Stipulare un mutuo non è un’operazione facile. Ci sono moltissime variabili di cui tener conto, a cominciare dal problema legato alla scelta del tasso fisso piuttosto che di quello variabile, senza contare, poi, le differenze contrattuali tra una banca e l’altra, la possibilità di rinegoziazione, le credenziali di merito richieste, la percentuale che viene concessa a seconda della situazione patrimoniale, le agevolazioni prima casa.

Insomma, un gran calderone, nel quale finisce un po’ di tutto: e non crediate che chiedere appuntamenti a destra e a manca, per avere incontri con diversi promotori finanziari, siano risolutivi!

Purtroppo, ci tocca avere le idee chiare fin dall’inizio, perché il rischio “overload d’informazioni” è in agguato e la confusione non aiuta nessuno a prendere una decisione così importante. Il primo punto da risolvere riguarda la scelta fra il tasso fisso o il tasso variabile.

In linea generale, è difficile sostenere che il tasso fisso sia meno conveniente di quello variabile. Infatti, soprattutto negli ultimi mesi, si sono registrati dei ribassi molto interessanti, legati alla crisi mondiale, e il tasso fisso si configura come la scelta più indovinata per finanziamenti di lungo periodo. Con il tasso fisso si è sempre certi della rata da pagare e quindi si è in grado di calcolare con esattezza l’impegno economico richiestoci.

Il tasso variabile, invece, è sempre un po’ inferiore a quello fisso ma è anche soggetto alle oscillazioni di mercato, quindi non è prevedibile quale sarà l’aumento sul lungo periodo. Tuttavia, è da prendere in considerazione, qualora si abbia intenzione di accendere un mutuo per un breve periodo, magari perché lo s’intende riscattare non appena possibile. In tal caso, l’ultimo consiglio, è fare attenzione alle penali, che talvolta possono essere anche molto onerose.

Commenta per primo questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe Interessarti

LIMITAZIONI DI RESPONSABILITA'

Su Finaria.it parliamo spesso di Investimenti azionari e di Forex Trading, è bene ricordare ai nostri visitatori che il Forex Trading comporta un elevato livello di rischio e può non essere adatto a tutti gli investitori. Prima di effettuare una registrazione o di cominciare a fare trading online con il forex o attraverso i broker di CFD, si prega di approfondire tutti i rischi associati a questa attività. Tutte le informazioni che troverete su Finaria.it sono pubblicate solo per scopi informativi. Noi non diamo assolutamente alcuna garanzia riguardo la precisione e l'affidabilità di queste informazioni. Qualsiasi azione prenderete sulla base delle informazioni fornite dal nostro sito è rigorosamente a vostro rischio e pericolo e lo staff di Finaria non sarà responsabile di eventuali perdite e / o danni in relazione all'uso delle informazioni o notizie fornite dal nostro sito web.


DIRITTO D'AUTORE

Tutti i contenuti testuali su Finaria sono protetti da copyright e dalle leggi sulla proprietà intellettuale. L'utente non può riprodurre, distribuire, pubblicare o trasmettere qualsiasi contenuto, frase, immagine senza indicare il sito web www.finaria.it come fonte. Finaria non rivendica il copyright sulle immagini usate sul sito web, tra cui loghi, immagini e illustrazioni varie.