Home In calo l’Open Interest di Bonk: Persi $8 milioni
Notizie

In calo l’Open Interest di Bonk: Persi $8 milioni

Il recente calo del prezzo di Bonk ha portato un drastico calo della fiducia degli investitori. Ne è la prova il calo del valore dell’Open Interest (OI) dell’asset. L’OI è sceso da 24 milioni di dollari a 16 milioni di dollari, riprendendosi poi leggermente fino a 17,27 milioni di dollari.

Nonostante un livello positivo di finanziamento in favore di contratti long, la brusca diminuzione dell’OI suggerisce un sentimento ribassista. Questo calo di fiducia da parte degli investitori potrebbe portare ulteriori cali di prezzo se la situazione non dovesse cambiare.

L’analisi attuale del prezzo colloca la meme coin di Solana a $0,00003192, mentre gli indicatori tecnici mostrano un quadro cupo, evidenziato dai possibili livelli chiave di supporto e resistenza.

Gli investitori di Bonk perdono fiducia e cala il valore dell’Open Interest

Il calo del prezzo di Bonk sta influenzando la fiducia degli investitori. Lo evidenzia il calo del valore dell’Open Interest (OI) dell’asset. L’OI ha perso 8 milioni di dollari, passando da 24 milioni di dollari a 16 milioni di dollari in 24 ore.

Per poi tornare a crescere fino a 17,27 milioni di dollari registrando un aumento dello 0,09%.

Fonte Coinglass – Analisi derivati di BONK

Nonostante il tasso di finanziamento rimanga positivo, indicando un predominio dei contratti long, la significativa diminuzione dell’OI suggerisce un sentimento ribassista per Bonk.

Questa diminuzione dell’OI potrebbe portare ulteriori cali di prezzo se la fiducia degli investitori non migliora.

Cos’è l’Open Interest (OI) e perché è così importante?

L’Open Interest (OI) si riferisce al numero totale di contratti derivati come i futures o le opzioni, che si trovano in sospeso, cioè che non sono stati saldati. Serve per avere un quadro indicativo dell’attività di trading e la liquidità su cui può contare un asset.

Un OI più elevato indica maggiore interesse e partecipazione da parte del mercato, mentre un OI più basso evidenzia un declino dell’interesse degli investitori verso un determinato asset.

Riportando queste considerazioni a Bonk, il quadro non è roseo. Il recente calo dell’OI da 24 milioni di dollari a 16 milioni di dollari, nonostante una lieve ripresa a 17,27 milioni di dollari, indica una ridotta fiducia degli investitori. Questo a sua volta potrebbe riflettersi negativamente sul suo prezzo.

Previsione del prezzo di Bonk

Il prezzo di Bonk al momento è di $0,00003192. Il grafico a 4 ore mostra che il punto di pivot si trova a $0,00003236.

I livelli di resistenza immediati sono identificati a $0,00003802, $0,00004013 e $0,00004261, mentre il supporto immediato si trova a $0,00003140, seguito da $0,00003014 e $0,00002787.

Previsione del prezzo di Bonk – Fonte: Tradingview

Dal punto di vista tecnico, l’indice di forza relativa (RSI) a 39,79 indica una condizione di ipervenduto mentre la media mobile esponenziale a 50 giorni (50 EMA) è a $0,00003482.

La linea di tendenza ribassista spinge Bonk sotto il livello di $0,00003140, ulteriormente rinforzato da un pattern a doppio fondo.

Meme coin alternative su cui puntare in cerca di forti rialzi

Malgrado il successo esplosivo dell’anno scorso BONK non è stata la meme coin più performante di quest’anno. Negli ultimi mesi diversi token a capitalizzazione più bassa hanno generato rendimenti ben superiori.

I trader in cerca di guadagni rapidi e consistenti potrebbero valutare la possibilità di investire in alternative in prevendita. Le crypto in presale possono rivelarsi una buona occasione per capitalizzare al massimo l’ingresso in fase early bird.

Un token promettente in questo senso è PlayDoge (PLAY). Si tratta di una criptovaluta basata su Ethereum che di recente ha lanciato la sua prevendita. Finora ha raccolto 0,93 milioni di dollari e si avvicina spedita all’obiettivo di 1,38 milioni di dollari.

L’appeal di PlayDoge sta nel suo potere evocativo. Si tratta di una versione su blockchain del gioco cult degli anni ’90, il Tamagotchi, ma declinato in versione Doge e con dinamiche di tipo play-to-earn. I giocatori possono allevare, scambiare e portare i loro pet virtuali Shiba Inu in missione per guadagnare token PLAY. L’offerta massima fissata per i token è di 9,4 miliardi di PLAY. Il prezzo attuale della prevendita è di 0,00501 dollari per token.

Ulteriori dettagli sul gioco saranno presto rivelati, ma il progetto conta su buone premesse ed è già possibile comprare il token in presale sul sito ufficiale di PlayDoge. Partecipare in fase iniziale significa anche aggiudicarsi il token al prezzo più basso possibile prima della sua quotazione su exchange.

Domande e Risposte (0)

Hai una domanda? Il nostro team di esperti ti risponderà. Invia il mio commento

Lascia un commento

Scrivi la tua opinione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Laura Di Maria

Laura Di Maria

Laura scrive per il web dal 2006 e dal 2015 lo fa come professionista. Nel 2019 ha scoperto il mondo delle criptovalute e la blockchain ed è stato amore a prima vista. Da allora non ha più smesso di occuparsi di questo settore. Ha scritto oltre 600 articoli su finanza, crypto e Web3 per alcune testate online, per esempio cryptorobin.it e il suo canale YouTube, o per Financer.com, collaborando con vari progetti italiani e internazionali prima di approdare a Cryptonews Italia. Si interessa di digital marketing e intelligenza artificiale, ha due figli e cerca, senza successo, di estendere la durata delle giornata oltre le canoniche 24 ore. La trovi su Linkedin e Telegram.