Valore Bitcoin supera 60000 dollari, +24% in una settimana

Il valore Bitcoin ha superato sabato 13 marzo lo scoglio dei 60mila dollari. registrando un +24% nell'ultima settimana.

Il valore Bitcoin, dopo settimane di stagnazione, nella giornata di sabato 13 marzo ha toccato un nuovo record, raggiungendo il massimo storico di oltre 60mila dollari.

L’ultima quotazione Bitcoin più alta è stata registrata domenica 21 febbraio (58.258 dollari). Dopo quel record, il valore Bitcoin è sceso fino a 46.437 dollari il 23 febbraio e poi a 43.527 il 28 febbraio.

Grafico quotazione Bitcoin

La capitalizzazione di mercato della criptomoneta più famosa al mondo ha raggiunto i 1100 miliardi di dollari. Il prezzo della moneta digitale è aumentato del 24% nell’ultima settimana e del 5% nelle ultime 24 ore.

Bitcoin ha trascinato anche altre criptovalute nella sua corsa verso l’alto. Ethereum vale 1.843 dollari, in crescita del 17% nell’ultima settimana. BinanceCoin, è cresciuto del 21,8% nell’ultima settimana. E Polkadot è aumentato del 12%.

La quotazione Bitcoin era di 10.000 dollari a novembre 2017. A dicembre 2020 il suo valore era raddoppiato e negli ultimi mesi è arrivato fino ai massimi di sabato 13 marzo a quota 60.000 dollari.

Perché il valore Bitcoin è aumentato?

tutte le criptovalute quotazione

Non c’è una ragione vera e propria alla base dell’ultima impennata del valore Bitcoin, anche se l’interesse per la blockchain sembra essere ormai definitivamente esploso.

Di recente, il designer e artista digitale Beeple, al secolo Mike Winkelmann, ha venduto una collezione di NFT (non-fungible token) per un valore di 69,5 milioni di dollari al cripto-collezionista Metakovan.

Gli NFT sono criptovalute che funzionano come oggetti da collezione digitali; ogni gettone è unico e serve come una sorta di certificato di autenticità.

La vendita di Beeple attraverso la secolare casa d’aste britannica Christie’s è stata, sinora, la più grande acquisizione nel settore degli NFT e, in generale, la terza più grande vendita d’arte privata fino ad oggi.

Il mercato NFT potrebbe valere 1,2 miliardi di dollari secondo la società di analisi del mercato crittografico Messari.

Da non sottovalutare il pacchetto di aiuti per 1900 miliardi di dollari, firmato dal presidente degli Stati Uniti Joe Biden.

Il piano metterà 1.400 dollari nelle tasche di ogni singolo cittadino americano e aiuterà imprese e singole famiglie a superare la crisi economica scatenata nell’ultimo anno dalla pandemia da Covid.

Molti dei sostenitori dei Bitcoin affermano che stampare dollari USA per salvare l’economia svaluterà la valuta e che, quindi, il Bitcoin potrà diventare una scommessa sicura contro il crollo del dollaro.

Previsione quotazione Bitcoin: a quando quota 100.000 dollari?

Abbiamo visto, anche sulle pagine di Finaria, come nelle ultime settimane l’ascesa della quotazione Bitcoin sia stata legata all’aumento dell’interesse da parte di investitori e personaggi dell’industria americana, come quello dimostrato da Elon Musk e dalla sua Tesla (NASDAQ: TSLA) che ha acquistato l’equivalente di 1,5 miliardi di dollari in Bitcoin.

Stando all’ultimo valore registrato sabato 13 marzo, Tesla – che ha acquistato Bitcoin quando la criptomoneta valeva 33000 dollari – avrebbe già guadagnato più di 1,2 miliardi di dollari.

Nel frattempo, PayPal da novembre ha aperto la propria piattaforma alle criptovalute (ma possono comprare Bitcoin solo gli utenti degli Stati Uniti).

Anche diversi investitori di alto profilo di Wall Street, tra cui Stanley Druckenmiller e Paul Tudor Jones, hanno abbracciato di recente il Bitcoin.

Il famoso investitore Bill Miller, fondatore della Miller Value Partners, in una lettera ai clienti lo scorso anno ha ribadito la sua visione rialzista in materia di Bitcoin.

Il rally di Bitcoin nel 2021 ha portato la criptomoneta ad un guadagno da inizio anno di oltre il 100%.

Una cifra molto maggiore rispetto – ad esempio – all’aumento del 7,1% del Dow Jones, o del 5% per l’indice S&P 500.

I grandi speculatori dei mercati finanziari indicano nell’inflazione e nell’immissione di nuovo denaro contante nell’economia mondiale (sotto forma di sostegno per quanti sono stati messi in ginocchio dalla pandemia) i fattori scatenanti della corsa alle risorse digitali.

Detto questo, sono in molti a scommettere che il prossimo grande traguardo della quotazione Bitcoin sia la fatidica cifra di 100mila dollari.

Tuttavia, il valore Bitcoin corre sempre il rischio di finire in una bolla di sapone, sebbene un certo numero di banche centrali stia sperimentando le valute digitali.

condividi l'articolo sui social

Commenta per primo questo articolo

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LIMITAZIONI DI RESPONSABILITA'

    I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Tutte le informazioni che troverete su Finaria.it sono pubblicate solo per scopi informativi. Noi non diamo assolutamente alcuna garanzia riguardo la precisione e l'affidabilità di queste informazioni. Qualsiasi azione prenderete sulla base delle informazioni fornite dal nostro sito è rigorosamente a vostro rischio e pericolo e lo staff di Finaria non sarà responsabile di eventuali perdite e/o danni in relazione all'uso delle informazioni o notizie fornite dal nostro sito web.


    DIRITTO D'AUTORE

    Tutti i contenuti testuali su Finaria sono protetti da copyright e dalle leggi sulla proprietà intellettuale. L'utente non può riprodurre, distribuire, pubblicare o trasmettere qualsiasi contenuto, frase, immagine senza indicare il sito web www.finaria.it come fonte. Finaria non rivendica il copyright sulle immagini usate sul sito web, tra cui loghi, immagini e illustrazioni varie.