Home Bitcoin crolla sotto i $30.000: è il momento di comprare?
Notizie

Bitcoin crolla sotto i $30.000: è il momento di comprare?

Il momento sarebbe dovuto arrivare, prima o poi. Il valore di Bitcoin è sceso vertiginosamente sotto i $30.000 a causa della stretta applicata da parte della Federal Reserve USA e dai timori di una preoccupante recessione. L’ultimo calo di questo tipo subito da parte di Bitcoin è accaduto circa 10 mesi fa. Ad oggi, invece, ha toccato il prezzo più basso di quest’anno a quota $29.960 circa. 

Nelle prossime righe abbiamo cercato di capire quali sono state le motivazioni del calo di Bitcoin ma con l’intenzione di sottolineare come questa, in realtà, possa essere una concreta opportunità di ottenere guadagni per tutti coloro i quali vedono Bitcoin come un investimento a lungo periodo.

Il crollo di BTC degli ultimi 7 giorni

Ma mentre le criptovalute più popolari crollano ci sono 2 progetti emergenti che stanno tornado a vedere i loro prezzi salire: Lucky Block e DeFi Coin, attualmente ancora a prezzi abbordabili ed entrambe con delle previsioni da 10x in poche settimane.

Tutti i mercati crollano, anche le crypto

C’è il panico per le strade di Wall Street e non solo. Dai mercati azionari a quelli delle criptovalute, la preoccupazione è tanta. Tuttavia, ci sono sempre due facce nella stessa medaglia.

C’è chi attualmente sta assaporando la possibilità di rimpinguare le proprie posizioni e comprare criptovalute su cui ha investito (come stanno facendo le balene) oppure aprire nuove posizioni sugli asset in forte sconto. I pessimisti, invece, pensano che sia soltanto l’inizio di una discesa sempre più ripida e un grande rischio per tutte le società coinvolte nei settori tech. Questi ultimi preferiscono aprire posizioni short, vendendo allo scoperto con i migliori broker CFD.

Edward Moya

Ovviamente, però, lungi da noi consigliare di investire in questo momento storico. Chi potrebbe farlo è solamente chi è disposto a correre dei rischi enormi cercando di cogliere le ghiotte opportunità. Infatti, attualmente non c’è un punto di bottom solido e la discesa potrebbe proseguire causando ulteriori perdite. 

Infatti, secondo quanto riferito da parte di Edward Moya, analista di mercato per Oanda: “Il recente calo delle criptovalute è strettamente legato alla svendita delle azioni tecnologiche. Lo slancio ribassista potrebbe portare le previsioni Bitcoin verso il livello di $ 28.500 a breve termine. I fondamentali di lungo termine restano buoni per bitcoin, ma un ritorno ai massimi storici richiederà molto più tempo. BTC inizierà a stabilizzarsi quando il bagno di sangue a Wall Street finirà e in questo momento molti investitori sono ancora in modalità panic-selling”.

Notizie

Questa Crypto Potrebbe Crescere del 10.000% entro il 2023

Cosa succederà nei mercati finanziari? 

Steven McClurg

La causa di tutto questo trambusto nei mercati finanziari è dettata dall’attivazione di alcune manovre da parte della FED che porteranno a delle restrizioni in termini di liquidità sui mercati. Le strette si traducono in un rialzo dei tassi di interesse e in una riduzione del cosiddetto balance sheet della FED.

Gli ultimi giorni non si erano aperti benissimo in Europa e la situazione è precipitata nel tardo pomeriggio di ieri (9 maggio) con la borsa americana che ha perso livelli di prezzi molto importanti, causando un effetto a catena.

Steven McClurg, co-fondatore di Valkyrie, ha dichiarato: “Se la Fed continua ad aumentare i tassi fino a giugno e luglio, probabilmente vedremo scendere i mercati per tutta l’estate”. Quindi, molti si stanno chiedendo: quando potrà finire tutto ciò? La maggior parte degli investitori ritiene che qualche frase distensiva da parte di Jerome Powell potrebbe sicuramente dare una mano a tutti i mercati.

Noi di Finaria, siamo d’accordo che a partire dalla riunione di settembre sarà possibile che la Fed tenga fermi, o addirittura abbassi, i tassi d’interesse a causa delle elezioni di medio termine di novembre. Da lì in poi potremmo vedere i mercato tornare a salire.

Tuttavia, le parole di Powell stentano ad arrivare e a ciò si aggiunge anche un trimestre che potrebbe veder proseguire la contrazione del PIL USA, e ciò che darebbe ufficialmente inizio alla recessione. Si tratta di momenti davvero complicati ma, come detto, i più coraggiosi potrebbero ottenere grossi profitti provando a vendere allo scoperto per sfruttare le ripide discese di prezzo di crypto e affini con speculazioni a breve termine.

Domande e Risposte (0)

Hai una domanda? Il nostro team di esperti ti risponderà. Invia il mio commento

Lascia un commento

Scrivi la tua opinione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Baldassare Poma

Baldassare Poma

Mi considero esperto di finanza e appassionato di criptovalute, settori in cui mi sono formato da autodidatta iniziando con i libri di Graham e Kiyosaki. Mi interesso di geopolitica per capire come sta cambiando il mondo e come potrebbero indirizzarsi i mercati nel lungo periodo e considero l'analisi tecnica uno strumento ormai totalmente superato. Amo studiare i mercati emergenti e le ultime frontiere dell'investimento, anche per questo Blockchain, DeFi, crypto exchange e le piattaforme dei broker online sono il mio pane quotidiano. Anche se credo che il mercato delle criptovalute debba ancora esprimere il suo potenziale, sono convinto che ci sia troppa spazzatura che come una zavorra deve essere mollata per fargli prendere il volo. Nel tempo libero frequento i casinò, sia fisici che online, soprattutto per dar sfogo alla mia passione per il blackjack e il poker. Questo mi ha dato una discreta esperienza nella selezione delle piattaforme migliori e dei giochi più remunerativi. Su Finaria cerco di trasferire la mia esperienza in questi ambiti, provando a comunicare in modo semplice e chiaro, con l'intento di trasferire le mie conoscenze a chi ambisce all'indipendenza finanziaria o vuole semplicemente farsi un reddito passivo. Nella vita privata cerco di ritagliarmi del tempo per stare all'aria aperta, studiare il sax, leggere almeno un libro al mese e viaggiare almeno una volta all'anno.