Dopo le impressionanti prestazioni registrate durante tutto l’arco del 2020, la corsa delle monete digitali è proseguita anche nelle prime settimane del 2021.

Secondo i dati presentati da Finaria, la capitalizzazione congiunta di mercato di Bitcoin, Ethereum e Tether, le tre criptovalute principali, è aumentata del 45% in un mese superando i 735 miliardi di dollari nell’ultima settimana di gennaio.

Tra dicembre e gennaio la capitalizzazione di mercato di Ethereum è cresciuta del 111%

Il 2020 è stato testimone di una vertiginosa crescita dell’intero mercato delle criptovalute, in tempo di crisi le monete digitali hanno infatti funto da riserva di valore. A dicembre, la capitalizzazione combinata di mercato di Bitcoin, Ethereum e Tether, le tre principali criptovalute, è salita a 511,5 miliardi di dollari, registrando, secondo i dati di CoinMarketCap, un aumento del 235% su base annua.

Ad ogni modo, durante le prime settimane del 2021 abbiamo assistito a un incremento di prezzo delle tre principali monete digitali, tanto che a fine gennaio la loro capitalizzazione combinata di mercato  ha registrato una crescita di 228 miliardi di dollari.

Le statistiche mostrano che la capitalizzazione di mercato della principale criptovaluta del mondo, Bitcoin, è aumentata del 35% in un mese raggiungendo la scorsa settimana i 565,7 miliardi di dollari.

Tuttavia, è stata Ethereum a registrare nelle prime settimane di quest’anno la crescita della capitalizzazione di mercato più impressionante. A gennaio il prezzo della seconda criptovaluta del mondo è aumentato vertiginosamente registrando un incremento di 77 miliardi di dollari al suo valore di mercato od una crescita del 111% in un solo mese. Le statistiche mostrano che la scorsa settimana la capitalizzazione di mercato di Ethereum si è attestata sui 145,6 miliardi di dollari.

Il valore complessivo di tutte le monete Tether è aumentato da dicembre del 27% raggiungendo i 25,2 miliardi di dollari nell’ultima settimana di gennaio.

Il volume di trading giornaliero ha raggiunto il suo massimo storico

Oltre a una crescita impressionante del prezzo e della capitalizzazione di mercato, nel mese di gennaio, le principali criptovalute del mondo hanno registrato un vertiginoso aumento del volume di trading giornaliero che ha infatti raggiunto il suo massimo storico.

Dopo aver registrato un picco di 106,6 miliardi di dollari il 12 gennaio, alla fine della scorsa settimana, il volume di trading giornaliero di Bitcoin si è attestato sui 78 miliardi di dollari, con un aumento di quasi il 20% su base mensile e una crescita su base annua del 168%.

I dati di CoinMarketCap mostrano che il 4 gennaio Ethereum ha toccato il suo massimo storico con un volume di trading giornaliero di 59 miliardi di dollari. Sebbene la scorsa settimana questa cifra sia scesa a 39,6 miliardi di dollari, la stessa rappresenta comunque un aumento su base mensile del 20% e un aumento su base annua del 232%.

Le statistiche mostrano che, registrando un volume di trading giornaliero di 108,6 miliardi di dollari e un aumento su base mensile dell’11%, il mese scorso Tether è stata la criptovaluta più scambiata del mercato.

condividi l'articolo sui social

Commenta per primo questo articolo

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LIMITAZIONI DI RESPONSABILITA'

    Su Finaria.it riportiamo informazioni e analisi su Investimenti e Trading azionario, è bene ricordare ai nostri visitatori che il Forex Trading comporta un elevato livello di rischio e può non essere adatto a tutti gli investitori. Prima di effettuare una registrazione o di cominciare a fare trading online con il forex o attraverso i broker di CFD, si prega di approfondire tutti i rischi associati a questa attività. Tutte le informazioni che troverete su Finaria.it sono pubblicate solo per scopi informativi. Noi non diamo assolutamente alcuna garanzia riguardo la precisione e l'affidabilità di queste informazioni. Qualsiasi azione prenderete sulla base delle informazioni fornite dal nostro sito è rigorosamente a vostro rischio e pericolo e lo staff di Finaria non sarà responsabile di eventuali perdite e / o danni in relazione all'uso delle informazioni o notizie fornite dal nostro sito web.


    DIRITTO D'AUTORE

    Tutti i contenuti testuali su Finaria sono protetti da copyright e dalle leggi sulla proprietà intellettuale. L'utente non può riprodurre, distribuire, pubblicare o trasmettere qualsiasi contenuto, frase, immagine senza indicare il sito web www.finaria.it come fonte. Finaria non rivendica il copyright sulle immagini usate sul sito web, tra cui loghi, immagini e illustrazioni varie.