Il nuovo parco a tema Disney sarà nel Metaverso?

Jastra Kranjec

Giornalista e sostenitrice della Modern Money Theory.


Iscriviti al nostro Canale Telegram per restare aggiornato sulle ultime notizie.

Era forse prevedibile, ma il nuovo parco a tema targato Disney sarà nel metaverso. Infatti, negli ultimi giorni, la Disney ha ricevuto un brevetto che le consentirà di trasportare le sue esperienze magiche dal mondo fisico direttamente al metaverso.

Il brevetto, inoltre, permetterà alla famosa compagnia di intrattenimento di personalizzare l’esperienza delle persone attraverso la realtà aumentata. Vediamo quali saranno i prossimi passi di Disney nel metaverso e come si comporterà il brand in questa nuova esperienza.

La Disney si sposta nel mondo virtuale? 

Chi pensa di poter investire in azioni Disney deve sapere che la società utilizzerà una particolare tecnologia che consentirà di monitorare i visitatori anche attraverso i loro smartphone e dispositivi mobili. L’obiettivo è anche quello di creare e di visualizzare gli effetti 3D su spazi fisici come muri e oggetti. 

Un parco nel Metaverso

Il brevetto è stato approvato a partire dal dicembre del 2021 e si basa su un “simulatore del mondo virtuale in un luogo del mondo reale”. Tuttavia, sembra proprio che Disney avesse questo progetto già da qualche tempo considerando che ha depositato il brevetto a metà 2020 presso l’Ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti. 

Attualmente, investire nel metaverso è probabilmente uno dei maggiori trend di questo inizio 2022. Di sicuro, è uno dei concetti più popolari nel mondo blockchain. Molti brand, tra cui quelli nel settore del fashion, guardano al metaverso come un’opportunità per aumentare le interazioni degli utenti e i profitti. 

Accedere al metaverso è molto semplice. Gli utenti non dovranno far altro che utilizzare dei visori per realtà virtuale oppure occhiali per la realtà aumentata, comprare delle crypto metaverso e collegarsi alle varie piattaforme. 

Siamo certi che l’esperienza della Disney in termini di metaverso sarà sicuramente diversa rispetto a quella offerta dagli altri brand. Sembrerebbe, infatti, che la tecnologia proposta integrerà il metaverso nel mondo reale.

Leggi pure
Le ultime novità su FTX. Chi la salverà?

I progetti di Disney sul metaverso

Come avrai capito, l’interesse della Disney per il metaverso non è sicuramente una questione di questi giorni. Infatti, l’azienda di intrattenimento aveva mostrato già interesse per questo mondo durante la pubblicazione dei profitti avvenuta nel quarto trimestre del 2021. 

Disney World

Il CEO, Bob Chapek, ha dichiarato che la Disney stava lavorando per collegare il mondo fisico a quello digitale. Infatti, nel novembre del 2020, il Chief Strategy Officer di Disney Resorts, aveva pubblicato un articolo su LinkedIn in cui ci evidenziavano i piani per unire il mondo virtuale a quello reale

Tilak Mandadi, aveva affermato che: “Queste esperienze si ricordano a lungo e il coinvolgimento degli ospiti deve essere sia dentro che fuori i parchi. Sono momenti unici, ma sono anche esperienze sociali da condividere. Tutto è in continua evoluzione e quindi c’è sempre qualcosa di nuovo da scoprire“.

Dopo questa affermazione, Disney aveva negato che ci fossero dei progetti attivi da applicare al metaverso. Tuttavia, dopo quest’ultima notizia sembrerebbe proprio che l’azienda sia pienamente coinvolta in questa nuova sfida. 

L’obiettivo è quello di realizzare un parco a tema Metaverso da aggiungere ai 12 parchi a tema già costruiti da Disney in giro per il mondo. Questi luoghi di attrazione si trovano negli Stati Uniti, a Hong Kong, a Parigi, in Cina e in Giappone e generano entrate per 17 miliardi di dollari all’anno. 

Non si tratta solo di realtà virtuale dunque ma di un’esperienza a 360 gradi che porterà il visitatore in una dimensione del tutto inesplorata.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per restare aggiornato sulle ultime notizie.


Jastra Kranjec

Giornalista e sostenitrice della Modern Money Theory.

Giornalista e sostenitrice della Modern Money Theory. Ha organizzato diverse conferenze in tutta Europa per divulgare questa moderna teoria economica. Appassionata di micro e macro economia, si dichiara una fan degli economisti post-keynesiani a partire da Joan Robinson.

Giornalista e sostenitrice della Modern Money Theory. Ha organizzato diverse conferenze in tutta Europa per divulgare questa moderna teoria economica. Appassionata di micro e macro economia, si dichiara una fan degli economisti post-keynesiani a partire da Joan Robinson.


condividi l'articolo sui social

Commenta per primo questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *