Le criptovalute arrivano al Super Bowl, e si parla già di bolla…

Francesco Dallari

Appassionato di musica (adoro i Beatles) e di criptovalute, nel tempo libero leggo libri sul Marketing e Finanza.


Gli sponsor crypto del Super Bowl 2022

Il mondo dello sport e quello delle criptovalute continuano a collaborare a stretto contatto, e non solo in Italia. Infatti, una delle notizie più recenti è che durante il Super Bowl 2022, l’evento sportivo più seguito negli Stati Uniti, ci saranno spot di grandi exchange di criptovalute come Binance, Coinbase e Crypto.com. A questi si aggiunge anche FXT. 

È incredibile come in un paio d’anni ci sia stato un vero boom di questo settore, con piattaforme di questo calibro che investono letteralmente milioni di dollari per raggiungere un pubblico sempre più vasto.

C’è da stupirsi sicuramente di Crypto.com che in brevissimo tempo è diventata un punto di riferimento per milioni di appassionati di criptovalute, che ha ingaggiato star del calibro di LeBron James e Matt Damon.

Quindi, quali saranno le conseguenze del Super Bowl sul mondo delle criptovalute? Le considerazioni non sono univoche e c’è chi crede che si tratterà solamente di una semplice passerella costata milioni di dollari alle piattaforme coinvolte. Questo weekend sarà il momento migliore per investire in criptovalute

Il Super Bowl di domenica può dare inizio ad una nuova era? 

Crypto.com arena di Los Angeles

Che tu sia interessato o meno al football americano, da appassionato di criptovalute questo evento avrà sicuramente attirato la tua attenzione. Infatti, durante l’evento più seguito del mondo, troverai ben 4 pubblicità riguardanti gli exchange più famosi al mondo. 

Si parte da Crypto.com che, sponsorizza già l’arena dei Lakers e, manderà in onda uno spot girato con Matt Damon. A questa piattaforma si aggiungeranno anche Binance, Coinbase e FXT, quest’ultimo regalerà dei BTC durante la partita. 

Il match del Super Bowl si svolgerà tra Cincinnati Bengals e Los Angeles Rams. Si tratta di un evento che viene visto da oltre 100 milioni di persone in tutto il mondo. Alcuni pensano che gli stacchi pubblicitari durante il Super Bowl potrebbero creare una mini-bolla all’interno del settore delle criptovalute, facendo salire il valore di Bitcoin e compagni. Tuttavia, riteniamo che ciò non possa accadere.

Leggi pure
Le Borse Europee recuperano: cosa fa Bitcoin?

Mini-bolla? Non scherziamo 

Il trofeo Vince Lombardi del Super Bowl

In realtà, la notizia che le 4 piattaforme faranno parte del palinsesto pubblicitario del Super Bowl è piuttosto vecchia. Sono mesi che gli operatori del settore sono a conoscenza di questo evento e i movimenti di mercato avrebbero dovuto esserci settimane fa. 

Inoltre, ci sono delle questioni sicuramente più importanti da considerare quando si parla oggi di criptovalute. In particolare, sono attese alcune decisioni di grande importanza. In primo luogo, ci sarà prossimamente un discorso di Christine Lagarde riguardante la situazione “inflazione” in Europa. Poi, il giorno dopo al Super Bowl, è atteso nel senato USA un hearing sugli Stablecoin. 

Si tratta di avvenimenti che catalizzano sicuramente più l’attenzione rispetto a dei semplici spot che andranno in onda durante l’evento sportivo stagionale più guardato al mondo. Pertanto, sebbene queste iniziative di marketing registrino una cassa di risonanza non indifferente, riteniamo che il Super Bowl non sarà uno spartiacque per il mondo cripto e per Bitcoin. 

Ciò che noi abbiamo apprezzato è lo sforzo di queste piattaforme nell’utilizzare strumenti pubblicitari ambiziosi come gli spot del Super Bowl il cui investimento si aggira intorno ai 5 milioni di dollari per 30 secondi.


Francesco Dallari

Appassionato di musica (adoro i Beatles) e di criptovalute, nel tempo libero leggo libri sul Marketing e Finanza.

Laureato in “Strategie di Impresa e Management”, non potendone più di studiare mi sono detto: e se applicassi le mie conoscenze per aiutare le imprese ad acquisire nuovi clienti? Detto, fatto. Appassionato di musica (adoro i Beatles) e di criptovalute, nel tempo libero leggo libri sul Marketing e Finanza.

Laureato in “Strategie di Impresa e Management”, non potendone più di studiare mi sono detto: e se applicassi le mie conoscenze per aiutare le imprese ad acquisire nuovi clienti? Detto, fatto. Appassionato di musica (adoro i Beatles) e di criptovalute, nel tempo libero leggo libri sul Marketing e Finanza.


condividi l'articolo sui social

Commenta per primo questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *