Il funzionamento del mercato Forex si basa sullo scambio di valute in coppie, chiamate “currency pairs“. L’investitore, prevedendo gli andamenti del mercato ed analizzando la situazione relativa alle valute tradate, specula sui tassi di cambio (”exchange rate“) cercando di trarne profitto dai valori di acquisto e vendita delle monete tradate.

Le coppie di valute vengono utilizzate nelle modalità seguenti: acquistando una data valuta contemporaneamente se ne vende un’altra. Il trader deve mirare ad acquistare una valuta ed a vendere l’altra, in perdita rispetto a quella comprata.

Se, per esempio, vogliamo acquistare la coppia EUR/USD, comprando l’Euro vendiamo automaticamente il Dollaro. Questa operazione porterà profitto se l’Euro guadagnerà valore nei confronti del Dollaro. Se prevediamo che il mercato vada nella direzione opposta, invece, dovremmo decidere di acquistare il Dollaro, cedendo automaticamente l’Euro.

Le valute più tradate sono le seguenti:

USD: Dollaro americano;
EUR: Euro;
JPY: Yen;
GBP: Sterlina (Pound);
CHF: Franco svizzero;
CAD: Dollaro canadese;
AUD: Dollaro australiano;
NZD: Dollaro neozelandese.

Le coppie di valute più scambiate sono invece:

EUR/USD: Euro / Dollaro americano;
USD/JPY: Dollaro americano / Yen;
USD/CHF: Dollaro americano / Franco svizzero;
GBP/USD: Sterlina / dollaro Americano.

In ogni coppia la prima delle due valute viene denominata “base currency” (o “valuta base“) mentre la seconda “quote currency” (”valuta quotata“) o “counter currency” (”valuta contatore“).

Altre informazioni su questo argomento le potrete trovare su altre guide forex in altri siti presenti in rete al fine di poter confrontare le varie informazioni e poter apprendere al meglio il forex online e diventare così un ottimo investitore in questo campo in ambito internazionale.

condividi l'articolo sui social

Commenta per primo questo articolo

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LIMITAZIONI DI RESPONSABILITA'

    I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. Tutte le informazioni che troverete su Finaria.it sono pubblicate solo per scopi informativi. Noi non diamo assolutamente alcuna garanzia riguardo la precisione e l'affidabilità di queste informazioni. Qualsiasi azione prenderete sulla base delle informazioni fornite dal nostro sito è rigorosamente a vostro rischio e pericolo e lo staff di Finaria non sarà responsabile di eventuali perdite e/o danni in relazione all'uso delle informazioni o notizie fornite dal nostro sito web.


    DIRITTO D'AUTORE

    Tutti i contenuti testuali su Finaria sono protetti da copyright e dalle leggi sulla proprietà intellettuale. L'utente non può riprodurre, distribuire, pubblicare o trasmettere qualsiasi contenuto, frase, immagine senza indicare il sito web www.finaria.it come fonte. Finaria non rivendica il copyright sulle immagini usate sul sito web, tra cui loghi, immagini e illustrazioni varie.