Bitcoin Cash: Cos’è successo a Bitcoin dopo l’hard fork?

Cerchiamo di capire cos'è Bitcoin Cash, se conviene comprarlo adesso per investire e la sua utilità rispetto a Bitcoin

Bitcoin si è diviso in due o meglio ancora ha subito una biforcazione. L’evento noto come Hard Fork ha diviso la comunità online sin dalla notizia ufficiale di qualche mese fa. Ma vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Valore Bitcoin Cash

Bitcoin Cash: Cos’è successo al Bitcoin?

Partiamo da un breve riepilogo. Bitcoin ha quasi un decennio di vita, considerate che è stato fondato nel 2008 e vista la popolarità ottenuta negli ultimi anni, ha visto il suo prezzo salire dai 500 € di 2 anni fa fino agli attuali 3500 €. Questo ha portato ad un boom nel numero di transazioni in bitcoin verso cui, la tecnologia pre-esistente sta cercando di far fronte.

Se avete letto l’articolo precedente sui Bitcoin e la blockchain, avrete appreso in cosa consiste l’attività dei miners. Questi, infatti, attraverso il lavoro di “estrazione dei blocchi”, confermano e registrano le singole transazioni degli utenti all’interno di ogni singolo blocco, guadagnando (fino ad oggi) 12,5 bitcoin per blocco più le varie fee per ogni transazione verificata. Ovviamente sono guadagni che vanno divisi tra tutti i miners del mondo che contribuiscono all’estrazione.

bch bitcoin

Se avete mai provato a comprare bitcoin, vi sarete resi conto che è possibile inserire la fee da pagare ai miners. Più alta è la fee che andrete ad inserire più è facile che la transazione venga completata in tempi brevi. Ultimamente, vista l’eccessiva mole di transazioni gli utenti pur di vedere la propria transazione confermata sono disposti a pagare ai miners cifre piuttosto alte. Il vero problema è che la commissione pagata per confermare ogni singola transazione non è relativa alla quantità di bitcoin scambiati, quindi una transazione da 1 milione di bitcoin potrebbe avere lo stesso costo (in commissione) di una transazione da 0,0001 bitcoin. E questo non è affatto equo.

Leggi pure
BitCoin: Cosa Sono e come Funziona la BlockChain

Blocchi da 1mb a 8mb

Le due fazioni che si sono venute a creare all’interno della rete e tra i miners, sono divise tra chi preferisce ottenere commissioni più alte e un minor numero di transazioni e chi invece vorrebbe incentivare il numero delle transazioni a discapito delle fee. In pratica più quantità a fronte di commissioni più basse.

Attualmente, la dimensione di ogni singolo blocco è limitata ad 1 mb che viene estratto ogni 10 minuti, tradotto, sarebbero 7 transazioni al secondo. Confrontando questo dato con le duemila transazioni al secondo effettuate dal circuito Visa capiamo che i numeri sono tutti a favore di Visa.

Ma il vero problema reale e piuttosto pratico per i possessori di bitcoin, è che il BTC nasce con l’obiettivo di poter effettuare acquisti sicuri su internet e senza un intermediario che sta in mezzo (la blockchain è solo un registro non un vero e proprio intermediario, ndr). Per poter effettuare acquisti su internet con bitcoin è necessario che ogni singola transazione venga confermata – più o meno – istantaneamente e soprattutto, che questa non abbia dei costi accessori (fee ai miners) troppo esosi da rendere le piccole transazioni poco convenienti.

Da qui è nata la necessità di far nascere un “Bitcoin gemello” chiamato Bitcoin cash (BCC, o BCH).

Cos’è Bitcoin Cash

bitcoincash

Bitcoin cash (sito ufficiale www.bitcoincash.org) è una versione alternativa di Bitcoin attraverso la quale si potranno finalmente risolvere i problemi di congestione delle transazioni della piattaforma Bitcoin. Così come per i Bitcoin, BCH (ovvero bitcoin cash), è una valuta digitale decentralizzata e peer-to-peer, che potrà essere utilizzata per effettuare transazioni su internet.

Con Bitcoin cash, sarà possibile, almeno secondo gli sviluppatori del progetto, poter effettuare transazioni più veloci e con un sistema di verifica di queste, in buona parte diverso da BTC. La velocità delle transazioni è assicurata dal fatto che i singoli blocchi estratti non saranno più di un 1mb bensì di 8Mb.

Leggi pure
Le Migliori Opportunità di Guadagno e Business con Bitcoin

Dal 1° Agosto del 2017, tutti i detentori di bitcoin hanno trovato sul proprio wallet la stessa quantità di bitcoin clonata in bitcoin cash.

Bitcoin Cash o Bitcoin? Quale conviene comprare?

bitcoin cash onlineBitcoin è la criptocurrency per eccellenza, continua ad essere sostenuta da tutti nonostante i limiti tecnologici relativi alla velocità delle transazioni e alle commissioni di cui abbiamo parlato sopra. Bitcoin cash, dalla sua, si è presentata piuttosto bene nel mercato e potrebbe essere una buona possibilità di investimento in alternativa a Bitcoin. Ma è ancora troppo presto per poter tirar fuori delle conclusioni, solo quando verrà accettata dai vari commercianti, online e non, potremo effettivamente valutarne la reale efficacia.

Cos’è successo al Bitcoin dopo il Fork?

Il prezzo del Bitcoin (classico) è sceso leggermente fino a 2700 $ dopo il fork. Bitcoin Cash nel frattempo è andato un po’ a rilento dato che gli investitori hanno aspettato che le prime transazioni venissero messe in rete e approvate dalla “nuova” blockchain. Il suo prezzo è sceso poco dopo la sua creazione, ma in poche ore è balzato a più di 400 dollari.

Come comprare Bitcoin Cash (BCH)

Come abbiamo appena detto, per ottenere bitcoin cash gratis, bisognava possedere dei bitcoin prima del 1° Agosto, per poter avere la stessa quantità in Bitcoin Cash. Attualmente su Changelly, su Cex.io e su TheRockTrading è comunque possibile scambiare BTC con BCC o BCH oltre alla possibilità di comprare BTC.

Commenta per primo questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LIMITAZIONI DI RESPONSABILITA'

Su Finaria.it parliamo spesso di Investimenti azionari e di Forex Trading, è bene ricordare ai nostri visitatori che il Forex Trading comporta un elevato livello di rischio e può non essere adatto a tutti gli investitori. Prima di effettuare una registrazione o di cominciare a fare trading online con il forex o attraverso i broker di CFD, si prega di approfondire tutti i rischi associati a questa attività. Tutte le informazioni che troverete su Finaria.it sono pubblicate solo per scopi informativi. Noi non diamo assolutamente alcuna garanzia riguardo la precisione e l'affidabilità di queste informazioni. Qualsiasi azione prenderete sulla base delle informazioni fornite dal nostro sito è rigorosamente a vostro rischio e pericolo e lo staff di Finaria non sarà responsabile di eventuali perdite e / o danni in relazione all'uso delle informazioni o notizie fornite dal nostro sito web.


DIRITTO D'AUTORE

Tutti i contenuti testuali su Finaria sono protetti da copyright e dalle leggi sulla proprietà intellettuale. L'utente non può riprodurre, distribuire, pubblicare o trasmettere qualsiasi contenuto, frase, immagine senza indicare il sito web www.finaria.it come fonte. Finaria non rivendica il copyright sulle immagini usate sul sito web, tra cui loghi, immagini e illustrazioni varie.