Home Crypto.com fallisce? Ecco quali problemi sta vivendo l’exchange
Notizie

Crypto.com fallisce? Ecco quali problemi sta vivendo l’exchange

Un’altra piattaforma di criptovalute si trova al centro del mirino degli speculatori. Si tratta di Crypto.com, uno degli exchange più famosi e il più grande gestore di pagamenti che offre una delle migliori carte crypto con cashback in circolazione.

Alcuni tweet dicono che i rallentamenti dei prelievi siano dovuti al fatto che la piattaforma non riesce a far fronte alle richieste, e ciò ha scatenato ulteriore FUD sui mercati.

Molti esperti parlano di bancarotta imminente, ma nulla sembra confermato e il CEO di Crypto.com ha già provato a smentire le voci in una lunga intervista.

Corsa agli sportelli su Crypto.com

Dopo la bancarotta di FTX, molti investitori si stanno muovendo nel prelevare le proprio crypto dalle varie piattaforme excahnge. Inoltre Crypto.com è stato preso di mira dopo che ha inviato $ 405 milioni a un destinatario sbagliato. Ciò ha scatenato ulteriore panico.

Un altro errore simile era avvenuto circa un anno fa, quando una donna australiana si è vista ricevere più di $10 milioni invece di un rimborso da $100.

Alcuni osservatori hanno scambiato la transazione come un tentativo di far salire i volumi di trading sulla piattaforma.

Un portavoce di Crypto.com ha dichiarato che si tratta di un incidente e che i fondi dovevano essere spostati su on cold wallet offline e invece sono finiti su Gate.io, un altro exchange. Non è affatto strano che alcuni exchange di criptovalute tengano dei conti su siti concorrenti, ciò avviene per aumentare la liquidità durante i periodi di volatilità.

L’andamento di CRO negli ultimi giorni

Questo a innescato i mercati che ieri avevano visto il token di Crypto.com, Cronos, perdere oltre il 10%.

Prove di solvibilità

Negli ultimi giorni molte piattaforme exchange hanno fornito ai loro utenti delle prove di solvibilità per provare a rompere quel clima di sfiducia che aleggia sul mondo crypto.

  • Kraken da anni si prodiga nel fornire prove sulle riserve per tenere alto il livello di fiducia e trasparenza.
  • OKX, terzo exchange al mondo, ha visto i suoi asset crescere di $ 114 milioni, su un totale di $5,8 miliardi. Il 64% è detenuto in ETH, mentre il 25,8% in BTC.
  • Binance ha visto i suoi asset crescere di $ 4 miliardi, portando il totale a quasi $71 miliardi.
  • Crypto.com ha mostrato che deteneva circa $3 miliardi ma che da sabato ha subito un calo del 15%.

Fornire questo tipo di prove è sicuramente utile, per conoscere le attività e le passività di un exchange, ma non è sempre sufficiente per capire come l’azienda sta utilizzando i capitali presi dai clienti.

I prelievi su Crypto.com aumentano

Dopo che la notizia dell’errore relativo alla transazione da $400 milioni, i clienti di Crypto.com hanno iniziato a prelevare con frequenza sempre maggiore. Anche il CEO di Binance ha fatto notare la cosa, in un tweet in cui non ha mai nominato Crypto.com.

https://twitter.com/cz_binance/status/1591690261029130240
Kris Marszalek

Nel comunicato viene detto che: “se un’exchange deve spostare grandi quantità di criptovalute prima di aver mostrato gli indirizzi dei propri wallet, è un chiaro esempio di problemi”.

Nel frattempo, Marszalek (CEO di Crypto.com) ha provato a respingere le preoccupazioni garantendo che i flussi in uscita degli ultimi giorni non hanno influito sul servizio offerto.

Tra sabato e domenica gli utenti di Crypto.com hanno ritirato oltre $ 14 milioni in ETH e circa $ 39 milioni in altri token. Nonostante ciò la piattaforma è ancora funzionale e non sembra che questo abbia causato alcun problema.

Da questo evento possiamo dedurre che Crypto.com ha abbastanza fondi per soddisfare i prelievi degli utenti.

Alternative a Crypto.com

In questo periodo storico, dove tutte le criptovalute soffrono più che mai, c’è un settore che sembra non soffrire la crisi. Si tratta delle crypto presale, ossia delle prevendite dei token legati a nuovi progetti arrivati sul mercato.

Dash 2 Trade (D2T)

Tra i nuovi progetti lanciati in questo 2022 c’è quello di Dash 2 Trade. Si tratta di una piattaforma di segnali di trading che vuole offrire informazioni e statistiche su come investire in criptovalute al meglio.

Il token del progetto è D2T e la presale sta andando benissimo! Il suo prezzo è ancora basso e sale ogni volta che vengono raggiunti dei target. Questo garantirà un guadagno minimo del 40% a chi partecipa alla presale, anche se già diversi exchange hanno dichiarato la volontà di listare i token una volti lanciati sul mercato.

Domande e Risposte (0)

Hai una domanda? Il nostro team di esperti ti risponderà. Invia il mio commento

Leave a Comment

Scrivi la tua opinione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Baldassare Poma

Baldassare Poma

Mi considero esperto di finanza e appassionato di criptovalute, settori in cui mi sono formato da autodidatta iniziando con i libri di Graham e Kiyosaki. Mi interesso di geopolitica per capire come sta cambiando il mondo e come potrebbero indirizzarsi i mercati nel lungo periodo e considero l'analisi tecnica uno strumento ormai totalmente superato. Amo studiare i mercati emergenti e le ultime frontiere dell'investimento, anche per questo Blockchain, DeFi, crypto exchange e le piattaforme dei broker online sono il mio pane quotidiano. Anche se credo che il mercato delle criptovalute debba ancora esprimere il suo potenziale, sono convinto che ci sia troppa spazzatura che come una zavorra deve essere mollata per fargli prendere il volo. Nel tempo libero frequento i casinò, sia fisici che online, soprattutto per dar sfogo alla mia passione per il blackjack e il poker. Questo mi ha dato una discreta esperienza nella selezione delle piattaforme migliori e dei giochi più remunerativi. Su Finaria cerco di trasferire la mia esperienza in questi ambiti, provando a comunicare in modo semplice e chiaro, con l'intento di trasferire le mie conoscenze a chi ambisce all'indipendenza finanziaria o vuole semplicemente farsi un reddito passivo. Nella vita privata cerco di ritagliarmi del tempo per stare all'aria aperta, studiare il sax, leggere almeno un libro al mese e viaggiare almeno una volta all'anno.