Lavorare dopo la pensione: Regole e idee per arrotondare da pensionati

Sei pensionato ma vuoi continuare a guadagnare? Ecco le regole per lavorare in pensione e tante opportunità per arrotondare l'assegno mensile.

Per ogni lavoratore l’età della pensione rappresenta il traguardo finale. La stragrande maggioranza lo taglia con entusiasmo per iniziare una vita vissuta di rendita e godersi finalmente la vecchiaia. Ma c’è qualcuno che, nonostante possa farne a meno, vuole comunque continuare a lavorare dopo la pensione

I motivi possono essere tanti: la passione per il proprio lavoro, la voglia di guadagnare qualche soldo extra e arrotondare la pensione, oppure semplicemente la ricerca di un’occupazione (anche part time) per non annoiarsi troppo in casa. 

Anche tu vorresti andare in pensione e continuare a lavorare

Per prima cosa dovrai sapere quali sono le regole per lavorare in pensione, cosa prevedono la legge e il fisco. Meglio evitare problemi con il lavoro in nero a sessant’anni, giusto?

Secondo, ti serviranno delle idee per lavorare dopo la pensione. Alcuni lavori si prestano meglio di altri in età avanzata, dove l’esperienza è tanta ma il fisico va preservato (sì, ci sono anche opportunità per pensionati da casa).

In questa guida trovi tutto quello che ti occorre sapere per lavorare in pensione nel 2020 e 16 proposte di attività da iniziare quando si va in pensione.

Lavorare in pensione: regole 2020

lavorare in pensione regole

In Italia un lavoratore che raggiunge l’età pensionabile (67 anni per la pensione di vecchiaia) non ha l’obbligo di andare in pensione e può continuare a lavorare, ma con alcune regole.

Si può andare in pensione continuando a lavorare?

La prima è semplice ma basilare: per fare domanda di pensione bisogna prima terminare il rapporto di lavoro corrente. Si tratta di una formalità, ma non è possibile andare in pensione e continuare a lavorare nello stesso momento. Una volta che la domanda è stata accolta il pensionato può essere riassunto come dipendente o rimettersi in proprio.

Cumulo pensione e redditi da lavoro

La seconda regola da sapere è che i redditi percepiti dal nuovo lavoro in pensione si possono cumulare con l’assegno pensionistico. Il cumulo pensione vale:

  • per la pensione di vecchiaia (quella post-67 anni);
  • con il pensionamento anticipato tramite opzione donna.

Chi percepisce un assegno di invalidità o una pensione di reversibilità è soggetto ad alcune limitazioni di reddito (qui la pagina dell’INPS per approfondire), così come chi esce dal mondo del lavoro con l’opzione Quota 100 (62 anni + 38 di contributi).

In questo caso, infatti, il pensionato può accumulare reddito da lavoro e pensione solo svolgendo una prestazione occasionale che non superi però i 5.000 euro lordi l’anno. Al raggiungimento dell’età pensionabile effettiva (67 anni) il divieto di cumulo pensione con Quota 100 cade.

Pensione e reddito da lavoro non sono mai cumulabili invece per chi percepisce una pensione di inabilità.

Lavoro dopo la pensione: bisogna versare i contributi?

I pensionati che continuano a lavorare devono comunque versare i contributi all’INPS per la loro attività lavorativa.

Questo non serve solo per essere in regola e non lavorare in nero, ma va anche a vantaggio del pensionato, perché i contributi versati aumentano l’importo dell’assegno pensionistico.

Lavorare in pensione, quindi, permette di guadagnare due volte: una con il reddito da lavoro e l’altra con l’aumento della pensione di vecchiaia. L’incremento sull’assegno però non è automatico, ma può essere richiesto:

  • dopo 2 anni, per chi ha già l’età pensionabile;
  • dopo 5 anni, per i lavoratori che hanno ottenuto la pensione anticipata.

Contratti di lavoro per pensionati

Chi vuole lavorare in pensione può farlo sia come lavoratore autonomo che come dipendente. Normalmente per un pensionato si preferiscono contratti da dipendente speciali come i Co.Co.Co. (collaborazione continuata e continuativa) oppure per piccole prestazioni occasionali. In genere, vista l’età, si preferiscono collaborazioni part time piuttosto che le 8 ore.

L’alternativa è mettersi in proprio e lavorare dopo la pensione con partita IVA. In questo caso non c’è alcuna restrizione per pensionati: valgono le stesse regole dei lavoratori autonomi, inclusa la possibilità di aprire una partita IVA optando per il regime fiscale forfettario.

Leggi pure
INPS: Guida ai servizi online

Attività da iniziare quando si va in pensione

idee per lavorare dopo la pensione

Se vuoi rimanere attivo dopo la pensione o fare qualcosa per guadagnare soldi extra ecco alcune idee per lavorare dopo il pensionamento. Nella lista trovi attività da svolgere in autonomia, da dipendente part time oppure da casa: scegli quello che preferisci e prova ad arrotondare la pensione a modo tuo.

1. Consulente

Dopo una vita passata a lavorare nel tuo settore hai raccolto successi, delusioni e soprattutto un mare di esperienza. Offrire questo prezioso know how a giovani e aziende come consulente esterno è un ottimo modo per continuare a lavorare dopo la pensione.

Trova un’azienda in cerca di un esperto senior per il proprio business, oppure apri la tua partita IVA e proponiti a più società. Non devi necessariamente viaggiare tutta la settimana per guadagnare con le tue competenze: oggi puoi offrire consulenze online anche da casa, attraverso una piattaforma specializzata o un’app di videoconferenza.

2. Riparazioni

Hai lavorato per anni come manutentore o hai una certa manualità con le riparazioni? Sempre meno persone possiedono queste competenze e chiederebbero aiuto volentieri a un esperto.

Se sei in pensione puoi affiancare un’officina, un idraulico o un elettricista nelle piccole-grandi riparazioni più disparate, oppure lavorare da solo come tutto fare nella tua zona. Ci sono migliaia di anziani soli o giovani che richiedono piccole manutenzioni: risolvi i loro problemi nel tuo tempo libero e arrotonderai la tua pensione.

3. Dare ripetizioni private

Per una maestra di scuola primaria o un professore andare in pensione significa lasciare la propria vocazione di insegnante. Se però hai delle ore a disposizione e vorresti fare qualche soldo extra puoi sempre proporti per offrire lezioni private.

Puoi fare domanda per ottenere una cattedra nelle Università per la terza età, oppure attrezzarti per accogliere studenti o adulti in casa tua (ricorda di metterti in regola con il fisco).

Sei tu a gestire i tuoi orari di lavoro post pensione, senza stress e grossi sforzi. Vista la tua esperienza puoi richiedere un compenso orario abbastanza elevato (anche 15/20 euro l’ora) e se scegli di lavorare da casa non hai praticamente alcun costo fisso.

4. Traduttore / trascrittore

Se hai un’ottima dimestichezza con una o più lingue straniere e sai lavorare con scioltezza al computer ecco un altro lavoretto occasione da fare una volta in pensione: il traduttore.

Fare traduzioni accurate è una mansione molto richiesta online, e se hai voglia di cimentarti un po’ puoi arrotondare la pensione nel tuo tempo libero.

Su siti come Fiverr o UpWork puoi spulciare tra le richieste di lavoro rivolte a freelance di tutto il mondo, oppure andare su siti più mirati come Unbabel o Scrybs.

La stessa cosa vale per la mansione di trascrittore. Hai già avuto esperienze di questo tipo nei tuoi anni di lavoro? Continua a fare ciò che ti viene meglio anche dopo la pensione, con orari super flessibili e il relax di chi non deve pensare a nient’altro.

Leggi pure
Attività redditizie: le migliori 20+ da aprire oggi (post covid)

5. Autista privato

Un’opportunità per pensionati che va molto forte negli Stati Uniti è l’autista per auto a tempo perso. Sono in tanti i pensionati che scontenti del proprio reddito mettono a disposizione la propria macchina per dare passaggi con Uber o Lyft.

In Italia il trend è meno sviluppato, ma nelle grandi città c’è comunque la possibilità di arrotondare la pensione. I vantaggi di lavorare in questo modo sono notevoli: nessun vincolo, orari flessibili e possibilità di iniziare subito a guadagnare.

Ci vuole un briciolo di dimestichezza con le app, dopodiché non ti resta che pensare alla strada e trascorrere un po’ di tempo fuori casa rendendoti utile per gli altri.

Con un buon curriculum, le giuste conoscenze e i requisiti in regola puoi anche trovare lavoro come autista privato per famiglie benestanti o aziende di alto livello.

6. Concierge di hotel

Diversi alberghi offrono il servizio di portierato 24/7. Coprire tutti i turni richiede un grosso ricambio di personale, spesso insufficiente. Se hai avuto esperienza nel settore dell’accoglienza (anche non per forza in hotel) puoi lavorare in pensione come concierge alcune ore a settimana.

L’attività di portiere è gratificante, le mansioni spesso sono poco faticose. Sarai sempre a contatto con persone diverse, offrendo consigli sulla tua città e aiutando gli ospiti della struttura a sentirsi come a casa.

Una buona opportunità per uscire di casa e dimenticarsi della vita da pensionato guadagnando qualche soldo in più.

7. Assistente fiscale

Alcuni commercialisti o esperti di fisco in pensione offrono la propria competenza per aiutare i privati nella compilazione del modello 730. È una grossa responsabilità e comporta dei picchi di lavoro all’avvicinarsi delle scadenze, ma per il resto è un’attività flessibile e a basso rischio. Ideale per chi vuole lavorare da casa in pensione.

Hai competenze (aggiornate) in materia di fisco e tasse? Puoi proporti come assistente fiscale e supportare conoscenti e amici per gli adempimenti fiscali.

8. Pet sitter

Se ami gli animali e ti piace passare del tempo con loro uno dei lavori da fare in pensione è quello del pet sitter (assistente per animali). È una figura specializzata nella cura e custodia degli animali domestici, pensata per chi non può badare al suo migliore amico durante la giornata.

Come pensionato puoi proporti di tenere il cane o il gatto di un altro padrone, e guadagnare qualche soldo in più a fine mese. Le mansioni non sono così complesse: potresti dar loro da mangiare, portarli a fare una passeggiata o tenergli un po’ di compagnia.

Decidi se accoglierli in casa tua o se fare il pet sitter a domicilio, in qualsiasi orario ti faccia comodo. Trova un animale da accudire tramite passaparola o su piattaforme online come PetMe, Rover o Holidog.

9. Diventa un Coach

Una figura molto ricercata oggi in vari ambiti è quella del coach, un mentore che sappia offrire la propria esperienza, o le competenze, per far crescere un gruppo o un singolo. E quale miglior coach di un lavoratore da poco in pensione, con tanto tempo libero ed esperienze da vendere?

Diventare un coach è diverso rispetto a fare il consulente. Significa entrare nella vita del gruppo o della persona, studiare il soggetto da vicino, accompagnarlo fornendogli gli strumenti per crescere.

Puoi diventare un buon coach sportivo, allenando i ragazzini, ma anche fare il coach aziendale, stimolando un gruppo di lavoro oppure il board dei dirigenti.

Se hai buona dimestichezza con la tecnologia perché non provi a promuovere la tua attività di coaching online in pensione? Le possibilità per guadagnare ci sono, mentre gli orari sono flessibili e su misura per la tua giornata.

Leggi pure
Guadagnare online: 70 idee per fare soldi oggi [Seriamente e da Zero]

10. Organizzazioni non profit

Molti enti e organizzazioni non profit portano avanti cause nobilissime e hanno spesso bisogno di collaboratori, anche occasionali. Nel loro organico accettano giovani, adulti e anziani senza troppa selezione, disposti a collaborare all’obiettivo comune.

Alcune organizzazioni cercano volontari, altre invece offrono piccoli contratti o rimborso spese per i loro membri. Una volta in pensione, se hai a cuore uno di questi gruppi, puoi partecipare alle loro attività e provare ad arrotondare qualcosa.

Nella maggior parte dei casi il compenso è molto basso, ma per chi copre un ruolo chiave può essere anche interessante. In più puoi offrire il tuo tempo come desideri e spenderti per il sociale, l’ambiente o altro ancora.

11. Apri un bed & breakfast

Molti anziani sognano di lasciare il lavoro e andare in pensione aprendo un bed & breakfast a gestione famigliare. Affittare camere a turisti o lavoratori è un modo perfetto per guadagnare e mantenersi attivi allo stesso tempo, coltivando la passione per il territorio e incontrando sempre nuove persone.

Possiedi un immobile particolarmente interessante? Prova a sistemarlo per dare in affitto le tue camere. Dovrai chiedere informazioni dettagliate sulle normative in vigore sul tuo territorio, le imposte e le regole da seguire (soprattutto in periodo Covid).

Oggi puoi sfruttare anche la rete per dare in affitto le tue camere o aumentare i guadagni del tuo bed and breakfast. Per esempio puoi registrarti come host su Airbnb e farti trovare da chi cerca una casa per esigenze temporanee.

Essere in pensione ti offrirà tutta la flessibilità e la tranquillità che serve per poter aprire il bed & breakfast che hai sempre sognato o gestire i tuoi affitti a breve termine per arrotondare le entrate mensili.

12. Organizzatore di eventi

L’organizzatore di eventi oggi è un lavoro di tendenza. Molte persone giovani si avvicinano al mondo degli event planner per preparare feste, serate o cerimonie, ma perché non farlo anche in pensione?

Se negli anni hai creato una fitta rete di contatti questo tesoretto può tornarti ancora utile. Frequentando le persone giuste puoi offrirti per allestire un meeting importante, una presentazione o un evento in generale (privato o aziendale).

Ti servirà molta esperienza e tanta voglia di mettersi ancora in gioco. Non dovrai per forza fare tutto da solo, né lavorare 8 ore al giorno. Puoi scegliere di collaborare con event planner emergenti e mettere a loro disposizione il tuo network di conoscenze, arrotondando la pensione.

13. Custode

In molti contesti il mestiere del custode si sposa bene con la figura del pensionato. È un’attività poco stressante, con un ritmo di lavoro lento e lunghi momenti liberi durante la giornata, spesso a contatto con le persone e all’aria aperta.

Lavorare come custode in pensione prevede di saper svolgere della piccola manutenzione o controllare gli accessi alla struttura. A seconda degli accordi presi con il proprietario possono essere richieste mansioni extra (da valutare in base alla propria età), fino all’obbligo di vivere stabilmente dentro l’edificio.

14. Pittore / artista

Dedicarsi all’arte è un ottimo modo per lavorare in pensione. Puoi iniziare e smettere quando vuoi, coltivare la tua passione e magari guadagnare qualche soldo extra.

Se hai vissuto l’intera vita dedicandoti ai lavori creativi puoi aprire una piccola galleria personale ed esporre le tue creazioni. Oppure puoi trasferire il laboratorio a casa e sfruttare i nuovi canali online per guadagnare dipingendo.

Etsy per esempio è l’ecommerce dedicato ad artisti e artigiani (anche in pensione) che realizzano opere fatte a mano, altrimenti puoi provare ArtFinder oppure i più generici eBay o Catawiki.

15. Personal shopper

Hai lavorato un’intera vita in un negozio di abbigliamento o nel campo della moda? Oggi sono nate figure innovative come quella del personal shopper che potrebbero allungare la tua attività.

Di cosa si tratta? Sono esperte/i di moda che offrono consigli di stile e accompagnano il cliente a fare shopping. Puoi divertirti a fare da consulente di moda anche in pensione, scegliendo orari e retribuzione a piacere.

Anche la clientela senior ama vestirsi bene o rifare il proprio guardaroba ogni tanto. Focalizzati su di loro o prendi accordi con negozi d’abbigliamento che negli anni hai conosciuto.

16. Investitore

Investire sui mercati può essere anche un lavoro a tempo pieno. Se fino a oggi hai sempre delegato la banca per l’acquisto di BTP o fondi comuni, dopo la pensione hai più tempo per gestire meglio i tuoi soldi.

Per esempio potresti prendere il controllo su una parte del capitale e, se hai le giuste competenze, iniziare a comprare e vendere azioni, ETF e altri strumenti finanziari.

Hai un po’ di dimestichezza con la tecnologia? Puoi aprire un conto di trading online con la banca o un broker regolamentato e investire da casa quando vuoi (ti consigliamo questo per cominciare).

Non è roba per tutti, ma con un po’ di pratica ed esperienza investire ti permette di guadagnare anche in pensione, aumentando le tue entrate passive.

Fai estrema attenzione alle truffe sul trading che circolano in rete. Scegli di negoziare sui mercati solo se sai esattamente quello che fai e opera esclusivamente su piattaforme di trading regolamentate.

Leggi pure
Come iniziare a fare trading: Guida per principianti Passo a Passo

Lavorare dopo la pensione – FAQ

Lavorare in pensione conviene?

Continuare a lavorare dopo la pensione conviene se non hai un reddito abbastanza alto da permetterti una vecchiaia serena. Se percepisci la pensione di vecchiaia puoi cumulare l’assegno con i tuoi redditi da lavoro, mentre se hai scelto di andare in pensione anticipata ragiona se ti conviene riprendere a lavorare. Scopri di più.

Dopo la pensione che lavoretti potrei fare?

Esistono tanti piccoli lavoretti da fare in pensione, alcuni come autonomo altri come dipendente (anche part time). Dai un’occhiata a queste idee per lavorare dopo la pensione e scopri se c’è qualcosa che fa al caso tuo.

Esistono opportunità di lavoro da casa per pensionati?

Hai esperienza da vendere e un po’ di praticità con la tecnologia? Allora anche alla tua età esistono opportunità da pensionato che puoi cogliere per guadagnare qualcosa (e passare il tempo). Leggi qui.

condividi l'articolo sui social

Lascia un Commento

avatar

LIMITAZIONI DI RESPONSABILITA'

Su Finaria.it riportiamo informazioni e analisi su Investimenti e Trading azionario, è bene ricordare ai nostri visitatori che il Forex Trading comporta un elevato livello di rischio e può non essere adatto a tutti gli investitori. Prima di effettuare una registrazione o di cominciare a fare trading online con il forex o attraverso i broker di CFD, si prega di approfondire tutti i rischi associati a questa attività. Tutte le informazioni che troverete su Finaria.it sono pubblicate solo per scopi informativi. Noi non diamo assolutamente alcuna garanzia riguardo la precisione e l'affidabilità di queste informazioni. Qualsiasi azione prenderete sulla base delle informazioni fornite dal nostro sito è rigorosamente a vostro rischio e pericolo e lo staff di Finaria non sarà responsabile di eventuali perdite e / o danni in relazione all'uso delle informazioni o notizie fornite dal nostro sito web.


DIRITTO D'AUTORE

Tutti i contenuti testuali su Finaria sono protetti da copyright e dalle leggi sulla proprietà intellettuale. L'utente non può riprodurre, distribuire, pubblicare o trasmettere qualsiasi contenuto, frase, immagine senza indicare il sito web www.finaria.it come fonte. Finaria non rivendica il copyright sulle immagini usate sul sito web, tra cui loghi, immagini e illustrazioni varie.