Presentazione di DeFi Swap: Una piattaforma exchange rivoluzionaria

Una nuova piattaforma DeFi

Jastra Kranjec

Giornalista e sostenitrice della Modern Money Theory.


Iscriviti al nostro Canale Telegram per restare aggiornato sulle ultime notizie.

Con DeFi Swap, i trader e gli investitori di criptovalute possono inviare e ricevere la DeFi Coin di proprietà del nuovo exchange, e altre criptovalute elencate nella piattaforma, con una vasta gamma di vantaggi.

Dall’inizio dell’era delle criptovalute nel 2009, quando Bitcoin è stato lanciato, il mondo ha assistito alla creazione di migliaia di token e risorse crittografiche. Alcuni hanno trasformato molti utenti in milionari mentre altri sono stati investimenti fallimentari.

Al di là di questi token e risorse, le piattaforme exchange sono rimasti la linfa vitale del fiorente spazio crittografico e ognuno ha le sue caratteristiche e i suoi difetti.

Il 15 dicembre 2021, Scott Ryder, Il CEO di DeFi Swap ha felicemente annunciato il lancio dell’exchange DeFi Swap, progettato per rendere possibile lo scambio di DeFi Coin e altre criptovalute emergenti senza interruzioni, facile e senza stress.

DeFi Swap è un innovativo exchange decentralizzato che consente ad acquirenti e venditori di scambiare valute digitali direttamente con altri trader di criptovalute. Ciò significa che invece di scambiare risorse crittografiche tramite una terza parte centralizzata, lo scambio di token avviene tramite un pool di liquidità automatico.

CEO di DeFi Swap

Il pool di liquidità garantisce che gli utenti in possesso di valute digitali, che decidessero di partecipare al pool, potranno guadagnare un tasso di interesse fisso.

Parlando prima del lancio dell’exchange, Il CEO di DeFi Swap, Scott Ryder, ha affermato: “DeFi Swap è stato creato per risolvere il dilemma degli investimenti a lungo termine per i trader e gli appassionati di criptovalute. Il design della piattaforma exchange include diverse caratteristiche degne di nota, una delle quali è un framework per consentire agli utenti di mettere in farm e stake risorse digitali, consentendo ai possessori di token di guadagnare interessi sulle criptovalute inattive”.

Leggi pure
La Lotta fra le Big Tech per il Dominio nel Metaverso

Un nuovo rivale per Binance e Coinbase

La piattaforma ospiterà un numero significativo di progetti da una moltitudine di blockchain che includeranno progetti a grande capitalizzazione che beneficiano di elevati livelli di liquidità e token che sono appena entrati nel mercato.

Altro vantaggio di DeFi Swap è che consente agli utenti di puntare ai premi di staking bloccando i propri token digitali per un certo numero di giorni, per aiutare a convalidare le transazioni sulla rispettiva rete blockchain. A loro volta, gli interessi saranno pagabili finché i token rimarranno bloccati.

DeFi Swap è destinato a competere con i popolari exchange di criptovaluta come Binance, Coinbase, FTX, Kraken, Crypto.com,
KuCoin, Gemini e così via.

L’exchange, secondo le promesse di Scott Ryder, fornirà analisi tecniche e previsioni sulle criptovalute per aiutare i trader e gli investitori a conoscere le direzioni future nel mercato delle crypto. Inoltre, ci saranno webinar, analisi video e notizie per tenere gli utenti al passo con gli aggiornamenti chiave dei mercati di criptovaluta e DeFi.

Indubbiamente, DeFi Swap è l’exchange del futuro e la piattaforma ideale per ottenere dei profitti con il mercato delle criptovalute oggi.

Iscriviti al nostro Canale Telegram per restare aggiornato sulle ultime notizie.


Jastra Kranjec

Giornalista e sostenitrice della Modern Money Theory.

Giornalista e sostenitrice della Modern Money Theory. Ha organizzato diverse conferenze in tutta Europa per divulgare questa moderna teoria economica. Appassionata di micro e macro economia, si dichiara una fan degli economisti post-keynesiani a partire da Joan Robinson.

Giornalista e sostenitrice della Modern Money Theory. Ha organizzato diverse conferenze in tutta Europa per divulgare questa moderna teoria economica. Appassionata di micro e macro economia, si dichiara una fan degli economisti post-keynesiani a partire da Joan Robinson.


condividi l'articolo sui social

Commenta per primo questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *