Sembrerebbe che, se si può registrare il calo di qualche prezzo nella vita di tutti i giorni, si può prendere atto di un ribasso dei tassi d’interesse applicati dalle banche. Chi si trova ad esultare perché crede di poter accendere un mutuo più facilmente e con dei costi più contenuti, aspetti prima di farlo. E già, perché come hanno studiato e poi puntualmente denunciato molte associazioni dei consumatori, ben poco conta che scendano i tassi d’interesse, soprattutto i variabili, se a ciò fa seguito un aumento dello spread.

Ma andiamo con ordine. Se il mercato è in crisi, la logica vorrebbe che anche le banche cercassero di non caricare i contribuenti ma provassero a fare la loro parte per rimettere in moto l’economia. Invece, sembrerebbe che questo sia molto lontano da ciò che accade nella realtà. Nella vita reale, se i tassi d’interesse scendono, ad opera della Banca centrale europea, o comunque in quadro di riferimento comunitario, molti istituti di credito in Italia, aggirano l’ostacolo e fanno schizzare lo spread, la percentuale che comunque, sommata al tasso d’interesse, determina l’importo della rata da corrispondere.

Il tutto, sembrerebbe, in barba alla raccomandazioni e alle leggi anticrisi, mettendo come sempre al primo posto, esclusivamente il profitto aziendale. Dal punto di vista delle banche, tuttavia, lo spread è proprio dovuto all’aumento d’insolvenza da parte dei clienti: per i soggetti finanziatori si tratterebbe, dunque, né più né meno che di un’assicurazione sul capitale. Sarebbe opportuna, tuttavia, una maggiore chiarezza in un settore che tocca così da vicino la vita di un numero molto elevato di cittadini.

Commenta per primo questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe Interessarti

LIMITAZIONI DI RESPONSABILITA'

Su Finaria.it parliamo spesso di Investimenti azionari e di Forex Trading, è bene ricordare ai nostri visitatori che il Forex Trading comporta un elevato livello di rischio e può non essere adatto a tutti gli investitori. Prima di effettuare una registrazione o di cominciare a fare trading online con il forex o attraverso i broker di CFD, si prega di approfondire tutti i rischi associati a questa attività. Tutte le informazioni che troverete su Finaria.it sono pubblicate solo per scopi informativi. Noi non diamo assolutamente alcuna garanzia riguardo la precisione e l'affidabilità di queste informazioni. Qualsiasi azione prenderete sulla base delle informazioni fornite dal nostro sito è rigorosamente a vostro rischio e pericolo e lo staff di Finaria non sarà responsabile di eventuali perdite e / o danni in relazione all'uso delle informazioni o notizie fornite dal nostro sito web.


DIRITTO D'AUTORE

Tutti i contenuti testuali su Finaria sono protetti da copyright e dalle leggi sulla proprietà intellettuale. L'utente non può riprodurre, distribuire, pubblicare o trasmettere qualsiasi contenuto, frase, immagine senza indicare il sito web www.finaria.it come fonte. Finaria non rivendica il copyright sulle immagini usate sul sito web, tra cui loghi, immagini e illustrazioni varie.