I migliori investimenti ESG – Guida completa per principianti

I migliori metodi per fare investimenti sostenibili ed ottenere i migliori profitti

Nino Gallo

Economista e forte sostenitore del criterio metodologico


Iscriviti al nostro Canale Telegram per restare aggiornato sulle ultime notizie.

Sempre più investitori attivi nei mercati del trading online si dicono incuriositi dal mondo degli investimenti ESG rinnovabili. Investimenti di questo tipo sono diventati via via sempre più popolari negli ultimi anni, unitamente all’etica del rispetto dell’ambiente e della sostenibilità sociale, economica ed ambientale.

Investire in ESG – Tabella dei migliori asset

Nome AssetTipologiaQuotato suGiudizio
IMPTCriptovalutaDecentralizzato⭐⭐⭐⭐⭐
Best BuyStockNASDAQ⭐⭐⭐⭐☆
NvidiaStockNASDAQ⭐⭐⭐⭐☆
Levi StraussStockNYSE⭐⭐⭐☆☆
ICLNETFNYSE⭐⭐⭐☆☆
TANETFNYSE⭐⭐⭐☆☆
RESDETFNYSE⭐⭐⭐☆☆

aaaaaa

Investire in scelte rinnovabili compatibili con i paletti ESG oggi è facilissimo e, come puoi vedere dalla tabella appena sotto, puoi affacciarti a migliaia di mercati diversi. Non solo ETF legati all’energia pulita o titoli azionari particolarmente attenti alla loro Carbon Footprint, ma anche interessanti progetti Crypto DeFi come IMPT. 

Le scelte possibili, ovviamente, sono ben più delle sette citate nella tabella appena sopra. Su Broker come XTB, ad esempio, è possibile trovare una quantità esorbitante di asset che ti permetteranno di investire online nel pieno rispetto delle norme etiche ed ESG. 

Nel corso di questa breve guida introduttiva sull’argomento ESG, tuttavia, ci limiteremo a darti una breve infarinatura teorica su alcuni argomenti fondamentali come ESG, Ratings, fattori di governance e via discorrendo. Quindi, saranno analizzati nel dettaglio i sette asset sopra riportati.

Così facendo, nel caso in cui tu fossi interessato ad iniziare ad investire in questo particolare settore, avresti a disposizione delle analisi approfondite e condotte da un team di esperti affermato come il nostro a tua disposizione, in maniera totalmente gratuita e senza limitazioni. 

Dunque, se vuoi saperne di più, non ti resta che continuare a leggere anche i paragrafi sottostanti oppure segui il breve tutorial qui sotto.

  1. Registrati a XTB;
  2. Deposita il denaro sul tuo account di trading;
  3. Fai pratica con il tuo conto demo;
  4. Cerca gli asset su cui investire;
  5. Seleziona l'importo, imposta stop loss e take profit ed attua la tua strategia.

L'81% degli utenti perde denaro quando fa trading di CFDs con questo operatore. Per favore valuta se sei in una posizione finanziaria che ti permette di correre il rischio di perdere denaro

Investimenti ESG – Le migliori piattaforme

Numero di scambi
100per anno
6 Fornitori che corrispondono ai tuoi criteri
Ordina per
Valutazione
Valutazione
Prezzo
6 Fornitori che corrispondono ai tuoi criteri
Metodi di pagamento
Caratteristiche
Supporto
Valutazione
0 o meglio
App mobile
0 o meglio
Costo per transazione
0€
Commissioni annuali
0€
Broker consigliato
177 Nuovi utenti oggi
Valutazione
Commissioni sul conto (12 mesi)€ 10.00
Cosa ci piace
Nessun Deposito Minimo
Conto Demo da €100.000
MetaTrader 4
Costo per transazione
0 €
Commissioni annuali
0 € al mese
App mobile
9/10
Commissioni sul conto (12 mesi)€ 10.00
77% di utenti perdono denaro con questo provider facendo trading di CFD. Per favore considera se puoi correre il rischio di perdere denaro.
Caratteristiche
CFDsETFsKryptoStocks
Metodi di pagamento
Credit CardPaypalSepa TransferSkrill
Informazioni sul conto
Conto a partire da
€1
Commissioni di deposito
€0
ETF
130+
Costi d'inattività
€10 dopo 12 mesi
Leva
1:30
Trading a margine
true
Transazione minima
€1
Azioni
2100+
Commissioni di prelievo
€0
Commissioni di transazione
CFD
da 0.08%
Cripto
da 0.5%
DAX
da 150 pips
ETF
da 0.07%
Fondi
da 1 pip
da 0.001% su Indici e Materie Prime
Azioni
da 0.07%
77% di utenti perdono denaro con questo provider facendo trading di CFD. Per favore considera se puoi correre il rischio di perdere denaro.
Valutazione
Commissioni sul conto (12 mesi)€ 30.00
Cosa ci piace
Conto Demo e MetaTrader 5
Piattaforma didattica al trading
Costi di commissione bassi
Costo per transazione
0 €
Commissioni annuali
0 € al mese
App mobile
8/10
Commissioni sul conto (12 mesi)€ 30.00
Il 77.87% dei conti degli investitori retail perde denaro quando scambia CFD con questo fornitore.Dovresti valutare se sei in possesso delle conoscenze sul funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di affrontare l'elevato rischio di perdere i tuoi soldi
Caratteristiche
CFDsETFsFundsKryptoSavings PlanStocks
Metodi di pagamento
Credit CardGiropayNetellerPaypalSepa TransferSkrillSofort
Informazioni sul conto
Conto a partire da
€100
Commissioni di deposito
€0
ETF
10+
Costi d'inattività
€5 al mese dopo 6 mesi
Leva
1:30
Trading a margine
true
Transazione minima
€10
Azioni
200+
Commissioni di prelievo
€0 - €1/0.1%
Commissioni di transazione
Obbligazioni
da 0.006%
CFD
0.5%
Cripto
0.1% - 1%
DAX
da 0.015%
ETF
0.1% - 0.175%
Fondi
da 0.075%
Azioni
0% - 0.58%
Il 77.87% dei conti degli investitori retail perde denaro quando scambia CFD con questo fornitore.Dovresti valutare se sei in possesso delle conoscenze sul funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di affrontare l'elevato rischio di perdere i tuoi soldi
Valutazione
Commissioni sul conto (12 mesi)€ 9.00
Cosa ci piace
0% commissioni per trading di azioni e ETF
Conto Demo da $100.000 e Copy Trading
Acquisto Reale di Criptovalute
Costo per transazione
0 €
Commissioni annuali
0 € al mese
App mobile
9/10
Commissioni sul conto (12 mesi)€ 9.00
68% di utenti perdono denaro con questo provider facendo trading di CFD. Per favore considera se puoi correre il rischio di perdere denaro.
Caratteristiche
BondsCFDsCopy PortfolioETFsFundsKryptoRobo AdvisorSavings PlanStocks
Metodi di pagamento
Credit CardGiropayNetellerPaypalSepa TransferSkrillSofort
Informazioni sul conto
Conto a partire da
$50
Commissioni di deposito
€0 o 0.5% se diverso da $
ETF
150
Costi d'inattività
$10 al mese dopo 12 mesi
Leva
1:30
Trading a margine
true
Transazione minima
€25
Azioni
2.000+
Commissioni di prelievo
€5
Commissioni di transazione
CFD
da 0.09%
0%
Cripto
da 0.75%
DAX
da 100 pips
ETF
0%
Fondi
0%
da $0.10 su ETF e Azioni
da 0,75%
0%
Azioni
0%
68% di utenti perdono denaro con questo provider facendo trading di CFD. Per favore considera se puoi correre il rischio di perdere denaro.
Valutazione
Commissioni sul conto (12 mesi)€ 10.00
Cosa ci piace
Piattaforma AI
MetaTrader 4
App Formativa e Notizie Economiche
Costo per transazione
0 €
Commissioni annuali
0 € al mese
App mobile
9/10
Commissioni sul conto (12 mesi)€ 10.00
83.45% di utenti perdono denaro usando questo provider per fare trading di CFD. Per favore considera se puoi correre il rischio di perdere denaro.
Caratteristiche
CFDsETFsFundsStocks
Metodi di pagamento
Credit CardPaypalSofort
Informazioni sul conto
Conto a partire da
€20
Commissioni di deposito
€0
ETF
50+
Costi d'inattività
€0
Leva
1:30
Trading a margine
true
Transazione minima
€10
Azioni
3000+
Commissione di scambio
0.07%
Commissioni di prelievo
0€
Commissioni di transazione
CFD
da 0.07%
Cripto
da 0.5%
DAX
da 220 pips
ETF
0.07%
Fondi
0.01-2%
da 0.0001%
Azioni
0,01-2%
83.45% di utenti perdono denaro usando questo provider per fare trading di CFD. Per favore considera se puoi correre il rischio di perdere denaro.
Valutazione
Commissioni sul conto (12 mesi)€ 8.00
Cosa ci piace
Oltre 1 milione di strumenti di trading
Zero commissioni i primi 30 giorni
Investimenti in IPO
Costo per transazione
0 €
Commissioni annuali
0 € al mese
App mobile
10/10
Commissioni sul conto (12 mesi)€ 8.00
Gli investimenti in titoli e altri strumenti finanziari comportano sempre il rischio di perdita di capitale, il Cliente si deve informare autonomamente a riguardo, ed essere al corrente dell'Informativa sui rischi.
Caratteristiche
BondsETFsFundsSavings PlanStocks
Metodi di pagamento
Credit CardSepa Transfer
Informazioni sul conto
ETF
3,100
Trading a margine
true
Azioni
40.000+
Commissioni di prelievo
€7
Commissioni di transazione
Obbligazioni
0.02€ per unità
DAX
0.02€ per unità
ETF
0.02€ per unità
Azioni
0.02€ per unità
Gli investimenti in titoli e altri strumenti finanziari comportano sempre il rischio di perdita di capitale, il Cliente si deve informare autonomamente a riguardo, ed essere al corrente dell'Informativa sui rischi.
Valutazione
Commissioni sul conto (12 mesi)€ 13.40
Cosa ci piace
ETF senza Commissioni
€50 Rimborso su Commissioni
Oltre 80 Premi Internazionali
Spread0.11 %
Commissioni annuali
0.2 € al mese
App mobile
7/10
Commissioni sul conto (12 mesi)€ 13.40
Investire comporta rischi. Puoi perdere una parte o tutto l'ammontare del tuo deposito. Ti consigliamo di investire solamente in prodotti finanziari che si adattano alle tue conoscenze ed esperienza
Caratteristiche
BondsCFDsETFsStocks
Metodi di pagamento
Sepa Transfer
Informazioni sul conto
Conto a partire da
€0.01
Commissioni di deposito
€0
ETF
200+
Costi d'inattività
€0
Leva
1:30
Trading a margine
true
Transazione minima
€1
Azioni
2000+
Commissioni di prelievo
€0 fino a 5 prelievi mensili
Commissioni di transazione
Obbligazioni
€2 + 0.6% to €35 + 0.03%
CFD
da 0.075%
DAX
da €0.5
ETF
da €0
Fondi
da €7.5 + 0.2%
da 0.02%
€2 + 0.05%
Azioni
€0.50 + 0.04%
Investire comporta rischi. Puoi perdere una parte o tutto l'ammontare del tuo deposito. Ti consigliamo di investire solamente in prodotti finanziari che si adattano alle tue conoscenze ed esperienza

Investimenti ESG – Broker a confronto

broker-logo
68% di utenti perdono denaro con questo provider facendo trading di CFD. Per favore considera se puoi correre il rischio di perdere denaro.
Broker consigliato
broker-logo
77% di utenti perdono denaro con questo provider facendo trading di CFD. Per favore considera se puoi correre il rischio di perdere denaro.
broker-logo
Il 77.87% dei conti degli investitori retail perde denaro quando scambia CFD con questo fornitore.Dovresti valutare se sei in possesso delle conoscenze sul funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di affrontare l'elevato rischio di perdere i tuoi soldi
broker-logo
83.45% di utenti perdono denaro usando questo provider per fare trading di CFD. Per favore considera se puoi correre il rischio di perdere denaro.
Seleziona broker
Seleziona broker
Freedom 24
AvaTrade
DEGIRO
NAGA
OBRinvest
Valutazione
4.8
5.0
4.9
4.4
Valutazione dell'app mobile
9/10
9/10
8/10
9/10
Transazione minima
€25€1€10€10
Leva
1:301:301:301:30
Trading a margine
Numero di Azioni
2.000+2100+200+3000+
Numero di ETF
150130+10+50+
Costo per transazione
€0€0€0€0
Costo mensile
€0€0€0€0
ETF
0%da 0.07%0.1% - 0.175%0.07%
Fondi
0%da 1 pipda 0.075%0.01-2%
CFD
da 0.09%da 0.08%0.5%da 0.07%
Piano di risparmio
0%N/AN/AN/A
Cripto
da 0.75%da 0.5%0.1% - 1%da 0.5%
Obbligazioni
N/AN/Ada 0.006%N/A
Commissione di trading
N/AN/AN/A0.07%
Commissioni di prelievo
€5€0€0 - €1/0.1%0€
Costi d'inattività
$10 al mese dopo 12 mesi€10 dopo 12 mesi€5 al mese dopo 6 mesi€0
Commissioni di deposito
€0 o 0.5% se diverso da $€0€0€0
Posizioni CFD overnight
da $0.10 su ETF e Azionida 0.001% su Indici e Materie PrimeN/Ada 0.0001%
Credit Card
Giropay
Neteller
Paypal
Sepa Transfer
Skrill
Sofort

Cosa sono gli investimenti ESG?

Quando si parla di investimenti, politiche o azioni ESG-friendly, in linea di massima ci si riferisce ad una strategia di investimento etico dove gli asset scelti non sono selezionati solo guardando i probabili ritorni economici, ma anche il loro impatto ambientale.

La struttura ESG consente, inoltre, anche di fornire un punteggio a determinati asset. Si tratta dei cosiddetti Rating ESG, sui quali in questa guida è dedicato un intero paragrafo di approfondimento ed analisi. 

Generalmente, titoli azionari o ETF con un rating ESG più alto (A, AA, AAA) appartengono ad aziende o fondi attivi in prima persona nell’abbattimento dell’impronta di carbonio e nella limitazione degli effetti del cambiamento climatico e che propongono modelli di lavoro sostenibili ed in linea con i paletti imposti, ad esempio, da programmi come Agenda 2030

Tuttavia, abbastanza paradossalmente, non esistono linee oggettive che identifichino i confini di ciò che è ESG e di ciò che non lo è. Capire se una compagnia è sostenibile, dunque, dipende in linea di massima principalmente dall’investitore stesso o dai parametri che alcune agenzie di analisi usano per studiarle.

ESG significato

ESG, in primo luogo, è un acronimo: sta infatti per Environment, Society, and Governance (Ambiente, Società e Governance). Gli investimenti rinnovabili sul fronte ESG non differiscono molto dalle normali strategie di investimento tradizionali. L’analisi degli asset, delle loro caratteristiche e potenzialità, ad esempio, è condotta in modo molto simile ed il criterio di valutazione fondamentale resta sempre quanto è possibile guadagnare con un certo asset. 

Tuttavia, nello stilare una strategia di investimento ESG bisogna applicare un ulteriore filtro selettivo prima di operare la propria scelta sul mercato. Si parla, in tal senso, di comparare i vari punteggi ESG dei vari asset. Molti investitori etici, ad esempio, scelgono di investire solo su titoli con punteggio ESG uguale ad AAA. 

Tuttavia, si tratta di un ristretto paniere di titoli. Per questo motivo moltissimi trader puntano anche ad asset con punteggi minori come ad esempio titoli AA oppure A. Si tratta di asset che mostrano ancora un chiaro e deciso impegno nel rispetto delle norme di sviluppo e crescita sostenibile, anche se in misura minore rispetto ai leader di categoria. 

All’investitore, poi, il compito di tenere aggiornato il proprio portafoglio studiando i metodi migliori per diversificare gli investimenti. I punteggi ESG, infatti, tendono a mutare con una certa regolarità essendo legati a doppio filo all’andamento non solo economico ma anche socio-ambientale di una società. 

Ad esempio, una società con punteggio AAA potrebbe finire da un momento all’altro vittima di qualche scandalo sullo smaltimento di rifiuti ed, in brevissimo tempo, venire declassata ad un livello più basso come BB oppure addirittura B. 

Cosa sono i Rating ESG?

Argomento già più volte accennato nei paragrafi precedenti, una parte consistente di questa breve guida introduttiva per principianti va senza dubbio dedicato ai Rating ESG (o punteggi ESG). 

Secondo l’agenzia di analisi MSCI, esistono sette livelli di Rating ESG nei quali può virtualmente essere incluso ogni asset sul pianeta. Te li mostriamo più nel dettaglio nell’immagine sottostante. 

Investimenti ESG - rating

Come è facile intuire dalla colorazione delle varie caselle, i livelli AA e AAA sono i più alti verso cui poter ambire mentre B e CCC sono da ritenersi i peggiori rating ottenibili in ambito ESG. 

Come vengono assegnati questi punteggi? 

Come notato già nel paragrafo precedente, non esistono linee guida oggettive sulle quali basare la propria valutazione. Ogni agenzia di rating ESG, dunque, assegna ad ogni aspetto un valore arbitrariamente più o meno alto a seconda della propria sensibilità o interesse. 

Generalmente, quasi tutte le aziende di rating ESG più famose basano i propri giudizi su una serie fra 20 e 45 fattori chiave, distribuiti nelle tre aree dell’ESG (Ambiente, Società, Governance). La differenza, tuttavia, risiede nei singoli punteggi dati ad ogni fattore e la distribuzione dei vari fattori nelle aree ESG. 

Facciamo un esempio. 

Un’agenzia di rating dispone i suoi 30 punti così: 15 ambiente, 10 società, 5 governance. Una seconda, dispone invece 35 punti così: 8 ambiente, 17 società, 10 governance. 

Come è facile immaginare, la distinzione di punti chiave utilizzati e la loro disposizione nei tre settori ESG porta a variare moltissimo i punteggi che diversi asset potrebbero ottenere in agenzie di rating diverse. Succede così che aziende AA secondo un’agenzia, siano aziende A oppure BBB in altre agenzie. 

Di seguito, illustriamo meglio i tre pilastri fondamentali che regolano l’assegnazione di punteggi ESG.

Fattori Socio-demografici 

Una serie di fattori importantissimi sui quali concentrarsi in fase di analisi di un asset ESG sono gli impatti sociali che questi generano tanto a livello locale che globale. In breve, i fattori sociali a livello aziendale dipendono principalmente da come una compagnia tratta i propri dipendenti o – nel caso delle famose megacorp – entra in relazione con la comunità che vive nelle dirette vicinanze. 

Ma impatto sociale ha anche il modo dell’azienda o del fondo di comunicare le proprie posizioni e di releazionarsi sia con altre aziende (B2B) sia con i propri potenziali clienti (B2C). Compagnie che desiderassero aumentare il proprio impatto sociali in termini ESG potrebbero iniziare, ad esempio, trattando meglio i propri dipendenti.

In Italia abbiamo avuto diversi esempi di questa mentalità nel corso degli anni e – spesso – il corretto trattamento dei dipendenti seguiva anche un aumento della produttività e dei guadagni relativi. Ottimi esempi in tal senso stati Olivetti – in passato – e Brunello Cucinelli oggigiorno. 

Ma altri metodi di aumentare il proprio punteggio ESG legato ai fattori sociali può essere anche quello di fare pressione agli enti legislatori affinché rivedano alcune posizioni ostili alla comunità oppure donando somme di denaro ad onlus ed associazioni che si occupino dei più svariati temi nell’ambito dell’assistenzialismo sociale

Fattori Etico-ambientali

I fattori più discussi, quando si parla di Rating ESG, sono sicuramente quelli ambientali. Come ben esplica il termine stesso, si tratta di tutta una serie di fattori che prendo in attenta considerazione l’impatto che un’azienda o le aziende di un fondo hanno a livello ambientale, sia positivamente che negativamente. 

Asset con un impatto ambientale positivo godono ovviamente di punteggi ESG nettamente più alti rispetto ad asset ampiamente inquinanti e con un impatto ambientale mostruosamente negativo. 

Sono centinaia – se non migliaia – i fattori considerati in fase di analisi ambientale. Dall’impronta di carbonio, all’utilizzo di energia elettrico e addirittura all’autoproduzione energetica tramite metodi rinnovabili. Molte aziende, poi, per aumentare il proprio punteggio ESG decidono di investire in crediti di carbonio per ridurre il loro impatto ambientale. 

Non vanno escluse dal computo anche tutte quelle iniziative che mirano ad un concreto risanamento ambientale, come le campagne intraprese a difesa di polmoni verdi o nel nome della riforestazione o della decarbonizzazione di vecchi impianti.

Se ne deduce che, allo stesso modo, aziende dannose per l’ambiente o fondi come gli ETF sul Gas non possano vantare alti rating ed anzi siano spesso relegati a posizioni come B o CCC.

Fattori di governance

Ultimi, ma non meno importanti degli altri due, sono i fattori di governance. Si tratta dei fattori più stabili ed in linea di massima quasi tutte le agenzie di ratings utilizzano gli stessi valori quando si tratta di giudicare questi particolari punti del programma ESG. 

Questi fattori si riferiscono in modo estremamente specifico al settore amministrativo delle aziende, alla board amministrativa, ai dirigenti. Si occupano di analizzare e decretare quanto efficaci e quanto etiche siano le scelte approvate ed applicati dai vari consigli di amministrazione aziendali in ottica ESG. 

Elementi che hanno una grande importanza sono, inoltre, la paga percepita dai vari dirigenti rispetto al resto degli impiegati. Così come anche l’indice di diversità che contraddistingue i consigli di amministrazione (su base di genere, etnica e d’età). 

Nell’analizzare i fattori di governance una parte molto importante riguarda anche l’analisi dei “precedenti penalI” dell’azienda. Se queste, infatti, negli anni sono state colpite da scandali o hanno avuto problemi con la giustizia o con enti governativi come ad esempio l’antitrust o il garante per la privacy, avrà un impatto negativo sul punteggio ESG.

I migliori investimenti ESG – La nostra top 7

Il mondo degli investimenti ESG è in costante espansione. Trovare la giusta direzione in questo mare magnum di asset può essere complicato. Per questo motivo di seguito ti suggeriamo la nostra top 7 dei migliori investimenti ESG del 2022 secondo il parere del nostro team di esperti.

Investimenti ESG - impt

IMPT

Uno dei progetti più interessanti in ottica di investimento ESG nell’ultimo periodo è IMPT. Si tratta di un recentissimo progetto crypto attivo nell’ambito della sostenibilità ambientale e che si promette di consentire a larghe fasce di utenti di poter agire direttamente sul mercato delle rinnovabili e dell’eco-sostenibile attraverso l’acquisto dei famosi Crediti di Carbonio.

Diverse migliaia di investitori che hanno deciso infatti di diventare parte del progetto, puntano all’ottenimento fisico dei token IMPT. Si tratta di una criptovaluta particolare da poter spendere presso i principali negozi e rivenditori associati ed interessati a ridurre la propria impronta di carbonio

Infatti, IMPT ha siglato diverse partnership con centinaia di associazioni e aziende che combattono attivamente il cambiamento climatico. Le aziende che si iscrivono alla piattaforma di IMPT, infatti, potranno tenere traccia giorno per giorno del loro impatto ambientale. Di conseguenza potranno utilizzare IMPT per comprare crediti di carbonio ed abbattere la propria impronta di carbonio.

Ogni utente – sia privato che azienda – riceve un punteggio sulla base del proprio impatto ambientale e di quanto CO2 ha contribuito a eliminare. Sulla base di questi punteggi viene stilata mensilmente una classifica ed i migliori classificati otterrano premi sotto forma di IMPT ed NFT. 

I token possono essere messi in staking al servizio del pubblico per generare interessi (e dunque una rendita passiva) oppure possono essere “bruciati” in cambio di punti aggiuntivi nella classifica social di IMPT. E dunque, così, la possibilità di ambire a premi e ricompense di maggior valore.

Come comprare IMPT?

IMPT è attualmente un progetto in prevendita ma, viste le premesse dei primi giorni, è verosimile pensare che i token previsti per questa fase vadano esauriti ben prima della scadenza prevista. Basta pensare, infatti, come nella sola prima settimana di prevendita IMPT sia riuscito a raccogliere oltre un milione di dollari di finanziamenti. 

Se vuoi scoprire di più su IMPT puoi leggere il nostro articolo “comprare IMPT” dedicato interamente a questo nuovo progetto oppure cliccare sul pulsante qui sotto per accedere direttamente al sito ufficiale del progetto. 

Best Buy 

Investimenti ESG - best buy

Best Buy è una delle migliori aziende attive nella vendita al dettaglio, per quanto riguarda il piazzamento ESG. In primo luogo perché, trattandosi di una delle più grandi aziende di elettronica al mondo, gode di una posizione di vantaggio nel mercato del riciclaggio di questi componenti. 

Basti pensare che ogni anno l’azienda riesce (tramite i suoi programmi specifici) a liberare le discariche statunitensi da tonnellate di rifiuti elettronici. Non sorprende, infatti, come anche la sede aziendale in California sia ormai Carbon Neutral dal 2020. 

Ma Best Buy non gode di una buona classificazione ESG solo per quanto riguarda i fattori ambientali. Anche sul lato sociale e governance ha fatto negli ultimi anni diversi passi in avanti. Negli ultimi anni, l’azienda ha investito diversi milioni di dollari per migliorare la condizione dei propri dipendenti e l’indice di diversità all’interno della board. 

La situazione attuale del mercato dell’elettronica, legata alla mancanza di microchip, ha portato nel 2022 ad un calo del titolo di Best Buy in borsa. Secondo molti analisti, al momento si tratta di un asset pesantemente sottovaluto e potrebbe essere un’ottima idea comprare azioni sia in CFD che reali.

Non bisogna dimenticare, infatti, come Best Buy paghi ai propri azionisti un dividendo annuale del 4,74% e che, secondo molti analisti esperti, il titolo potrebbe anche arrivare a sfiorare una quotazione di oltre 80$ entro fine 2023. 

Nvidia

Investimenti ESG - nvidia

Nvidia è un titolo ESG estremamente popolare all’interno del mercato degli investimenti sostenibili. La fama del brand, oltre che nel mondo del gaming, deriva anche dal fatto che gran parte dei suoi dispositivi sono utilizzati in numerosissime Bitcoin Farm. 

Nonostante l’enorme dispendio energetico di questo tipo di attività, NVidia è una delle società che ha fissato per sé alcuni dei paletti più rigidi ed ambizioni in materia di obiettivi ESG da raggiungere in ottemperanza ad Agenda 2030.

Dal punto di vista sociale, l’azienda ha fortemente diversificato sia la sua board amministrativa sia la sua forza lavoro ed ha continuato a versare regolarmente bonus e stipendi anche durante la recente situazione pandemica, nonostante la chiusura di molti impianti. 

Nvidia è uno dei titoli che è stato colpito più duramente dalla mancanza di microchip sul mercato perdendo oltre il 50% del proprio valore. Nonostante ciò, moltissimi analisti ed esperti di mercato suggeriscono come il titolo sia sulla buonissima strada per iniziare una concreta risalite e tornare ai livelli pre-crisi. Dunque questo sarebbe un ottimo periodo per investire sull’asset.

Levi Strauss

Investimenti ESG - levi strauss

Moltissimi produttori di vestiti e marche tessili legate alla fast-fashion non godo, generalmente, di una grande reputazione in materia di ESG e rispetto dell’ambiente. Tuttavia, come nel caso di Brunello Cucinelli, esistono anche diverse eccezioni. 

Una di queste è Levi Strauss, una delle prime aziende a rimuovere volontariamente le sostanze chimiche di tipo PFAS dai propri prodotti ed ha ricevuto diversi premi internazionale da enti ed associazioni internazionali per la difesa dell’ambiente e per la soddisfazione dei clienti.

L’azienda, inoltre, ha espresso fortissime posizioni contro lo sfruttamento dei lavoratori nel settore tessile. Proprio per questo motivo, negli anni Levi Strauss ha iniziato a guardarsi intorno anche a livello di fornitori, circondandosi di aziende con le stesse vedute etiche. 

Attualmente, Levi Strauss è scambiata sul mercato azionario ad un valore che molti analisti definirebbero sottovalutato. Proprio per questo, e per via delle ottime previsioni che vedono un aumento del 40% nei prossimi mesi, si tratta di uno degli asset attualmente sulla cresta dell’onda nel mercato stock. 

iShares Global Clean Energy ETF

Investimenti ESG - icln

iShares Global Clean Energy ETF (ICLN) è uno dei migliori ETF più importanti su quelli che offrono possibilità di esposizione a società ESG. In particolare, il fondo racchiude società come SolarEdge oppure Enphase Energy, attive nel settore dell’energia pulita e di soluzioni innovative per ridurre il dispendio energetico.

Come gran parte degli ETF, anche ICLN ha un proprio indice di riferimento (S&P Global Clean Energy) e per tanto non concede agli investitore la reale proprietà di tutti gli asset contenuti nel fondo.

In quanto a composizione, ICLN è uno degli ETF ESG con la maggiore percentuale di asset leader nel settore e dunque classificati come AA oppure AAA mentre appena il 5% è classificato come B o inferiore e dunque ritenuto non conforme alle linee ESG.

iShares Global Clean Energy è uno dei fondi ETF più popolari in circolazione, non solo in campo ESG ma anche a livello generale. Negli ultimi anni ha garantito ottimi rendimenti ai propri investitori e proprio per questo si trova esattamente sotto i riflettori dei maggiori opinionisti internazionali.

Sarà interessante osservare il comportamento di ICLN nei prossimi mesi e durante il corso del 2023. Per molti analisti, comunque, lo stabilizzarsi della crisi energetica porterà ad un nuovo aumento di domanda per quanto riguarda il rinnovabile. Di conseguenza, ETF come questo torneranno a vedere aumentare il proprio valore di mercato.

WisdomTree International ESG Fund ETF

Investimenti ESG - resd

A differenza di ICLN – che fornisce esposizione sul mercato ESG statunitense – un ETF come WisdomTree International ESG (RESD) è in grado di fornire ai propri investitori esposizione su scala globale. Numerose partecipazioni all’interno del fondo, infatti, sono composte da aziende europee, specialmente britanniche e svizzere. 

Il fondo, nel suo complesso, comprende oltre 230 asset dei quali moltissimi classificati come AA oppure AAA (leader di settore) ed appena l’1% del totale invece ha un rating di B oppure inferiore. Questo dimostra un’altissima qualità negli asset presenti all’interno di RESD. 

Nonostante la grande mole di asset presenti nel paniere, tuttavia, RESD manca di esposizione in alcuni settori chiave, come ad esempio l’energia pulita. Questo ha comportato una diminuzione del suo punteggio ESG ed è considerato da molti investitori come un asset “di corredo”, da aggiungere ad altri ETF Clean Energy.

Come molti altri ETF del settore, anche WisdomTree International ESG Fund ha subito un drastico calo del proprio valore a seguito della crisi globale delle rinnovabili e del settore ESG in generale. Nei prossimi mesi il titolo potrebbe acquisire nuovamente valore stando alle testimonianze di diversi analisti specializzati, dunque potrebbe essere una buona scelta. 

Invesco Solar ETF

Investimenti ESG - tan

Per quanto riguarda il mercato delle fonti di energia alternative al carbonfossile, uno dei punti di riferimento più popolari all’interno dell’ambito ETF è Invesco Solar Fidelity (TAN). Questo fondo ESG fornisce ai propri investitore esposizione ad una vastissima gamma i titoli attivi nella produzione o nello sviluppo di tecnologie per le energie rinnovabili

Ma non solo: oltre a produttori e aziende hi-tech Invesco Solar Fidelity compende all’interno del proprio paniere anche fornitori di servizi pubblici, distributori e promotori della diffusione di fonti di energia rinnovabile.

Nonostante il rating ESG di molte società all’interno del fondo si fermi al livello A, i dati mostrano senza ombra di dubbio come gran parte del loro patrimonio netto sia formato dalla vendita o dalla produzione di energia pulita, unitamente ai mercati collegati come l’hi-tech e la distribuzione su vasta scala.

Il fondo attualmente ha leggermente risentito della situazione ribassista del mercato delle rinnovabili, ma stando ai pareri degli esperti potrebbe riprendersi in fretta e puntare ad una crescita sostanziosa entro fine 2023. Per questo motivo, molti suggeriscono TAN come una delle occasioni da prendere al volo in questa fase di mercato.

Come fare investimenti ESG online – Tutorial passo passo

Con oltre 5.000 asset diversi all’interno del suo ricchissimo catalogo, XTB è dal 2004 un vero e proprio punto di riferimento per migliaia di trader e investitori attivi sul territorio europeo. Negli anni, XTB ha svolto un ruolo fondamentale nel rompere il tabù del trading online in Europa ed oggi ne raccoglie i frutti essendo una delle piattaforme più utilizzate.

Si tratta del broker ideale se si vuole iniziare a fare trading nel campo ESG e Rinnovabili, trattandosi di una delle migliori piattaforme di trading online che offre ai propri utenti il maggior numero di ETF e Azioni CFD. Gran parte degli asset citati in questa guida, infatti, sono liberamente disponibili per tutti gli investitori iscritti alla piattaforma di XTB. 

Se vuoi saperne di più, ti rimando alla nostra recensione XTB dove trovare tutte le informazioni di cui hai bisogno per iniziare a fare trading con questo broker.

1. Apri un conto su XTB

Accedi al sito ufficiale di XTB e seleziona, in alto a destra nella schermata, “apri un conto reale”. Oppure, in alternativa, clicca il pulsante qui sotto.

Inserisci le informazioni richieste, come: 

  • Indirizzo email
  • Paese di provenienza
  • Una password sicura

La piattaforma ha alcune limitazioni per utenti provenienti da alcuni Paesi del mondo, ma nessuna restrizione per gli investitori che operano dall’Unione Europea. Dunque, investendo ad esempio dall’Italia, non avrai problemi. 

Completa infine la registrazione inserendo alcune informazioni personali come nome, cognome, indirizzo e residenza. Si tratta delle tipiche informazioni necessarie per il completamento del protocollo KYC (Know Your Customer). Una volta completato, sarai indirizzato automaticamente alla piattaforma di trading di XTB. 

2. Trova gli asset ESG di tuo interesse

Dopo aver verificato il tuo account ed esserti assicurato di aver aperto a tutti gli effetti un conto reale, potresti anche ricevere una rapida telefonata dal servizio clienti di XTB. I loro cordiali esperti proveranno a capire le tue necessità di investitore e studieranno con te un piano di investimento adatto. 

Puoi comunque agire in totale autonomia, e la piattaforma ti mette a disposizione tutti gli strumenti migliori per poterlo fare. 

Dalla piattaforma di trading, accedi al mercato Stock CFD oppure ETF di XTB e cerca il titolo di tuo interesse. Da qui, aprendo ogni voce troverai tutte le informazioni ed i grafici che ti occorrono per farti un’idea più completa dell’asset ESG visualizzato.

3. Investi nell’asset ESG selezionato

L’ultimo passaggio restante è quello riguardante l’investimento vero e proprio: in primo luogo occorre ricaricare il proprio conto. XTB non richiede alcun deposito minimo dunque non ci sono limiti alla portata del tuo investimento. 

Dalla tua sezione personale, o direttamente dalla piattaforma di trading, segui le informazioni fornite dal sito stesso per riuscire a ricaricare il tuo conto. XTB accetta diversi metodi di pagamento, fra cui:

  • Carta di credito
  • Carta di debito
  • Bonifico tradizionale
  • Bonifico istantaneo

Una volta ricaricato il tuo conto, torna sulla pagina informativa dell’asset ESG di tua scelta e, tramite l’apposita pulsantiera, vendi o acquista CFD ed ETF a tuo piacere secondo la strategia di investimento da te ideata.

Una volta piazzata l’operazione, potrai seguirne l’andamento dalla tua schermata personale e da lì gestire tutte le necessità legate al tuo investimento. 

Dunque, se hai intenzione di investire in uno dei migliori broker CFD, clicca il pulsante in basso:

Conviene fare investimenti ESG ed in rinnovabili? Pro e Contro

Dunque conviene fare investimenti in ambito ESG? La domanda potrebbe pervadere ancora le menti di numerosi investitori ancora indecisi su cosa fare in merito. Per questo motivo, di seguito abbiamo stilato una breve tabella che possa mostrare i principali vantaggi e svantaggi legati al mondo degli investimenti ecologici. 

VantaggiSvantaggi
Esposizione su mercati in espansioneRicambio tecnologico estremo
Asset spesso soggetti a vantaggi fiscaliVolatilità dovuta al periodo di crisi
Grande domanda ed offerta

Come si può facilmente evincere, la possibilità di esporsi a mercati in grande espansione e dove la domanda è sostenuta è un enorme vantaggio per l’investitore. L’espansione dei mercati e della domanda, infatti, riduce sensibilmente i rischi dovuti all’eventuale esposizione derivanti dall’investire in borsa.

Non da meno, azioni attive nell’ambito ESG e fondi che coprono questo mondo detengono spesso posizioni di vantaggio all’interno dei regimi fiscali occidentali. Nel caso di un’azienda, ad esempio, questo potrebbe significare una crescita più forte in borsa o dividendi maggiori per gli azionisti.

Dall’altro lato della medaglia, l’attuale periodo di crisi comporta uno dei rischi più grandi nei quali un investitore interessato a questo mondo possa imbattersi. Nel giro di pochi mesi dall’inizio del 2022 moltissimi fondi ed aziende classificate come AA oppure AAA hanno perso gran parte del proprio valore. 

Inoltre, non bisogna dimenticarsi come questo sia un mercato in estremo ricambio tecnologico. Ciò che è innovativo ed eco-friendly oggi, potrebbe non esserlo più nel giro di poche settimane. La grande mutabilità del mercato rende il mondo ESG un settore dove è richiesta all’investitore la massima attenzione. 

Leggi pure
ETF S&P 500: Cosa sono e i Migliori su cui Investire Oggi

I migliori investimenti rinnovabili ESG – Considerazioni finali

Il mondo degli investimenti ESG è in costante espansione nel 2022 e probabilmente terrà lo stesso andamento anche nel 2023, favorito dalla ripresa del mercato delle energie pulite a seguito della ripresa dalla crisi energetica. Investire in ESG è la scelta che sempre più investitori stanno decidendo di percorrere per stilare le proprie strategie operative. 

Questo grande interesse deriva non solo da un mercato, come detto, in espansione. A giocare un ruolo importantissimo è anche la vastità delle applicazioni delle strategie ESG ad un numero di mercati elevatissimo.

Nel corso di questa guida abbiamo visto come non siano infatti solo i migliori titoli azionari (Best Buy, NVidia ecc) e gli ETF (ICLN, REDS ecc) ad essere protagonisti del mercato ESG. Svolgono un ruolo importante anche le criptovalute ed i protocolli del mondo DeFi.

In questo senso, IMPT rappresenta una delle scelte attualmente più appetibili sul mercato. Si tratta di un’opzione valida tanto per le aziende che vogliono ridurre il proprio impatto ambientale quanto per i privati che desiderano assicurarsi una rendita passiva tramite lo staking dei token nativi del progetto e partecipando ai contest a premi.

Se sei interessato ad addentrarti nel mondo degli investimenti ESG, il nostro consiglio è di affidarti a XTB. Una piattaforma attiva da quasi vent’anni nel trading online ed in grado di offrire ai propri utenti oltre 5.000 asset diversi. 

Se vuoi iniziare ad investire in ESG ramite una delle crypto presale più promettenti dell’anno, clicca il pulsante qui sotto per maggiori informazioni.

I migliori investimenti rinnovabili ESG – Domande Frequenti

Cosa sono gli investimenti ESG?

Gli investimenti ESG (Environment, Society, Governance) sono operazioni finanziarie strategiche atte a puntare asset specifici, generalmente vicini al mondo degli investimenti green e rinnovabili. Le aziende vengono classificate secondo varie fasce di punteggio ESG a seconda della loro esposizione a questo argomento.

Qual è il miglior progetto sugli investimenti ESG?

l miglior progetto attualmente esistente in merito all’universo degli investimenti ESG è senza dubbio IMPT. La crypto promette di fondere il mondo degli investimenti ESG a quello della blockchain. Attualmente è in prevendita ed ha già raccolto diversi milioni di dollari in finanziamenti. 

Quali sono le migliori azioni sugli investimenti ESG?

I migliori titoli azionari sugli investimenti ESG nel 2022 sono, secondo noi, Best Buy, NVidia e Levi Strauss. Si tratta di tre aziende da sempre impegnate sul ridurre la propria Carbon Footprint e sono in prima linea nel rispetto delle norme internazionali sul rilascio di CO2, in linea con gli obiettivi ESG.

Quali sono le migliori ETF sugli investimenti ESG?

Secondo il nostro team di esperti i migliori fondi ETF sugli investimenti ESG sono ICLN, TAN e RESD. Si tratta di tre panieri molto conosciuti nel settore e rappresentano, stando ai nostri esperti, le migliori scelte in questo settore per chi vuole investire sul mercato degli investimenti ESG.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per restare aggiornato sulle ultime notizie.


Nino Gallo

Economista e forte sostenitore del criterio metodologico

Orgoglioso seguace della dottrina di Federico Caffè e dell'Economia Umanistica di Valerio Malvezzi. È un forte sostenitore del Centro Studi Monetari, per lo studio dei mercati finanziari e delle forme di moneta emettibili senza creare debito pubblico.

Orgoglioso seguace della dottrina di Federico Caffè e dell'Economia Umanistica di Valerio Malvezzi. È un forte sostenitore del Centro Studi Monetari, per lo studio dei mercati finanziari e delle forme di moneta emettibili senza creare debito pubblico.


condividi l'articolo sui social

Commenta per primo questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *