Home Bitcoin, rotta verso i 100.000$: l’accumulo di capitali continua a crescere
Notizie

Bitcoin, rotta verso i 100.000$: l’accumulo di capitali continua a crescere

La scorsa settimana ha segnato il secondo parziale più alto per quanto riguarda afflusso di capitali nel settore prodotti di investimento digitali con l’impressionante cifra di 1,84 miliardi di dollari. Questo afflusso sottolinea anche la crescente attrattiva delle criptovalute che esploderanno nell’attuale contesto di mercato da una prospettiva fondamentale.

Bitcoin è particolarmente al centro dell’attenzione degli investitori: qui sono confluiti 1,73 miliardi di dollari USA. Ciò significa che la regina delle criptovalute può continuare a impressionare sia i piccoli investitori che quelli istituzionali nonostante la valutazione notevolmente aumentata della moneta BTC.

In considerazione del forte aumento dei prezzi sul mercato, alcuni investitori stanno tuttavia iniziando a optare anche per un approccio generalmente più cauto. In questo contesto è infatti aumentato, e di molto, anche il numero di afflussi verso le posizioni di shorting, incrementato di circa 22 milioni di dollari. 

Afflussi in aumento per BTC ed ETH

Nel complesso, Ethereum sta registrando la crescita più forte dalla metà del 2022, con afflussi di 85 milioni di dollari in una settimana. Anche se il patrimonio gestito di 14,6 miliardi di dollari è ancora in ritardo rispetto al picco di ETH, l’aumento segnala un rinnovato interesse per la criptovaluta Layer-One Ethereum.

Gli ETF sulle criptovalute con sede negli Stati Uniti dominano chiaramente gli afflussi di capitale totale. Il mercato statunitense continua quindi a mantenere il suo ruolo di primo piano per gli investitori nel settore delle criptovalute. 

Con un nuovo record di oltre 30 miliardi di dollari di volume di scambi, il mercato sta raggiungendo una crescente liquidità. L’impegno degli investitori è quindi, a livello generale, impressionante.

I rischi della bull run

Tuttavia, dopo che ieri la criptovaluta più antica del mondo ha rotto il suo vecchio massimo storico in dollari USA di circa 68.000 dollari, è stato registrato anche un piccolo drawback sul valore di Bitcoin che ne ha riportato il valore intorno a quota 66.000 dollari. Certo, non si può parlare di “fine della corsa al rialzo”, ma è sicuramente un fattore da continuare ad osservare. 

Il motivo per cui Bitcoin è diminuito, infatti, è probabilmente dovuto alle prese di profitto, il che non è insolito. Parlare di un crollo del prezzo dopo una flessione verso i 66.000 dollari significa, per dirla con prudenza, ingigantire la questione per fare news manipulation.

Fondamentalmente allo stato attuale delle cose, sul mercato regna un clima positivo. L’indice Fear and Greed è a 86 (avidità estrema) e gli investitori sono di nuovo più coraggiosi. Il più grande ETF Bitcoin (Blackrock’s) gestisce attualmente asset per 10 miliardi di dollari. 

Inoltre, il prossimo grande evento con l’Halving di Bitcoin non è previsto prima del mese di aprile e in passato l’Halving è stato sempre accompagnato da un certo mercato rialzista. Insomma, i segnali portano tutti verso la possibilità di rivedere ancora al rialzo il futuro di Bitcoin, anche oltre la leggera flessione degli ultimi giorni. 

Rally del 130% per questa crypto, gli investitori osservano

Dal suo lancio, il token del protocollo Smog $SMOG ha continuato a dominare le tendenze di Dextools e nell’ultima settimana questa moneta sviluppata sull’ecosistema di SOL è stata una di quelle a guadagnare maggior valore nel campo delle meme coin.

Oltre a una funzione di staking che garantisce un rendimento del 42% APY se blocchi i token per 90 giorni, $SMOG sta impressionando i propri investitori grazie ad una delle più grandi e ambiziose campagne airdrop nell’ecosistema Solana. 

Inoltre, grazie al rally degli ultimi giorni, che ha toccato un picco del +130%, ha portato il valore della capitalizzazione di mercato di SMOG a oltre 200 milioni di dollari, una soglia cardine nel mercato delle criptovalute. 

Il recente passato insegna infatti che i 200 milioni di dollari in market cap sono una soglia indice oltra la quale alcuni fra i più grandi exchange, come ad esempio Binance, iniziano ad interessarsi alle meme coin. Se il token SMOG dovesse approdare su Binance, il suo valore potrebbe anche decuplicare nel giro di poco, arrivando a superare la soglia iconica del dollaro.

Domande e Risposte (0)

Hai una domanda? Il nostro team di esperti ti risponderà. Invia il mio commento

Lascia un commento

Scrivi la tua opinione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Giuliana Morelli

Giuliana Morelli

Dr.ssa Giuliana Morelli, con una Laurea Magistrale in Economia e Management, ha maturato una solida esperienza nel settore finanziario ed economico durante gli anni di lavoro come consulente aziendale. Nel 2010, ha intrapreso una nuova avventura fondando la sua società di consulenza, attraverso la quale offre supporto a imprese e individui nel navigare il complesso mondo degli investimenti e del trading.

La sua expertise si estende anche al vivace settore delle criptovalute, dove esplora l'intersezione tra trading tradizionale e tecnologie emergenti come la Blockchain. Giuliana collabora attivamente con diversi studi professionali ed è una figura di spicco in numerose iniziative legate a Fintech, Blockchain, nonché in vari incubatori e acceleratori di impresa.

Giuliana ha una passione per l'attualità, cosa che le permette di fornire ai lettori analisi puntuali e aggiornate sulle ultime novità del settore. Con una comunicazione chiara e precisa, mira a rendere il mondo del trading e degli investimenti comprensibile e accessibile a tutti, sia che si tratti di principianti o di investitori esperti.

All'interno del team gestisce con passione e dedizione il ramo relativo alle news, sia crypto che di finanza classica.