Ecco cosa sapere prima di accendere un Mutuo Fondiario

Le scelte da fare, relativamente al mutuo da sottoscrivere, sono svariate e riescono a incontrare con soddisfazione diverse esigenze. Una delle tipologie a disposizione degli utenti è quella del mutuo fondiario.

Con un mutuo fondiario diventa possibile chiedere un finanziamento anche dall’importo molto elevato per acquistare un immobile, sul quale viene però posta un’ipoteca di primo grado.

Il prestito non è finalizzato esclusivamente all’acquisto, ma anche:

  • alla ristrutturazione o all’ampliamento dello stesso;
  • all’apertura di una società o di un’impresa;
  • alla costruzione di una casa su un terreno di proprietà dichiarato edificabile.

Rispetto ad un mutuo ipotecario ci sono meno spese da dover sostenere, soprattutto quelle relative al notaio e al catasto.

Il bene sul quale viene chiesto un finanziamento, che sia un terreno o un immobile, sarà soggetto ad un’ipoteca di primo grado che servirà a ripagare l’istituto di credito nel caso in cui si dovesse verificare insolvenza da parte del debitore. Infatti, il soggetto finanziatore potrà rivendere all’asta tale bene, recuperando il capitale prestato.

I Vantaggi di un Mutuo Fondiario

Uno dei vantaggi di un mutuo fondiario è poter ottenere fino all’80% del valore della proprietà sulla quale iscrivere l’ipoteca: il che ben si adatta con una clientela giovane che non ha ancora disponibilità di anticipi considerevoli da versare.

Le rate possono essere pagate ogni mese oppure ogni sei, a seconda delle scelte operate al momento della stipula del contratto.

Per poter chiedere questa tipologia di mutuo, bisogna rispettare alcuni requisiti, i fondamentali sono essere residenti in Italia, essere maggiorenni, non avere più di 35 anni e possedere un reddito dimostrabile.

Condividi questo articolo

Esperta di Economia e Investimenti. Il mio lavoro è scrivere scrivere e ancora scrivere. Cercami su Google + e leggi tutti i miei post!