ETF

Recensione sui migliori ETF accumulo e i loro rendimenti

Analisi dei principali ETF ad accumulo del mercato e guida ai metodi d'investimento.

Nino Gallo

Economista e forte sostenitore del criterio metodologico


Iscriviti al nostro Canale Telegram per restare aggiornato sulle ultime notizie.

Gli ETF sono degli strumenti finanziari estremamente utili e particolari tramite cui investire in modo molto facile. In questa guida tratteremo in particolare degli ETF accumulo e dei migliori fondi disponibili nel 2023.

Analizzeremo come funzionano questi fondi d’investimento, utili per operare nei mercati globali e regionali. Trovare i più sicuri ed i più redditizi potrebbe essere difficile, ma noi vogliamo offrirti una panoramica completa al riguardo. 

Iniziamo con un elenco dei migliori ETF accumulo di cui parleremo: 

ETF accumuloRendimento medio 2019-2022Valutazione Finaria
iShares Core MSCI World UCITS ETF USD (Acc)12,24% ⭐⭐⭐⭐⭐
Lyxor Core MSCI World (DR) UCITS ETF – Acc12,13% ⭐⭐⭐⭐⭐
Invesco S&P 500 UCITS ETF Acc11,62%⭐⭐⭐⭐☆
iShares Core S&P 500 UCITS ETF USD (Acc)14,45% ⭐⭐⭐⭐☆
Xtrackers MSCI World Swap UCITS ETF 1C12,38% ⭐⭐⭐☆☆
Xtrackers S&P 500 Swap UCITS ETF 1C14,91% ⭐⭐⭐☆☆

Nella nostra analisi abbiamo inserito come riferimento anche gli anni in cui gli ETF e tutta l’economia hanno sofferto. Nonostante ciò i rendimenti si sono aggirati anche intorno al 20% per anno. Infati, nonostante i recenti eventi che hanno influenzato le nostre vite, registrano sempre valori alti.  

Chiaramente questi strumenti hanno diversa valenza in base alla loro zona di riferimento. Se sono continentali hanno un potenziale, mentre se agiscono sul mercato globale capirai che l’impatto è diverso. 

In questa guida, avrai l’opportunità di comprendere i pro ei contro e come funzionano gli ETF ad accumulo. Se invece sei già pratico del settore, allora avrai bisogno di uno strumento diverso a tua disposizione. Quindi, ecco per te un brevissimo tutorial su come investire in ETF su XTB:

  1. Registrati a XTB;
  2. Deposita il denaro sul tuo account di trading;
  3. Fai pratica con il tuo conto demo;
  4. Cerca gli asset su cui investire;
  5. Seleziona l'importo, imposta stop loss e take profit ed attua la tua strategia.

L'81% degli utenti perde denaro quando fa trading di CFDs con questo operatore. Per favore valuta se sei in una posizione finanziaria che ti permette di correre il rischio di perdere denaro

Cosa sono gli ETF accumulo?

etf accumulo - generica

Prima di spiegare nel dettaglio come funziona un ETF ad accumulo, ricordiamo brevemente che cos’è un ETF e cosa vuol dire fare ETF trading. Gli Exchange Trader Fund, sono dei fondi di investimento a basse commissioni quotati sui mercati.   

Nel particolare, gli ETF seguono un determinato indice come ad esempio in Nasdaq, ma anche un paniere di materie prime o una composizione di azioni di aziende di una particolare area geografica.

Rispetto ad altri prodotti, la particolarità dei migliori ETF sta nel fatto di poter accedere al mercato azionario in maniera economica.

Facciamo un esempio.

Un ETF che segue l’indice S&P 500 sarà composto da un paniere di titoli che riguarda direttamente le società che compongono questo indice. Quindi, visto che in un unico prodotto sono presenti più elementi, allora capirai che gli ETF sono utili per diversificare il proprio digital wallet.

Ma allora, che cos’è un ETF accumulo? 

Un ETF ad accumulo, o ad accumulazione, è un particolare tipo di strumento finanziario. Con questo i dividendi distribuiti dalle partecipazioni sottostanti, vengono successivamente reinvestiti dal gestore del fondo. Questo avviene senza tassazioni o spese aggiuntive. 

Per farla veramente breve, è come se ogni società all’interno del gruppo concedesse una quota che viene gestita da un terzo, per far lievitare i guadagni.

Gli ETF ad accumulo sono degli strumenti ottimi per favorire la crescita del proprio capitale nel medio o lungo periodo. A differenza di altri strumenti, la tassazione avviene solo al momento del disinvestimento. Ciò può accadere dopo anni e porta diversi vantaggi.

Ad esempio, la quota che dovrebbe essere destinata al fisco, può essere reinvestita per far incrementare il capitale. Ovviamente, una volta disinvestito il prodotto, tale quota dovrà essere versata.

Inoltre, questi strumenti non portano dei benefici sul fondo pensione. Tuttavia, al contrario di questi, i capitali investiti in ETF possono essere disponibili in tempi rapidi sul proprio conto corrente.

Come funzionano gli ETF ad accumulo?

Precedentemente abbiamo spiegato su grosse linee come investire in ETF e che cos’è un ETF ad accumulo. Procediamo ora nel dettaglio e cerchiamo di spiegare il tutto in modo più tecnico. Iniziamo con una semplice domanda. Ma come funzionano gli ETF ad accumulo?

Gli ETF ad accumulo sono degli Exchange Trade Found che invece di distribuire i dividendi che producono dai titoli azionari delle società quotata, investono il capitale ottenuto all’interno del fondo stesso. Questo non comporta spese aggiuntive. Al contratio, una volta pagati i dividendi il valore degli ETF aumenta. 

Cerchiamo di spiegare ancora meglio attraverso un esempio. 

  • Quando un’azienda emette dei dividendi, colui che gestisce il fondo utilizza il ricavato acquistando altre azioni. In questo modo pone le basi per massimizzare l’effetto di composizione degli interessi sul lungo termine. 
  • L’effetto di composizione si ottiene quando tutti gli elementi di quel gruppo si trovano nella medesima situazione. Quindi ciascuno di essi tende a comportarsi nello stesso modo. In questo caso parliamo di azioni che, comportandosi ugualmente, permettono di incrementare i guadagni.
  • Infatti, gli interessi nel lungo termine possono aumentare grazie al meccanismo del reinvestimento. I dividendi reinvestiti favoriscono la crescita del valore dell’investimento nel lungo andare. Così contribuiscono all’effetto di crescita esponenziale.

Quindi, come avrai capito, investire in ETF ad accumulo non vuol dire puntare su guadagni immediati. Anzi, questi strumenti vengono sfruttati per creare delle situazioni finanziarie proficue e sicure nel tempo.

Infatti, si tende ad utilizzare gli ETF accumulo per creare un’influenza sia economica che mentale all’interno del mercato. In questo modo, unendo i due aspetti si tende ad essere estremamente competitivi. 

78.77% di utenti perdono denaro usando questo provider per fare trading di CFD. Per favore considera se puoi correre il rischio di perdere denaro.

ETF accumulo vs ETF a distribuzione

Ora vogliamo introdurre un altro strumento nel campo degli ETF e quindi spiegheremo in breve che cos’è un ETF a distribuzione e lo analizzeremo anche in confronto a quelli ad accumulo. 

Abbiamo dato una definizione di ETF ad accumulo precedentemente, indicando che questi non prevedono la distribuzione dei dividendi. Gli ETF a distribuzione invece ne prevedono la distribuzione. Infatti, hanno un periodo variabile che viene stabilito dall’emittente. Solitamente è trimestrale, semestrale o annuale. 

Come si traduce tutto ciò nell’atto pratico? Come accennato precedentemente, gli ETF ad accumulo hanno una marcia in più, ossia l’effetto di composizione. Anche se è una banalità, bisogna tener presente che oltre al capitale iniziale, si va ad investire anche il derivato dai dividendi. 

Quindi sul lungo andare possono portare degli introiti che verranno tassati solo una volta che sarà disinvestito.

Gli ETF a distribuzione, invece, tendono a distribuire i dividendi dei prodotti sottostanti (quindi azioni o obbligazioni). Chi investe, quindi, ha un flusso di cassa e ha a disposizione della liquidità da investire come vuole. 

etf accumulo - etf distribuzione

Ma quali sono le differenze con un ETF accumulo? 

  • Sul piano degli investimenti, gli ETF ad accumulo reinvestono i fondi distribuiti dagli investitori, mentre gli ETF a distribuzione pagano il flusso dei dividendi generando liquidità per l’investitore
  • In merito ai costi gli ETF ad accumulo vengono tassati solo quando si stacca un dividendo dal ventaglio azionario. Mentre gli ETF a distribuzione hanno una tassazione costante, anche se il ricavato venisse investito subito nel mercato. 

Quindi, qual è il migliore? 

Dipende dalle tue esigenze. Se necessiti di un investimento a lungo termine che in potenza ti possa dare stabilità economica, allora gli ETF ad accumulo fanno al caso tuo. Invece, se hai bisogno di ottenere della liquidità da poter sfruttare in altri settori, allora gli ETF a distribuzione saranno più utili. 

ETF obbligazionari ad accumulo

Ovviamente gli ETF non hanno solo le caratteristiche che ti abbiamo appena elencato. Essendo degli strumenti finanziari scambiati in borsa, potrai imbatterti in altre tipologie. Per questo riteniamo sia il caso fare un piccolo focus su cos’è un ETF obbligazionario ad accumulo. 

Procediamo per step e cerchiamo innanzitutto di capire che cos’è un ETF obbligazionario:

  • Per ETF obbligazionario intendiamo un insieme di bond che viene scambiato in borsa e rientra nella categoria dei capitali a rischio. 
  • Un Bond o obbligazione è un titolo che garantisce il diritto a ricevere il rimborso della somma versata per il titolo acquistato. In più c’è la possibilità di ottenere una cedola come ricompensa. Ovviamente questo accade una volta che il titolo arriva a scadenza. 
  • Fra i vantaggi che porta, ma come altri ETF, è quello di favorire la diversificazione del proprio digital wallet.

Ora devi sapere che un ETF obbligazionario ad accumulo è uno strumento finanziario che tende a reinvestire fondi sul capitale a rischio. Questo ha i suoi pro ed i suoi contro, come tutto ovviamente. 

Utilizzare questa tipologia di ETF con bond può portare potenzialmente a dei profitti consistenti. Però visto che generalmente si punta su capitali a rischio, gli investitori potrebbero non solo perdere i possibili guadagni, ma non otterrebbero nemmeno il rimborso della somma versata. 

Infatti, è vero che gli ETF obbligazionari mantengono una costante nel tempo. Tuttavia il rischio nasce proprio dalle obbligazioni che ne fanno parte. Sebbene siano piuttosto liquidi e quindi portano introiti che si possono reinvestire in altri settori, non sono un’ottimo strumento per i traders neofiti.

Quindi se vuoi investire in questa tipologia di ETF, ti consigliamo di farlo con estrema cautela e di tener conto della difficile valutazione del sottostante. Infine, ricorda che gli indici obbligazionari contengono molte tipologie diverse di titoli e vanno analizzate tutte. 

Invece, se stai cercando delle valide alternative ma vuoi restare nell’ambito degli ETF, ti consigliamo di leggere le nostre guide su ETF materie prime e ETF mercati emergenti.

78.77% di utenti perdono denaro usando questo provider per fare trading di CFD. Per favore considera se puoi correre il rischio di perdere denaro.

I migliori ETF ad accumulo

Arrivati a questo punto della nostra recensione, vogliamo offrirti un focus su quelli che sono i migliori ETF ad accumulo presenti sul mercato. A seguire, ti mostreremo diversi settori e diverse zone d’influenza. 

Devi sapere che non tutti gli strumenti finanziari vengono investiti allo stesso modo. Inoltre, ci sono quelli che sono delimitati da specifiche aree geografiche, perché non tutti vengono investiti a livello globale. 

Per selezionare i migliori ETF ad accumulo, abbiamo utilizzato diversi parametri. 

  • In primis ci siamo basati su un monitoraggio costante che ci ha permesso di individuare quelli migliori in base agli investimenti. 
  • Il secondo parametro che abbiamo utilizzato è quello relativo ai costi. Abbiamo scelto, dov’è stato possibile, gli ETF che hanno delle spese minime per l’investitore e che portano a notevoli guadagni. 
  • Ultimo parametro, invece, è quello relativo alla popolarità nel mercato di riferimento. È importante tener presente anche l’aspetto pubblicitario e le notizie che girano intorno al gruppo azionario di riferimento. 

La pubblicità, infatti, genera curiosità intorno all’oggetto che viene trattato. Non esiste cattiva pubblicità, ma dipende sempre come il gruppo azionario la volge a suo favore. Attraverso delle ricerche per i vari mass media, abbiamo tenuto conto anche della popolarità di questi investitori. 

ETF accumulo MSCI World

etf accumulo - msci

Ed eccoci giunti al momento di introdurre il nostro elenco dei migliori ETF ad accumulo partendo dal mercato azionario globale. Come già accennato prima, gli ETF in questione fanno riferimento a tutto il mondo e non solo ad un continente. Come vedrai questi sono soggetti ad oscillazioni che riguardano più aree.

Quindi la loro solidità non è da vedere come frutto di casualità o altro, ma come il risultato di strategie finanziarie che perdurano da tempo e che sono fortemente solide. Quindi iniziamo la nostra lista con il mercato globale presentati i tre migliori di questo settore.   

In particolare, faremo riferimento all’indice MSCI World che racchiude nel suo ventaglio dei titoli provenienti da tutto il mondo. I paesi di riferimento sono circa 23, escludendo quelli provenienti da economia di frontiera o da paesi emergenti. Vediamo nel dettaglio gli ETF che fanno parte di questo indice costituito nel 1969

iShares Core MSCI World UCITS ETF USD (Acc)

L’ETF iShares Core MSCI World UCITS ETF USD (Acc) è un fondo in USD e traccia l’andamento dell’indice MSCI World. Questo fondo applica una replica fiscale e, inoltre, ha in gestione oltre 40 miliardi di dollari.

Il costo di gestione (TER) equivale a circa lo 0,20% annuo. 

Questo ETF viene quotato per la prima volta nel 2009 ed è domiciliato in Irlanda. Si tratta del più grande ETF ad accumulo sul MSCI World fra quelli elencati. 

Di seguito ti elenchiamo le caratteristiche principali dell’ETF:

Data di lancio 25 settembre 2009
Domicilio del fondo Irlanda 
Politica di distribuzioneAccumulazione 
Valuta ETFUSD
Rischio strategia Solo posizioni lunghe 
Indice spesa complessiva0,20%
Esposizione geografica maggiore Stati uniti 67,38%Giappone 6,09%Regno unito 4,76%

Detto ciò, bisogna valutare se l’ETF in questione può essere funzionale per la tua strategia. Diamo un’occhiata ai rendimenti annuali dal 2019

etf accumulo - rendimenti1

Come puoi notare dai grafici, l’unico anno in cui l’ETF ha subito un crollo è stato nel 2022. Nonostante la pandemia, però ha registrato una crescita in attivo nel 2020, sebbene inferiore all’anno precedente. 

Tuttavia, l’unica nota negativa è stata registrata nel 2022, anche se ad inizio 2023 è stato riportato un rialzo che fa ben sperare per l’anno in corso. I nostri esperti, infatti, sono convinti per una possibile crescita nel 2023. 

Se sei interessato a questo prodotto e vuoi acquistarlo, allora ti consigliamo di farlo attraverso XTB. Clicca sul pulsante qui sotto per acquistare iShares Core MSCI World UCITS ETF USD (Acc)

78.77% di utenti perdono denaro usando questo provider per fare trading di CFD. Per favore considera se puoi correre il rischio di perdere denaro.

Lyxor Core MSCI World (DR) UCITS ETF – Acc

Il secondo ETF ad accumulazione che vogliamo presentarti è Lyxor Core MSCI World (DR) UCITS ETF (Acc), il quale tende a performare utilizzando la replica fisica.

Questo fondo attualmente gestisce 1 miliardo di dollari ed ha un costo di gestione all’incirca dello 0,12% (TER). 

Questo è denominato in USD ed ha il domicilio fiscale a Lussemburgo. La prima volta che è stato emesso fu nel 2018 e risulta il più economico fra quelli che ti proponiamo nella nostra guida. Diamo un’occhiata generale alle sue caratteristiche principali:

Data di lancio 28 febbraio 2018
Domicilio del fondo Lussemburgo
Politica di distribuzioneaccumulazione
Valuta ETFUSD
Rischio strategia Solo su posizione lunga
Indice spesa complessiva0,12%
Esposizione geografica maggiore Stati Uniti 67,68%Giappone 6,25%Regno Unito 4,74%

Ora che hai le linee guida sui parametri principali dell’ETF, bisogna capire se può far parte della tua strategia finanziaria oppure no. Per questo, bisogna vedere i rendimenti medi. Diamo un’occhiata insieme al grafico.

etf accumulo - rendimenti2

Come puoi notare, la crescita dell’ ETF negli ultimi anni ha avuto dei picchi fino al 31,96% annuo, ma anche dei bilanci in negativo come nel 2022. Tuttavia questo è stato un atteggiamento comune nel mercato e di sicuro i “danni” che vedi sono molto inferiori rispetto alla concorrenza. 

Questo ETF ha dato già segni di crescita ad inizio anno e per questo i nostri esperti ritengono che possa essere un potenziale investimento proficuo. Se vuoi acquistarlo, ti consigliamo di farlo tramite XTB: 

78.77% di utenti perdono denaro usando questo provider per fare trading di CFD. Per favore considera se puoi correre il rischio di perdere denaro.

Xtrackers MSCI World Swap UCITS ETF 1C

L’ultimo ETF ad accumulo che vogliamo presentarti del gruppo MSCI è Xtrackers MSCI World Swap UCITS ETF 1C. Questo fondo cerca di monitorare l’andamento di MSCI World utilizzando una replica sintetica. A scapito di quanto si possa pensare, non ha rappresentato un limite anzi. 

Gli investitori hanno totalizzato nel tempo oltre 4 miliardi di dollari. Questo, però, va spiegato attraverso la sua prima quotazione in Borsa che risale al 2006. La valuta del riferimento è il dollaro americano ed anche questo ha domicilio in Lussemburgo. Il suo costo annuo è di circa 0,45%

Data di lancio 19 dicembre 2006
Domicilio del fondo Lussemburgo
Politica di distribuzioneaccumulo
Valuta ETFUSD
Rischio strategia solo su posizione lunga 
Indice spesa complessiva0,45%
Esposizione geografica maggiore Stati uniti 67,80%Giappone 6,10%Regno Unito 3,99%

Ora che hai un’idea su quelle che sono le caratteristiche generali di questo strumento finanziario, bisogna vedere se ha le carte in regola per essere inserito nella tua strategia finanziaria. Diamo un’occhiata insieme ai rendimenti prodotti a partire dal 2019

etf accumulo - rendimenti 3

A questo punto avrai notato che anche qui c’è stata una registrazione passiva nel corso del 2022. Questo è normale perché la stragrande maggioranza dei mercati ha subito delle perdite nel corso dello scorso anno. 

Ciò è dovuto a diversi fattori che già conoscerai e che quindi è futile riportarli. Tuttavia anche in questo caso abbiamo notato una crescita ad inizio anno e per questo i nostri esperti sono fiduciosi. 

Se sei interessato ad acquistare Xtrackers MSCI World Swap UCITS ETF 1C, allora ti consigliamo di farlo attraverso le migliori piattaforme di trading online.

78.77% di utenti perdono denaro usando questo provider per fare trading di CFD. Per favore considera se puoi correre il rischio di perdere denaro.

ETF accumulo S&P 500: Investi ne mercato azionario USA

etf accumulo - s&p

Adesso facciamo un cambio di rotta ed analizziamo sempre degli ETF ad accumulo, ma provenienti da un mercato diverso. In particolare ci vogliamo riferire al mercato americano e nel dettaglio a Standard & Poor 500.

Questa è una società che racchiude i titoli delle 500 migliori aziende americane. È stata fondata nel lontano 1949 e, ad oggi, è fra le prime tre agenzie di rating al mondo. S&P 500, però, non è quotata in borsa ma è presente nel mercato azionario americano perché parte del gruppo McGraw-Hill.

Invece, quest’ultimo è presente nel listino della Borsa di New York. Procediamo adesso nell’analisi dei principali strumenti finanziari che fanno parte di S&P 500 e vediamo nel dettaglio le loro caratteristiche. 

iShares Core S&P 500 UCITS ETF USD (Acc)

Iniziamo la nostra rassegna sui migliori ETF del mercato americano con iShares Core S&P 500 UCITS ETF USD (Acc). Questo è quello di dimensioni più grandi contenuto nella nostra analisi.  

Questo fondo è denominato in dollari, ha la sua sede fiscale in Irlanda e il suo primo lancio risale a maggio 2010. Il TER è pari a circa lo 0,07% annuo ed il paese in cui ha la maggiore esposizione è  gli Stati uniti con il 99,73%

Diamo un’occhiata rapida alle sue caratteristiche principali:

Data di lancio 19 maggio 2010
Domicilio del fondo Irlanda
Politica di distribuzioneAccumulazione
Valuta ETFUSD
Rischio strategia Solo posizione lunga
Indice spesa complessiva0,07%
Esposizione geografica maggiore Stati Uniti 99,73% (Liquidità e derivati 0,27%)

Viste le caratteristiche principali, dobbiamo renderci conto se è possibile inserirlo nel proprio digital wallet. Per farlo, sarà necessario analizzare i rendimenti medi anno per anno dal 2019 ad oggi: 

etf accumulo - rendimenti 4

Di nuovo come puoi vedere il 2022 è stato un anno che ha fatto registrare perdite in quasi tutti i settori azionari. Tuttavia, il rendimento annuale medio di questo indice è pari al 14,45%. Quindi è in grado di offrire performance di alto livello le perdite del 2022. 

Quindi i nostri esperti sono fiduciosi in merito a iShares Core S&P 500 UCITS ETF USD (Acc) e le sue possibili evoluzioni nel corso del 2023. Se sei interessato ad acquistarlo, ti consigliamo di farlo tramite una piattaforma regolamentata come XTB:

78.77% di utenti perdono denaro usando questo provider per fare trading di CFD. Per favore considera se puoi correre il rischio di perdere denaro.

Invesco S&P 500 UCITS ETF Acc

etf idrogeno - invesco

Il secondo ETF ad accumulo che vogliamo presentarti dell’indice S&P 500 è Invesco S&P 500 UCITS ETF (Acc). Questo è quello più economico che fa parte della famiglia S&P 500. Il suo costo annuale ammonta a circa lo 0,05% (TER). Il fondo è quotato in dollari ed ha la sua sede legale in Irlanda. 

La sua data di lancio risale a marzo 2020 e replica il suo indice di riferimento tramite la replica sintetica. Diamo uno sguardo rapido a quelle che sono le caratteristiche principali di questo strumento finanziario:

Data di lancio 9 marzo 2020
Domicilio del fondo Irlanda
Politica di distribuzioneAccumulo
Valuta ETFUSD
Rischio strategia Solo posizione lunga
Indice spesa complessiva0,09
Esposizione geografica maggiore Stati Uniti 99,17%Regno Unito 0,78%Irlanda 0,05%

Quella che vedi sopra è la “carta d’identità” di Invesco S&P 500 UCITS ETF Acc. Ora che hai le informazioni principali di questo prodotto, bisogna dare un’occhiata ai rendimenti medi annui dal 2020 ad oggi: 

etf accumulo - rendimenti 5

La cosa che sorprende di questo strumento è la crescita esponenziale che ha avuto nel 2021. Infatti, come si evince dal grafico, è arrivato quasi ad ottenere un rendimento annuo pari a circa il 42,5% in più rispetto al valore originario. 

Sebbene sia stato registrato un rendimento passivo a fine 2022, vogliamo ricordati che questo è stato un atteggiamento molto comune nel mercato finanziario e che quindi non c’è molto da temere. Infatti, i nostri esperti sono fiduciosi in merito al valore di questo prodotto e per questo consigliano di investire.

78.77% di utenti perdono denaro usando questo provider per fare trading di CFD. Per favore considera se puoi correre il rischio di perdere denaro.

Xtrackers S&P 500 Swap UCITS ETF 1C

Chiudiamo la nostra rassegna con Xtrackers S&P 500 Swap UCITS ETF 1C, l’ETF ad accumulazione su S&P 500 con lo storico più alto. La prima quotazione risale a più di dieci anni fa ed ovviamente la valuta di riferimento è l’USD. 

Anche in questo caso abbiamo un ETF con domicilio in Europa, in particolar modo in Lussemburgo.

I costi di gestione sono di 0,015% annuo. Questo fondo gestisce quote pari ad 8 miliardi di dollari. 

Vediamo insieme quali sono le caratteristiche principali:

Data di lancio 26 marzo 2010
Domicilio del fondo Lussemburgo
Politica di distribuzioneAccumulazione
Valuta ETFUSD
Rischio strategia Solo posizione lunga
Indice spesa complessiva0,015%
Esposizione geografica maggiore 100,00% Stati Uniti

Ora che conosci le caratteristiche principali di Xtrackers S&P 500 Swap UCITS ETF 1C, bisogna fare un’analisi sui rendimenti medi annui dal 2019 ad oggi. Diamo un’occhiata insieme ai grafici dei rendimenti qui sotto: 

etf accumulo - rendimenti 6

Ormai hai capito che funziona l’andamento di questi panieri azionari e sai già che non è il caso di preoccuparsi per quel bilancio in rosso del 2022. Anzi, fra quelle che ti abbiamo presentato Xtrackers S&P 500 Swap UCITS ETF 1C è quella che ha presentato un rendimento annuo medio pari al 14,91%.

Quindi se sei intenzionato ad acquistare questo ETF, ti consigliamo di farlo attraverso una piattaforma adeguatamente regolamentata. Clicca sul pulsante sotto per procedere all’acquisto: 

78.77% di utenti perdono denaro usando questo provider per fare trading di CFD. Per favore considera se puoi correre il rischio di perdere denaro.

ETF ad accumulazione a confronto

Dopo aver analizzato i singoli fondi che sono stati selezionati dai nostri esperti, probabilmente ti starai chiedendo qual è il migliore ETF ad accumulazione. Questa domanda non ha una risposta semplice, anche perché abbiamo selezionato i migliori in base a diversi criteri. 

Come accennato prima, fra i fattori di cui abbiamo tenuto conto c’è anche la popolarità. Questa è importantissima per comprendere l’opinione generale che si nutre nei confronti dell’ ETF. Però specifichiamo una cosa. 

Non possiamo dirti direttamente qual è il migliore per te, perché ognuno ha la propria strategia finanziaria. Tuttavia, possiamo aiutarti realizzando una tabella con le caratteristiche principali. Ecco a te un riassunto che tornerà utile per schiarirti le idee:

ETF accumuloISINDimensione in miliardi di $Costo annuo (TER)ReplicaValutaDomicilioRendimento medio 2019-2022
iShares Core MSCI World UCITS ETF USD (Acc)IE00B4L5Y983400,20%FisicaUSDIrlanda12,24%
Lyxor Core MSCI World (DR) UCITS ETF – AccLU178154117910,12%FisicaUSDLussemburgo12,13%
Xtrackers MSCI World Swap UCITS ETF 1CLU027420869240,45%SinteticaUSDIrlanda12,38%
iShares Core S&P 500 UCITS ETF USD (Acc)IE00B5BMR087500,07%FisicaUSDIrlanda14,45%
Invesco S&P 500 UCITS ETF AccIE00B5BMR087110,05%SinteticaUSDLussemburgo11,62%
Xtrackers S&P 500 Swap UCITS ETF 1CLU049061854280,015%SinteticaUSDLussemburgo
14,91%

Chiudiamo questa parte della nostra analisi sui migliori ETF ad accumulo sottolineando una cosa. Quando prepari la tua strategia finanziaria, ricordati che gli ETF elencati sopra hanno un’influenza diversa sui mercati. Ad esempio, investendo in S&P 500 investiva solo sul suolo americano.

Quindi ricordati di controllare la sfera d’influenza dei singoli strumenti. 

Leggi pure
I Migliori ETF Petrolio: Come Sceglierli e Dove Investire

Come comprare ETF ad accumulo: tutorial su XTB

etf accumulo - logo xtb

XTB è una delle piattaforme più gettonate e popolari nel mercato del trading online. È rinomato soprattutto per i servizi di brokeraggio più redditizi e sicuri in tutto il mondo. Per questa ragione è uno dei broker più consigliati dai nostri esperti. 

Per fare trading ETF su XTB non è richiesta nessuna competenza speciale. Basterà registrarsi alla piattaforma e la procedura da seguire è veramente elementare. Quindi chiunque può iniziare a fare trading su questa piattaforma, anche se ha poca esperienza. 

Nota importante, e non da sottovalutare, è che non è richiesto avere nessuna soglia al deposito minimo e lo stesso vale per i prelievi, che non hanno alcun tipo di tassazione. 

1. Registrazione 

Per prima cosa, bisogna accedere al sito ufficiale di XTB. Per farlo, ti basterà cliccare sul pulsante in basso per iniziare la tua avventura su XTB. 

78.77% di utenti perdono denaro usando questo provider per fare trading di CFD. Per favore considera se puoi correre il rischio di perdere denaro.

Di seguito, ti basterà andare in alto a destra della schermata e selezionare “apri conto reale”.

Inserisci le informazioni richieste, come: 

  • indirizzo email
  • Paese di provenienza
  • Una password sicura
etf accumulo - XTB registrati

La piattaforma, però, ha delle limitazioni per gli utenti che provengono da alcune zone del mondo. Ma per quanto riguarda i membri della comunità europea non ci sono limitazioni. 

Successivamente, però, è necessario completare la registrazione inserendo informazioni personali. Queste sono dei semplici dati come nome, cognome e indirizzo di residenza.

Tali informazioni sono fondamentali per garantire la sicurezza e la privacy all’interno della piattaforma. Infatti, andranno a completamento del KYC (Know your Custmer),  Completato questo protocollo, verrai indirizzato direttamente alla piattaforma di trading XTB.

2 .Trovare gli ETF di tuoi interesse

Eseguita questa procedura per un account reale, potresti ricevere una telefonata da un consulente XTB. I loro addetti proveranno a comprendere quali sono le tue esigenze con delle semplici domande. 

Ovviamente questo passaggio non è necessariamente obbligatorio e puoi agire in totale autonomia. Infatti, la piattaforma mette a disposizione tutti gli strumenti necessari.

Dalla piattaforma XTB, accedi al mercato degli ETF e cerca quello di cui hai bisogno. 

etf accumulo - etf market

3. Investire negli ETF selezionati

L’ultimo step da seguire è quello che riguarda l’investimento effettivo del tuo capitale. Come prima cosa, dovrai effettuare il primo deposito. Come già detto, XTB non necessità di un deposito minimo, quindi non avrai limiti alla portata dell’investimento. 

Dalla selezione personale o dalla piattaforma di trading, segui le informazioni che ti offre il sito. Adesso potrai essere in grado di caricare il tuo conto. XTB garantisce di ricaricare il proprio saldo in diversi metodi di pagamento

  • Carta di credito
  • Carta di debito
  • Bonifico tradizionale
  • Bonifico istantaneo
etf accumulo - iwda

Una volta ricaricato il tuo conto, dovrai ritornare sulla pagina informativa dell’ ETF. Tramite l’apposita pulsantiera, procederà alla vendita o all’acquisto secondo le tue necessità. 

Completata l’operazione, potrai seguire l’andamento della schermata personalmente. Il tutto può essere gestito secondo le necessità personali. 

78.77% di utenti perdono denaro usando questo provider per fare trading di CFD. Per favore considera se puoi correre il rischio di perdere denaro.

Conviene investire in ETF ad accumulo

Ma dopo tutto questo che abbiamo detto la domanda che sorge spontanea è, ma conviene investire in ETF ad accumulo? La risposta richiede una piccola analisi, ma estremamente necessaria per comprendere i pro ei contro di tale operazione. 

Innanzitutto gli ETF ad accumulo sono un ottimo strumento per coloro che vogliono investire in maniera costante, economica e a lungo termine. Infatti, questi tendono a reinvestire i ricavati sempre negli stessi indici. Quindi c’è un flusso di denaro continuo che crea una certa stabilità economica.

In questa fase i costi sono letteralmente abbattuti, perché non c’è bisogno di versare soldi in tasse o cose simili. Infatti, questa operazione sarà necessaria solo quando si staccherà un dividendo. 

Altro fattore positivo è la popolarità e l’aspetto pubblicitario che è legato all’ETF. Molte banche o altri luoghi della finanza centralizzata, ricevono sussidi da parte dello stato per la loro importanza. Non sono rari i racconti legati a diverse banche salvate da fondi speciali versati direttamente dal governo centrale

Questo aspetto può essere importante da valutare. Generalmente la finanza centralizzata porta alcuni svantaggi come un assiduo controllo ed il fatto di non poter gestire sempre i propri investimenti. 

In questo caso, però, ti consigliamo di valutare anche l’influenza di uno stato all’interno di questo meccanismo.   

Passiamo velocemente ai contro che devono essere sempre contestualizzati. 

Abbiamo detto che una volta staccato un dividendo dall’ETF, bisognerà procedere a pagare le tasse. Questo può essere un aspetto visto in maniera negativa, ma non bisogna essere precipitosi al riguardo. 

Infatti, se le tasse si pagano una volta sola queste sono solo una parte rispetto al guadagno totale. Quindi è importante vedere la tassazione finale in rapporto al guadagno totale e non farsi intimorire. 

Leggi pure
Come investire su ETF Bitcoin e le migliori alternative

Migliori ETF accumulo 2023: Considerazioni finali

Siamo giunti alla fine della nostra analisi e, come sempre, è necessario fare un punto di quanto detto fino ad ora. È sempre una buona abitudine ricordare quanto detto per non farsi sfuggire alcun dettaglio.

Abbiamo aperto la nostra analisi sugli ETF ad accumulo illustrando cosa sono e quali sono le loro funzioni principali. Per chiarire le idee, abbiamo posto l’accento sulle loro funzionalità in paragone ad altri strumenti finanziari dello stesso tipo. 

Infatti, abbiamo parlato sia degli ETF obbligazionari ad accumulo, sia degli ETF a distribuzione. Questo era importante da sottolineare perché bisogna conoscere bene nel dettaglio come funzionano. 

Come avrai capito, la tua strategia finanziaria deve essere coerente con lo strumento che andrai ad utilizzare. Quindi bisogna fare attenzione a quello che si sceglie e non commettere errori.

Continuando abbiamo offerto una panoramica dei migliori ETF ad accumulo nel mercato finanziario globale e continentale. Nel particolare a livello mondiale abbiamo parlato di MSCI World, i cui indici hanno un certo peso anche in Europa. 

Per quello continentale ci siamo concentrati sugli Stati Uniti e nel dettaglio su S&P 500, la società americana che raccoglie 500 fra le migliori azioni sul suolo statunitense.

Successivamente era necessario fare una tabella generale di confronto fra i vari strumenti analizzati, indicando non solo le loro caratteristiche di base, ma anche la loro esposizione geografica maggiore. Molti di questi hanno una bella fetta negli USA.

Dopo ancora abbiamo illustrato un breve tutorial su XTB, una piattaforma di trading dove poter effettuare compravendita di ETF. Fondamentale soprattutto per coloro che sono interessati ad entrare nel mondo del trading, ma non sanno quale piattaforma scegliere.  

Infine, abbiamo spiegato quali possono essere i possibili pro e contro nell’investire in questo settore. Sottolineando le potenzialità di questi strumenti ed anche i possibili rischi che si corrono.

78.77% di utenti perdono denaro usando questo provider per fare trading di CFD. Per favore considera se puoi correre il rischio di perdere denaro.

Migliori ETF accumulo 2023: Domande frequenti

Quali sono i rischi degli ETF accumulo?

Il rischio è variabile e dipende dall’ ETF che si è scelto. Generalmente il problema è più legato alla banca dove sono depositati i titoli. Ogni banca corre un possibile rischio di fallimento, ma gli ETF elencati nella nostra analisi sono quelli attualmente più solidi sul mercato.

Quali sono i migliori ETF accumulo?

Nella nostra guida abbiamo elencato i migliori ETF da accumulo sia sul mercato globale che su quello americano. In particolare i migliori riguardano i gruppi MSCI World per l’aspetto mondiale, mentre per il mercato continentale americano abbiamo S&P 500

Come funzionano gli ETF accumulo?

Un ETF ad accumulazione è uno strumento finanziario dove i dividendi pagati dalle partecipazioni sottostanti, vengono successivamente reinvestiti dal gestore del fondo, senza che vengano aggiunte spese aggiuntive. In conseguenza, quando vengono pagati i dividendi il valore dell’ETF aumenta.

Dove investire i migliori ETF accumulo?

Generalmente, per investire su questi fondi è utile affidarsi ai migliori broker online. Trovare una piattaforma competitiva, sicura, innovativa ed economica è l’ideale per ottenere potenziali profitti. I nostri esperti hanno parlato di XTB in quest’analisi. 

Conviene investire negli ETF ad accumulo?

Solitamente, investire in ETF ad accumulo è un’operazione con un ottimo potenziale di crescita. Comunque è fondamentale organizzare delle strategie di mercato al riguardo. per ottenere profitti sul lungo termine. Inoltre, con investimenti relativamente bassi è possibile ottenere profitti potenzialmente alti.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per restare aggiornato sulle ultime notizie.


Nino Gallo

Economista e forte sostenitore del criterio metodologico

Orgoglioso seguace della dottrina di Federico Caffè e dell'Economia Umanistica di Valerio Malvezzi. È un forte sostenitore del Centro Studi Monetari, per lo studio dei mercati finanziari e delle forme di moneta emettibili senza creare debito pubblico.

Orgoglioso seguace della dottrina di Federico Caffè e dell'Economia Umanistica di Valerio Malvezzi. È un forte sostenitore del Centro Studi Monetari, per lo studio dei mercati finanziari e delle forme di moneta emettibili senza creare debito pubblico.


condividi l'articolo sui social

Commenta per primo questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *