Home Bitcoin Italia: Tutto ciò che un italiano deve sapere sul possesso di BTC
Criptovalute

Bitcoin Italia: Tutto ciò che un italiano deve sapere sul possesso di BTC

Molto spesso sentiamo parlare di Bitcoin solamente a livello internazionale, ma cosa significa parlare di Bitcoin Italia? Molto semplicemente della possibilità di poter comprare Bitcoin in Italia e tutto ciò che ne deriva.

Nonostante la nostra nazione sia stata inizialmente accusata, soprattutto da altri Stati, di essere poco favorevole o vicina al mondo delle criptovalute, è bene tenere a mente come ad oggi una considerevole percentuale di investitori focalizzi le proprie attenzioni sul comparto crittografico.

Tutto ciò grazie anche ai gradi risultati ottenuti dal Bitcoin, che ha saputo nel corso degli anni ottenere numerosi sviluppi, sotto molti punti di vista. Può ad esempio ricordarsi la sua grande scalata, partita da una manciata di centesimi al momento del suo lancio ed arrivata nel 2021 a superare quota 60.000 dollari.

All’interno della nostra guida completa, incentrata anche su molte sezioni step by step, visioneremo nel dettaglio come fare a comprare Bitcoin in Italia, quali aspetti considerare sulla sua eventuale tassazione, fino ad arrivare a diverse alternative sugli investimenti in BTC.

Il nostro team ha subito individuato i migliori operatori professionali:

🥇 Migliore Broker per comprare BTCeToro
🏆 Migliore Exchange per comprare BTCBinance

Non mancheranno altre soluzioni alternative, che permettono di comprare o negoziare su Bitcoin in Italia, tramite piattaforme interattive, semplici da utilizzare e che permettono di iniziare in pochissimi passaggi.

  1. Registrati a eToro;
  2. Deposita il denaro sul tuo account di trading;
  3. Fai pratica con il tuo conto demo;
  4. Cerca fra gli strumenti il Bitcoin, prova il copy trading e le altre funzionalità;
  5. Seleziona l’importo, imposta stop loss e take profit ed attua la tua strategia;
  6. Ricorda che stop loss e take profit non sono garantiti e il trading a leva finanziaria comporta un rischio elevato.

Il 76% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando scambia CFD con questo fornitore. L'investimento in cryptoasset è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell'UE. Nessuna protezione per il consumatore. Potrebbero essere applicate tasse sui profitti.

Bitcoin Italia: Come iniziare (Step per investire in BTC)

Ma come iniziare a investire in Bitcoin in Italia? Diversamente dal passato, dove comprare Bitcoin o negoziare sullo stesso assets richiedeva la presenza di complesse procedure e di intermediari costosi, ad oggi tutto è più semplificato.

La presenza dei broker ed exchange professionali ha ampiamente agevolato il processo di acquisto.

Vediamo quindi quali step seguire per poter iniziare ad investire in BTC in modo autonomo, professionale, ma soprattutto con la consapevolezza di fare affidamento su broker regolamentati, come ad esempio eToro.

1. Registrazione

Il primo passaggio per poter iniziare ad investire in Bitcoin in Italia attiene la registrazione al proprio broker di fiducia. I passaggi da seguire risultano sempre elementari e richiedono pochissimi secondi per poter essere portati a compimento.

Nella schermata posta in alto risulta chiaramente visibile la presenza di sezioni compilative, che richiedono semplicemente nome, email reale e la strutturazione di una password da custodire con cura.

In alternativa, nella parte in basso, sono presenti due modalità di registrazione rapida, basate sull’uso di account Google, o ancora di account Facebook.

La fase di verifica dell’email e successivamente dell’identità (invio di un documento in corso di validità), permette di iniziare ad utilizzare il broker in piena autonomia. Il login avviene inserendo le credenziali generate in precedenza.

Il 76% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando scambia CFD con questo fornitore. L'investimento in cryptoasset è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell'UE. Nessuna protezione per il consumatore. Potrebbero essere applicate tasse sui profitti.

2. Deposito

Al momento della registrazione sul broker, l’utente ha la possibilità di iniziare sia con la modalità demo, sia con la modalità reale. La modalità demo consiste nell’uso di capitali non reali, aggiunti direttamente dall’operatore.

Quanto alla modalità reale, necessita invece del caricamento di fondi, tramite la procedura del deposito. Ogni broker dispone di propri sistemi di pagamento, come visibile nella schermata qui in basso.

Il broker eToro integra al suo interno oltre 5 sistemi di deposito, fra i quali sia sistemi tradizionali (come ad esempio il bonifico bancario) sia sistemi moderni, come ad esempio PayPal.

L’utente può scegliere di caricare il deposito più affine ai propri scopi ed interessi, potendo in ogni caso passare dalla modalità demo a quella reale con un semplice click.

3. Negoziare su Bitcoin

eToro rappresenta un broker pienamente regolamentato in Europa e quindi utilizzabile anche nel nostro territorio. Risulta quindi possibile investire in BTC in Italia, seguendo le procedure esposte in precedenza, le quali permettono di creare un proprio account.

All’interno dello stesso, il trader può rapidamente cercare la propria criptovaluta di interesse, entrando nella schermata di riferimento, dove viene messo a disposizione un comodo grafico in tempo reale, nonché la sezione per poter procedere con la propria strategia.

Impostando una leva pari ad 1, il trader va ad acquistare direttamente il sottostante dello strumento. È bene tenere a mente come lo stesso broker permetta anche di operare tramite CFD.

eToro Bitcoin

Il 76% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando scambia CFD con questo fornitore. L'investimento in cryptoasset è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell'UE. Nessuna protezione per il consumatore. Potrebbero essere applicate tasse sui profitti.

È legale avere Bitcoin in Italia?

Nonostante le tante peripezie subite dalle criptovalute nel corso del tempo, è bene tenere a mente come gli stessi strumenti, compreso il Bitcoin, rappresentino assets da poter detenere in modo legale.

Il Bitcoin, preso nella sua interezza come moneta digitale di nuova generazione, rappresenta uno strumento lecito, ovviamente se associato ad intermediari regolamentati e professionali.

A conferma di tutto ciò, il possesso di BTC da parte di grandi investitori o di società del calibro di MicroStrategy ed altre compagnie colossali. Anche in Italia, i traders della nostra nazione hanno quindi la possibilità di comprare Bitcoin in modo autonomo e legale.

Aspetto completamente differente, riguarda tuttavia l’uso del Bitcoin come vera e propria valuta legale. In questo senso, è bene precisare come solamente l’Euro (almeno per adesso) rappresenti l’unica valuta in corso di validità nel nostro territorio.

Enormi passi avanti sono stati fatti in altre nazioni, si pensi ad esempio alla news sull’ufficializzazione del Bitcoin come valuta legale in El Salvador, la quale pone molte speranze per il futuro anche in altre nazioni.

Tassazione Bitcoin

Sulla base dello sviluppo e del continuo interesse sul Bitcoin, sempre più utenti hanno iniziato a chiedersi in merito alla tassazione su BTC.

bitcoin tasse

Numerosi esperti hanno esposto proprie considerazioni a riguardo, proponendo anche parallelismi nei riguardi di altre nazioni (europee e non). Nella giurisdizione italiana, in merito al comparto fiscale, non esistono ad oggi disposizioni specifiche attinenti strumenti crittografici.

Gli stessi, in ogni caso, rappresenterebbero per esperti contabili ugualmente delle plusvalenze, ossia un valore che può essere in ogni caso trasformato in valore contabile e detenuto quindi in modo attivo dall’utente possessore di BTC.

Il possesso di Bitcoin rappresenta quindi un’attività da dichiarare. Nel corso degli ultimi anni non sono mancate problematiche in merito alla verifica su possedimenti BTC, proprio in riferimento alle difficoltà di tracciamento dello stesso asset.

In ogni caso, la tassazione su plusvalenze finanziarie, in riferimento anche al Capital Gain (ossia sul valore derivante dalla vendita degli strumenti), risulta ad oggi tassata al 26%.

Valore da tenere a mente in ogni caso sul processo di vendita dei propri Bitcoin (generando così l’ipotetica plusvalenza precedentemente esposta).

Da sottolineare, come le cosiddette cessioni a pronti, risultino imponibili nel caso in cui la detenzione degli assets crittografici (nel nostro caso BTC) attenga una giacenza di 7 giorni all’interno del portafoglio e che mostri un valore di conversione pari a 51.645,69 euro.

Opinioni e dichiarazioni di esperti

Come ricordato in precedenza, il Bitcoin non rappresenta una valuta avente la stessa valenza della tradizionale valuta legale di un determinato Paese.

La stessa OCSE ha più volte espresso pareri ed opinioni in merito, soprattutto nei riguardi dell’utilizzo limitato del BTC come sistema di pagamento alternativo e della sua volatilità.

A tal riguardo, come si espongono gli enti ed esperti in merito alla tassazione e dichiarazione del Bitcoin in Italia?

Anche l’Agenzia delle Entrate, nel corso degli ultimi anni, ha più volte esposto proprie opinioni in merito, portando a considerare il possesso di Bitcoin come un possesso di valute estere.

Al pari di strumenti similari, ne deriverebbe quindi la necessità sulla compilazione del riquadro RW (nel caso di persone fisiche), sulla consueta dichiarazione dei redditi.

Esposizioni in merito alle criptovalute, intese come valute digitali, erano già state pubblicate da Agenzia delle Entrare nel 2018, con la n.956-39/2018. Aspetti che mostrano come anche nel nostro territorio qualcosa stia iniziando a muoversi, anche se molti esperti sperano in normative ad hoc specifiche per assets crypto.

siti scommesse bitcoin
Criptovalute

I migliori siti di scommesse che accettano Bitcoin di Maggio 2024

Rischi e benefici

Il possesso dei Bitcoin permette all’utente di poter utilizzare lo stesso strumento come vero e proprio assets di scambio.

Ne deriva il tipico processo di speculazione, basato sull’acquisto di uno strumento ad un determinato valore ed una successiva vendita ad un valore ipoteticamente maggiorato (con ottenimento della plusvalenza, o mark up).

Il possesso dei Bitcoin non risulta ovviamente scevro da rischi. Il primo attiene proprio il rischio intrinseco dell’attività di speculazione, legata alla presenza della volatilità e dell’imprevedibilità dei mercati finanziari, compreso il mercato crittografico.

In secondo luogo, ricollegandoci ad aspetti fiscali, una mancata dichiarazione su plusvalenze, o una tassazione non applicata per importi superiori ai limiti ed alle soglie esposte in precedenza, potrebbe comportare il rischio di incorrere in sanzioni pecuniarie (e non solo) sotto l’aspetto legale.

Il 76% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando scambia CFD con questo fornitore. L'investimento in cryptoasset è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell'UE. Nessuna protezione per il consumatore. Potrebbero essere applicate tasse sui profitti.

Dove comprare Bitcoin

Con il passare degli anni, i sistemi per poter comprare Bitcoin hanno visto la nascita di numerose metodologie, legate anche allo sviluppo tecnologico.

Abbiamo quindi deciso di racchiudere alcuni dei sistemi più utilizzati (molti dei quali anche nel nostro territorio) per poter comprare e quindi possedere realmente Bitcoin. Ricorderemo inoltre un sistema alternativo, per negoziare CFD su BTC senza possedere alcuna criptomoneta in modo reale.

Entrando nel dettaglio, parleremo di acquisto Bitcoin:

  • In Tabaccheria
  • Online
  • In contanti
  • In Banca

Comprare Bitcoin in Tabaccheria

Comprare Bitcoin in Tabaccheria

La prima metodologia proposta per comprare Bitcoin, attiene la possibilità o meno di poter acquistare BTC in Tabaccheria.

In questo caso, come ricordato nel nostro approfondimento su come comprare Bitcoin in Tabaccheria, ad oggi non risulta possibile (almeno nella nostra nazione) acquisire BTC pagandoli in contanti nei tabacchi.

Altre nazioni, come ad esempio la Francia, hanno invece da tempo strutturato sistemi specifici per poter comprare Bitcoin anche in Tabaccheria, utilizzando servizi come ad esempio Bykep, presente in più di 5.000 punti.

Il funzionamento è molto semplice ed intuivo e si basa sull’acquisto di un buono (disponibile in diversi tagli) con il quale poter scannerizzare un codice ed entrare così in possesso di BTC, da convogliare all’interno del proprio portafoglio di archiviazione.

Comprare Bitcoin online

Arrivati a questo punto, ricollegandoci a quanto esposto in precedenza, è bene sottolineare come ad oggi esistano tantissimi sistemi per poter comprare Bitcoin in Italia.

Nel corso dell’introduzione abbiamo fatto riferimento all’acquisto fisico, ossia basato sul possesso diretto delle monete digitali. Alla stessa metodologia, si contrappone un secondo sistema innovativo, basato in questo caso su strumenti derivati.

Le due modalità verranno approfondite a breve, per adesso, ciò che è possibile ricordare, riguarda la necessità di fare affidamento solamente su operatori regolamentati ed autorizzati.

Stiamo parlando di intermediari professionali, verificati ed ufficializzati da enti preposti al controllo ed alla vigilanza nel nostro territorio europeo (Comunità Europea), come ad esempio CONSOB, CySEC ed enti affini. Tieni a mente che il mercato crypto non è regolamentato e che non è prevista tutela per il consumatore.

Il 76% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando scambia CFD con questo fornitore. L'investimento in cryptoasset è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell'UE. Nessuna protezione per il consumatore. Potrebbero essere applicate tasse sui profitti.

Migliori broker per negoziare Bitcoin

Come esposto in precedenza, una delle alternative all’acquisto di Bitcoin fisico, riguarda l’utilizzo dei migliori broker di CFD. Si tratta di operatori di nuova generazione, che permettono di operare tramite strumenti derivati.

Una delle prime caratteristiche dei contratti per differenza attiene l’apertura di posizioni sull’asset, senza la necessità di possedere alcuna moneta digitale, ossia senza la necessità di custodirla all’interno di un portafoglio.

Grazie a questo aspetto, il trader ha la possibilità non solo di aprire posizioni al rialzo, bensì anche al ribasso, considerando la cosiddetta vendita allo scoperto. La stessa vendita allo scoperto non risulta presente con acquisti fisici su exchange puri.

Si ricorda inoltre come i migliori broker online di CFD non richiedano alcuna commissione fissa, esponendo solamente in modo dettagliato la presenza di bassissimi spread (ossia differenza fra valore di acquisto e quello di vendita).

A seguire una tabella con i migliori broker per negoziare su Bitcoin:

Ordina per

5 Broker che corrispondono ai tuoi filtri

Metodi di pagamento

Caratteristiche

Assistenza clienti

Classificazione

1o più

App mobile

1o più

Commissioni fisse per operazioni

1o più

Spese conto

1o più
177 Nuovi utenti oggi

Valutazione

Costi (per 12 mesi)
€ 10.00
Cosa ci piace
  • Nessun Deposito Minimo
  • Conto Demo da €100.000
  • Un'Azione Gratuita ad Ogni Nuovo Cliente
Commissioni fisse per operazioni
Spese conto
App mobile
9/10
Caratteristiche
CFD ETF Cripto Azioni
Metodi di pagamento
177 Nuovi utenti oggi
Costi (per 12 mesi)
€ 10.00

76% di utenti perdono denaro con questo provider facendo trading di CFD. Per favore considera se puoi correre il rischio di perdere denaro.

Info conto

Spese da
€0
Costi deposito
€0
ETFS
366+ ETF Reali, 167 CFD su ETF
Costi inattività
€10 dopo 12 mesi
Leva
1:30
Margine di operatività
Yes
Operazione minima
€0
Azioni
6200+
Posizione dei CFD
-
CFDS
-
Commissioni di negoziazione
-
Commissioni di prelievo
Oltre i 100€ le commissioni sono 0€

Commissioni per operazione

Obbligazioni
-
Criptovalute
da 0.5%
CFDS
da 0.08%
DAX
da 150 pips
Copia portafoglio
-
ETFS
da 0.07%
Posizione dei CFD
da 0.001% su Indici e Materie Prime
Azioni
da 0.07%
Piano di risparmio
-
Robo Advisor
-
Fondi
da 1 pip
177 Nuovi utenti oggi

Valutazione

Costi (per 12 mesi)
€ 13.00
Cosa ci piace
  • Social Trading
  • MetaTrader 4 e 5
  • Servizio Clienti in Tempo Reale
Commissioni fisse per operazioni
Spese conto
App mobile
9/10
Caratteristiche
Obbligazioni CFD ETF Cripto Azioni
Metodi di pagamento
177 Nuovi utenti oggi
Costi (per 12 mesi)
€ 13.00

71% di utenti perdono denaro usando questo provider per fare trading di CFD. Per favore considera se puoi correre il rischio di perdere denaro.

Info conto

Spese da
€100
Costi deposito
€0
ETFS
80+
Costi inattività
€100 dopo 1 anno
Leva
1:30
Margine di operatività
No
Operazione minima
€20
Azioni
2000+
Posizione dei CFD
-
CFDS
-
Commissioni di negoziazione
-
Commissioni di prelievo
€0

Commissioni per operazione

Obbligazioni
-
Criptovalute
da 0.25%
CFDS
da 0.1%
DAX
da 25 pips
Copia portafoglio
€0
ETFS
da 0.13%
Posizione dei CFD
da 0.005%
Azioni
da 0.13%
Piano di risparmio
da 1 pip
Robo Advisor
-
Fondi
da 3 pips
51 Nuovi utenti oggi

Valutazione

Costi (per 12 mesi)
€ 0
Cosa ci piace
  • Oltre mille strategie di trading pronte a essere copiate
  • Zero commissioni sulle Azioni
  • Investi con MT 4 e TradingView
Commissioni fisse per operazioni
Spese conto
App mobile
7/10
Caratteristiche
CFD Copia portafoglio Cripto Azioni
Metodi di pagamento
51 Nuovi utenti oggi
Costi (per 12 mesi)
€ 0

il 71% degli utenti perdono denaro usando questo provider per fare trading di CFD. Per favore considera se puoi correre il rischio di perdere denaro.

Info conto

Spese da
€25
Costi deposito
€0
ETFS
-
Costi inattività
-
Leva
1:30
Margine di operatività
Yes
Operazione minima
-
Azioni
700+
Posizione dei CFD
-
CFDS
-
Commissioni di negoziazione
Spreads
Commissioni di prelievo
€0

Commissioni per operazione

Obbligazioni
-
Criptovalute
0.09 - 85 pips
CFDS
0.01 - 350 pips
DAX
-
Copia portafoglio
-
ETFS
-
Posizione dei CFD
-
Azioni
0.01 - 4 pips
Piano di risparmio
-
Robo Advisor
-
Fondi
-
177 Nuovi utenti oggi

Valutazione

Costi (per 12 mesi)
€ N/A
Cosa ci piace
  • Ampia scelta di assets
  • Conto Demo da $100.000 e Copy Trading
  • Acquisto Reale di Criptovalute
Commissioni fisse per operazioni
Spese conto
App mobile
9/10
Caratteristiche
Obbligazioni CFD Copia portafoglio ETF Fondi Cripto Piano di risparmio Azioni
Metodi di pagamento
177 Nuovi utenti oggi
Costi (per 12 mesi)
€ N/A

Il 76% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro.

Info conto

Spese da
$100
Costi deposito
€0 o 0,5% se diverso da $
ETFS
150
Costi inattività
$10 al mese dopo 12 mesi
Leva
1:30
Margine di operatività
Yes
Operazione minima
$10
Azioni
2.000+
Posizione dei CFD
-
CFDS
-
Commissioni di negoziazione
-
Commissioni di prelievo
€5

Commissioni per operazione

Obbligazioni
N/A
Criptovalute
1%
CFDS
da 0.09%
DAX
da 100 pips
Copia portafoglio
N/A
ETFS
N/A
Posizione dei CFD
da $0.10 su ETF e Azioni
Azioni
N/A
Piano di risparmio
N/A
Robo Advisor
N/A
Fondi
N/A
19 Nuovi utenti oggi

Valutazione

Costi (per 12 mesi)
€ 12.00
Cosa ci piace
  • Autotrading con Capitalise.ai
  • Diversi tipi di conto
  • Commissioni CFD da $0,02
Commissioni fisse per operazioni
Spese conto
App mobile
9/10
Caratteristiche
CFD ETF Cripto Azioni
Metodi di pagamento
19 Nuovi utenti oggi
Costi (per 12 mesi)
€ 12.00

81% di utenti perdono denaro con questo provider facendo trading di CFD. Per favore considera se puoi correre il rischio di perdere denaro.

Info conto

Spese da
€1
Costi deposito
€0
ETFS
100+
Costi inattività
No
Leva
1:30
Margine di operatività
Yes
Operazione minima
€1
Azioni
800+
Posizione dei CFD
-
CFDS
-
Commissioni di negoziazione
-
Commissioni di prelievo
€0

Commissioni per operazione

Obbligazioni
-
Criptovalute
da 0.7%
CFDS
da 0.08%
DAX
da 0.07%
Copia portafoglio
-
ETFS
da 0.07%
Posizione dei CFD
da 0.001% su Indici e Materie Prime
Azioni
da 0.02$
Piano di risparmio
-
Robo Advisor
-
Fondi
da 1 pip

Migliori exchange per comprare Bitcoin

Un secondo sistema, in questo caso specifico per detenere Bitcoin in modo fisico, riguarda l’uso dei migliori exchange.

Stiamo parlando di operatori specializzati nella conversione di valute tradizionali, come ad esempio euro, sterlina o dollaro, in valute crypto, come ad esempio Bitcoin. In questo caso, è tuttavia necessario ricordare alcuni punti:

  • L’acquisto fisico necessita come ben sappiamo dell’uso di appositi Wallet di custodia, messi in ogni caso a disposizione a costo zero dai migliori exchange al mondo, come quelli esposti nella nostra tabella qui in basso.
  • Presenza delle commissioni sugli scambi: diversamente dai broker CFD, gli exchange richiedono commissioni sugli eseguiti, su ogni singola conversione.

Ma quali sono i migliori exchange che permettono di comprare Bitcoin online? A seguire una tabella esplicativa:

ExchangeCompra Bitcoin
BinanceVisita
CoinbaseVisita
Huobi GlobalVisita

Comprare Bitcoin in contanti

Un ulteriore sistema per poter comprare Bitcoin, possedendoli in questo caso in modo fisico, riguarda l’acquisto in contanti.

Anche in questo caso, è bene tenere a mente come il processo di compravendita sui Bitcoin effettuato in modo professionale, segua le stesse regole fiscali esposte in precedenza.

L’acquisto con contanti, può essere portato a compimento o con piattaforme specifiche che permettono di mettere in collegamento utenti acquirenti con utenti venditori, o utilizzando ATM Bitcoin (esposti a seguire nel corso dei paragrafi successivi).

Comprare Bitcoin in contanti significa in ogni caso pagare in modo fisico, ricevendo allo stesso tempo lo scambio in modo telematico. La natura stessa delle criptovalute (ossia digitale) fa si che le stesse debbano sempre essere inviate tramite indirizzo di rete.

Comprare Bitcoin in banca

Bitcoin in banca

Nel corso dei nostri tanti approfondimenti, abbiamo avuto più volte modo di parlare della possibilità di compare Bitcoin in banca.

Ad oggi non risulta possibile individuare istituti finanziari che permettono di comprare Bitcoin. In altri termini, gli operatori finanziari non permettono di entrare in filiale e di convertire valuta legale con valute crittografiche.

Ciò non significa che non risulterà possibile in un prossimo futuro. Aspetto completamente differente, riguarda invece la possibilità di negoziare su assets crypto mettendo a disposizione proprie piattaforme di trading.

Alcune banche private, con proprie funzionalità, hanno infatti strutturato proprie piattaforme di brokeraggio (basate anche su CFD) che permettono di negoziare in autonomia, seguendo le normative e le disposizioni imposte dalle regole del nostro territorio.

comprare eth paypal
Criptovalute

Comprare Ethereum con PayPal: Come fare, Dove acquistare

Cosa si può comprare con Bitcoin in Italia

Checché se ne dica del rapporto dell’Italia e degli italiani con il Bitcoin, anche nella nostra nazione risulta possibile utilizzare il BTC come vero e proprio sistema di pagamento.

Attenzione, abbiamo deciso appositamente di utilizzare il termine “sistema di pagamento” ricordando come lo stesso Bitcoin non possa ancora essere considerato una valuta legale identica all’euro.

Effettuando semplici ricerche online all’interno del mercato, è effettivamente possibile individuare numerosi esercenti che hanno deciso di accettare pagamenti in Bitcoin. Una delle prime categorie riguarda il settore terziario.

Alcuni hotel, hanno infatti deciso di aggiungere anche il re delle criptovalute fra i diversi sistemi di pagamento per pagare stanze ed altri servizi. Si passa poi a società di servizi informatici, fino ad arrivare ad altri settori specifici.

Da considerare, come lo stesso processo risulti ancora molto limitato e focalizzato soprattutto nel Nord Italia. La zona della Lombardia rappresenterebbe una delle più propense al BTC, così come la Sicilia nella zona del meridione.

I pagamenti vengono in ogni caso effettuati tramite sistemi POS, che convertono immediatamente il Bitcoin in valuta corrente, emettendo lo scontrino direttamente in Euro.

Metodi di acquisto Bitcoin in Italia

Anche in Italia i sistemi di pagamento messi a disposizione dagli intermediari per poter comprare Bitcoin riguardano sia metodologie tradizionali, come ad esempio bonifici bancari, sia metodologie digitali.

Una delle caratteristiche principali prese in considerazione dai traders sulla scelta del giusto intermediario, riguarda proprio la presenza dei sistemi di pagamento. Permette di poter optare per soluzioni più affini alle proprie esigenze e necessità.

Quali sono i metodi di acquisto Bitcoin in Italia più utilizzati? Eccoli a seguire:

  • Carta di credito/debito
  • PayPal
  • PostePay

Carta di credito/debito

Carta di credito

La carta di credito rappresenta una delle principali scelte prese in considerazione dai traders ed appassionati di criptovalute per poter comprare Bitcoin.

A tal riguardo, i migliori broker ed exchange professionali, permettono di utilizzare le carte di credito in modo rapido ed istantaneo. Tutto ciò in riferimento a circuiti internazionali regolamentati e professionali, come ad esempio Visa e MasterCard.

Se hai intenzione di approfondire in merito, ricordiamo la nostra guida completa, con passaggi step by step, su come comprare Bitcoin con carta di credito.

All’interno dei paragrafi introduttivi, abbiamo infatti mostrato come i migliori operatori e scambiatori online, permettano di selezionare e di passare da un sistema all’altro in pochi secondi ed in modo completamente automatico.

L’utilizzo della carta di credito permette all’utente di poter controllare le proprie spese (in associazione ai propri servizi di Internet Banking) e di utilizzare una carta appositamente per servizi su crypto assets.

Il 76% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando scambia CFD con questo fornitore. L'investimento in cryptoasset è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell'UE. Nessuna protezione per il consumatore. Potrebbero essere applicate tasse sui profitti.

PayPal

paga con paypal

Un secondo sistema, ormai richiesto da milioni di utenti, riguarda l’acquisto di Bitcoin con PayPal. Si tratta di una piattaforma presente ormai da molti anni, che permette di effettuare pagamenti su centinaia di servizi online (compresi alcuni dei migliori broker).

In modo particolare, una delle piattaforme a permettere di comprare Bitcoin utilizzando PayPal è proprio eToro. A seguire un’istantanea che mostra la modalità PayPal presente all’interno del broker:

eToro PayPal deposito

PayPal permette di controllare le proprie spese in modo rapido, mettendo a disposizione report sulla cronologia degli ordini. Risulta inoltre associabile con pochissimi passaggi, permettendo di completare il pagamento in modo ultrarapido.

Il 76% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando scambia CFD con questo fornitore. L'investimento in cryptoasset è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell'UE. Nessuna protezione per il consumatore. Potrebbero essere applicate tasse sui profitti.

PostePay

Un ultimo sistema di pagamento molto richiesto, vista la presenza di molti possessori e sottoscrittori di questa tipologia di carta, riguarda l’acquisto di Bitcoin con PostePay.

Anche in questo caso, la maggior parte dei broker online mette a disposizione questo sistema di deposito, in modo da offrire ai propri utenti un maggior grado di diversificazione.

Di contro, gli utenti registrati hanno la possibilità di selezionare un’unica carta di pagamento solamente per questa tipologia di operazioni, disponendo di ulteriori carte per altre attività specifiche, attinenti eventuali acquisti di altra natura.

Il 76% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando scambia CFD con questo fornitore. L'investimento in cryptoasset è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell'UE. Nessuna protezione per il consumatore. Potrebbero essere applicate tasse sui profitti.

ATM Bitcoin in Italia

ATM Bitcoin

Continuando con la nostra guida su Bitcoin in Italia, è bene tenere a mente la presenza dei cosiddetti ATM di BTC. Molto semplicemente, si tratta di specifici bancomat di Bitcoin, molto simili agli ATM bancari, che permettono di comprare criptovalute in modo rapido e fisico.

Nonostante lo sviluppo degli stessi dispositivi abbia subito crescite esponenziali soprattutto in America ed in Cina, anche l’Italia è fornita di numerosi ATM Bitcoin.

Possono essere comodamente individuati online, cercando mappe aggiornate costantemente e risultando strategicamente dislocati nelle diverse regioni. Anche in questo caso, teniamo a precisare come il Nord Italia si mostri (almeno per adesso) più fornito rispetto al Sud Italia.

Il funzionamento degli ATM Bitcoin in Italia è molto semplice e non si discosta da quello presente in altre nazioni ed altri continenti. A seguire alcuni punti esplicativi:

  1. L’utente individua l’ATM più vicino alla propria località;
  2. Attraverso le impostazioni può procedere con la richiesta di conversione in Bitcoin, portando a compimento (se richiesto) le fasi di verifica sull’identità;
  3. A questo punto, inserendo la propria valuta Fiat, il processo permette di scannerizzare un tipico così QR, in modo da completare il trasferimento all’interno di un proprio portafoglio esterno, legato ad un indirizzo di rete.

Sviluppo ATM in Italia

Come ricordato in precedenza, nonostante molti altri continenti risultino avanti su servizi legati al mondo delle criptovalute, anche l’Europa (compreso l’Italia), ha iniziato ad ottenere un proprio sviluppo e numerosi traguardi.

Ecco subito una tabella con i principali ATM Bitcoin presenti nel nostro territorio:

CittàATM Bitcoin
Milano25
Roma10
Torino7
Venezia6
Firenze5
Cagliari2
Catania2
Napoli2
Bari2
Udine2
Palermo2

Tornando allo sviluppo geografico, una semplice analisi quantitativa, mostra la presenza di una percentuale di servizi maggiori al Nord Italia. La Lombardia mostra in modo particolare una quantità di ATM al di sopra della media.

Tutto ciò per via di un potenziale e maggiore interesse mostrato nel territorio, ormai da tempo considerato molto sviluppato e centro strategico per il settore finanziario, degli investimenti e di molte altre attività similari.

Bitcoin in Italia – Domande frequenti

Bitcoin in Italia sono legali?

Nel corso del nostro approfondimento abbiamo messo in evidenza come la detenzione dei Bitcoin, se associata ad operatori e servizi regolamentati (come ad esempio eToro), rappresenti un processo legale. È tuttavia fondamentale seguire attentamente tutte le disposizioni legali in materia di dichiarazione dei redditi e tassazione.

I Bitcoin in Italia vanno tassati?

All’interno della nostra guida completa, abbiamo ricordato come nonostante in Italia non risultino presenti leggi specifiche per le criptovalute, il possedimento delle stesse viene considerato come una vera e propria plusvalenza finanziaria, da legare a tassazione secondo i limiti stabiliti dalla legge.

Bitcoin Italia Forum: Dove trovare informazioni?

Al di là dei forum su Bitcoin Italia, ricordiamo l’importanza di fare affidamento su siti informativi autorevoli professionali, che mettono a disposizione dati ed informazioni aggiornate, come quelle presentate nella nostra guida completa su Finaria.

Domande e Risposte (0)

Hai una domanda? Il nostro team di esperti ti risponderà. Invia il mio commento

Lascia un commento

Scrivi la tua opinione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vincenzo Tomarchio

Vincenzo Tomarchio

Vincenzo Tomarchio è un acuto osservatore dei mercati finanziari con un'attenzione particolare al settore delle criptovalute e della blockchain DeFi. Esperto riconosciuto nel campo della finanza, dal 2018 collabora attivamente con Finaria.it, offrendo analisi e spunti di riflessione sugli andamenti dei mercati emergenti.

Le sue previsioni accuratamente calibrate sulle criptovalute hanno non solo dimostrato la sua profonda comprensione del settore, ma hanno anche consolidato la sua reputazione come voce autorevole nel panorama della finanza digitale. Con uno sguardo sempre rivolto al futuro, Vincenzo continua ad esplorare le potenzialità delle tecnologie blockchain e l'impatto delle DeFi nel mondo finanziario.