Home Elon Musk promuove una truffa crypto su YouTube, ma è un deepfake
Notizie

Elon Musk promuove una truffa crypto su YouTube, ma è un deepfake

Un video deepfake generato con l’aiuto dell’intelligenza artificiale ritrae Elon Musk, CEO di Tesla e SpaceX, ed è stato trasmesso in diretta su YouTube. Il falso video promuoveva il lancio di un falso progetto crypto che rimandava gli spettatori verso un sito truffaldino.

Il video è stato presto rimosso da YouTube, ma è rimasto visibile per cinque ore ieri, domenica 23 giugno, raggiungendo un cospicuo numero di visualizzazioni. Il video ritraeva un frammento di riprese effettuate durante un evento Tesla.

A lanciare l’allarme è stata la compagnia di cyber-security Engadget che, con un comunicato, ha spiegato che nel video si poteva sentire la finta voce di Elon Musk generata con l’intelligenza artificiale. Il finto Elon Musk invitava gli spettatori a visitare un sito in particolare e dava istruzioni precise per investire criptovalute e depositare Bitcoin, Ethereum e Dogecoin per partecipare a un airdrop di token in regalo.

Nel video, il finto Musk prometteva che chi avrebbe investito le proprie crypto su sito si sarebbe visto “restituito automaticamente il doppio dell’importo della criptovaluta depositata”.

In un certo momento, il video ha avuto più di 30.000 spettatori. Si è addirittura posizionato in cima ai suggerimenti tra i video consigliati su YouTube Live Now.

La reazione rapida della community crypto

Presto la community crypto si è attivata e ha messo in guardia altri utenti contro i rischi legati alla truffa che stava circolando su YouTube. Qualcuno ha commentato ricordando che il video era riuscito a catturare così tanta attenzione proprio perché fin troppo verosimile, l’evidente risultato “degli attuali progressi nella tecnologia dell’intelligenza artificiale e dei deepfake”.

“I deepfake, dei video generati dall’intelligenza artificiale che possono sostituire con precisione l’aspetto di una persona con le fattezze di un altro, hanno dimostrato quanto facilmente i file video e audio possano essere manipolati”.

Un altro utente ha incitato il Team di YouTube ad agire per contrastare questo “grave reato”. “Questo era un video falso/deepfake con l’intento di truffare le persone rubando loro delle criptovalute”, ha scritto qualcun altro.

Il mese scorso, un report di sicurezza informatica ha rivelato che più di 35 canali YouTube hanno trasmesso in diretta video deepfake di Elon Musk. Nei video si vedeva il noto imprenditore promuovere una truffa crypto spacciata per investimento ad alto rendimento. In quel caso i falsi video facevano leva sull’interesse degli appassionati di missioni spaziali desiderosi di guardare il lancio del razzo SpaceX Starship.

Le truffe crypto fanno leva sulle celebrità per attirare l’attenzione delle vittime

Le truffe crypto e i falsi lancio che prendono di mira i follower di Musk sui social non sono una novità ma un problema che dura da anni. A ottobre 2023, un altro deepfake ritraeva Elon Musk che prometteva un rendimento del 30% sui depositi. Gli utenti venivano incoraggiati ad investire nella piattaforma di trading BitVex.

Le truffe non si limitano a emulare Elon Musk. Di recente l’account X, ex Twitter, del rapper 50 Cent è stato hackerato e sono state rubate meme coin per diversi milioni di dollari. In appena 30 minuti, il truffatore è riuscito a rubare 3.000.000 di dollari.

“Twitter e Thisis 50.com sono stati hackerati, non ho nulla a che fare con questa criptovaluta”, ha scritto il rapper su Instagram. “Twitter ha lavorato rapidamente per bloccare di nuovo il mio account. Chiunque abbia montato questo tutto questo ha guadagnato 3.000.000 di dollari in 30 minuti”.

Progetti crypto in presale da tenere d’occhio

I progetti crypto e in particolare le meme coin hanno il potenziale di attirare grande attenzione da parte del pubblico degli investitori retail.

Pepe coin si è confermata come una tra le meme coin di maggiore successo, sviluppata su Ethereum e che malgrado sia attiva da oltre un anno continua ad avere grande presa tra gli investitori, compresi quelli istituzionali.

Tuttavia, la pesantezza della sua struttura su Layer-1 ha impedito a Pepe di sfruttare appieno il suo potenziale. I ritardi di rete e le commissioni di gas in aumento spesso causano disagi agli operatori che cercano di sfruttare le rapide variazioni di prezzo.

La congestione porta a lentezza nell’elaborare le transazioni e commissioni più elevate. Ed è qui che entra in gioco la possibilità di comprare Pepe Unchained.

La nuova criptovaluta a tema Pepe è incentrata su una narrativa interessante.

La nuova blockchain di tipo layer-2 di Ethereum è costruita per “migliorare la velocità, offrire migliori ricompense e lo stesso delizioso sapore di Pepe”.

Poiché Pepe Unchained ha trovato casa in una layer 2, affronta i problemi sopra menzionati elaborando le transazioni al di fuori della principale chain di Ethereum.

Ciò riduce il carico e consente transazioni più veloci e convenienti.

In più, Pepe Unchained sarà in grado di offrire ricompense di staking più elevate. I bassi costi operativi e la maggiore efficienza consentono agli investitori di guadagnare un reddito passivo grazie allo staking di $PEPU.

Domande e Risposte (0)

Hai una domanda? Il nostro team di esperti ti risponderà. Invia il mio commento

Lascia un commento

Scrivi la tua opinione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Laura Di Maria

Laura Di Maria

Laura scrive per il web dal 2006 e dal 2015 lo fa come professionista. Nel 2019 ha scoperto il mondo delle criptovalute e la blockchain ed è stato amore a prima vista. Da allora non ha più smesso di occuparsi di questo settore. Ha scritto oltre 600 articoli su finanza, crypto e Web3 per alcune testate online, per esempio cryptorobin.it e il suo canale YouTube, o per Financer.com, collaborando con vari progetti italiani e internazionali prima di approdare a Cryptonews Italia. Si interessa di digital marketing e intelligenza artificiale, ha due figli e cerca, senza successo, di estendere la durata delle giornata oltre le canoniche 24 ore. La trovi su Linkedin e Telegram.