Migliori Carte Crypto: Conti e Carte Prepagate per Spendere Bitcoin e Criptovalute

Migliori carte crypto (virtuali e non) per spendere criptovalute

migliori carte crypto

Le migliori carte crypto rappresentano uno degli strumenti più utilizzati sul mercato per poter effettuare pagamenti, avendo al contempo la possibilità di poter gestire risorse crittografiche presenti nel proprio portafoglio.

In altri termini, trattasi di carte di debito, o prepagate, a loro volta collegate ad uno specifico conto (quasi sempre sottoscrivibile online). Le stesse carte crypto, oltre a permettere di poter gestire in modo diretto le proprie risorse, ossia criptovalute e capitali, permettono di spenderle in tutto il mondo così come si fa con le normali valute.

Per procurarti le criptovalute da inserire nella tua carta, consigliamo il servizio di eToro. Principalmente perché offre delle commissioni molto basse, sia per il deposito che per la transazione.

Acquista criptovalute con eToro in modo autonomo ed in pochi step:

  1. Registrati a eToro;
  2. Deposita il denaro sul tuo account di trading;
  3. Fai pratica con il tuo conto demo;
  4. Cerca fra gli strumenti le criptovalute di tuo interesse e seleziona la modalità con carta;
  5. Seleziona l’importo ed attua la tua strategia.

Il 67% degli utenti CFD di eToro perde denaro quando fa trading di CFDs con questo operatore. Per favore valuta se sei in una posizione finanziaria personale che ti permette di correre il rischio di perdere denaro

Nel corso del nostro approfondimento focalizzeremo l’attenzione su alcune delle migliori carte crypto attualmente presenti sul mercato, esponendo in modo chiaro e dettagliato alcune delle loro caratteristiche e funzionalità più importanti. Tutto ciò per cercare di capire il servizio più adatto alle proprie esigenze.

Migliori carte crypto: Cosa sono

carte per criptovalute

Parlare delle migliori carte crypto significa parlare semplicemente di carte di pagamento che permettono di poter gestire transazioni e scambi anche con giacenze in criptovalute. In altri termini, risultano collegate ad apposite piattaforme o intermediari professionali.

Le migliori carte crypto, risultano infatti ad oggi messe a disposizione da vere e proprie società. Le stesse, da una parte possono far riferimento semplicemente a programmi messi a disposizione da istituti bancari (come nel caso di Hype con Banca Sella).

Dall’altra, possono invece essere associate a veri e propri exchange, come nel caso della carta crypto Coinbase, offerta da uno degli scambiatori più famosi al mondo.

In ogni caso, il loro funzionamento resta quasi sempre lo stesso, permettendo di:

  • Gestire acquisti e scambi all’interno della piattaforma associata alla carta. In questo modo, grazie anche alla presenza di Wallet integrati (nella maggior parte dei casi), l’utente può acquistare in modo diretto Bitcoin ed altre criptovalute, mettendole in giacenza nel portafoglio.
  • Riconvertire nuovamente le criptovalute in valuta fiat, o utilizzare semplicemente il capitale a disposizione per poter effettuare transazioni ed acquisti all’interno degli esercizi abilitati alla ricezione delle stesse.
  • Essere utilizzate all’interno di altre piattaforme di scambio, in questo caso come semplice sistema di deposito. La maggior parte dei migliori broker online accetta sistemi basati su certe di credito, o prepagate.

Detto ciò, è bene ricordare come non tutte le carte risultino identiche. Onde evitare di imbattersi in operatori poco professionali, risulta fondamentale valutare attentamente ogni singolo aspetto ed ogni caratteristica. Aspetti che avremo modo di approfondire nella classifica presente nei paragrafi successivi.

Il 67% degli utenti CFD di eToro perde denaro quando fa trading di CFDs con questo operatore. Per favore valuta se sei in una posizione finanziaria personale che ti permette di correre il rischio di perdere denaro

Migliori carte crypto: Lista top 5

Arrivati a questo punto, è possibile chiedersi quali siano le migliori carte crypto, ossia legate a piattaforme di pagamento, o integranti servizi finanziari.

Anche in questo caso, prima di procedere con un’eventuale registrazione, è bene tenere a mente come non tutti i servizi risultino uguali. Nel corso dei paragrafi successivi scopriremo 5 fra le migliori carte crypto attualmente disponibili sul mercato, con funzionalità e caratteristiche differenti:

  1. Hype
  2. Revolut
  3. Wirex
  4. Coinbase Card
  5. Skrill

1. Hype

Carta crypto Hype

Hype rappresenta una delle prime carte crypto, legate ad una piattaforma degna di nota, nata nel corso degli ultimi anni.

Gli utenti hanno la possibilità di sottoscrivere 3 diverse tipologie di conti. Si parte dal primo, che è Hype Start, ossia un conto gratuito, che permette di utilizzare molte funzionalità innovative (compreso l’acquisto di criptovalute).

Gli altri due conti sono Hype Next ed Hype Premium. Da tenere a mente, come all’interno di Hype (anche tramite una comoda applicazione per dispositivi mobili) sia possibile trattare solamente sul Bitcoin. Risulta ad oggi l’unico asset crypto implementato dal sistema.

Qualora volessi più informazioni, puoi dare un’occhiata alla nostra guida su come comprare Bitcoin con Hype.

La carta, facendo parte di uno dei circuiti internazionali più famosi, può essere utilizzata comodamente all’interno di piattaforma secondarie, che ovviamente integrino la tipologia “carte” fra i metodi di pagamento.

2. Binance Card

Anche il più grande exchange al mondo di criptovalute ha deciso di emettere la sua carta crypto prepagata.

La Binance Card è disponibile per chiunque ha un conto verificato sulla piattaforma, e permette di spendere criptovalute senza fare conversioni.

Attualmente la Binance Card permette di spendere le seguenti criptovalute:

  • Binance Coin (BNB9
  • Bitcoin (BTC)
  • Binance USD (BUSD)
  • Swipe (SXP)
  • Ethereum (ETH)
  • Cardano (ADA)
  • Polkadot (DOT)
  • Filecoin (FIL)
  • Venus (XVS)
  • Vai (VAI)

Basta trasferire una di queste criptovalute dal “wallet spot” al “card wallet”, un’operazione facilmente eseguibile anche dall’app Binance. Binance offre un cashback sugli acquisti con una percentuale che va dall’1% all’8%, in base alla quantità di BNB lasciati in staking sui propri wallet su Binance.

Oltre a quella fisica, è possibile avere una versione virtuale della carta per associarla a Google Pay, Apple Pay e usarla per i pagamenti online e tramite smartphone.

3. Wirex

carta crypto Wirex

Anche Wirex, ad oggi considerata una delle migliori carte crypto, ha avuto la capacità di ritagliarsi un’importante quota di mercato nel settore dei pagamenti ed in quello delle criptovalute, integrando diverse soluzioni Smart.

In primo luogo, mette a disposizione una piattaforma user friendly, gestibile ovviamente anche tramite applicazione per dispositivi mobili. Le criptovalute scambiabili sono più di cinque. Fra le stesse, ricordiamo Bitcoin, Ethereum e Ripple.

Quanto alla carta, la società permette di optare sia per la carta virtuale, che può essere ottenuta in modo completamente gratuito, sia per la carta fisica (disponibile in questo caso su più varianti). All’interno della pagina ufficiale sono presenti tutte le informazioni su limiti e costi.

4. Coinbase Card

carta crypto Coinbase

Nel corso degli ultimi tempi, anche il rinomato exchange Coinbase, così come molti altri scambiatori, ha deciso di presentare la propria carta di pagamento.

Prende il nome di Coinbase Card e risulta ovviamente associata alla piattaforma Coinbase per l’acquisto e lo scambio di strumenti crittografici. All’interno della piattaforma, l’utente ha a disposizione centinaia di criptovalute da poter comprare.

La carta, nella sua interezza, rappresenta un sistema di pagamento a tutti gli effetti, associato ad un proprio circuito internazionale e quindi utilizzabile sia all’interno di altre piattaforme abilitate, sia all’interno di negozi fisici che supportano lo stesso circuito.

5. Skrill

carta crypto Skrill

La carta crypto Skrill rappresenta un conto che si avvicina molto alle caratteristiche di PayPal e per questo aggiunta nello specifico su molte piattaforme rinomate.

Ciò che preme sottolineare all’interno della nostra guida, al di là degli usi finanziari legati alla piattaforma Skrill, riguarda la possibilità di poter comprare criptovalute e gestire il tutto tramite un sistema rapido ed autonomo.

Le criptovalute supportare sono numerose, partendo dall’immancabile Bitcoin, fino ad arrivare ad altri strumenti crittografici. Anche in questo caso, le criptovalute acquistate possono essere conservate all’interno dello stesso conto, legato in modo parallelo alla presenza delle carta.

6. Crypto.com

Conosciute anche come MCO card (per via della criptovaluta su cui si basano), sono una serie di carte prepagate Visa con funzione contactless.

Avere una delle carte distribuite dall’exchange Crypto.com rappresenta una delle migliori soluzioni per spendere criptovalute, soprattutto per chi ha investito molti capitali in esse.

La carta prepagata MCO Visa ha aiutato già tanti utenti a spendere facilmente criptovalute, mentre l’app di Crypto.com ha permesso loro di gestire e acquistare criptovalute dagli smartphone, in modo facile ed efficiente.

Le carte offrono prelievi bancomat gratuiti, pagamenti contactless, fino all’8% di rimborso su tutte le spese. Altri benefici includono il rimborso dei pagamenti effettuati preso alcuni servizi digitali come Spotify, Netflix, Amazon Prime, Expedia e Airbnb.

Le carte crypto di Crypto.com

In base a quanti CRO (la criptovaluta della piattaforma exchange Crypto.com) si mettono in staking, si può richiedere una carta di colore diverso e dai vantaggi sempre maggiori.

Va ricordato che si può ricevere la propria carta con spedizione gratuita, e la si può usare senza nessuna commissione annuale o requisiti minimi di saldo.

7. Revolut

carta crypto Revolut

Revolut è una seconda carta crypto, anche in questo caso legata ad una vera e propria piattaforma professionale.

Contrariamente da altri servizi, basati esclusivamente sul Bitcoin, Revolut integra una serie di altri assets ad elevata capitalizzazione, come ad esempio Ethereum, Ripple, Litecoin e tante altre. La piattaforma si mostra semplice da gestire ed adatta a tutte le tipologie di utenti.

I principali conti messi a disposizione, associati alle funzionalità crypto, sono Revolut Premium e Revolut Metal (con Cashback fino all’1% in qualsiasi valuta, compresi assets crypto). Completa il tutto la presenza di numerosi programmi, basati ad esempio su vantaggi per l’invito di altri utenti all’interno della community.

Anche in questo caso, la carta crypto Revolut rappresenta una carta di pagamento a tutti gli effetti, utilizzabile a propria discrezione, anche in associazione ad altre piattaforme ed altri servizi nel settore.

Come risparmiare nel comprare criptovalute

Chi usa le criptovalute sa benissimo che si basano su una rete mondiale di computer e wallet. Proprio per questa ragione non è indispensabile acquistarle attraverso l’exchange o piattaforma che rilascia la carta che si preferisce usare.

Infatti, alcune di questi fornitori applicano delle commissioni piuttosto alte sui depositi (per es. Binance trattiene l’1,8%) o altri non permettono di depositare valute fiat (Crypto.com). Questo non significa che i loro servizi sono meno validi degli altri, ma è normale che un utente preferisca intraprendere altri percorsi più vantaggiosi.

Uno dei migliori broker & exchange al mondo, a permettere di comprare criptovalute è eToro. Infatti, la piattaforma applica una commissione dello 0,5% sui depositi (diversi da dollaro USA) e lo 0,75% sugli acquisti di Bitcoin.

Delle percentuali decisamente migliori della gran parte dei servizi sopra esposti!

Inoltre, eToro accetta depositi attraverso diversi sitemi di pagamento:

  • MasterCard
  • VISA
  • Maestro
  • PayPal
  • Skrill
  • Neteller
  • Bonifico bancario
  • Sofort
  • Rapid Transfer

Vediamo in una rapida guida step by step i passaggi richiesti dal broker per acquistare Bitcoin.

1. Registrazione

Prima di esporre le fasi operative, risulta opportuno procedere con la registrazione all’interno della piattaforma ufficiale. Può essere effettuata online, o comodamente sull’applicazione per dispositivi mobili (sia per iOS che per Android).

Le due modalità di iscrizione attengono da una parte quella rapida, basata sull’associazione dell’account con profili Google o Facebook e dall’altra quella manuale. Quest’ultima richiede semplicemente nominativo, email e password.

Per poter portare a compimento la registrazione nel mondo corretto, è infine obbligatorio procedere con la verifica dell’identità, tramite il rilascio di un documento valido, ma soprattutto fra quelli richiesti dal sistema.

Il 67% degli utenti CFD di eToro perde denaro quando fa trading di CFDs con questo operatore. Per favore valuta se sei in una posizione finanziaria personale che ti permette di correre il rischio di perdere denaro

2. Deposito di denaro

Entrando nel vivo della questione, sull’argomento di interesse della nostra guida, la seconda fase è basata sul deposito.

Nel corso dei paragrafi precedenti abbiamo ricordato come eToro permetta di poter utilizzare anche carte prepagate all’interno del suo servizio, accettando i principali circuiti internazionali (come ad esempio Mastercard e Visa).

L’immagine posta in alto mostra in modo intuitivo le diverse opzioni messe a disposizione dalla piattaforma, come ad esempio bonifici, carte, PayPal e tanto altro. Basta inserire l’importo e indicare il metodo di pagamento desiderato per procedere al deposito.

3. Acquisto criptovalute

Accedendo all’interno della lista delle criptovalute, l’utente registrato può visionare gli asset di proprio interesse. Per ogni criptovaluta, eToro mette a disposizione un comodo grafico in tempo reale, aggiornato attimo dopo attimo.

Risulta così possibile selezionare la pagina specifica del Bitcoin (o di qualsiasi altra criptovaluta), avendo in modo parallelo accesso alla schermata di gestione.

Valutando il tasso di cambio, ed inserendo il quantitativo, l’utente può procedere con la conversione. Le criptovalute possono essere inserite all’interno del Wallet eToro, ossia un portafoglio multivaluta con diversi sistemi di sicurezza.

4. Invio delle criptovalute alla propria carta

Per inviare le criptovalute appena acquistate al wallet corrispondente alla propria carta, bisogna eseguire un ultimo passaggio. Essendo un passaggio importante e leggermente più complesso è fondamentale che si presti la massima attenzione.

Bisogna scaricare sul proprio smartphone l’app eToro wallet. Andare alla scheda “Saldo” e toccare la criptovalute da inviare, poi premere su “Invia” e inserire l’importo e l’indirizzo pubblico del vostro conto sulla piattaforma che vi ha rilasciato la carta.

Potete procurarvi l’indirizzo del proprio wallet associato alla carta crypto direttamente dall’app della piattaforma. Per semplificare l’operazione, spesso viene creato un codice QR che può essere facilmente scansionato dall’app eToro wallet (premendo sull’icona con la fotocamera) al momento dell’invio.

È fondamentale inviare le criptovalute solo quando si è sicuri di aver inserito il corretto indirizzo del destinatario, altrimenti l’importo potrebbero andare perso per sempre. Consigliamo di effettuare il trasferimento di una piccola somma, solo la prima volta, per accertarsi che si sia inserito l’indirizzo corretto.

Il 67% degli utenti CFD di eToro perde denaro quando fa trading di CFDs con questo operatore. Per favore valuta se sei in una posizione finanziaria personale che ti permette di correre il rischio di perdere denaro

Carta Crypto – Cashback

Nel corso degli ultimi anni, una delle funzionalità più innovative legate alle migliori carte crypto, ha riguardato il Cashback.

Trattasi semplicemente di una funzione unica nel suo genere, già esistente per diversi sistemi finanziari, basata sulla possibilità di ottenere ritorni (in valuta o in premi) sulla base di quanto speso con il proprio conto (ossia con la propria carta).

Il Cashback sulle carte crypto viene solitamente espresso in percentuale, così che l’utente possa calcolare il possibile ritorno sulle spese, prima ancora di sottoscrivere il contratto, sulla base del valore medio di spesa mensile o annuo.

Quanto ai premi ottenibili, contrariamente dai Cashback tradizionali, ossia legati a normali carte di credito o di pagamento, in questo caso molte fra le migliori carte crypto decidono di erogare ritorni in percentuale direttamente in criptovalute. Decisioni, queste, basate tuttavia sui termini delle società.

Il 67% degli utenti CFD di eToro perde denaro quando fa trading di CFDs con questo operatore. Per favore valuta se sei in una posizione finanziaria personale che ti permette di correre il rischio di perdere denaro

Carta Crypto – Recensioni ed opinioni

mercato criptovalute

La principale peculiarità e caratteristica della carta crypto è quella di poter mettere in collegamento il mondo della finanza tradizionale con quello delle criptovalute.

Risulta così possibile, per gli utenti registrati alle piattaforme di riferimento, tenere tutto sotto controllo all’interno di un unico account. In altri termini, con lo stesso servizio, come evinto nel corso della guida, è possibile sia gestire gli acquisti di criptovalute che i pagamenti nel quotidiano.

Una seconda caratteristica da poter tenere a mente, riguarda poi l’utilizzo specifico delle card crypto per attività legate al settore crittografico. Stiamo parlando della possibilità data all’utente di potersi creare una carta ad hoc per servizi su criptovalute, da tenere dissociata da altri conti.

A seguire una tabella riassuntiva sui principali punti di forza e di debolezza legati alle carte crypto:

  • Permettono di gestire attività crypto e finanziarie in un’unica piattaforma
  • Legate a piattaforme professionali
  • Dispongono di Wallet integrati
  • Possibilità di effettuare pagamenti tramite i principali circuiti internazionali
  • Rischio generalista sulla volatilità del mercato crypto
  • Presenza di commissioni variabili sulla base del servizio scelto

Migliori carte Crypto – Conclusioni

Giunti al termine del nostro approfondimento, le migliori carte crypto hanno rappresentano una concreta soluzione da poter collegare a diversi utilizzi nel settore crittografico.

Nel corso dei paragrafi, abbiamo infatti potuto esaminare da una parte il loro utilizzo diretto e dall’altra quello indiretto. Nel primo caso, è stato possibile visionare il funzionamento delle piattaforme associate alle carte, che permettono di agire istantaneamente sul mercato.

In altri termini, di poter comprare Bitcoin o altre criptovalute, mantenendo una gestione sui servizi di pagamento in un unico ecosistema. Nel secondo caso, è invece stata esposta la possibilità di poter utilizzare le carte crypto all’interno dei migliori exchange professionali.

Il 67% degli utenti CFD di eToro perde denaro quando fa trading di CFDs con questo operatore. Per favore valuta se sei in una posizione finanziaria personale che ti permette di correre il rischio di perdere denaro

Migliori carte Crypto – Domande frequenti

Cosa sono le carte crypto?

Le carte crypto non sono altro che tipiche carte di debito o prepagate, associate ad un servizio (o una vera e propria piattaforma), che permette a sua volta di gestire sia attività nel settore delle criptovalute sia in quello dei pagamenti.

Quali sono i costi delle carte crypto?

Nel corso della nostra guida completa, abbiamo avuto modo di presentare alcune delle migliori carte crypto attualmente disponibili sul mercato, ricordando la presenza di specifiche commissioni sugli acquisti di criptovalute o sul mantenimento stesso del conto (solo per alcune).

Come comprare criptovalute con carte crypto?

Ad oggi risulta possibile comprare criptovalute direttamente utilizzando le piattaforme associate alle migliori carte crypto, oppure utilizzando le medesime carte all’interno dei migliori broker & exchange al mondo, come ad esempio il sito ufficiale di eToro.

condividi l'articolo sui social

Commenta per primo questo articolo

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *