.05%
Azioni
da 0.2%

FAQ – bande di bollinger

Cosa sono le bande di Bollinger?

Si tratta di un indicatore di trading utilizzato per l’analisi tecnica, tra i più utilizzati. Ideate dall’analista di cui portano il nome, si basano sulla teoria di John Hurst, secondo la quale intorno al prezzo di uno strumento finanziario gravitano delle “buste di negoziazione” (envelopes) calcolate con una percentuale che oscilla tra il 3% e il 4%. Scopri di più.

Come interpretare le bande di Bollinger?

Quando il prezzo arriva in prossimità della banda superiore e riesce a sfondarla, significa che ci troviamo di fronte ad una fase di ipercomprato. Il trader aprirà una posizione di vendita nel caso in cui il prezzo rientri prontamente all’interno della banda superiore.
All’opposto, vuol dire che il mercato è in fase di ipervenduto. Il trader deve aprire una posizione di acquisto nel caso in cui il prezzo rientri all’interno della banda inferiore.

Migliori broker per utilizzare bande di Bollinger?

Puoi provare a mettere a frutto le potenzialità offerte dalle bande di Bollinger su piattaforme di trading come eToro, Libertex o Capital.com.

condividi l'articolo sui social

Commenta per primo questo articolo

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *