Crescono i prestiti a famiglie e imprese da parte delle banche italiane nel corso del 2015. La tendenza, secondo la recente rilevazione dell’Abi, l’Associazione bancaria italiana, si conferma anche nel corso del mese di dicembre che si conclude con un +0,5 per cento.

Un’importante inversione di tendenza dopo periodi di grande difficoltà nell’accesso di credito sia per le famiglie che per le imprese italiane.

Ma come viene investita la liquidità concessa con i prestiti? È a questa domanda che risponde la recente rilevazione effettuata dall’Osservatorio di PrestitiOnline.it.

 

Casa e auto guidano le scelte degli italiani

Nel secondo semestre del 2015, l’anno che ci siamo da poco lasciati alle spalle, gli italiani hanno utilizzato le risorse concesse con i prestiti soprattutto per ristrutturare casa e acquistare un’auto, nella maggioranza dei casi usata.

Da luglio a dicembre, infatti, i prestiti per la ristrutturazione della casa hanno rappresentato il 37,5 per cento della totalità.

Quelli per l’acquisto di un’auto usata, invece, si fermano a quota 19,5 per cento e quelli per l’arredamento si posizionano al terzo posto con il 16 per cento. L’analisi si sofferma anche sulla durata dei prestiti. Il 19,9 per cento dei prestiti è stato erogato per una durata di 60 mesi, mentre il 14,8 per cento invece è stato erogato per una durata complessiva di 48 mesi.

 

Quanto richiedono gli italiani e qual è la loro provenienza geografica?

L’analisi dell’Osservatorio di PrestitiOnline.it si sofferma anche sull’analisi dettagliata degli importi richiesti. Ne emerge che l’importo medio dei prestiti erogati nel corso del secondo semestre del 2015 è stato pari a 11.470 euro.

Leggi pure
Come Ottenere Prestiti Online Senza Busta Paga

A contribuire all’andamento delle erogazioni sono stati anche i prestiti concessi dalle banche che operano esclusivamente sul web. È il caso, ad esempio, della banca olandese Ing Direct, che offre un prestito online funzionale alle esigenze di una clientela internazionale, variegata ed esigente. Il dato relativo all’importo medio fa registrare un lieve aumento su quello fatto registrare nel corso del secondo semestre del 2014, quando l’importo medio dei prestiti erogati era pari a 10.938 euro.

Ben il 31 per cento dei prestiti erogati ha riguardato un importo compreso tra i 5.000 e i 10.000 euro. Diminuisce leggermente la quota di prestiti erogati nelle regioni settentrionali, rispetto alle precedenti rilevazioni. In questa area del Paese, infatti, si attesta intorno al 39,1 per cento. Piuttosto stabile, invece, l’andamento delle erogazioni al Centro, dove è risultata intorno al 22,9 per cento. Le regioni meridionali seguono la scia delle settentrionali e fanno registrare una diminuzione, insieme con le isole. Qui le erogazioni sono al 38 per cento.

Analizzando la fascia d’eà dei soggetti a cui viene di solito erogato un prestito emerge che i prestiti maggiormente erogati sono quelli nella fascia d’età 36-45 anni, rappresentano il 38,2 per cento. Seguono quelli di fascia d’età 46-55 anni che rappresentano il 25,6 per cento.

 

Focus grandi città

Prendendo in considerazione quello che è accaduto in tre grandi province – Napoli, Milano e Roma – si evince che nel capoluogo campano, nel secondo semestre del 2015, le finalità di prestito più richieste sono state Ristrutturazione casa, il prestito e il prestito Liquidità, che sono rispettivamente il 30,87%, lo 0% e il 15,95% del totale delle richieste di finanziamento effettuate su PrestitiOnline.it dai residenti in provincia di Napoli.

Leggi pure
Cessione del quinto: Cos'è e come funziona

A Milano, invece, nello stesso periodo, le finalità di prestito più richieste sono state il prestito Liquidità, il prestito e il prestito Auto usata, che sono rispettivamente il 21,38%, lo 0% e il 17,58% del totale delle richieste di finanziamento effettuate su PrestitiOnline.it dai residenti in provincia di Milano.

Nella Capitale, infine, le finalità di prestito più richieste sono state il Ristrutturazione casa, il prestito Auto usata e il prestito Liquidità, che sono rispettivamente il 23,24%, il 19,29% e il 19,05% del totale delle richieste di finanziamento effettuate su PrestitiOnline.it dai residenti in provincia di Roma.

Commenta per primo questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LIMITAZIONI DI RESPONSABILITA'

Su Finaria.it parliamo spesso di Investimenti azionari e di Forex Trading, è bene ricordare ai nostri visitatori che il Forex Trading comporta un elevato livello di rischio e può non essere adatto a tutti gli investitori. Prima di effettuare una registrazione o di cominciare a fare trading online con il forex o attraverso i broker di CFD, si prega di approfondire tutti i rischi associati a questa attività. Tutte le informazioni che troverete su Finaria.it sono pubblicate solo per scopi informativi. Noi non diamo assolutamente alcuna garanzia riguardo la precisione e l'affidabilità di queste informazioni. Qualsiasi azione prenderete sulla base delle informazioni fornite dal nostro sito è rigorosamente a vostro rischio e pericolo e lo staff di Finaria non sarà responsabile di eventuali perdite e / o danni in relazione all'uso delle informazioni o notizie fornite dal nostro sito web.


DIRITTO D'AUTORE

Tutti i contenuti testuali su Finaria sono protetti da copyright e dalle leggi sulla proprietà intellettuale. L'utente non può riprodurre, distribuire, pubblicare o trasmettere qualsiasi contenuto, frase, immagine senza indicare il sito web www.finaria.it come fonte. Finaria non rivendica il copyright sulle immagini usate sul sito web, tra cui loghi, immagini e illustrazioni varie.