Migliori ETF su cui investire. Analisi e Consigli degli esperti

Una selezione dei migliori ETF del 2021 settore per settore

Visto il grande interesse mostrato nel corso degli ultimi tempi su questa tipologia di investimenti, essendo ormai da anni un punto di riferimento in questo settore, abbiamo deciso di andare alla ricerca dei migliori ETF presenti sul mercato.

Nel corso dei paragrafi successivi affronteremo diversi aspetti, partendo dal significato di ETF, fino ad arrivare ad una completa suddivisione degli stessi, non soltanto su base settoriale, bensì anche geografica e territoriale.

Gli ETF rappresentano una reale alternativa nel mondo degli investimenti e delle negoziazioni. Individuarli, diversamente dal passato, risulta molto più semplice ed intuitivo. Tutto ciò grazie alla presenza ed all’ausilio di operatori professionali.

Il nostro team di esperti ha sin da subito messo in luce 2 dei migliori broker online che permettono di negoziare sui principali ETF al mondo:

🏆 Miglior piattaforma 2021 per ETFeToro
🥇 Miglior broker CFD per ETFCapital.com

Non mancheranno esposizioni in merito ai principali sistemi per poter investire sui migliori ETF al mondo, grazie alla presentazione di intermediari professionali. La nostra piattaforma di riferimento è eToro, che permette di iniziare in modo autonomo, attraverso alcuni semplici passaggi:

  1. Registrati a eToro;
  2. Deposita il denaro sul tuo account di trading;
  3. Fai pratica con il tuo conto demo;
  4. Cerca fra gli strumenti gli ETF, prova il copy trading e le altre funzionalità;
  5. Seleziona l'importo, imposta stop loss e take profit ed attua la tua strategia.

Il 67% degli utenti CFD di eToro perde denaro quando fa trading di CFDs con questo operatore. Per favore valuta se sei in una posizione finanziaria personale che ti permette di correre il rischio di perdere denaro

Inoltre, scopriremo la presenza di diverse tipologie di ETF, focalizzando l’attenzione soprattutto sugli strumenti che hanno avuto la capacità di distinguersi, per performance e popolarità, nel corso di questi primi mesi del 2021.

ETF: Cosa sono

Prima di procedere con la visione dei migliori ETF, avviando una vera e propria classifica e suddivisione, è bene aprire una piccola parentesi sul significato e sulle caratteristiche alla base di questo particolare strumento.

ETF

Partendo dall’etimologia, l’acronimo “ETF” sta letteralmente per Exchange Traded Funds. Risultano quindi assimilabili a dei veri e propri fondi di investimento. Possono essere di diversa specie ed avere al loro interno strutture e composizioni differenti.

La nascita degli ETF può essere associata agli inizi degli anni '90, precisamente nel 1993, nel territorio degli Stati Uniti. Nonostante un loro rapido sviluppo, molte nazioni decisero di adottarlo solamente dopo gli anni 2000 (come nel caso dell’Italia).

Gli Exchange Traded Funds rappresentano una sottocategoria degli Exchange Traded Products (comunemente chiamati ETP). Allo stesso paniere, appartengono quindi gli ETF, gli ETC (ossia Exchange Traded Commodities) e gli ETN (ossia Exchange Traded Notes).

Un ETF non rappresenta altro che uno strumento che va a replicare un determinato indice.

Partecipare ad un fondo ETF significa quindi avere la possibilità di diversificare il proprio investimento, anche con piccole somme, per la presenza di più assets di composizione del fondo stesso.

Il tutto si basa sulla presenza della cosiddetta gestione passiva, sempre in riferimento all’indice di Borsa replicato, con una parallela correzione sull’eventuale gap fra lo stesso indice e l’ETF.

Aspetti che rendono gli Exchange Traded Funds molto diversi rispetto ad un fondo comune a risparmio gestito tradizionale, o a un fondo comune a gestione attiva.

Il 67% degli utenti CFD di eToro perde denaro quando fa trading di CFDs con questo operatore. Per favore valuta se sei in una posizione finanziaria personale che ti permette di correre il rischio di perdere denaro

Come si scelgono gli ETF?

Adesso che abbiamo compreso in linea generale cosa sono gli ETF, ma soprattutto a quale classe di strumenti appartengano, è bene focalizzare l’attenzione sui principali criteri di scelta. In altri termini, come fare a scegliere gli ETF?

Un esempio di Portfolio ETF diversificato

Per rispondere a questa domanda, è opportuno tenere in considerazione determinati aspetti, alcuni dei quali prettamente operativi ed altrettanti legati a questioni puramente soggettive dell’investitore.

Vediamo alcuni punti focali:

  • Livello di rischio: nonostante gli Exchange Traded Funds dispongano mediamente di un livello di rischio differente rispetto ad altri strumenti di negoziazione, anche all’interno di questa categoria è possibile individuare ETF con rischio più basso, o rischio maggiore. Alcuni ETF vanno ad esempio ad esporre proprie informative sulla presenza del rischio associato all’indice ed agli asset presenti all’interno dello stesso.
  • Settore di appartenenza: come vedremo nel corso del nostro approfondimento, ad oggi esistono diverse tipologie di ETF. Gli stessi possono essere suddivisi anche per settore, risultando ad esempio legati al petrolio, alle energie rinnovabili, alla cannabis, alla tecnologia, e così via. A tal riguardo, la scelta sul migliore ETF, ossia più affine ai propri interessi, potrebbe legarsi anche alle conoscenze del trader in quel settore.
  • Performance: tralasciando momentaneamente la presenza di ETF nuovi, ossia gli ingressi all’interno di fondi di investimento ancora da avviare, gli ETF già esistenti mostrano un proprio andamento ed un proprio storico. Se ne deduce la possibilità di analizzarne le performance, ossia visionare il livello di ROI mostrato dai risultati dal momento della sua nascita fino ai giorni d’oggi.

Il 67% degli utenti CFD di eToro perde denaro quando fa trading di CFDs con questo operatore. Per favore valuta se sei in una posizione finanziaria personale che ti permette di correre il rischio di perdere denaro

Migliori ETF nazionali

Aprendo una parentesi in merito alle tipologie di ETF esistenti ad oggi sul mercato, vista la loro stessa natura, si intuisce come ad oggi lo stesso settore conti la presenza di centinaia di Exchange Traded Funds.

Abbiamo quindi deciso di visionare una prima classificazione, partendo dai migliori ETF nazionali. Parlare di ETF nazionali significa parlare di specifici fondi associati al nostro territorio, almeno in via diretta.

Così come la nostra nazione dispone di specifici ETF associati alla Borsa Italiana (ossia la piazza dove risultano quotate le azioni e gli asset del nostro territorio), così anche in altre nazioni è possibile individuare specifici Exchange Traded Funds.

ETF sulla Cina

ETF Cina

Gli ETF sulla Cina rappresentano una prima tipologia di ETF nazionali. La stessa nazione, a sua volta, è considerata una delle principali superpotenza mondiali, con all’attivo un prodotto interno lordo considerevole.

Risulta ormai da anni leader indiscusso in moltissimi settori, mostrando una quota di mercato colossale in molti comparti operativi. Ne deriva come la presenza di ETF sulla Cina venga considerata in tutto il mondo da traders ed investitori.

A seguire una tabella esaustiva sui principali ETF sulla Cina:

IdentificativoETFComposizione
ASHRXtrackers Harvest CSI 300 China A-Shares ETFLe migliori 300 azioni cinesi
CQQQInvesco China Technology ETFI titoli tecnologici cinesi
FXIiShares China Large-Cap ETFLe più importanti 50 azioni cinesi su Hong Kong
KWEBKraneShares CSI China InternetSocietà cinesi del settore internet quotate all'estero
MCHIiShares MSCI China ETFAzioni cinesi investibili

Il 67% degli utenti CFD di eToro perde denaro quando fa trading di CFDs con questo operatore. Per favore valuta se sei in una posizione finanziaria personale che ti permette di correre il rischio di perdere denaro

ETF sull’India

ETF India

Parlare di ETF sull'India significa tenere in considerazione Exchange Traded Funds legati al mercato indiano, il quale ha dimostrato nel corso degli ultimi tempi una rilevante considerazione da parte di esperti e professionisti di Borsa.

Anche in questo caso, risulta tuttavia opportuno valutare in modo oculato i parametri di scelta, tenendo pur sempre a mente la presenza dell’imprevedibilità dei mercati, anche in riferimento agli ETF, e quindi del parallelo rischio intrinseco.

A seguire una tabella esaustiva sui principali ETF sull’India:

IdentificativoETFComposizione
INDAiShares MSCI IndiaMercato mobiliare indiano
XCX5.LXtrackers MSCI India Swap UCITS ETFETF UCITS (armonizzato)
SCHESchwab Emerging Markets Equity ETFReplica il FTSE Emerging Index
IPACiShares Core MSCI Pacific ETFEsposizione sull'India, ma non solo

Il 67% degli utenti CFD di eToro perde denaro quando fa trading di CFDs con questo operatore. Per favore valuta se sei in una posizione finanziaria personale che ti permette di correre il rischio di perdere denaro

Migliori ETF su Borsa Italiana 2021

Gli ETF su Borsa Italiana rappresentano Exchange Traded Funds specificatamente trattati su BI.

Nel corso dei paragrafi introduttivi abbiamo più volte ricordato come nonostante la nascita degli Exchange Traded Funds sia da legare agli USA, nel corso del tempo anche altre nazioni hanno lentamente iniziato ad avvicinarsi a questa tipologia di fondi.

Così come molti altri ETF nazionali, anche quelli italiani si basano su assets appartenenti al mercato italiano (come ad esempio specifici titoli azionari) o ancora fanno riferimento a determinati indici di Borsa locali, come ad esempio il FTSE MIB.

A seguire una lista sui migliori ETF su Borsa Italiana:

  • Ishares Core Euro Stoxx 50 Eur (Dist) Ucits Etf
  • Xtrackers Msci World Heal Care Ucits Etf
  • Ishares Ftse Mib Ucits Etf Eur Acc
  • Ishares Fall Ang Yld Cor Ucits Etf Dist
  • Lyxor Ftsemib Dai 2x Lev Ucits Etf Dist
  • Lyxor Us$ 10y Infl Expect Ucits Etf Acc
  • Ishares Global Clean Energy Ucits Etf

Migliori ETF su materie prime

Fra le tipologie più conosciute di ETF, rientrano sicuramente gli ETF sulle materie prime. Gli stessi vanno semplicemente a replicare specifici indici, che tengono a loro volta in considerazione assets associati alle commodities.

investire in materie prime

Così come le altre tipologie di strumenti di negoziazione, anche le materie prime dispongono di un proprio andamento, ma soprattutto di un vasto settore di appartenenza. In altri termini, prendendo come riferimento il petrolio, può ricordarsi la presenza di migliaia di società legate allo stesso.

Gli ETF sulle materie prime vanno altresì a differenziarsi sulla base dei cosiddetti fattori di influenza, i quali possono discostarsi rispetto ad assets di diversa natura, come ad esempio le criptovalute. Fattori ambientali, sulle rese, sui giacimenti e molto altro, risultano aspetti considerati dagli analisti.

Analizziamo a seguire alcune sottocategorie di Exchange Traded Funds su Commodities (ossia ETF su materie prime).

ETF sul Petrolio

ETF petrolio

Una prima categoria di ETF sulle materie prime è rappresentata dagli ETF sul petrolio, comunemente chiamato greggio, o oro nero.

Nel corso del 2020, l’arrivo della pandemia Covid 19, come ben sappiamo, ha portato numerose difficoltà, sotto tanti punti di vista. Anche il settore petrolifero ha subito il colpo, non soltanto sotto l’aspetto operativo, ma anche borsistico.

È ad esempio possibile ricordare il pesante ribasso mostrato all’interno del grafico di riferimento, sostituito tuttavia da una successiva fase di ripresa, rispetto ai punti di minimo annuali toccati nel 2020.

A seguire una lista con alcuni ETF sul petrolio:

  • Invesco DB Oil Fund (DBO)
  • United States Brent Oil Fund (BNO)
  • United States 12 Month Oil Fund (USL)
  • ProShares Ultra Bloomberg Crude Oil (SCO)

Il 67% degli utenti CFD di eToro perde denaro quando fa trading di CFDs con questo operatore. Per favore valuta se sei in una posizione finanziaria personale che ti permette di correre il rischio di perdere denaro

ETF sul Gas

ETF gas

In modo parallelo agli ETF sul petrolio, troviamo gli ETF sul gas, ossia una materia prima che in qualche modo può legarsi al processo di estrazione dell’oro nero, ma che viene considerato un asset specifico e con proprio andamento.

A tal riguardo, gli Exchange Traded Funds sul gas, i quali tengono in considerazione le principali società inserite in questo settore, potrebbero racchiudere anche società legate in linea generale al mondo energetico.

Per questo motivo, abbiamo deciso di analizzare accuratamente il mercato, andando alla ricerca di quegli specifici ETF sul gas che vadano a racchiudere nella composizione complessiva società dirette nel campo del gas.

A seguire una lista con i migliori ETF sul gas:

  • Vanguard Energy ETF
  • iShare MSCI Global Energy Producers ETF
  • SPDR S&P Oil&Gas Exploration & Production ETF
  • Energy Select Sector SPDR Fund
  • Fidelity MSCI Energy Index ETF

Il 67% degli utenti CFD di eToro perde denaro quando fa trading di CFDs con questo operatore. Per favore valuta se sei in una posizione finanziaria personale che ti permette di correre il rischio di perdere denaro

ETF sul Cacao

ETF cacao

Un'ulteriore materia prima rilevante, nel corso degli ultimi tempi analizzata e presa in considerazione da esperti ed analisti del settore, è il cacao.

Trattasi di una materia prima fondamentale per la produzione della cioccolata e di numerosi altri alimenti. Viene coltivato e prodotto solamente in specifiche zone territoriali, richiedendo capacità e competenze operative.

In ogni caso, prima di visionare alcuni Exchange Traded Funds sul cacao, si ricorda pur sempre la possibilità di negoziare sulla singola materia prima tramite strumenti derivati, ossia CFD, i quali vanno a replicare l’andamento specifico del sottostante in modo diretto.

Tornando ai fondi, ecco a seguire alcuni ETF sul cacao:

  • iPath Dow Jones-UBS Cocoa Subindex Total Return ETN (NIB)
  • iPath Pure Beta Cocoa ETN (CHOC)

Il 67% degli utenti CFD di eToro perde denaro quando fa trading di CFDs con questo operatore. Per favore valuta se sei in una posizione finanziaria personale che ti permette di correre il rischio di perdere denaro

Migliori ETF su tecnologia ed innovazione

Nel corso degli ultimi anni, il progresso tecnologico ha mostrato sviluppi da record.

ETF tecnologia

Abbiamo avuto modo di constatare la presenza di diversi comparti rilevanti, basati su intelligenza artificiale, robotica, automazione, cyber security e molto altro.

Gli stessi concetti sono ormai entrati in modo diretto a far parte delle nostre vite, permettendo di agevolare alcuni processi e di rendere molte operazioni più rapide ed allo stesso tempo sicure.

Molte delle società legate a questi settori, hanno avuto la capacità di entrare in Borsa proprio nel corso dei primi mesi del 2021, permettendo al primo semestre di quest’anno di essere considerato uno dei periodi con maggior numero di IPO tecnologiche.

Abbiamo quindi deciso di mostrare nel dettaglio una lista con alcuni dei migliori ETF di robotica ed AI attualmente presenti sul mercato e sui principali broker online:

  • ARK Next Generation Internet ETF
  • ROBO Global Robotics & Automation ETF
  • Global X Robotics & Artificial Intelligence ETF
  • First Trust Cloud Computing
  • Global X Cloud Computing ETF
  • First Trust Nasdaq Artificial Intelligence and Robotics
  • Defiance Next Gen Connectivity ETF

Il 67% degli utenti CFD di eToro perde denaro quando fa trading di CFDs con questo operatore. Per favore valuta se sei in una posizione finanziaria personale che ti permette di correre il rischio di perdere denaro

Migliori ETF sulla Cannabis

Il settore della cannabis ha ultimamente ottenuto una certa considerazione in molte parti del mondo.

ETF Cannabis

La stessa canapa, che viene utilizzata prettamente per scopi terapeutici e ricreativi (in questo caso con maggiori livelli di THC), è prodotta in larga scala nel territorio canadese.

Gli ETF sulla cannabis rappresentano Exchange Traded Funds relativi ad indici che replicano in modo diretto panieri contenenti le principali società interessate nel settore.

Il mercato della canapa continua ancora ad oggi a mostrare sviluppi, soprattutto sotto l’aspetto regolamentale. In altri termini, nonostante inizialmente sia stata legalizzata solamente in specifici Stati americani, risulta ad oggi presente anche in molte nazioni europee.

A seguire una tabella completa ed aggiornata con alcuni dei migliori ETF sulla Cannabis del 2021:

ETFISIN
Horizons Marijuana Life Sciences Index ETFCA44054J1012
Rize Medical Cannabis and LifeIE00BJXRZ273
HANetf The Medical Cannabis and WellnessIE00BG5J1M21
ETFMG Alternative HarvestUS26924G5080
AdvisorShares Pure US Cannabis ETFUS00768Y453

Il 67% degli utenti CFD di eToro perde denaro quando fa trading di CFDs con questo operatore. Per favore valuta se sei in una posizione finanziaria personale che ti permette di correre il rischio di perdere denaro

Migliori ETF su Azioni

Un'ulteriore suddivisione legata agli Exchange Traded Funds riguarda gli ETF su azioni.

Anche in questo caso, oltre alla possibilità di poter investire e negoziare su un unico titolo azionario (con proprio valore e proprio andamento), un ETF su azioni va a replicare indici attinenti panieri con diversi asset.

Fra gli stessi, può quindi constatarsi la presenza di grandi società quotate, a capitalizzazione elevata ed appartenenti a diversi Stati e nazionalità. Abbiamo quindi pensato di elencare tre degli ETF su azioni più conosciuti al mondo:

Il 67% degli utenti CFD di eToro perde denaro quando fa trading di CFDs con questo operatore. Per favore valuta se sei in una posizione finanziaria personale che ti permette di correre il rischio di perdere denaro

Migliori ETF su Criptovalute

ETF criptovalute

Un ultimo paniere rilevante, non di certo per importanza, è rappresentato dagli ETF sulle criptovalute, ossia Exchange Traded Funds su monete digitali.

Come esposto in precedenza, anche in questo caso ci troviamo di fronte ad un fondo di investimento specifico, che potrebbe tenere in considerazione diverse criptovalute all’interno della sua composizione.

Gli ETF su criptoasset rappresentano un comparto relativamente giovane e non ancora presente in molti operatori ed intermediari. Gli stessi broker, tuttavia, permettono di poter trattare ugualmente sulle criptovalute, senza possederle in modo fisico, tramite CFD.

Anche in questo caso si fa riferimento a repliche dell’andamento del sottostante, con la concreta possibilità di aprire due tipologie di posizioni, una al rialzo e una al ribasso (con vendita allo scoperto).

In aggiunta a ciò, broker professionali come eToro, mettono a disposizione servizi molto simili agli ETF, come ad esempio il CopyPortfolio, ossia un vero e proprio portafoglio integrante alcune delle principali criptovalute presenti nel settore crypto, come ad esempio Bitcoin, Ethereum e molte altre.

Il 67% degli utenti CFD di eToro perde denaro quando fa trading di CFDs con questo operatore. Per favore valuta se sei in una posizione finanziaria personale che ti permette di correre il rischio di perdere denaro

Come investire sui migliori ETF

Diversamente dal passato, dove investire in ETF rappresentava un processo ostico ed alquanto complesso, sia in termini operativi che di ricerca, ad oggi tutto risulta più semplificato ed agevole grazie alla presenza di specifici intermediari online.

Gli stessi permettono, a chiunque ne sia interessato, di aprire posizioni su ETF, utilizzando comodamente un account ufficiale sul broker selezionato, un computer ed una connessione ad Internet.

Prima di procedere con la scelta e l’individuazione dei propri ETF di interesse, è tuttavia doveroso ricordare come non tutti i broker rappresentino operatori professionali e regolamentati.

Cosa valutare nel proprio processo di scelta? Vediamo alcuni punti:

  • Presenza di ETF: se l’obiettivo del trader è quello di negoziare su Exchange Traded Funds, la prima verifica da effettuare attiene la presenza di questi strumenti;
  • Presenza delle licenze: un secondo aspetto rilevante da poter verificare riguarda le regolamentazioni. Tutti i broker professionali dispongono di autorizzazioni erogate da enti quali CONSOB, CySEC, FCA e così via;
  • Database completo ed aggiornato: la presenza di più strumenti di negoziazione, come ad esempio più Exchange Traded Funds, permette al trader di poter maggiormente diversificare le proprie scelte.

eToro

eToro Broker

Un broker professionale e conosciuto in tutto il mondo è eToro. Una delle prime caratteristiche distintive a poter essere esposte è la presenza di un database costantemente aggiornato e ricco di strumenti di negoziazione.

Fra gli stessi, oltre a poter individuare titoli azionari, materie prime, indici di Borsa e criptovalute, risulta presente anche il comparto degli ETF. A tal riguardo, come fare ad individuare l’ETF di proprio interesse sul broker? A seguire alcuni punti:

  1. L’accesso all’interno del proprio account, il quale può essere aperto in pochi secondi con una rapida registrazione, permette di visionare l’elenco degli ETF;
  2. Utilizzando l’apposita barra delle ricerche, l’utente può selezionare ed accedere alla pagina specifica dell’Exchange Traded Funds;
  3. La sezione di gestione dà successivamente la possibilità di attuare la propria strategia, sulla base dei propri studi e delle proprie analisi.

Ecco a seguire come si mostra l’ETF su MSCI presente sul broker:

eToro ETF MSCI

Il 67% degli utenti CFD di eToro perde denaro quando fa trading di CFDs con questo operatore. Per favore valuta se sei in una posizione finanziaria personale che ti permette di correre il rischio di perdere denaro

Capital.com

Capital.com Broker

Un secondo broker professionale, anche in questo caso in possesso delle dovute autorizzazioni per operare nel nostro territorio, è Capital.com.

Nel corso degli anni ha avuto la capacità di incrementare la propria quota di mercato, arrivando ad ottenere migliaia di utenti registrati e di recensioni all’interno di canali informativi. Mette a disposizione una piattaforma funzionale ed interattiva, con molte funzionalità.

Fra gli stessi strumenti finanziari disponibili, risultano presenti anche gli ETF. All’interno della pagina ufficiale, è inoltre possibile visionare numerose sezioni formative sul significato di Exchange Traded Funds e sulle principali caratteristiche alla base del loro funzionamento.

Anche in questo caso, i passaggi da effettuare risultano intuitivi ed alla portata di tutti, eccoli a seguire:

  1. Accesso all’interno del proprio account. La registrazione può essere portata a compimento in pochi attimi, inserendo pochissimi dati;
  2. L’utente può a questo punto selezionare lo strumento di proprio interesse, entrando nella specifica pagina di negoziazione;
  3. Tramite la sezione operativa, può quindi piazzare la propria strategia.

Trading CFD. Il tuo capitale è a rischio

XTB

XTB Broker

Un ultimo broker professionale, ad entrare di diritto all’interno della nostra classifica è XTB. L’intermediario si distingue sin da subito per la facilità operativa e di gestione.

La stessa gestione può avvertire in diverse modalità. La prima si riferisce al web trading, ossia alla possibilità di negoziare semplicemente utilizzando una connessione ad Internet ed il proprio browser di fiducia.

Seguono la presenza di MetaTrader, la quale può essere scaricato su tutte le principali tipologie di sistemi operativi, e l’applicazione per dispositivi mobili (disponibile sia per device iOS che Android).

XTB dispone di un database completo e costantemente aggiornato, integrante titoli azionari, criptovalute, materie prime, indici ed anche ETF. Anche in questo caso si tratta di un operatore specializzato in CFD, ossia contratti per differenza sugli assets trattati.

Tutti gli utenti possono decidere se iniziare con la modalità reale o con la modalità demo. Quest’ultima permette di avviare strategie e di testare la piattaforma, il tutto con capitali fittizi, caricati in automatico dal broker.

Trading CFD. Il tuo capitale è a rischio

Quali sono i rischi degli ETF?

Prima di procedere con le dovute conclusioni, è bene aprire una piccola parentesi sui rischi legati agli ETF.

Come qualsiasi altro assets di negoziazione, anche gli ETF dispongono di un proprio andamento e di una propria quotazione. La stessa risulta quindi caratterizzata dalle performance dell’indice di riferimento e, a sua volta, del paniere collettivo degli strumenti presenti al suo interno.

Nel settore degli investimenti speculativi, anche sugli ETF, la componente del rischio deve sempre essere presa in considerazione.

Ne deriva quindi la pur sempre presente imprevedibilità degli stessi asset, seppur con una maggiore diversificazione rispetto ad una negoziazione su un unico asset.

Migliori ETF: Pro & Contro

Alla luce delle informazioni apprese nel corso della nostra guida completa, mostriamo una tabella esplicativa sui principali punti di forza e di debolezza legati ai migliori ETF (Exchange Traded Funds):

  • Presenza di più asset all'interno del fondo di interesse
  • Maggiore diversificazione
  • Diverse tipologie disponibili in associazione a diversi settori
  • Disponibili sui migliori broker online
  • Rischio generalista sulla volatilità del mercato
  • Non presenti su alcuni broker di nicchia

Migliori ETF: Conclusioni

Giunti al termine della nostra guida, incentrata sugli Exchange Traded Funds, risulta possibile ricapitolare alcuni concetti fondamentali.

Gli ETF hanno rappresentato semplicemente specifici fondi a gestione passiva. I paragrafi iniziali hanno permesso di scoprire nel dettaglio alcune dello loro caratteristiche, nonché la suddivisione sulla base delle diverse tipologie presenti sul mercato.

All’interno della stessa suddivisione, abbiamo inoltre elencato alcuni dei migliori ETF 2021 attualmente presenti sul mercato, effettuando così una panoramica generale sui settori di riferimento più discussi ed analizzati nel 2021.

Per chiunque avesse intenzione di negoziare su ETF, abbiamo infine presentato alcuni dei migliori broker di ETF professionali e regolamentati, i quali permettono anche di iniziare con un semplice account demo gratuito.

Il 67% degli utenti CFD di eToro perde denaro quando fa trading di CFDs con questo operatore. Per favore valuta se sei in una posizione finanziaria personale che ti permette di correre il rischio di perdere denaro

Migliori ETF – Domande Frequenti

Che ETF comprare oggi?

Nel corso del nostro approfondimento completo abbiamo esposto come ad oggi esistano numerosi ETF disponibili sul mercato. Entrando nel nostro articolo avrai la possibilità di scoprire quali sono gli Exchange Traded Funds più analizzati nel corso del 2021.

Quanto rendono gli ETF?

Così come qualsiasi altro strumento di negoziazione, soprattutto basandosi su strumenti derivati, non esistono formule precise per stabilire il rendimento di uno specifico ETF. Aspetti quali imprevedibilità e rischio intrinseco devono sempre essere considerati.

Come investire in ETF?

All’interno del nostro esposto abbiamo ricordato nel dettaglio alcuni dei migliori broker di CFD online, come ad esempio eToro, che permettono di investire e di negoziare sugli ETF in modo autonomo, iniziando anche da un account di prova gratuito.

Conviene investire in ETF?

Sì, se si considerano le basse commissioni e i margini di rischio ridotti rispetto ad altri strumenti finanziari. Inoltre, negli ultimi anni la gran parte di questi strumenti ha permesso dei guadagni molto interessanti.

Quali saranno i migliori ETF nel 2022?

I settori dati principalmente in espansione sono: farmaceutico, petrolifero, asiatico e IA. Nel nostro articolo abbiamo indicato alcuni degli ETF che dovrebbero essere tenuti d'occhio o inseriti nel proprio portfolio.

condividi l'articolo sui social

Commenta per primo questo articolo

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LIMITAZIONI DI RESPONSABILITA'

    I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Tutte le informazioni che troverete su Finaria.it sono pubblicate solo per scopi informativi. Noi non diamo assolutamente alcuna garanzia riguardo la precisione e l'affidabilità di queste informazioni. Qualsiasi azione prenderete sulla base delle informazioni fornite dal nostro sito è rigorosamente a vostro rischio e pericolo e lo staff di Finaria non sarà responsabile di eventuali perdite e/o danni in relazione all'uso delle informazioni o notizie fornite dal nostro sito web.


    DIRITTO D'AUTORE

    Tutti i contenuti testuali su Finaria sono protetti da copyright e dalle leggi sulla proprietà intellettuale. L'utente non può riprodurre, distribuire, pubblicare o trasmettere qualsiasi contenuto, frase, immagine senza indicare il sito web www.finaria.it come fonte. Finaria non rivendica il copyright sulle immagini usate sul sito web, tra cui loghi, immagini e illustrazioni varie.