Sisal vuole la lotteria britannica – Ma Lucky Block batte tutti

Nica San Juan

Giornalista economica internazionale che legge in 5 lingue


Il CEO di Lucky Block, Scott Ryder, sta seguendo la procedura di gara per l’assegnazione della nuova licenza per gestire la lotteria nazionale del Regno Unito. L’attuale gestore Camelot si è già lamentato di come l’assegnazione stia seguendo un processo iniquo a vantaggio degli altri concorrenti. Ryder spiega perché Lucky Block rappresenta l’alternativa migliore a tutto ciò.

Secondo quanto riportato dalla stampa britannica, Camelot è in pole position per ottenere la nuova licenza per il controllo della lotteria nazionale britannica, che entrerà in vigore nel 2024.

Oggi il CEO di Lucky Block, Scott Ryder, ha parlato della tempesta in corso attorno al processo di assegnazione. Lucky Block crede di poter fare meglio di qualsiasi operatore in corsa, con una lotteria basata sulle criptovalute e che premia i suoi giocatori per il supporto, dando a tutti il diritto di voto sulle opere di beneficenza da sostenere e offre possibilità di vincita più eque. Inoltre il token LBLOCK si sta dimostrando come una delle criptovalute da comprare nel 2022, vista la rapida crescita di cui è protagonista.

Lucky Block è globale e aperta a tutti

Lucky Block osserva che la società canadese Camelot gestisce la lotteria nazionale del Regno Unito dal 1994 e, se vince anche questa volta (lo sapremo a marzo), sarà alla sua quarta licenza. Ma se si deve credere alle fughe di notizie trapelate ai media riguardo la procedura di assegnazione, gestita in gran segreto dalla UK Gambling Commission, i concorrenti affermano di non operare su condizioni di parità.

Un cosiddetto “quoziente di rischio” del 15% è stato aggiunto tra i costi delle proposte commerciali degli altri offerenti, il che significa che le loro offerte sono più costose rispetto a quelle dell’attuale licenziatario (Camelot), riporta il Financial Times.

I concorrenti di Camelot (tra cui anche la nostra Sisal) affermano che mentre i suoi profitti sono in aumento, l’importo che dona in beneficenza è in calo. Si presume inoltre che i ricavi vengano maggiormente dai gratta e vinci più redditizi, a scapito delle donazioni agli enti di beneficenza.

L’amministratore delegato di Lucky Block, Scott Ryder, ha commentato: “Come lotteria basata sulle criptovalute, e che non utilizza soldi reali, non siamo concorrenti diretti nella gara per gestire la lotteria nazionale del Regno Unito. Ma, ovviamente, siamo concorrenti nel senso più ampio, perché puntiamo a rompere questo monopolio. La missione di Lucky Block è rendere le lotterie più facili da vincere, più facili da giocare e con più controllo da parte dei giocatori stessi. Dando a tutti il diritto di voto sugli enti di beneficenza da sostenere”.

Il CEO di Lucky Block continua: “Paghiamo a tutti i nostri possessori di token anche una ricompensa per essere semplicemente parte della nostra famiglia, quindi tutti sono vincitori. La nostra app uscirà il 21 marzo e pensiamo che gli utenti saranno d’accordo sul fatto che la nostra visione del futuro delle lotterie è più giusta per tutti: Lucky Block è la vera e unica lotteria popolare”.

Leggi pure
Luna sta tornando! Nuovo pump in arrivo?

Lucky Block vuole fare il botto

Inoltre Scott Ryder afferma che: “Il nostro montepremi da 6 milioni di dollari sta crescendo rapidamente e testimonia la popolarità del nostro prodotto. I possessori di LBLOCK stanno aumentando in fretta per far parte di questo nuovo entusiasmante approccio alle lotterie, in cui i giocatori possono possedere una parte della piattaforma. Il mio team sta intensificando i nostri sforzi di sviluppo e di marketing su tutti i canali. Stiamo preparando l’app per il beta test del 7 marzo e uno dei fulcri del nostro marketing sarà un cartellone pubblicitario a Times Square in New York.

Infine, conclude: “Stiamo anche lavorando a importanti accordi di sponsorizzazione per assicurarci di iniziare con il botto. Il nostro negozio di merchandising aprirà i battenti il ​​1° marzo”. Tra l’altro le previsioni su Lucky Block danno conferma di una crescita importante nei prossimi anni.

Guarda il post LinkedIn del CEO Scott Ryder sulla gara di assegnazione: https://www.linkedin.com/posts/scott-ryder-37061858_up-for-grabs-winner-of-national-lottery-activity-6902191291699195904-qYZg

Gli avversari di Camelot in gara per la lotteria britannica sono: Allwyn, un operatore di lotterie ceco precedentemente noto come Sazka, il gruppo italiano Sisal, e la britannica Northern & Shell. Il business della National Lottery vale circa 7 miliardi all’anno.


Nica San Juan

Giornalista economica internazionale che legge in 5 lingue

Giornalista economica internazionale, si occupa di raccogliere notizie dai mercati più importanti. Ama viaggiare e leggere giornali in 5 lingue diverse, incluso il coreano.

Giornalista economica internazionale, si occupa di raccogliere notizie dai mercati più importanti. Ama viaggiare e leggere giornali in 5 lingue diverse, incluso il coreano.


condividi l'articolo sui social

Commenta per primo questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *