Come comprare Bitcoin in banca. Come fare e le alternative migliori

È possibile comprare Bitcoin in banca? Scopri le possibilità ed i sistemi alternativi per acquistare BTC.

Lo sviluppo delle criptovalute, in primis del BTC, ha portato in molti a chiedersi se ad oggi sia possibile comprare Bitcoin in banca. Il re degli strumenti crittografici ha mostrato nel corso degli ultimi tempi traguardi importanti, continuando a mantenere il predominio all’interno di molte classifiche.

Comprare Bitcoin in Banca

In prima battuta, ricordiamo come ad oggi non sia direttamente possibile comprare Bitcoin in banca, anche se non ci stupiremmo se in un prossimo futuro diventerà possibile farlo.

Stiamo ovviamente parlando della possibilità di recarsi presso la propria filiale, fare richiesta di conversione e ricevere un quantitativo di BTC, proprio come faremmo con qualsiasi altra valuta reale (come ad esempio dollaro, sterlina e così via).

Nel corso della nostra guida completa andremo ad approfondire la questione, mettendo in chiara luce tutte le migliori alternative a comprare Bitcoin in banca.

  • Registrati a eToro seguendo questo link;
  • Deposita il denaro sul tuo account di trading;
  • Fai pratica con il tuo conto demo;
  • Cerca fra gli strumenti il Bitcoin, prova il copy trading e le altre funzionalità;
  • Seleziona l'importo, imposta stop loss e take profit ed attua la tua strategia.

Esporremo da una parte le modalità dirette, ossia basate sull’acquisto fisico, e dall’altra sistemi innovativi, che permetteranno di fare trading su Bitcoin. Scopriremo quindi i migliori exchange al mondo, nonché i principali broker di trading online per criptovalute.

Comprare Bitcoin in Banca – Quali sono le ragioni?

Comprare Bitcoin in Banca

Prima di passare ad aspetti prettamente operativi, siamo andati alla ricerca dei motivi per i quali un utente è portato a chiedersi come comprare Bitcoin in banca.

Per rispondere a questa domanda, è opportuno avviare un piccolo approfondimento in merito alle principali paure e preoccupazioni legate al mondo crittografico.

La prima è ovviamente quella delle truffe online. Nel corso degli ultimi anni, numerose organizzazioni criminali hanno tentato di architettare sistemi per truffare utenti ed appassionati. I meccanismi alla base di questi sistemi sono sempre gli stessi.

Si sfrutta la fama del Bitcoin, citando molte volte anche personaggi famosi, per creare delle vere e proprie trappole. Un utente poco esperto, risulta così tentato di accettare la ghiotta proposta, accorgendosi troppo tardi del misfatto.

Tutto ciò ha spinto le persone a cercare sistemi che potessero in qualche modo proteggere le proprie scelte, con esperienze nel settore della finanza. Quale principale ente se non la banca? A tal riguardo, gli istituti finanziari vengono ad oggi considerati dai cittadini enti sicuri e controllati.

Gli stessi, sono effettivamente legati ad alcune procedure di tutela per i clienti, che partono da determinate garanzie nei confronti di molte pratiche bancarie, arrivando alla protezione dei fondi in caso di fallimento della banca stessa.

Un secondo motivo che spinge utenti a chiedersi se sia possibile comprare Bitcoin in banca riguarda il rapporto fisico. Andare in banca significa interfacciarsi con operatori reali e consulenti professionisti, i quali mettono a disposizione le proprie competenze per andare in contro alle esigenze del singolo cliente.

Comprare Bitcoin in banca è possibile?

bitcoin logo

Come esposto in precedenza, la banca rappresenta ad oggi un concreto punto di riferimento nel settore della finanza, la quale è tuttavia entrata in contrasto con i nuovi sistemi di pagamento proposti dalle criptovalute.

Nel corso degli ultimi tempi le due realtà hanno cercato sempre più di convivere. Si pensi ad esempio a Ripple, conosciuta come la criptovaluta a favore delle banche, la quale ha avuto la capacità di allacciare numerosi rapporti con istituti finanziari.

Non stupirebbe, in un prossimo futuro, la possibilità di poter comprare Ripple in banca, ancor prima che altri strumenti crittografici. Quanto a comprare Bitcoin in banca, bisognerà ancora attendere.

Non risulta possibile all’interno di istituti italiani entrare in filiale e fare richiesta diretta di conversione fra valuta Fiat e BTC.

Ma non tutto è perduto, è infatti possibile andare alla ricerca di numerose alternative valide, sviluppatesi nel corso degli ultimi tempi, che permettono ugualmente lo stesso risultato: comprare Bitcoin, o investire sullo stesso.

Comprare Bitcoin in banca – Migliori alternative

Un’accurata analisi, anche in merito ai nostri tanti approfondimenti proposti, ci ha portati ad esaminare le possibili alternative da poter presentare ai nostri lettori.

Comprare Bitcoin in Banca

Comprare Bitcoin in banca è quasi un ossimoro, perché è proprio il sistema finanziario classico quello preso di mira dalle criptovalute. Infatti, la DeFi e gli exchange fanno una forte concorrenza alle banche tradizionali.

Per questo motivo, nel corso dei paragrafi successivi, accosteremo da una parte le modalità alternative online, ossia basate su piattaforme di riferimento regolamentate e dall’altra alcuni sistemi per investire in contanti.

Come investire in Bitcoin? Ecco 3 possibili scelte:

  • Negoziare su Bitcoin tramite broker online: in questo caso si fa riferimento ad operatori professionali, che permettono di fare trading su Bitcoin, senza possedere alcuna moneta digitale in modo fisico.
  • Comprare Bitcoin con exchange: in questo caso si fa riferimento alla possibilità di acquisire un determinato pacchetto di Bitcoin e di conservarlo successivamente all’interno di un proprio portafoglio di archiviazione.
  • Comprare Bitcoin in contanti: riguarderà una terza alternativa, presentata al termine della guida, ove saranno elencate alcune soluzioni per poter ottenere BTC semplicemente tramite denaro contante, attraverso uno scambio fisico.

Migliori broker per investire su Bitcoin

Il primo sistema esposto in precedenza riguarda i broker online. Gli stessi, tramite contratti per differenza, danno la possibilità di poter investire sul Bitcoin, senza possedere alcuna valuta digitale.

wallet Comprare Bitcoin in Banca

Ne derivano alcune caratteristiche peculiari differenti rispetto ad un acquisto tradizionale. Il primo riguarda l’assenza della custodia. Non esistendo alcun possesso, il trader non dovrà dotarsi di nessun portafoglio di archiviazione (comunemente definito Wallet).

In secondo luogo, la presenza stessa dei CFD permette di poter strutturare una doppia strategia (al rialzo o al ribasso). Nel primo caso si ipotizzerà una variazione dei valori in aumento, mentre nel secondo caso una variazione in diminuzione.

In ultimo, non per importanza, operare tramite i principali operatori di brokeraggio online, significa negoziare senza costi fissi, dovendo considerare solamente bassissimi e competitivi spread.

Quali sono i migliori broker che permettono di negoziare su Bitcoin? A seguire alcune proposte:

BrokerNegozia Bitcoin (BTC)
eToroVisita
LibertexVisita
Capital.comVisita

eToro

eToro Broker

Il primo operatore a poter essere presentato all’interno della nostra guida è eToro. Si pone ormai da anni in prima linea nel settore delle criptovalute, permettendo una duplice operatività.

Oltre a poter effettuare il tradizionale trading su Bitcoin (per intenderci attraverso l’utilizzo di contratti per differenza), permette anche di possedere criptovalute in modo diretto e fisico. In che modo? Disponendo di un’apposita sezione per la conservazione degli assets.

Prende il nome di eToro Wallet e rappresenta un portafoglio di ultima generazione, appositamente progettato per garantire agli utenti un elevato grado di sicurezza (dispone infatti di chiavi private) ed una gestione altamente semplificata.

etoro wallet

Come individuare il Bitcoin su eToro? A seguire alcuni passaggi:

  • La pagina principale permette di accedere all’interno della lista dei mercati, ove saranno presenti anche le principali criptovalute mondiali;
  • Effettuando una semplice ricerca risulta possibile entrare all’interno della pagina specifica del Bitcoin, visionare grafico, valore ed andamento;
  • Il trader può quindi decidere di aprire una posizione, utilizzando anche una semplice leva x1.
eToro Bitcoin

Puoi consultare la nostra recensione su eToro per conoscere ulteriori dettagli e leggere le opinioni di chi lo usa.

Libertex

Libertex broker

Libertex presenta una piattaforma di trading interattiva e funzionale, molto apprezzata dai traders (sia esperti che alle prime esperienze).

Uno dei principali punti di forza riguarda la presenza di molteplici strumenti crittografici, fra i quali sia asset di prima generazione, come ad esempio il Bitcoin, sia strumenti nuovi, come ad esempio PancakeSwap (CAKE) e molto altro.

Attraverso l’utilizzo dei contratti per differenza permette di poter aprire posizioni sia al rialzo, sia al ribasso (sfruttando la vendita allo scoperto). Anche in questo caso è presente la sezione specificità del BTC, contenente grafico e valori costantemente aggiornati.

Ogni trader ha la possibilità di iniziare tramite un pratico conto demo, ossia simulato e basato su depositi fittizi (non reali). Leggi di più sulla recensione Libertex.

Capital.com

Capital.com Broker

Un’ultima proposta, non per importanza, riguarda il broker professionale Capital.com, che si pone come uno dei principali leader nel settore.

Così come gli altri broker, dispone in primo luogo delle dovute licenze ed autorizzazioni, risultando così pienamente regolamentato per il nostro territorio. In secondo luogo offre una gestione semplificata, sia tramite sistema web sia tramite dispositivo mobile.

L’applicazione di Capital.com può essere scaricata in modo gratuito su tutti gli store più importanti, sia Android che iOS. Fra i tanti strumenti, permette di utilizzare i CFD anche sul Bitcoin, agendo al rialzo o al ribasso.

Migliori exchange per comprare Bitcoin

La seconda metodologia alternativa al comprare Bitcoin in banca, riguarda l’utilizzo degli exchange.

Sono semplicemente degli intermediari professionali, che permettono di scambiare un determinato quantitativo di valuta reale, contro un quantitativo di BTC.

Contrariamente dal sistema esposto in precedenza, in questo caso si considera il possesso diretto dello strumento. Cosa significa tutto ciò? Dopo l’acquisto, i Bitcoin dovranno essere archiviati all’interno di un apposito Wallet.

I principali scambiatori online, come ad esempio quelli esposti di seguito, dispongono di funzionali Wallet multivaluta, che possono essere utilizzati per conservare assets crittografici, per inviare criptovalute o riceverne altre sulla base delle proprie necessità.

Quali sono i migliori exchange per comprare Bitcoin? A seguire alcune proposte:

ExchangeCompra Bitcoin (BTC)
BinanceVisita
CoinbaseVisita
BitpandaVisita

Binance

Binance Exchange

Fra i principali exchange al mondo non poteva di certo mancare Binance, da sempre presente all’interno del settore degli scambi crittografici.

La sua lunga esperienza gli ha permesso di ottenere risultati importanti, potendo così promuovere numerose iniziative, come il Binance Coin, e funzionalità uniche nel loro genere. Il business principale dell’operatore resta tuttavia quello di permettere l’acquisto di criptovalute.

Come comprare Bitcoin con Binance? Vediamo alcuni step:

  • Entrando all’interno della pagina ufficiale, dopo aver seguito le fasi di registrazione e di verifica, è possibile accedere alla corposa lista di criptovalute (se ne contano a centinaia);
  • Utilizzare la pratica barra di ricerca per trovare Bitcoin;
  • A questo punto, dopo aver visionato il tasso di cambio e le commissioni esposte, si potrà procedere con la propria conversione. I Bitcoin verranno successivamente inseriti all’interno del proprio Wallet.

Coinbase

Coinbase

Un secondo exchange che nel corso degli ultimi tempi ha saputo accrescere di importanza, proponendo anche in questo caso numerose funzioni è Coinbase.

Uno dei maggiori punti di forza è dato dalla presenza di una piattaforma interattiva user friendly, basata su pochi passaggi. Anche il processo di registrazione ha numerose semplificazioni rispetto ad altri operatori competitor.

Coinbase è finora l'unico exchange quotato in borsa.

Come comprare Bitcoin con Coinbase? A seguire alcuni punti:

  • La homepage iniziale permette di accedere alla modalità di acquisto diretta, visionando la lista degli assets;
  • Scelta la propria valuta Fiat da voler convertire, nonché lo strumento crittografico di interesse, risulta possibile impostare il valore, constatando prezzo e commissioni;
  • Accettando lo scambio la conversione verrà conclusa ed i Bitcoin potranno essere conservati all’interno del portafoglio digitale.

Bitpanda

Bitpanda Exchange

Un’ultima proposta interessante è Bitpanda, ossia un operatore nato ormai da molto tempo e sviluppatosi velocemente all’interno del settore.

A renderlo unico rispetto alla concorrenza è soprattutto la facilità nella gestione (disponibile sia tramite sistema web desktop sia tramite dispositivo mobile), associata al quantitativo di strumenti crittografici e alla presenza di commissioni molto competitive.

Come comprare Bitcoin su Bitpanda? Ecco alcuni step:

  • L’exchange permette di poter utilizzare la modalità di acquisto rapido (ossia Buy);
  • Individuato il proprio strumento di interesse all’interno della lista è possibile impostare il quantitativo da voler convertire, scegliendo fra numerosi sistemi di deposito;
  • Proseguendo con la conversione, gli assets in proprio possesso potranno essere successivamente inseriti all’interno del proprio Wallet personale.

Comprare Bitcoin in contanti

Eisite un modo anche per comprare Bitcoin pagando in cash. Per fare ciò bisogna utilizzare uno degli ATM per Bitcoin che si trovano in strada.

In questo caso, recandosi fisicamente in uno dei tanti punti abilitati nel nostro territorio (se ne contano a decine in Italia), si potranno acquisire Bitcoin attraverso contati, utilizzando un vero e proprio terminale bancomat BTC abilitato.

Un altro metodo è attraverso i voucher e in Italia ci sono diverse società che offrono questo servizio. Bisogna cercare quale è disponibile sul proprio territorio, basta cercare vicino la cassa del supermercato dove sono presenti i vari voucher disponibili.

Una volta comprato il proprio voucher in contanti ci si deve collegare al sito web del fornitore per riscattare i Bitcoin corrispondenti alla cifra pagata. Per trasferirli sul wallet personale bisogna averne creato uno in precedenza, un'operazione gratuita ma non facile a tutti.

Dopo tutte le nostre prove, possiamo dire che le differenze tra i vari metodi per comprare Bitcoin sono:

CaratteristicheOnlineBancomat ATMVoucher
Commissionida 0,1%da 6%da 4%
Metodo di pagamentoBonifico, Carta di credito/debito, PayPal, SkrillContanti, Carta di credito/debitoContanti, Carta di credito/debito
AnonimatoDipende
Wallet personaleNon necessarioNecessarioNecessario
Importo minimo€10€50€25

Ogni sistema ha i suoi pro e contro, ma sicuramente comprare online è il sistema più vantaggioso, immediato e facile da attuare.

Comprare Bitcoin in banca – Conclusioni

Alla luce delle informazioni apprese, comprare Bitcoin in banca (tramite procedure di richieste dirette allo sportello) resta ancora solamente un'idea. Nel corso del prossimo futuro sarà possibile continuare a seguire eventuali sviluppi ed aggiornamenti in merito.

Per adesso, per tutti coloro intenzionati ad acquistare Bitcoin, abbiamo esposto in modo dettagliato tutti i principali sistemi ad oggi disponibili. Si è trattato di metodologie autorizzate, regolamentate ed in ogni caso controllate. In altri termini, nulla a che vedere con sistemi truffaldini.

Permettono da una parte di comprare BTC in modo fisico (quindi alternativo all’acquisto di Bitcoin in banca) nel caso degli exchange, o di negoziare tramite CFD, nel caso dei migliori broker online.

Comprare Bitcoin in banca – Domande Frequenti

Come comprare Bitcoin in banca?

Ad oggi, nel nostro territorio, non risulta possibile comprare Bitcoin in forma fisica e diretta all’interno delle filiali, ossia chiedere ad un operatore di convertire parte delle proprie valute Fiat in un determinato quantitativo di BTC.

Il Bitcoin è una truffa?

Nonostante molti utenti continuino a chiedere se sia possibile comprare Bitcoin in banca per cercare di proteggersi o evitare truffe online, è bene sapere che il Bitcoin, se associato a broker professionali e regolamentati, non rappresenta una truffa.

Come investire su Bitcoin?

Nel corso del nostro approfondimento abbiamo esposto in modo chiaro e dettagliato le principali alternative reali al comprare Bitcoin in banca. Fra queste, abbiamo ricordato da una parte i migliori broker online (associati al trading su BTC) e dall’altra i migliori exchange al mondo (associati agli acquisti su BTC).

condividi l'articolo sui social

Commenta per primo questo articolo

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LIMITAZIONI DI RESPONSABILITA'

    I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Tutte le informazioni che troverete su Finaria.it sono pubblicate solo per scopi informativi. Noi non diamo assolutamente alcuna garanzia riguardo la precisione e l'affidabilità di queste informazioni. Qualsiasi azione prenderete sulla base delle informazioni fornite dal nostro sito è rigorosamente a vostro rischio e pericolo e lo staff di Finaria non sarà responsabile di eventuali perdite e/o danni in relazione all'uso delle informazioni o notizie fornite dal nostro sito web.


    DIRITTO D'AUTORE

    Tutti i contenuti testuali su Finaria sono protetti da copyright e dalle leggi sulla proprietà intellettuale. L'utente non può riprodurre, distribuire, pubblicare o trasmettere qualsiasi contenuto, frase, immagine senza indicare il sito web www.finaria.it come fonte. Finaria non rivendica il copyright sulle immagini usate sul sito web, tra cui loghi, immagini e illustrazioni varie.